Whitney Houston: ad Agosto la cantante rivivrà sul grande schermo

Whitney Sparkle.jpg

Morta da nemmeno ventiquattrore, per la compianta Whitney Houston, ritrovata ieri in una stanza di un lussuoso albergo di Los Angeles, già si parla di progetti postumi. Se per molti artisti scomparsi di recente si è parlato di lavori discografici più o meno inediti, a far rivivere la cantante sarà un film, la cui uscita è già fissata per Agosto di quest’anno. Non si tratta di un biopic, ma di un film che avrebbe segnato il ritorno dell’artista, a distanza di sedici anni dal suo ultimo film, Uno sguardo dal Cielo del 1996.

Il film, di cui la Houston ne aveva acquistato i diritti oltre dieci anni fa, s’intitola Sparkle, ed è il remake dell’omonima pellicola del 1976, ispirato alla storia delle Supremes, gruppo che ha lanciato Diana Ross.

A rivelarlo un portavoce della Sony al sito news mtv.com al quale affida il suo cordoglio: «Come tutti quelli che la conoscevano e l’amavano, siamo scioccati e rattristati, il mondo ha perso un talento ineguagliabile. In questo momento il nostro pensiero va alla figlia, alla sua famiglia e ai suoi amici».

Protagonista di questa nuova versione del film, di cui la Houston è interprete e anche produttrice, è l’ex concorrente di American Idol, Jordin Sparks, di cui Whitney interpreta la madre Emma.

Trattandosi tuttavia di una pellicola fondamentalmente musicale, sarà facile intuire però che avrà anche una colonna sonora, presumibilmente cantata anche dalla stessa Whitney, e che, come tutti i precedenti film della star, offrirà ai fan qualche altro brano da includere negli annali della storia musicale di una stella immortale.