Susan Boyle: la cantante a novembre omaggia Broadway con “Standing Ovation”

Susan Boyle - Standing Ovation (cover).jpg

Formula che vince non cambia. Se con soli due album, Susan Boyle è riuscita a vendere quattordici milioni di copie nel mondo, l’ex rivelazione di Britain’s got Talent ci riprova adesso con Standing Ovation, terzo lavoro discografico, che arriva a due anni da The Gift. Ed è di nuovo al mercato natalizio quello cui la cantante britannica mira, fissando la data d’uscita di questo nuovo album al prossimo 19 Novembre, già numero uno nella classifica dei pre-orders di Amazon UK. Un nuovo disco di cover quello della Boyle, che questa volta omaggia gli ABBA (con una superba interpretazione della power ballad The Winner takes it all) e Barbra Streisand con la bellissima Memory e i grandi brani di Broadway. Ma Standing Ovation è un disco che riserba non poche sorprese ai fan dell’artista, che, su undici brani della tracklist, riserba ben tre duetti, dei quali due con l’ex teen idol Donny Osmond, con il quale canta All I ask of you e This is the moment, mentre in The music of the night la Byle ritrova la voce dell’attore e cantante inglese Michael Crawford.

Una strenna confezionata per vendere sì, ma nell’insegna della qualità, delle grandi interpretazioni e delle emozioni soprattutto che solo il talento di Susan Boyle sa darci.

Rihanna svela la copertina di “Unapologetic” e posa nuda per “Nude”

Rihanna - Unapologetic (cover).jpg

Che Rihanna fosse instancabile l’avevamo capito: in soli tre anni infatti la bella cantante delle Barbados ha confezionato ben tre album da studio, evolvendo, ad ognuno il proprio sound. Ma che RiRi stesse per pubblicare ancora un nuovo album di inediti, quello, i fan forse non se l’aspettavano. Reduce dal successo di Talk that Talk, pubblicato appena lo scorso novembre, Rihanna è già pronta per il suo prossimo capitolo discografico, che accompagnerà i fan in tour per il prossimo 2013. Anticipato dal singolo Diamonds, co-scritto con Sia Furler, insieme alla produzione di Benny Blanco e StarGate, il pezzo fonde elettronica, soul e pop, l’album, che s’intitolerà Unapologetic, impenitente, e che arriverà sugli scaffali e negli store digitali il prossimo 19 Novembre.

E sulla sua pagina ufficiale oggi Rihanna svela l’artwork di copertina, in cui, con taglio nuovamente alla maschietto (come nel 2008) posa nuda, coperta solo di parole. E sul corpo della cantante, sul quale s’intravede l’ormai noto tatuaggio della dea egizia Iside sul petto, si leggono parole come diamanti, amore, coraggioso, divertimento. Concetti positivi che forse caratterizzeranno quella che la stessa RiRi ha definito la sua “nuova era” musicale.

Nel frattempo Diamonds, pur avendo mancato la number one ha debuttato al ventitreesimo posto della Billboard Chart, arrivando alla diciottesima posizione questa settimana, con buone probabilità di risalita in vista del lancio del videoclip ufficiale dell’artista.

Ma se pensate che Rihanna nell’attesa dell’uscita di questo settimo disco stia a casa a rigirarsi i pollici, beh, sbagliate di grosso: la camaleontica cantante infatti, ritratta da Tony Duran, mostra una fluente chioma bionda per la campagna di Nude, la sua nuova fragranza, vestita solo di sexy lingerie e coperta appena maliziosamente da un velo.

Lady Gaga: i capelli “illuminati” e il progetto ARTPOP

Lady Gaga capelli luminosi.jpgSe Katy Perry ha tinto i suoi capelli di viola, e qualcun’altra di rosa invece, Lady Gaga ancora una volta riesce a sorprendere i suoi fan e ad andare oltre. La cantante di Born this way infatti in un video postato suoi suoi social network sfoggia di nuovo una capigliatura platino (a dispetto delle ultime settimane che la volevano castana), la quale, improvvisamente, s’illumina! Altro che colpi di sole o di luce, l’acconciatura della nuova regina del pop s’illumina per davvero e, è proprio il caso di dirlo, brilla di luce propria. Come spiega la stessa Miss Germanotta nel video, questa acconciatura sarà protagonista dei suoi prossimi progetti musicali, come gli show musicali, il tour che sta portando proprio adesso in America (dopo la parentesi europea). Secondo il titolo del video si tratta di un invenzione ARTPOP, dal titolo del suo prossimo (ed attesissimo) album, che, secondo una nota diffusa proprio qualche ora fa, non sarà solo un semplice lavoro discografico, ma un vero e proprio progetto artistico a trecentosessanta gradi. Secondo quanto si legge oggi nel social network personale dell’artista, littlemonsters.com, che vanta già mezzo milione di iscritti, ARTPOP sarà un’applicazione per iPhone, iPad, e computer di tutto il mondo che permetterà una maggiore interazione con chat, film, canzoni, contenuti musicali extra, giochi ispirata alla stessa Gaga, aggiornamenti di moda, magazine, e molti altri progetti ancora in lavorazione.

Lady Gaga infatti aggiornerà i suoi fan direttamente dall’applicazione ARTPOP, proprio come attualmente fa con il suo social network LM.com e twitter: «Voi mi ispirate a creare qualcosa che comunichi con le immagini – ha infatti scritto la cantante – perché VOI lo fate, VOI comunicate con me e con gli altri con gif e immagini, lavori grafici. Voi siete una generazione ARTPOP».

Una maggiore interazione con i piccoli mostri dunque, ed un sogno: «Io spero continuiate a crescere insieme, e siate connessi attraverso la creatività».

Whitney Houston: on-line “Celebrate”, l’ultimo brano dell’artista scomparsa

WhitneyHoustonAlbum.jpg

A poco più di tre mesi dalla morte di Whitney Houston, spunta in rete il primo inedito. Come molti sapranno la cantante di I will always love you non stava lavorando ad un nuovo album, eppure la sua eredità ai fan l’ha tuttavia assicurata. Whitney infatti, nei mesi che hanno preceduto la sua morte, aveva completato le riprese del film musicale Sparkle, remake dell’omonimo film del 1976, che ripercorre la carriera delle Supremes. Il film, la cui uscita era già fissata per l’agosto di quest’anno (da noi a settembre), vede protagonista la vincitrice di American Idol, Jordin Sparks, di cui Whitney ne interpreta la madre, e di cui Whitney, com’era prevedibile ne ha inciso anche la colonna sonora.

Ed è il duetto Celebrate, in coppia con la Sparks, a regalarci l’ultima Whitney, molto più matura, intensa e vicina alla cantante che abbiamo (ri)conosciuto in I Look to You, il disco che ne segnò il ritorno sulle scene musicali dopo un lungo periodo di assenza nel 2009. Nessun artifizio del computer, nessun eccesso, un toccante ed emozionante duetto, che arriva a meno di ventiquattrore dall’omaggio live che la Sparks ha tributato ieri alla cantante, prematuramente scomparsa all’età di quarantotto anni, durante la cerimonia dei Billboard Music Awards 2012, intonando I will always love you. 

Whitney Houston morta nella sua bara: la foto shock del National Enquirer

National Enquirer, Whitney Houston, foto, copertina, shock, bara, morta, funerali, funzione, 2012, New Jersey, streaming, tabloid, gossip

Caduta di stile per il National Enquirer. Il tabloid di gossip americano, spesso al centro dell’attenzione per i suoi servizi scandalistici e politicamente scorretti, ha infatti pubblicato in copertina l’ennesima foto shock, che ha subito attirato l’attenzione dei media di tutto il mondo: la salma di Whitney Houston.

La cerimonia, strettamente privata, trasmessa per i fan in diretta streaming, si è svolta sabato scorso in New Jersey, paese di origine della Houston, dove è stata riportata subito dopo l’autopsia che accertava che, a provocare la morte fosse stato un cocktail letale di alcol e droga.

Lo scatto del tabloid (e che per rispetto censuriamo), è stato evidentemente fatto da qualcuno presente alla funzione, mostra la camera ardente, che vede Whitney morta, distesa nella sua bara dorata, con ai piedi un pianoforte d’oro, e con indosso dei gioielli del valore di cinquecento mila dollari, ed un primo piano dell’artista morta lo scorso 11 Febbraio.

Immediata la protesta dei fan sul web che hanno trovato il gesto poco rispettoso e sicuramente di cattivo gusto.

Lady Gaga: duetto con Cher a settembre

Lady Gaga, Cher, duetto, The Greatest Thing, song, canzone, brano, inedito, youtube, live, streaming, download

Esattamente un anno fa, alla passata edizione dei Video Music Awards 2010, indossando un vestito fatto completamente di carne cruda, una incredula Lady Gaga disse: «Non avrei mai pensato di poter chiedere a Cher di tenermi la borsetta di carne» ritirando i suoi MTV Awards. Oggi, ad un anno esatto da quel giorno in cui le due dive sono apparse per la prima volta insieme sul palco, una notizia bomba ha messo in fibrillazione le tifoserie delle due cantanti: secondo quanto ha infatti riportato il sito news on-line TV Guide, pare che le due regine del pop duetteranno presto insieme, sulle note del brano The Greatest Thing, la cosa più grande, il cui demo è cantato dalla sola Gaga e già on-line su YouTube dallo scorso 15 Luglio. Il pezzo pare che sarà il singolo di lancio del nuovo ed attesissimo album di Cher, il cui titolo e data d’uscita sono ancora avvolti nel mistero, e che arriva a quasi dieci anni da Living Proof del 2002.

Lady Gaga già pronta al lancio del quarto singolo, “Hair”… su FarmVille!

Lady Gaga.jpgOggi parliamo di facebook, e di musica naturalmente. Quanti di voi si sono irritati per aver ricevuto centinaia di richieste per giocare a FarmVille e le hanno prontamente rifiutate? Ebbene, se siete fan sfegatati di Lady Gaga, forse da oggi ci penserete bene prima di farlo ancora. Se la notizia che circolava ieri sul web era che la nostra Miss Germanotta è già pronta per il lancio ufficiale di un quarto singolo, Hair, che sarà pubblicato il prossimo 16 Maggio, e che segue il successo dell’omonimo Born this way, Judas e l’ultimo arrivato sulla piattaforma iTunes Edge of Glory, la notizia, più succosa (e strana), che circola invece in queste ore è che la cantante presenterà il suo prossimo estratto proprio attraverso il gioco FarmVille. A darne notizia il solito bene informato mtvnews.com, secondo il quale a partire dal prossimo martedì, Gaga anticiperà alcune tracce del suo prossimo album Born this way (in uscita il prossimo 23 Maggio). I fan dovranno acquistare delle card da 25 dollari per il gioco Zynga (ma non sarà un po’ troppo?!) ed oltre ad un primo ascolto delle canzoni, avranno alcune Gaga-escluvive, come una fattoria-Gaga che sarà aggiunta al loro gioco.

Come già detto in qualche post fa, la standard edition di Born this way sarà composta da quattordici brani, di cui, al momento del lancio ufficiale, ne avremo già ascoltati quattro.

Nel frattempo, per chi l’avesse perso, ecco lo streaming ufficiale di Edge of Glory, terzo brano della cantante, pubblicato qualche giorno fa in rete.

Lady Gaga: «Il video di “Judas” è un’affermazione sociale»

h7E73.png

Ragazzi miei è inutile negarlo: negli ultimi dodici mesi si parla solo di lei, Lady Gaga, la nuova star della musica (e icona della moda) mondiale, che non solo ha scalato le classifiche ed è stata in testa per oltre sette settimane con il nuovo singolo Born this way, ma che in poco più di un anno e mezzo ha già collezionato collaborazioni prestigiosissime, da Beyoncé, con un duetto che le ha fruttato un Grammy Awards, a Jennifer Lopez, per la quale ha scritto ben due canzoni per l’ultimo album Love?. Ancora una volta Miss Germanotta è riuscita a catalizzare l’attenzione dei media con il secondo singolo estratto dal suo imminente album Born this way (in uscita il 23 Maggio). Stiamo parlando di Judas, il cui testo ha già fatto discutere, non solo per l’omonimia con il più noto discepolo-traditore, ma anche per i controversi riferimenti religiosi, cui farà anche riferimento il videoclip, ma Lady Gaga ha subito puntualizzato: «Non vedo il video come una dichiarazione religiosa – ha detto la cantante in una recente intervista a E! – ma come un’affermazione sociale. L’ho visto come una dichiarazione culturale».

Una speciale versione del video di sette minuti, un vero e proprio cortometraggio come ormai ci ha abituati Gaga, verrà presentata alle diciannove di oggi (ora americana, quindi dovremo attendere fino all’una di questa notte o, per i dormiglioni, domattina) sul canale ET, per poi essere pubblicato sul canale VEVO. Nel frattempo eonline.com ha pubblicato un caps, con l’accenno di una coreografia, per ingolosire ulteriormente i fan della cantante che però precisa: «È una metafora, non vuole essere una lezione biblica».

Britney Spears remixa “Till the world ends” con Kesha e Nicki Minaj

Spears-Kesha-Minaj.jpg

Reduce dal successo della sua ultima collaborazione con Rihanna, per il remix di S&M, brano contenuto nell’ultimo disco della cantante delle Barbados, Britney Spears rompe ancora una volta la monotonia di una carriera costruita per lo più in solitaria, se si escludono il duetto con Madonna del 2003 e poche guest benefiche, per aprire le porte del suo studio di registrazione ad una collaborazione ancora una volta tutta al femminile. L’occasione è questa volta un suo remix, del brano Till the world ends, secondo singolo estratto dal fortunatissimo Femme Fatale, che l’ha riportata all’apice delle classifiche musicali di tutto il mondo e in quello delle chart dei brani più ballati nei club. E sono ben due le voci che vanno ad aggiungersi a quelle della Spears, quella di Kesha, autrice della hit e una delle cantanti più in voga del momento, e la rapper americana Nicki Minaj.

Il risultato è forse meno brillante della collaborazione della Spears con Rihanna, ma ugualmente efficace, e da un nuovo slancio al brano della cantante della Louisiana.

Till the World Ends (Remix) (feat. Nicki Minaj & Ke$ha) by SGMoran

Beyoncé Knowles ritorna con “Girls (who run the world)”

Beyoncé.jpgÈ forse l’unica ad oggi, insieme a poche altre, a non aver ceduto al fascino della musica dance, e dopo averne indagato un pezzettino insieme a nostra (nuova) signora della musica Lady Gaga, con il brano Telephone, grande successo della scorsa estate, Beyoncé Knowles ritorna sulle scene musicali con il brano Girls (who run the world), singolo che farà da apripista al quarto album da studio dell’artista in uscita a fine anno. Il pezzo, di cui l’ex Destiny’s Child avrebbe già girato il video, è già trapelato da qualche ore in rete, svelando il nuovo sound tribaleggiante della cantante. Sperando che si tratti soltanto di una demo, e che la versione finale sia ben più accattivante, va detto che Girls non è proprio orecchiabile al primo ascolto, ma se non altro è in pieno stile Beyoncé al 100%. Ecco un’anteprima del video postata su YouTube, mentre per ascoltare il pezzo dovete cliccare sotto e incrociare le dita che il link non sia già stato disattivato.