Britney Spears non copierà Lady Gaga nel video di “Hold it against me”

281x211.jpgBritney Spears non copierà Lady Gaga. Sono già in tanti a notare similitudini ed influenze tra le due star, e la virata dance di Britney con il singolo Hold it against me non ha di certo aiutato. Ma ad aggiungere altra legna sul fuoco è adesso il fatto che la Spears, per il video che accompagnerà il suo nuovo singolo, sta lavorando con Jonas Akerlund, già regista proprio di Lady Gaga e Beyoncé per il videoclip Telephone (brano tra l’altro originariamente rifiutato dalla Spears). Ma Brian Friedman, coreografo della cantante della Louisiana, assicura che nella clip non vedremo alcun clone di Miss Germanotta e che il video è 100% Britney Spears: «Lo stile di questo nuovo video va al di là di quello che Britney ha fatto finora – ha detto il coreografo in un video ad mtv.com – Akerlund ha creato un proprio stile per questo video, e posso dire che “Britney non fa Lady Gaga”. Non è quello che sta accadendo» assicura Friedman. «Gaga ha una sua nicchia – continua il coreografo – e anche se Britney ha lavorato con lei in passato, non sta dando a Britney qualcosa che Gaga avrebbe indossato. Mi piace vedere Britney provare cose nuove e questo è solo un prolungamento, un seguito di ciò che Britney già è».

Insomma pur lanciandosi decisamente nel filone dance, Britney non vuole in alcun modo copiare Lady Gaga, ma evitare uno scontro ed un paragone con la nuova regina della musica internazionale è impossibile: sia l’album della Spears che quello di Miss Germanotta sono entrambi previsti per la prima metà del 2011, e ciò inevitabilmente provocherà uno scontro ed una guerra di vendite e fan. Lo scorso anno la stessa sorte è toccata a Christina Aguilera, più volte paragonata a Lady Gaga, in uno scontro dal quale è uscita con il flop di Bionic ed un danno d’immagine non indifferente. Britney, almeno per il momento con Hold it against me, top in diciannove paesi, sembra averla vinta una battaglia, ma riuscirà a vincere la guerra e non perdere il suo trono come già successo alla sua ex rivale?

Duetto in vista per Britney Spears e Lady Gaga (?)

Britney.jpg

I roumors si fanno sempre più insistenti, ed anche noi di cosmomusic.it non potevano non riportare (con gioia) la notizia: secondo alcune voci che da qualche giorno affollano il web, sembra che Britney Spears, per il rilancio della sua carriera, voglia duettare con la cantante del momento, l’eccentrica quanto talentuosa Lady Gaga, la quale già in passato aveva sottoposto alla principessa del pop brani (rifiutati) come Telephone, che essa stessa ha portato poi al successo. L’origine del gossip musicale è avvenuto durante la conferenza stampa di Los Angeles del Monster Ball Tour di Lady Gaga, la quale ha detto alla stampa di essere impegnata nella registrazione del suo secondo, ed attesissimo album, cosa che tra l’altro, proprio qualche giorno fa ha comunicato anche Britney Spears. Apparentemente solo due artiste di grande successo che solo a lavoro contemporaneamente sui propri progetti discografici, se non fosse per il fatto che Britney è stata avvistata proprio ad un concerto di Lady Gaga, che avrebbe scatenato la fantasia dei più di un probabile duetto insieme. Sarà vero o l’ennesima balla inventata dalla stampa? Secondo una logica discografica, il duetto potrebbe portare benefici alle carriere di entrambe: per Britney sarebbe infatti il perfetto trampolino per un rilancio nella musica in prima classe, per Lady Gaga, le cui aspettative su questo secondo disco sono enormi, potrebbe essere invece il giro di boa che le consentirebbe di superare felicemente il successo del suo album di debutto.

Britney Spears canta “Telephone” di Lady Gaga

Britney Spears Telephone.jpg

Britney Spears canta “Telephone” di Lady Gaga, ma non si tratta di una cover. Secondo alcune indiscrezioni, prima di incidere e registrare il video della sua ultima hits, Lady Gaga l’aveva scritta pensando a Britney, anche se la Spears non ha mai ultimato una versione finale della canzone. Secondo il sito americano MTV la canzone sarebbe trapelata in rete qualche giorno fa sul sito ileaks.com, ma ad oggi nessuna conferma ufficiale dall’entourage della cantante che confermi l’autenticità della demo, e pertanto potrebbe trattarsi anche di un fake, un falso davvero ben fatto.

La traccia è molto simile alla versione finale realizzata da Miss Germanotta, nonostante sia più pop e meno dance, avvicinandosi maggiormente allo stile di Britney Spears che, ai sintetizzatori, sostituisce parti corali, mantenendo il vocoder, che ne altera la voce, negli stessi punti di Lady Gaga. Il sito on-line del network musicale americano ha inoltre asserito che la traccia della Spears non avrebbe la stessa presa ed energia che ha invece il brano di Lady Gaga diventato subito cult, grazie anche allo straordinario videoclip che la vede protagonista insieme a Beyoncé.

Secondo uno dei fansite più autorevoli della Spears, World of Britney, quella che è possibile ascoltare on-line non sarebbe assolutamente la voce di Britney, gettando così acqua sul fuoco delle polemiche che stanno infervorando la rete negli ultimi giorni. E voi credete che si tratti davvero di Britney e qual è la versione che preferite, il lieak della Spears o l’originale di Lady Gaga?

Lady Gaga: “Telephone”, il miglior video di sempre

Lady Gaga - Telephone.jpg

I suoi video hanno realizzato complessivamente un miliardo di visualizzazione, facendone l’artista più vista sul web, ma Neil McCormick del britannico Telegraph, include il video di Lady Gaga, Telephone, che Miss Germanotta ha realizzato insieme a Beyoncé, tra i migliori videoclip di sempre. A poche settimane dal lancio infatti il video di Gaga, realizzato come una sorta di mini-film, un on the road in stile “Thelma & Louise”, è già diventato un piccolo cult della rete e delle rotazioni musicali televisive. Sulla falsariga di Madonna, anche Lady Gaga ha fatto della provocazione e trasgressione un suo punto di forza: la sua lesbo-dance in una prigione femminile nella clip di “Telephone” ne ha fatto in breve tempo uno dei capisaldi del pop. Il giornalista coglie l’occasione per fare un po’ il punto della situazione sulla produzione di videoclip ai tempi della crisi, e dice che la spesa media di un’etichetta indipendente per girare un video è di circa 6.000 sterline (quasi 6800 euro), nulla paragonati ai sette milioni di dollari che costò Scream di Michael Jackson, ad oggi il videoclip più costoso nella storia della musica. L’arma vincente dunque si rivela la diffusione virale, e colpire soprattutto con le idee. Secondo McCormick l’età d’Oro delle clip è finita e questi, in una classifica tutta personale e discutibile, sono i dieci migliori videoclip di sempre:

 

1.     Michael Jackson – Thriller (1983): un cult la scena con la danza degli zombi, con costi di produzione come un Blockbuster di Hollywood.

2.     Madonna – Like a prayer (1989): la regina del pop e delle trasgressioni, stupisce con un video-shock, con una blasfema scena di erotismo con un santo, una sorta di Gesù nero.

3.     Johnny Cash – Hurt (2003): un video basato su una vita di lavoro

4.     Peter Gabriel – Sledgehammer (1986)

5.     Jay-Z – 99 problems (2004): un video arrabbiato della star nera dell’Hip Hop, in cui viene proposto il delicato tema bianco-nero, con tanto di sparatoria.

6.     Massive Attack – Teardrop (1998): un bambino ancora in un utero che misticamente canta

7.     Ok Go – Here it goes again (2006): una sola macchina fotografica, un solo scatto, in una esilarante coreografia su di un tapis roulant.

8.     Bjork – It’s Oh so quiet (1995): la tradizionale crostata irlandese rivisitata in salsa Hollywood (musical).

9.     The Verde – Bittersweet Symphony (1997): è probabilmente il video più semplice di questa classifica: Richard Ashcroft cammina semplicemente per strada scontrandosi con le persone.

10.  Radiohead – Street spirit (1995): un video a tratti inquietante, realizzato come un brutto sogno.