Victoria Beckham tra i migliori stilisti di moda

victoria-beckham.jpgNon ha sfilato in passerella, il gradino che occupa nella scala sociale è molto più alto di quello di una semplice indossatrice, eppure per la sua collezione autunno/inverno 2010 Victoria Beckham, recentemente vista nello spot di un profumo al fianco di suo marito, ha scelto di far sfilare modelle che ricordano moltissimo il suo aspetto ricercato ed elegante. Magrissime, occhialoni scuri e capelli raccolti, è questo lo stereotipo di donna presentato dalla ex Spice Girls. Abiti fasciati sul corpo, aderentissimi, dalle forme semplici e pulite, che sembrano cuciti direttamente sulle modelle che li indossano con un occhio puntato agli anni ’60. E sembra proprio che questa nuova collezione del brand della Posh Spice, giunta alla quinta edizione, molto successo abbia riscosso tra gli addetti ai lavori, che l’hanno menzionata tra i maggiori stilisti di moda.

 

Lady Gaga provoca ancora, carne cruda addosso e intanto esce una biografia shock

orig_C_0_articolo_490278_listatakes_itemTake_0_immaginetake.png

Lady Gaga.jpgEnnesima provocazione di Lady Gaga, che ha posato senza veli per l’edizione giapponese di Vogue uomo, che così titola un articolo a lei dedicato “La nuda verità”, o forse sarebbe il caso di dire “la cruda verità”, sì perché è così questa volta che si è fatta ritrarre la provocatrice Gaga dal controverso fotografo Terry Richardson, con della carne cruda addosso a mo’ di costume a coprire le pudenda. Ma dispetto di questa ennesima provocazione della cantante di Alejandro, oggi Lady Gaga fa notizia per una biografia non autorizzata, scritta da Maureen Callahan, che svelerebbe retroscena inediti della celebre cantante, al secolo Stefani Germanotta, prima di diventare una delle nuove icone della musica contemporanea, rivelando una adolescenza più normale, quasi noiosa, di quanto la stessa Gaga non voglia far credere. «Non si drogava, o se lo faceva lo nascondeva bene. Era troppo concentrata sulla sua musica per potersi distrarre». Il ritratto che viene fuori da Poker face: the rise and rise of Lady Gaga, l’ascesa e l’ascesa di Lady Gaga, in uscita il 14 Ottobre negli Stati Uniti, è quello di una comune adolescente americana, insicura e con problemi di peso, distante anni luce dalla cantante magrissima e sexy, che sfoggia con sicurezza il suo corpo, ma già determinata a sbarcare il lunario. Secondo il libro di Callahan, che sin dalle prime pagine si domanda “Who is Lady Gaga?”, la cantante in realtà sarebbe una ventiquattrenne disturbata, che parla di se stessa in terza persona, volubile e con la paura di rimanere da sola anche un solo minuto. Basata su decine di interviste fatte ad amici, collaboratori ed esperti di musica, la lettura già promette di diventare il nuovo caso editoriale di fine anno.

Anche Emily Blunt contro Photoshop: «Ti fa sembrare una Barbie»

emily-blunt-300x400.jpg

Inseparabile strumento di fotografi di moda e non, da anni Photoshop ha dato il via al post-editing di rito dell’immagine digitale, dalla foto glamour sulla rivista di moda patinata allo shooting promozionale dell’artista di turno, dai poster dei film cinematografici alla stampa pubblicitaria, fino alle foto delle vacanze o quelle postate dagli amici su facebook. Quasi tutte le immagini che vediamo, passano ormai attraverso l’occhio digitale del software di foto-editing più famoso ed utilizzato al mondo, che ha sicuramente rivoluzionato il mondo della fotografia. Ma non tutti sembrano gradire l’artificiosa perfezione del programma con qualche magico clic al computer, e se dall’Australia arriva una proposta di legge che imponga una dicitura sulle immagini ritoccate, e alcune star, tra cui la nostra Monica Bellucci, qualche tempo fa posarono senza trucco né ritocco per protestare contro ideali di bellezza irraggiungibili quanto irreali, anche dall’Inghilterra arrivano i primi segnali di un ritorno ad una bellezza più naturale. Tra le fautrici dello scatto senza ritocco l’attrice britannica Emily Blunt, l’ex fidanzata del cantante canadese Michael Bublé, che qualche anno fa paradossalmente interpretò l’assistente nevrotica de Il Diavolo veste Prada, per la quale bellezza faceva rima con magrezza.

Fresca di matrimonio con l’attore John Krasinski, l’attrice è la nuova cover girl di settembre dell’edizione inglese del magazine di moda Elle, al quale, in merito al ritocco digitale dice: «Non mi piace quando ti stendono, ti allungano e ti fanno magrissima. Ti fa sembrare una Barbie. Chi diavolo è così?».

Christina Aguilera copia Lady Gaga, che copia Madonna?

Lady Gaga.jpg

Madonna Vogue.jpgPerdonate il gioco di parole del titolo del post, ma l’ultima tendenza nel mondo della musica, e del videoclip in particolare, è quella di riciclare idee già viste, giustificando il tutto con omaggi a cantanti ed artisti ben più affermati. L’ultima ad introdursi in questo filone riciclo-celebrativo è Lady Gaga, la quale, solo fino a qualche settimana fa, imputava a Christina Aguilera di aver “copiato” alcune idee del suo video Bad Romance per la clip di Not myself tonight, e adesso invece si rifà anch’essa a Vogue di Madonna, cui ha attinto proprio la Aguilera, per il suo nuovo video Alejandro, ennesimo singolo estratto da The Fame Monster per l’estate del 2010.  

Il video, diretto dal fotografo di moda Steven Klein, lo stesso che ha curato l’ultima campagna pubblicitaria degli occhiali da sole D&G con protagonista Madonna, è girato anch’esso in bianco e nero, e vede Lady Gaga con un caschetto platino molto corto, ballare in un tailleur molto mascolino, proprio come Madonna agli inizi degli anni ’90. Ma mentre le movenze di Miss Ciccone erano glamour e assolutamente femminili, Lady Gaga le rivisita in chiave militare, con un movimento decisamente più mascolino. Ma i cantanti vogliono davvero celebrare i propri miti o sono semplicemente a corto di idee?

A Kate Winslet l’Oscar dell’eleganza (italiana)

 

 

Kate Winslet (Salvatore Ferragamo).jpgNon c’è tappeto rosso che si rispetti senza le consuete critiche fashion post-passerella, e così anche il red carpet più prestigioso del mondo, quello degli Oscar, è al vaglio dei massimi esperti di moda di magazine e tv che puntualmente stilano classifiche sulle donne più eleganti della serata. Anche Cosmomusic, blog tradizionalmente immolato alla musica, ha deciso quest’oggi di unirsi alla mischia e fare la gioia delle sue lettrici mostrando alcune delle mise che hanno animato l’ottantaduesima edizione dell’Academy Awards, che ha realizzato quest’anno oltre quarantuno milioni di telespettatori, uno dei migliori risultati di sempre.

Bellissima Charlize Theron in un fasciante abito viola, nonostante ne ingrossasse un po’ la silhouette, firmato dalla casa di moda francese Christian Dior, di cui l’attrice e modella sudafricana è anche testimonial.

Stile italiano per le due dive della musica internazionale Jennifer Lopez e Mariah Carey: uno stravagante abito grigio Armani Privé per la prima, stretto sino alle caviglie, con un originale quanto vaporoso strascico laterale, Valentino blu-notte per la Carey, forse un po’ troppo strizzata in seno, facendola apparire a tratti tozza. Italian style per l’italianissima Elisabetta Canalis, la quale al fianco del suo bel George Clooney ha calcato l’ennesimo tappeto rosso, e per l’occasione sceglie un abito rosso Roberto Cavalli, di cui la Canalis è anche testimonial della linea underwear. Stile italiano anche per Elizabeth Banks, l’attrice nota in Italia come uno dei volti del serial Scrubs, ha scelto un abito in chiffon grigio firmato Versace.

Marchesa per la miglior attrice dell’anno, Sandra Bullock, vincitrice del prestigioso riconoscimento per The Blinde Side, si è presentata con un abito stretto laminato, mentre la “rivale” Meryl Streep, nominata agli Oscar per la sedicesima volta (record assoluto per un’attrice) ha scelto un sobrio abito bianco Chris March.

Ma l’Oscar, almeno quello dell’eleganza di quest’anno, dopo quello per The Reader della scorsa edizione, Cosmomusic lo assegna alla bella e brava Kate Winslet: anche l’attrice inglese sceglie il glamour italiano, presentandosi agli Oscar in un fasciante abito di Salvatore Ferragamo, perfetta nell’acconciatura e nello stile, la Winslet ha senza dubbio quest’anno incarnato meglio di altre il fascino delle grandi dive Hollywoodiane bellissime e senza tempo.