Benedetta Caretta vince “Io Canto 2” e l’Italia scopre i The Priests

benedetta-caretta-vince-la-terza-puntata-di-i-L-HKHz1q.jpegSi è conclusa ieri sera la seconda edizione di Io Canto, fortunatissimo programma di piccoli talenti, condotto da Gerry Scotti, che ha visto trionfare quest’anno proprio le due favorite di quest’anno, Benedetta Caretta, già nota al grande pubblico dello show Mediaset dallo scorso anno, trionfatrice assoluta con una impeccabile interpretazione del non facile brano Insieme di Mina, e la giovane rumena Andrea Olariu, che ha vinto invece il premio giuria in abbinato, in occasione della finalissima, con il premio Bravo Bravissimo! della Fondazione Bongiorno che consentirà anche a lei, come la Caretta, di frequentare un corso dove potrà studiare canto.

Tanti gli ospiti di questa finalissima, da Nek, che insieme ai ragazzi ha interpretato i suoi successi fino all’ultimo singolo E da qui, a una emozionatissima Raffaella Carrà, passando per Renato Zero che ha presentato il suo nuovo album antologico, Segreto Amore, e lo show Zero Sessanta in onda sabato 18 Dicembre su Canale 5.

Tra le emozioni e le sorprese della serata The Priests, gruppo irlandese composto da tre sacerdoti, di cui due fratelli, Padre Eugene e Padre Martin Hogan che, insieme a David Delargy hanno fondato il trio canoro. Il primo album omonimo è stato inciso nel 2008, da allora hanno venduto oltre tre milioni e mezzo di copie ed hanno inciso altri due dischi, tra cui Noel quest’anno, una raccolta di brani della tradizione natalizia. Il secondo disco, Harmony del 2009, sulla scia del primo progetto discografico, reinterpreta brani classici religiosi e non, da Te Deum a Stabat Mater, da How great thou art a Amazing Grace per un ascolto piacevole e ieratico.

Andrea, la nuova stella di “Io Canto”… 2!

Andrea - Io Canto.jpg
Ritorna in questa nuova stagione televisiva la seconda edizione di Io Canto, il programma rivelazione dello scorso anno condotto da Gerry Scotti, che vede piccoli talenti della musica italiana sfidarsi a suon di canzoni classiche e contemporanee. Tanti i volti nuovi che si aggiungono in questa stagione al vivaio di voci dello show di Canale 5. Guest star di queste puntate, che animeranno i martedì sera della rete ammiraglia Mediaset, Cristian Imparato, vincitore-rivelazione della prima serie, che ha riproposto uno dei suoi cavalli di battaglia, New York New York, e l’ha fatto con una maggiore maturità e consapevolezza vocale, frutto del viaggio-studio vinto con il premio del programma. Ospite musicale della serata Ornella Vanoni, che ha invece cantato alcuni tra i suoi più grandi successi, da L’Appuntamento a Domani è un altro giorno. Poi è la volta di Al Bano che ha riproposto invece le vecchie glorie che cantava insieme alla sua ex moglie, Romina Power. Tra le scoperte di questa nuova edizione l’italo-francese Elviane, che ha regalato al pubblico una intensa interpretazione del non facile brano Je suis malade, originariamente cantato da Dalida, al punto da meritare il premio della giuria in studio, composta da Sabrina Ferilli, Claudio Amendola e Gloria Guida. A vincere questo primo televoto è stata invece la piccola Andrea, di sicuro la nuova stella del programma, che ha ricevuto la benedizione ed il “testimone” direttamente dal vincitore della passata edizione, intonando l’Adagio (nella versione di Lara Fabian) con lo stesso Cristian Imparato.

Will Young nudo su twitter

Will Young 2.jpg

Inutile negarlo, la scena musicale, mai come in questo momento è femmina, e se le classifiche musicali, almeno quella italiana, è dominata dagli uomini, Ligabue, Litfiba, Biagio Antonacci, l’attenzione dei media e magazine è tutta per loro: le donne. Matrimoni, gravidanze, profumi, scatti sexy, un’artista femminile ha decisamente più chance di attirare oggi l’attenzione. Eppure il britannico Will Young è riuscito nell’impresa di far parlare di sé. Il vincitore della prima edizione del programma inglese Pop Idol, dopo lo sfolgorante successo con Light my fire, cover dei Doors del 1967, che ha portato il suo nome anche in Italia, ha avuto una carriera prevalentemente nazionale, raggiungendo i vertici delle classifiche con i suoi quattro album nel Regno Unito. Ma oggi il nome dell’artista potrebbe ritornare a riecheggiare anche nel Bel Paese: Will ha infatti stupito i suoi fan postando su twitter una sua foto nudo, con solo una scarpa a coprire il gioiello di famiglia. Lo scatto, come si legge dal Daily Star, è stato fatto su di una piccola spiaggia privata, e vede un Young sorridente, che beffardo si copre con una scarpa, mentre alza un braccio in segno di vittoria. Nel post che accompagnava la foto il cantante scherzando ha scritto: «La mia nuova campagna di scarpe!».

Will Young.jpg

Mauro Marin: dal Grande Fratello alla musica dance

Mauro Marin.jpg

Da vincitore dell’ultimo Grande Fratello e fenomeno del web a cantante provetto: Mauro Marin ha cambiato pelle, e sorprende i suoi fan e supporter incidendo il singolo Din Don Dan insieme al gruppo Spezie Dorada. La canzone è un brano dance tutto da ballare, e ambisce a diventare il vero tormentone estivo sulle spiagge e nei club: «Sono convinto che Din Don Dan sarà il successo di quest’estate, un pezzo che verrà ballato in tutti i villaggi e perché no anche fischiettato da tutti i salumieri d’Italia – ha detto Marin dalle pagine di tgcom – ho voluto sperimentarmi anche in questa divertente esperienza, non sono un cantante e non ho nemmeno la pretesa di sembrarlo, ma la musica mi è sempre piaciuta e mi sono lasciato trascinare in questo divertente progetto».

Come spiega lo stesso Marin in un video sul portale video.mediaset.it, gli Spezie Dorada sono il gruppo che ha creato l’inno ufficiale del vincitore del Grande Fratello Codice d’Accesso, adottato da tutti i fan dell’ex gieffino: «Da questa idea strampalata – continua Marin – nasce un singolo che si chiama Din Don Dan».

Riuscirà Mauro a detronizzare Shakira e il suo inno dei mondiali, waka waka, dalla posizione numero uno e diventare il vero tormentone di questa estate 2010?

Carmen Masola vince la prima edizione di “Italia’s got Talent”

Carmen Masola.jpg

Dai talenti più curiosi alla lirica. La prima edizione di Italia’s got Talent, nuovo programma Mediaset condotto da Geppi Gucciari e Simone Annichiarico, e che ha visto nell’inedita veste di giurati Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi, ha accontentato davvero tutti, divertendo, stupendo e commuovendo il pubblico in sala e i telespettatori da casa, che hanno visto attoniti le esibizioni dei concorrenti che hanno animato lo show di Canale 5. Non sono mancati piccoli sgarbi da parte dei giurati, come l’eliminazione un po’ a sorpresa del duo classico Casadei-Colli, quella (con tanto di sbotto fuori luogo di Zerbi) dell’aspirante cantante Nathalie Zeolla, o il sopranista Daniele Lequaglia.

Tra talenti della danza e esibizioni simpatiche (storica resterà quella di Angela favolosa cubista), a contendersi la finalissima alla fine è stata la musica, il canto: tra i finalisti della serata infatti i Regina, cover band dei Queen, i cantautori Federico Fattinger e Demis Facchinetti, il dark-queen Miss Lolita, ma alla fine a spuntarla è stata lei, la cantante lirica Carmen Masola, che ha commosso con la sua storia e la sua voce. Un nome un destino quello di Carmen, che sognava di vivere di musica, e che ha conquistato il pubblico sin dalla sua prima interpretazione della Casta Diva tratta dalla Norma nella prima puntata di dicembre. Ed è nuovamente con quest’aria di Bellini, che Carmen è riuscita a sbaragliare la concorrenza e vincere questa prima edizione entrando nel cuore degli italiani, poi finalmente a sorpresa, l’annuncio di Rudy Zerbi: oltre a portare a casa l’ambito premio di centomila euro, Carmen inciderà anche un disco che uscirà a breve, e noi non vediamo l’ora di ascoltarlo, per il momento possiamo dire “Auguri, Carmen, complimenti! Noi abbiamo creduto in te dal primo ascolto!”.

 

Per le iscrizioni alla prossima edizione questo il sito ufficiale: www.italiasgottalent.it

Ti lascio una canzone: prima puntata

Ti lascio una canzone logo.jpg

Noi che… la musica non ci basta mai, nemmeno durante un tranquillo sabato sera casalingo. Figli della generazione Io Canto e di quelli che pensando “quando la copia è meglio dell’originale”, abbiamo provato a vincere la diffidenza verso una stagione televisiva, questa, che straborda di bambini, da Chi ha incastrato Peter Pan? a Io Canto, e ci siamo sintonizzati fiduciosi su RaiUno per Ti lascio una canzone, l’omologo (originale) del programma del sabato sera di Canale 5 condotto da Gerry Scotti.

Presentato ancora una volta da Antonella Clerici, che, dopo Sanremo, vive una seconda giovinezza artistica, il programma è giunto con successo, ed una media di sette milioni di telespettatori, per la terza edizione: un programma qualitativamente inferiore rispetto alla “copia”. Molti i bambini, ma pochi i veri talenti e nessuna voce che fuoriesca dal coro. La terza edizione del programma Rai è di fatto al di sotto delle aspettative, al di sotto di un livello posto dallo stesso programma con le passate edizioni.

Al palco dell’Ariston si sostituisce quest’anno l’Auditorium Rai di Napoli e subito si passa alla “sceneggiata”: i bambini della Clerici infatti appaiono vagamente costruiti, mettendo in scena, tra un’esibizione e l’altra, veri e propri sketch con la conduttrice quale spalla d’eccezione, vestiti con un forte retrogusto anni ’50.

Tra gli ospiti della serata Claudio Baglioni, neo-prezzemolino della TV italiana che da Io Canto a Questo sono io (di Gigi D’Alessio) è ormai onnipresente, e non perde occasione per riproporsi ad un pubblico giovane, cantando tutte le canzoni del suo repertorio: da Questo piccolo grande amore a Strada facendo.

A duettare invece con il gruppo femminile denominato “Le Tagliatelle” Sylvie Vartan, che ha invece ripercorso velocemente la storia delle sigle TV. Ospite a sorpresa invece Valerio Scanu, che ha cantato con una concorrente, sulla falsariga di Alessandra Amoroso, la sua canzone vincitrice di Sanremo, Per tutte le volte che…, annunciando anche il suo primo tour, con tappa a Napoli il 16 Maggio al Palapartenope.

Tra i giurati fissi l’ex Pooh Stefano D’Orazio e la bellissima Barbara De Rossi nella sera ritrovata forma fisica, più sensuale e meno burrona.

In chiusura, cantante d’eccezione della serata Claudia Gerini, già giurata della prima puntata, che si è esibita insieme ad una piccola concorrente.

Bizzarra invece l’idea di mandare nello spazio, in un viaggio shuttle, l’incisione della canzone che vincerà il programma, chi potrebbe mai ascoltarla? A dispetto delle tante, troppe voci, che non conquistano e che non vengono fuori dal coro.

Premio speciale della giuria, esclusivamente assegnato ai concorrenti delle passate edizioni, a Gabriele e Veronica, che hanno interpretato Ti lascerò, brano vincitore di Sanremo ’89 di Fausto Leali e Anna Oxa.

Ma a vincere invece il televoto da casa, il brano La prima cosa bella, cantato dal gruppo I Fantastici Quattro, forte forse della seconda giovinezza che vive grazie alla cover di Malika Ayane, colonna sonora dell’omonimo film di Virzì. Per noi di Cosmomusic la canzone vincitrice della serata era Tutt’al più di Patty Pravo, cantata da Grazia Buffa. Insomma, qualche aspettativa è stata già delusa, ma noi di Cosmomusic, siamo ancora fiduciosi e, nonostante tutto, sabato prossimo ci sintonizzeremo su RaiUno, per la seconda puntata.

Cristian Imparato vince la prima edizione di «Io Canto»

Cristian Imparato.jpgA metà strada tra lo Zecchino d’Oro e il Festival di Sanremo, la finalissima di Io Canto, di sabato 20 marzo, si è data un’allure internazionale grazie a guest star musicali d’eccezione come la bellissima Katherine Jenkins e Lara Fabian, che hanno duettato sulle note dei loro successi insieme ad alcuni dei finalisti rimasti in gara: bellissimo il duetto di Katherine Jenkins con il piccolo tenore Mattia Rossi, che hanno cantato Time to say goodbye, versione inglese di Con te partirò di Andrea Bocelli.

Durante la serata c’è stato anche spazio per l’esibizione di Irene Grandi, che quasi spariva, tra le suggestive arie liriche che hanno allietato il pubblico e i telespettatori di Canale 5; la Grandi ha cantato i brani sanremesi La tua ragazza sempre (2000) e La cometa di Halley dell’ultimo fortunatissimo Sanremo di Antonella Clerici.

I sei finalisti rimasti in gara hanno potuto esibirsi, rigorosamente dal vivo, cantanto il brano con cui si sono aggiudicati la finale più un inedito ciascuno, scritti appositamente per loro: molto belli gli inediti di Cristian Imparato e Benedetta Caretta, che hanno cantato rispettivamente Bellamore e Magia sarà, già proposti al pubblico la scorsa settimana, mentre molto orecchiabile e simpatico era la canzone originale di Sara Musella, Adesso, che ha saputo interpretarla con ironia.

Ma è quasi mezzanotte quando Gerry Scotti annuncia una sorpresa ai telespettatori: lo spettacolo infatti non accenna a finire e di Io Canto … e poi, lo speciale post-show che tradizionalmente segue le puntate, tarda ad arrivare, quando il conduttore annuncia che il programma è trasmesso non in diretta, ma con un’ora di differita, così che i piccoli talenti dello show, possano “raggirare” in modo del tutto legale, la normativa vigente secondo la quale i minori non possono salire sul palco e fare televisione oltre la mezzanotte. Fatta la legge trovato l’inganno (legale) che ha permesso allo show di prolungarsi fino a l’una di notte. I tempi diluiti della trasmissione senza dubbio tolgono ritmo e suspence alla resa finale dello show, ma offrono anche momenti goliardici e di puro spettacolo, come la parentesi Disney dello spettacolo teatrale La Bella e la Bestia – il musical, o i personaggi Disney dello spettacolo Disney on Ice.

La vittoria però era probabilmente già annunciata da settimane, da quelle otto vittorie consecutive che Cristian Imparato ha portato a casa e che ne hanno fatto nella finalissima di ieri il re indiscusso della serata: il pubblico l’aveva forse immaginato quando il tredicenne palermitano ha intonato una profetica New York New York, propiziando il premio di un soggiorno-studio negli States, ma anche quando, insieme a Lara Fabian, ha cantato la canzone con cui ha conquistato l’Italia, Adagio, sfoderando la sua poderosa voce.

Premio speciale della giuria, eccezionalmente composta anche dagli stessi ragazzi esclusi dalla gara, a Chiara Speranza e un emozionatissimo Mirco Pio Coniglio, scioltosi letteralmente in lacrime.

Il dato è tratto, è lo stesso Gerry Scotti ad annunciare: «La prima edizione di Io Canto è stata vinta da Cristian Imparato, questo è l’inizio di una storia per lui e una storia per noi». Ma Gerry Scotti anticipa anche che il neo-vincitore sarà anche il super ospite nella prima puntata della seconda edizione a Gennaio 2011.

Chiusura infine “sanremo-clerici style” con scene tratte dal backstage, inquadrando la troupe, i cameramen e tutti quei professionisti invisibili che hanno reso possibile un grande spettacolo.

Questa sera la finalissima di “Io Canto”

Io Canto gruppo bambini.jpg

Io Canto, programma del prime time di Canale 5 giunge all’ultima puntata. A dispetto delle puntate iniziali che stentavano a decollare, lo show  Mediaset, condotto dal mattatore Gerry Scotti, ha saputo invece, puntata dopo puntata, conquistare una vasta fetta di pubblico, combattendo e a volte vincendo egregiamente contro Milly Carlucci e la carrellata di stelle ballerine di Ballando con le Stelle su RaiUno. Ma, come direbbe un crupier al Casinò, les jeux sont faits, e i contenuti di questa attesa finalissima che andrà in onda questa sera sono per lo più stati già annunciati, come spiega lo stesso Scotti ai microfoni di Qui Mediaset: «Ci sono i nostri ragazzi finalisti, ci sono grandi ospiti musicali, e c’è la tensione della gara poiché la puntata finale un po’ di tensione ce l’ha».

Gioco a parte, i bambini sentono dunque il peso e la responsabilità di una puntata finale di successo, e l’adrenalina per il premio finale. Il vincitore infatti tra i sei finalisti (Cristian Imparato, Benedetta Caretta, Sara Musella, Dalia Di Palma e Michele Ferrauto, Francesco Pugliese e Mattia Rossi), avrà la possibilità di un soggiorno-studio negli States: «Abbiamo cercato – dice Gerry Scotti in merito alla tensione dei suoi piccoli talenti – di stemperarla, di farla vivere come una gara che si fa d’estate alle Olimpiadi al campeggio, abbiamo già spiegato loro, ma già lo sanno, che non è detto che chi non è arrivato qui, non diventerà tra dieci anni un cantante affermato».

I piccoli cantanti questa sera, proprio come un mini-festival di Sanremo, questa sera interpreteranno un brano inedito ed il brano con cui ognuno ha conquistato la finale.

Per i lettori del nostro blog vincitore assoluto di questa prima edizione del programma Mediaset, di cui già sono stati annunciati da TV Sorrisi e Canzoni i casting per la seconda edizione, è dunque Cristian Imparato, il tredicenne palermitano che sin dalla seconda puntata ha conquistato il pubblico, e che anche qui conquista il 58% dei voti; al secondo posto, forse un po’ a sorpresa, la simpaticissima Sara Musella, la mascotte napoletana dello show, che resta sul podio con il 15% dei voti, mentre solo terza l’angelica voce di Benedetta Caretta con il 13%. Probabilmente la finale di questa sera non differirà troppo dal nostro sondaggio, che vede ancora una volta Cristian Imparato superfavorito, ma non è detto che non possa riservare qualche sorpresa, tra cui un inedito Gerry Scotti che anticipa: «Se non finisco troppo tardi, magari canto anch’io!».

L’ottava puntata di “Io Canto”

Io Canto.jpg

Inutile riservare la notizia per l’ultimo momento ormai, anche l’ottava puntata di Io Canto è stata vinta al televoto da Cristian Imparato, che ha cantato One moment in time, premio giuria invece alla piccola Chiara, e Mattia Rossi che ha invece cantato il brano Mamma.

Guest star d’eccezione un emozionato ed emozionante Renato Zero, che ha cantato molti brani del suo repertorio recente, ma che ha toccato l’anima del pubblico intonando I migliori anni della nostra vita insieme ai piccoli grandi talenti dello show Mediaset.

Ma anche Elisa è salita sul palco di Cologno Monzese, proponendo le canzoni del suo ultimo lavoro discografico Heart, come il singolo Ti vorrei sollevare e Anche se non trovi le parole, insieme a Sara Musella, che nella gara ha invece portato il brano di Nikka Costa Oh my own.

Tra gli ospiti seduti nel parterre vip, come già annunciato il produttore discografico americano David Foster, l’attrice ed ora produttrice Edwige Fenech, il presidente di giuria Claudio Cecchetto e l’immancabile presenza di Katia Ricciarelli.

Tra interpretazioni più intense della serata quella di Zendryll Lagrana, penalizzata forse un po’ dal brano assegnatole, I wanna dance with simebody, ma che ha ugualmente interpretato con vigore, mettendo in luce la sua poderosa estensione vocale. Ancora due le puntate del programma, che andranno a stringersi sui finalisti dello show.

“Io Canto”: i vincitori della settima puntata

Zendryll Lagrana.jpgCalato il sipario sul Festival di Sanremo, la televisione riprende il suo naturale corso e, messi da parte stravolgimenti palinsestuali dell’ultimo minuto, ripartono le sfide del sabato sera, il derby Rai-Mediaset che da una parte vede schierato su Canale 5 i piccoli talenti di Io Canto, che hanno conquistato il pubblico a suon di musica, dall’altra invece RaiUno prova a riguadagnare il terreno perduto nelle ultime puntate, a colpi di walzer e giravolte del Ballando con le Stelle di Milly Carlucci.

Ma se le luci del palco dell’Ariston si sono spente da una settimana, l’atmosfera sanremese è più accesa che mai: ospite musicale di Io Canto infatti Malika Ayane, una delle protagoniste dell’ultima kermesse canora della città dei fiori e vincitrice del premio della critica Mia Martini, la quale ha cantato insieme ai ragazzi del programma Feeling Better, hit della scorsa estate nonché soundtrack della passata campagna Vodafone, ma ha anche cantato la raffinata Ricomincio da qui, brano sanremese apripista dell’album Grovigli.

Come già ampiamente annunciato dai promo in TV, giurata d’eccezione Raffaella Carrà che ha regalato momenti emozionanti interpretando rigorosamente dal vivo i suoi più grandi successi; ma il parterre della giuria era molto ricco ieri sera che oltre agli ormai immancabili Claudio Cecchetto e Katia Ricciarelli, c’era anche l’attore e regista Michele Placido, protagonista dell’ultimo film di Veronesi, Genitori & Figli – Agitare bene prima dell’uso.

Ha ormai conquistato il pubblico la piccola Sara Musella, vero simbolo di questa prima edizione, uscita fuori dal coro forse più per la simpatica verve che non per le sue doti vocali, che ne hanno fatto un personaggio amatissimo del programma e che emoziona da settimane il pubblico di Canale 5 con alcuni dei brani più belli del repertorio di Mina. In questa settima puntata Sara ha infatti cantato Se telefonando, brano scritto per Mina da Maurizio Costanzo e musicato da Ennio Morricone.

Impeccabile l’interpretazione di Zendryll Lagrana (nella foto), che si è egregiamente misurata con il classico per antonomasia della disco music, I will survive di Gloria Gaynor.

Da segnalare l’interpretazione del piccolo Mattia Rossi che in coppia con un nuovo acquisto della scuderia del programma, Valeria Barbato, ha cantato la canzone-simbolo di Andrea Bocelli, Con te partirò.

Benedetta Carezza ha letteralmente stregato con la sua poderosa voce, cantando la ballad I surrender di Celine Dion, brano non facile, che non le ha impedito di trasmettere forti emozioni grazie alla sua poderosa voce a dispetto della giovane età.

A vincere i premi della giuria, Fidalma Intini, che ha cantato il brano disco Proud Mary, la quale ha generosamente regalato il suo premio a Chiara Sapienza; secondo premio giuria a Davide Caci e ad una commossa Liudmilla Loglisci.

A vincere per l’ennesima volta con il televoto da casa Cristian Imparato ( per lui sesta vittoria consecutiva), che ha cantato la canzone di Mia Martini, Almeno tu nell’Universo.