Lana Del Rey ritorna a novembre con “Paradise”

Lana Del Rey.jpg

Sull’onda del successo del suo album di debutto, Born to die, ai vertici delle classifiche inglesi e di mezzo mondo, Lana Del Rey ritorna nei negozi a novembre con un repacking del disco che ha saputo regalarci brani come l’omonimo Born to die, Video Games, ma anche National Anthem e l’ultimo singolo, estratto per i paesi teutonici, Summer Sadness. Secondo quelle che sono le nuove leggi del mercato discografico, come già successo per altre artiste come Lady Gaga, Kesha e Katy Perry, ai brani già noti della prima edizione del disco del nuovo volto di H&M, verranno dunque ad aggiungersi altre sette tracce inedite: «Non si tratta di un nuovo album – ha detto la cantante in un’intervista – è come un pensiero che continua il disco originale».

Lana ha rivelato in alcune interviste che cinque dei sette brani sono già scritti, e due dei quali saranno Will You Still Love Me When I’m No Longer Young and Beautiful, In the Land of Gods and Monsters e I Sing the Body Electric, presentato dal vivo lo scorso 24 Giugno al BBC Radio 1’s Hackney Weekend.

Il “Blue Jeans” di Lana Del Rey: la cantante lancia il terzo singolo su twitter

Lana Del Rey Blue Jeans cover.jpg

La controversa Lana Del Rey, osannata dai fan, ma fortemente contrastata da parte della critica, è pronta per lanciare il suo terzo singolo, dall’album d’esordio Born to die. Dopo il brano omonimo del disco, e Video Games, grande successo della scorsa estate, la cantante si appresta adesso a lanciare Blue Jeans, uno dei pezzi migliori di tutto il disco, e lo fa promuovendo il suo lavoro innanzitutto su quella stessa rete dove tempo fa ha trovato la notorietà. E come vuole la tradizione, formula che vince non cambia: sound retrò ed atmosfere vecchia Hollywood. Nella clip, girata in bianco e nero, ancora una volta con il tatuatissimo fidanzato-modello Bradley Soileau, Lana si adagia placida su bordo piscina con un costume olimpionico bianco, mentre suadente canta il brano che celebra il Blue Jeans come modo di essere, come fascino ed amore senza tempo.  La cantante ha postato la clip sul suo canale twitter.

Lana Del Rey: la promessa del 2012

Lana Del Rey, Born to die, Video Games, video, youtube, 2012, album, titolo, uscita, retro, recensione, intervista, foto

Il suo nome d’arte è un omaggio all’attrice Lana Turner e la Ford Del Rey, Lana Del Rey, appunto, statunitense, al secolo Elizabeth Grant classe 1986, sarà di sicuro la rivelazione di questo 2012. Non solo perché con i suoi primi due singoli, Video Games e Born to die, è riuscita a catturare l’attenzione del web, con una visualizzazione totale di tredici milioni di visualizzazioni su YouTube, di cui undici solo del secondo. Con un ritmo decisamente ipnotico, ed uno stile elegante, Born to die, anticipa l’uscita dell’album omonimo, la cui pubblicazione è prevista per la fine di Gennaio. Per la promozione Lana è già riuscita a conquistare l’attenzione delle più importanti testate del settore e non, tra cui Billboard, che le ha dedicato una copertina, definendola come la “promessa” di quest’anno appena iniziato, V magazine, per il quale ha posato per dei fantastici scatti in bianco e nero, e il britannico Mail al quale ha invece rivelato: «La sola cosa che adesso è davvero cambiata è che so di avere dei fan – ha detto la Del Rey in merito alla notorietà – è fantastico, ci sono delle persone là fuori al sound check che vogliono farsi una foto, qualcuno mi ha mostrato il suo biglietto [per il concerto] e mi ha chiesto di autografarlo. Sapete quanto costa venire a vedere uno show? Queste persone volevano realmente vedermi». E se per il momento la pagina facebook ufficiale dell’artista vanta appena trecentomila persone, di sicuro dopo l’uscita del suo album d’esordio saranno molte di più, perché siamo certi, la straordinaria timbrica, inconfondibile, il fascino senza tempo, ed il sound retrò faranno di Lana una delle protagoniste del 2012.