Susan Boyle vuole Paul McCartney: «Sono qui, baby!»

susan boyle.jpg

Ha superato la prova del nove Susan Boyle, che dopo lo straordinario successo con di oltre sette milioni di copie vendute con l’album di debutto I Dreamed a Dream, è riuscita adesso a conquistare un doppio primo posto nel Regno Unito e negli Stati Uniti con il suo bellissimo The Gift, superando persino Rihanna e Taylor Swift. Ma Susan guarda avanti e continua a sognare. La rivelazione dello show Britain’s got Talent vorrebbe infatti duettare nientedimeno che con l’ex Beatles Paul McCartney. La Boyle ha rivelato al Sun di essere sin da giovanissima una grande fan dei fantastici quattro, e adesso che è diventata famosa vorrebbe collaborare con Sir McCartney: «I Beatles sono ancora intorno a noi – ha detto – le loro registrazioni continuano a vivere. Spero di poter arrivare allo stesso livello un giorno». Sogna SuBo, come l’anno simpaticamente soprannominata negli States, ma mantiene i piedi ben saldi per terra e subito aggiunge: «So che ho ancora molto da fare, ma mi piacerebbe incontrare Paul, e se volesse esibirsi insieme non avrei alcun problema. “Sono qui, baby!”».

Susan Boyle “il dono” ideale per il Natale ormai alle porte

Susan_Boyle_The_Gift_cover.jpgRarefatto e sognante, quasi fosse Enya, il nuovo disco di Susan Boyle rasenta di più una vera e propria strenna natalizia, piuttosto che l’ideale seguito al suo album d’esordio. Non a caso intitolato The Gift, il dono, questo nuovo lavoro discografico, in uscita l’8 novembre, si affaccia appena in tempo per il ghiotto mercato natalizio, proponendosi come il perfetto regalo da trovare sotto l’albero. Dieci i brani che compongono questo secondo disco dell’ex rivelazione di Britain’s got Talent, che reinterpreta sapientemente hit degli anni ’60, conferendo loro nuove forme e nuova vita musicale, tra cui Perfect Day, di Lou Reed, vietatole precedentemente di poterlo interpretare dal vivo durante la trasmissione America’s got Talent, e trionfalmente inserito quale prima traccia e primo singolo di questo godibilissimo album. Tra i brani conosciuti al pubblico italiano Don’t dream it’s over, cover dei Crowed House dell’87, meglio nota in Italia grazie alla cover Alta Marea di Antonello Venditti. Ma c’è spazio anche per un duetto con Amber Stassi in questo nuovo album della Boyle, frutto di un casting on-line di voci nuove, con la quale ha interpretato il classico di natale Do You Hear what I Hear? del 1962, ed è più propriamente dedicata al Natale la seconda parte di The Gift che, con i tradizionali brani delle feste, da O Holy Night a O come all ye Faithfull. Sarà naturalmente difficile per la Boyle bissare gli oltre sette milioni di copie del suo album di debutto, I Dreamed a Dream, ma di sicuro The Gift ha tutte le carte in regola eguagliarne il risultato.

 

1.         Perfect Day     

2.         Hallelujah         

3.         Do You Hear What I Hear?       

4.         Don’t Dream It’s Over  

5.         The First Noel  

6.         O Holy Night    

7.         Away In A Manger        

8.         Make Me A Channel Of Your Peace     

9.         Auld Lang Syne           

10.       O Come All Ye Faithful

 

Rivincita per Susan Boyle: “Perfect Day” anticipa l’album “The Gift”

Susan Boyle.jpg

Lo scorso anno Susan Boyle, l’attempata signora del talent Britain’s got Talent, si è trasformata da comune casalinga scozzese a star internazionale della musica. In poco più di un anno, il suo album di debutto infatti, I Dreamed a Dream, composto per lo più di cover, ha venduto oltre otto milioni di copie nel mondo e recentemente la cantante ha realizzato il sogno di esibirsi per il papa.

Adesso Susan è pronta per la prova del nove, a breve infatti la cantante pubblicherà il suo secondo album, The Gift, il quale, secondo le prime indiscrezioni trapelate in rete, conterrà un duetto con un cantante selezionato attraverso internet, e la cover del ’72 dei Reed Perfect Day, brano che ha il sapore di una rivincita per la cantante, alla quale le era stato vietato di poterlo liberamente interpretare durante lo show America’s got Talent, e che sarà invece il primo singolo estratto da questo suo secondo disco. E già si appresta a diventare un nuovo caso discografico, il lavoro della Boyle, che a più di un mese dalla sua pubblicazione, uscirà il prossimo 9 Novembre, è già tra gli album più richiesti del sito amazon.com. Craig Page, direttore della musica del sito di vendite on-line, ha detto a Billboard.com: «Questo è il momento di Susan Boyle, ed è un numero uno piuttosto significativo. The Gift ha superato gli sforzi dell’ultimo quadrimestre di Taylor Swift, Eric Clapton e Neil Young sulle vendite dei best-sellers, solo le prevendite di The Witmark Demos di Bob Dylan si sono avvicinate alle vendite della Boyle».