Anche Miley Cyrus sull’isola di lesbo

kiss.JPG

Miley Cyrus.jpgL’ex Hanna Montana, Miley Cyrus, sulle orme della colleghe Britney Spears e Hilary Duff, che da volti della Disney si sono presto trasformate in sexy bad girl: la cantante, ancora diciassettenne, è stata ospite ieri del programma Britain’s got Talent, dove si è esibita, cantando la sua ultima hit Can’t be tamed. Durante la performance live, Miley, sulla scia del bacio saffico di Madonna e Britney Spears ai Video Music Awards del 2003, si è scambiata un tenero bacio con una ballerina del corpo di ballo che la stava accompagnando. Nonostante si trattasse solo di finzione scenica, di un morigerato bacio-stampo, la cosa non poteva comunque non suscitare scalpore, soprattutto se a farla è stata una delle fidanzatine d’America del momento. Per la sua esibizione, Miley ha attinto dunque dalle migliori cantanti del momento, indossando anche un body nero borchiato in stile Lady Gaga.

Forse Miley ha deciso di puntare sul sesso per convincere i produttori ad affidarle il ruolo della giovane Carrie Bradshaw: sembra infatti che la cantante, ai microfoni di Fearne Cotton’s Radio 1 si sia apertamente candidata per il ruolo della giornalista più glamour della tv e del grande schermo, interpretata finora da Sarah Jessica Parker. Sembra infatti che dopo il flop di Sex and the City 2, attualmente nei cinema di tutto il mondo, la produzione stia pensando ad un terzo capitolo, forse anch’esso cinematografico, inteso però come prequel, e non come seguito, ispirato ad un nuovo libro di Candace Bushnell, già autrice di Sex and the City che ha ispirato la serie e i film, la quale ha scritto una serie di romanzi intitolati I Diari di Carrie, che vedono protagonista una giovanissima Carrie Bradshaw prima che incontrasse le sue inseparabili amiche del cuore.

Dopo la performance ed il “bacio”, Miley ha detto ai due presentatori: «Ero un po’ nervosa c’è ci sono così tante persone di talento questa sera».

Sex and the City 2: sul tetto del mondo, ma non basta…

Sex and the City 2 poster.jpg

È sul tetto del mondo, ma non basta. Il secondo capitolo cinematografico di Sex and the City, tratto dall’omonima serie televisiva, è al primo posto del box office americano, ma gli incassi sono notevolmente al di sotto delle aspettative e dello stesso primo film del 2008. Nel primo fine settimana, la pellicola, uscita soltanto lo scorso giovedì, ha incassato appena poco più di 43 milioni di dollari, niente se paragonati agli incassi della prima pellicola, che mostrava finalmente l’attesissimo matrimonio tra la giornalista Carrie Bradshaw e il suo Mr. Big, che in un solo week-end incassò ben 57 milioni di dollari.

Il sequel, pur avendo conquistato nel solo giovedì d’uscita ben 14 milioni e passa di dollari, non è riuscito tuttavia a bissare il record del primo film: colpa forse dell’agguerrita concorrenza, quella di “Shrek After Ever”, che con la nuova tecnologia del 3D e le esilaranti parodie dei cartoon classici, sta tallonando senza tregua la pellicola sul sesso e la città. O colpa delle cattive recensioni che la pellicola ha ingloriosamente conquistato, e a nulla sono valsi gli scenari da favola e il fatidico ritorno di Aidan Shaw (John Corbett), ex fiamma di Carrie Bradshaw, o la sbandata che Mr.Big prende per la bella Penelope Cruz. La crisi economica e quella matrimoniale non riesce ad attrarre il giusto pubblico e la stampa americana già punta il dito parlando quasi di flop. Ma è pur sempre in cima al box office, no?

Kim Cattrall: «Sex and the City 3? Spero si farà». L’attrice parla di un terzo film

Kim Cattrall (Samantha Jones).jpg

Sale la febbre da “Sex and the City” e, ad un solo giorno dall’uscita del secondo film tratto dalla serie omonima dell’HBO, già si parla di una terza trasposizione, per quello che si è rivelato uno dei franchising cinematografici più redditizi degli ultimi anni. Il secondo capitolo promette di bissare il successo del primo film, con scenari esotici da sogno e colpi di scena: oltre al ritorno dell’ex fiamma della giornalista Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), Aidan Shaw (interpretato ancora una volta da John Corbett), pare infatti che la disinibita pierre, Samantha Jones (Kim Cattrall), venga arrestata negli emirati arabi per il suo comportamento troppo libertino per le usanze locali.

Sei stagioni televisive e un film dopo, la giornalista modaiola è riuscita a sposare il suo amatissimo Mr. Big, ma in questo secondo capitolo cinematografico pare che la coppia di neo-sposini dovranno vederla con la crisi globale, lasciando l’attico da sogno mostrato nel primo film e trasferirsi di ben dodici piani più sotto.

E se anche questo secondo film non dovesse bastarvi, non temete, a dare una speranza ai fan che le due pellicole si trasformino presto in una trilogia Kim Cattrall, la quale dalle pagine di Mtv.com ha detto che la sola persona che può realmente decidere per le sorti di questa saga sexy-glamour è il regista-sceneggiatore Michael Patrick King, dando la propria disponibilità per reinterpretare ancora una volta la trasgressiva pierre newyorkese: «Credo che l’unico modo per continuare è che Michael senta che ci sia ancora qualcosa da dire. Io credo che quando cominceremo a ripeterci, allora sarà il tempo di dire addio. Forse sarà tra cinque, forse tra dieci anni. Chi può dirlo? Io spero che riusciremo a farlo fin quando ci sarà ancora un pubblico e i nostri personaggi siano ancora interessanti e in continua evoluzione».

A sentire le parole della Cattrall dunque si potrebbe sperare per un “Sex and the City 3”, che mostri magari le gioie della maternità per la giornalista glamour e, chissà, magari un matrimonio per la mangiauomini Samantha Jones: «Non so se ci sarà un terzo film – continua l’attrice – io spero che ci sarà, io credo che ci siano ancora altre storie da raccontare».

La colonna sonora di “Sex and the City 2”: tra atmosfere esotiche e musica lounge

Sex and the City 2 - poster 2.jpg

Sex and the City 2 - soundtrack cover.jpg

In linea con l’ambientazione esotica dell’omonimo film, la colonna sonora di Sex and the City 2, seconda pellicola tratta dalla nota serie della HBO, la cui uscita è prevista per il 25 maggio (appena qualche giorno prima del film, nelle sale il 28), è un tripudio di suoni arabeggianti e atmosfere esotiche, miste a beat R&B e glamour. Primo brano della tracklist quella che probabilmente sarà l’apertura del film, Rapture, con la suadente e calda voce di Alicia Keys, che campiona il jingle originale della sigla di Douglas J. Cuomo, alternandolo ad un sound orientaleggiante e parti rap. Con Everything to lose di Dido si respira invece un’atmosfera lounge in stile Buddha Bar, che ai motivi orientali mixa invece sonorità elettroniche.

Tra i brani più suggestivi della colonna sonora, quello del cantante funk/R&B Cee Lo, Language of Love, e Kidda di Natacha Atlas.

Ma non solo oriente, la soundtrack del film accontenta proprio tutti, e per gli amanti delle rarità c’è la riuscitissima reinterpretazione di Single Ladies (Put a ring on it) di Liza Minnelli, cover del noto brano di Beyoncé Knowles, ed un pezzo cantato (ed inciso) direttamente dalle quattro protagoniste del film, Sarah Jessica Parker, Cynthia Nixon, Kim Cattrall e Kristin Davis che ironicamente invece cantano il classico di Helen Reddy, I am woman.

E se l’attesissimo brano Love is your color, duetto di Jennifer Hudson e Leona Lewis, vi delude perché ricorda un po’ troppo True Colors di Cyndi Lauper, non preoccupatevi: a scanso di equivoci, nella original soundtrack c’è anche quella. In chiusura Aaron Zigman con Divas e Dunes, ennesima rivisitazione in salsa orientale della sigla d’apertura dell’omonimo serial cult.

Che siate fan o meno della pellicola o del serial, se amate la musica glamour-lounge, e volete (ri)vivere l’atmosfera esotica, allora la colonna sonora di Sex and the City 2, film che mira a sfondare il tetto dei quattrocento milioni di euro realizzati dal primo capitolo cinematografico, è un pezzo che non può assolutamente mancare nella vostra collezione.

Sex and the City 2, una colonna sonora tra chicche e rarità

Sex and the City 2 (2).jpg

Sex and the City 2.jpgRitorno a parlare oggi della colonna sonora di Sex and the City 2, l’atteso sequel del primo film del 2008 tratto dall’omonima serie televisiva della HBO, che sempre più spazio sta conquistando in questi giorni in vista dell’imminente uscita nei cinema di tutto il mondo. Con questo post probabilmente chiudo un ciclo aperto qualche settimana fa e per completezza della notizia, poiché svelo la tracklist completa dell’original sountrack, e per variare i contenuti del sito altrimenti monotematico. Come già annunciato Jennifer Hudson, vincitrice del talent American Idol e attrice premio Oscar, tra i personaggi di contorno del primo film, partecipa quest’anno in veste di guest musicale per la colonna sonora del film: quello che però finora ignoravano è che il suo brano è in realtà un inedito duetto originale, con una delle voci più interessanti del panorama musicale contemporaneo: sto parlando di Leona Lewis, che tanti fan ha conquistato con il suo album di debutto, Spirit, e che insieme alla Hudson canterà Love is your color, l’amore è il tuo colore.

Posso oggi confermare la notizia che la performance musicale delle quattro protagoniste della pellicola, che si cimenteranno nella cover I Am Woman, sono donna, di Helen Reddy, farà parte, come già anticipato, del disco occupando la decima traccia.

Alicia Keys, a sorpresa, regala alla colonna sonora, non soltanto la versione Empire state of Mind (Part II) Broken Down, ma anche l’inedito Rapture. Tra i graditi ritorni c’è anche Dido, che canta il brano Everything to Lose.

Tra le chicche della compilation la cover di Liza Minnelli della famosa hit di Beyoncé Single Ladies (put a ring on it). La colonna sonora del primo film del 2008 richiese addirittura due volumi che furono pubblicati separatamente, per l’alta qualità delle canzoni incluse nella pellicola. Sarà così anche quest’anno?

Sex and the City 2 si presenta come un disco ricco di chicche e rarità, quasi un neo-pezzo da collezione destinato a scalare presto le classifiche delle soundtrack.

 

1. Alicia Keys, ‘Rapture’

2. Dido, ‘Everything to Lose’

3. Cee-Lo, ‘Language of Love’

4. Erykah Badu, ‘Window Seat’

5. Natacha Atlas, ‘Kidda’

6. Michael McGregor, ‘Euphrates Dream’

7. Liza Minnelli, ‘Single Ladies (Put A Ring On It)’

8. Ricki-Lee , ‘Can’t Touch It’

9. Alicia Keys, ‘Empire State of Mind (Part II) Broken Down’

10. Jennifer Hudson and Leona Lewis, ‘Love Is Your Color’

11. Sarah Jessica Parker, Kim Cattrall, Kristin Davis, Cynthia Nixon, ‘I Am Woman’

12. Sex and the City Men’s Choir , ‘If Ever I Would Leave You’

13. Sex and the City Men’s Choir, ‘Sunrise, Sunset’

14. Sex and the City Men’s Choir, ‘Till There Was You’

15. Shayna Steele, Jordan Ballard, Kamilah Marshall, ‘Bewitched, Bothered and Bewildered’

16. Liza Minnelli with Billy Stritch, ‘Ev’ry Time We Say Goodbye’

17. Aaron Zigman, ‘Divas and Dunes’

“Sex and the City” diventa un gruppo musicale?

Sex and the City 2 - soundtrack (cover).jpg

Sex and the city 2 - poster.jpg

Nuove indiscrezioni dal film Sex and the City 2. Oggi infatti parliamo della colonna sonora del secondo capitolo cinematografico, tratto dall’omonimo serial cult della HBO, che vede riconfermato tutto il cast originale della serie sexy chic del piccolo schermo. Come già anticipato in qualche post precedente, le quattro protagoniste del film, Sarah Jessica Parker, Kim Cattrall, Kristin Davis e Cynthia Nixon, alias Carrie, Samantha, Charlotte e Miranda, si cimenteranno in una sorta di karaoke, ma se prima non eravamo in grado di dire cosa avrebbero cantato, oggi, grazie ad un articolo di ET magazine, possiamo già anticiparvi che si tratta della cover di Helen Reddy, il classico I Am Woman, e che le quattro protagoniste probabilmente canteranno durante una vacanza. La traccia sembra che farà parte dell’album della colonna sonora originale del film. Farà piacere ai veri cultori di musica sapere che anche Liza Minnelli, guest star musicale della pellicola nelle vesti di sé stessa, farà parte dell’original sountrack, interpretando la cover di Beyoncé, Single Ladies.

Jennifer Hudson, cantante ed attrice premio Oscar, che nel primo film aveva interpretato l’assistente di Carrie Bradshaw, ritorna quest’anno nelle vesti di interprete, occupando un posto nella tracklist del disco, insieme ad Alicia Keys che, come si evice dal trailer, probabilmente regalerà la sua Empire state of Mind, e Dido. L’uscita del disco è prevista, in concomitanza con quella del film, per il 28 Maggio 2010. 

Sex and the City 2: il nuovo trailer… con sorpresa!

Sex and the City 2.jpg

Sarah Jessica Parker (Sex and the City 2).jpgOggi parliamo di SATC2: no, non preoccupatevi, non è una nuova formula chimica, ed i veri fan avranno già capito dove vogliamo andare a parare: è stato diffuso in rete il nuovo trailer di Sex and the City 2, e benché la trama sia ancora blindatissima e nulla è dato sapere a riguardo, possiamo già fare le prime congetture e cercare di capirci qualcosa: nel primo capitolo cinematografico della serie, Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), dopo una serie di peripezie, sei stagioni ed un film dopo, è finalmente riuscita a sposare il suo Mr. Big (Chris Noth), insieme a lei le sue inseparabili amiche Samantha (Kim Cattrall), Miranda (Cynthia Nixon) e Charlotte (Kristin Davis). Dalle pochissime informazioni che è possibile reperire dal web, si sa soltanto che questa seconda pellicola tratta dal serial cult omonimo, dovrebbe affrontare la crisi “ai tempi del lusso”. Nel frattempo però il trailer conferma alcune indiscrezioni: confermata la presenza dell’attrice spagnola premio Oscar, Penelope Cruz, dove sarà Lydia, e Liza Minnelli, che invece interpreterà sé stessa. Ma la Minnelli non sarà l’unica guest star musicale della pellicola: dopo Jennifer Hudson nel primo film, per il secondo è stata assoldata la talentuosa Miley Cyrus, la nuova Hilary Duff, che alterna alla carriera cinematografica quella musicale, o viceversa, e che nel film sarà semplicemente sé stessa.

Il trailer mostra il ritorno di Aidan Shaw (ancora una volta interpretato da John Corbett): gli appassionati della serie sanno bene che è uno dei grandi amori di Carrie. Sembra infatti che i due si incontreranno casualmente durante un esotico viaggio ad Abu Dhabi, che la protagonista fa con le sue amiche, e che potrebbe portare la giornalista-antropologa e scrittrice Carrie ad una sbandata ed una conseguente crisi con il suo neo-marito Big: «Ci siamo imbattuti l’un l’altro a metà strada all’altro capo del mondo, credo che significhi qualcosa» dice Carrie all’amica Charlotte, raccontando l’incontro con Aidan, ma l’amiche le risponde: «Io credo che stai giocando con il fuoco».

A giudicare dalle prime immagini pubblicate in rete sembra che il film celebrerà in qualche modo gli anni ’80, con Sarah Jessica Paker-Carrie nelle vesti di Madonna, mentre le quattro protagoniste si diletteranno in uno spettacolo di karaoke (?). Per saperlo però bisogna aspettare il prossimo 27 maggio, mentre gli italiani dovranno pazientare fino al 4 Giugno. Nel frattempo, ecco a voi il trailer.

 

P.S. La colonna sonora del trailer è la straordinaria Empire state of Mind di Alicia Keys, mai canzone fu più azzeccata per un trailer o un film, cui protagonista silente è il meraviglioso stato di New York!