Shenae Grimes, da “90210” a “Myself & I”. L’attrice debutta come regista e cantante

Shenae-Grimes_in_Erge2.jpg

Shenae Grimes è quella che potremmo definire l’erede di Shannen Doherty. Nota per lo più per il personaggio di Annie Wilson nel remake 90210, ruolo tra l’altro simile a quello di Brenda Walsh interpretato dalla Doherty nell’originale Beverly Hills 90210, l’attrice sembra abbia deciso di volersi dedicare al suo secondo amore, la musica. Dalle pagine di US Magazine si apprende infatti che la Grimes oltre che attrice è anche cantante, ed ha debuttato con Myself & I, ed è attualmente impegnata sul set del suo primo videoclip, di cui è anche regista. A giudicare il brano dal video caricato da qualche fan su YouTube, sembra che la Grimes abbia decisamente più speranze come regista, che come cantante: la voce un po’ strozzata e a tratti bambinesca non è molto godibile, decisamente migliore invece il video, nonostante tradisca qualche incertezza dovuta alla poca esperienza dietro la macchina da presa.

Britney Spears fa Madonna nell’episodio speciale di “Glee”

45592_426133128233_39677118233_4852934_3550949_n.jpg

Comincia a prendere forma l’episodio-tributo dedicato a Britney Spears del fortunatissimo serial americano Glee. Proprio in questi giorni infatti la cantante della Louisiana è impegnata sul set per le riprese della puntata che vede protagonista la sua musica, nella quale potrebbe interpretare ben più di un semplice cameo come inizialmente annunciato dai produttori. A rivelarlo le stesse immagini postate dalla cantante sui suoi social network ufficiali, che mostrano Britney insieme ad Heather Morris, una delle protagoniste del telefilm, rifare il video Me Against the Music, celebre brano che la principessa del pop registrò insieme a Madonna. Nelle immagini infatti si vede Britney in formissima, vestita di bianco, interpretare il ruolo che nella clip originale fu di Miss Ciccone, mentre alla giovane attrice è affidato proprio il ruolo della Spears.

Secondo quanto rivelato nei giorni scorsi da uno dei creatori della serie, Ryan Murphy, durante la puntata speciale i protagonisti si recheranno su di uno studio dentistico e saranno in preda ad allucinazioni, in seguito all’anestesia, credendo così di vedere, o addirittura di essere, Britney Spears. Oltre che impersonare sé stessa, Britney potrebbe anche interpretare l’assistente occhialuta del dentista.

40285_426153953233_39677118233_4853636_7992830_n.jpg

Hugh Laurie, dal camice di “Dr.House” allo studio di registrazione

Hugh Laurie.jpg

Hugh Laurie, dalla corsia allo studio di registrazione. L’attore del serial cult Dottor House ha infatti firmato un contratto per l’incisione di un album ispirato al blues di New Orleans: «Sono ebbro di entusiasmo per questa opportunità – ha detto l’attore in un comunicato – so che la storia degli attori che fanno musica è un gioco a scacchi, ma prometto che nessuno si farà del male».

Hugh Laurie, nonostante un perfetto accento americano, che gli ha permesso di avere il ruolo del medico dispotico più noto della TV, è in realtà un attore inglese e nel 2007 è stato nominato membro dell’Ordine dell’Impero Britannico.

Come nella realtà, anche il personaggio di Gregory House spesso suona la chitarra e il pianoforte. Secondo la casa discografica dell’attore, Laurie è un pianista prevalentemente autodidatta, poiché in una mossa molto House-style, ha mostrato alcune “differenze creative”.

Il disco sarà prodotto da Joe Hanry, vincitore di un Grammy Awards, il quale ha già collaborato con artisti del calibro di Ani Di Franco e Elvis Costello.

Ma Hugh Laurie continua a mietere successi anche in televisione, agli inizi del mese infatti l’attore britannico è stato nominato per la quinta volta agli Emmy Awards, i prestigiosi premi televisivi americani, massimo riconoscimento per gli addetti ai lavori del piccolo schermo.

Britney Spears, forse un cameo nell’episodio speciale di “Glee”

britney_spears_001.jpg

È stato senza dubbio il telefilm rivelazione degli Stati Uniti. Il serial Glee, per metà dramma e per metà musical, ha letteralmente fatto impazzire l’America con i suoi ventidue episodi, raggiungendo l’apice della popolarità e del successo, con un intero episodio dedicato a Madonna e alle sue storiche hit, conquistando persino la vetta della prestigiosa Billboard Chart, con la colonna sonora dell’episodio dedicato alla Regina del pop. Archiviata la prima stagione, adesso il produttore Ryan Murphy pensa già ad una seconda serie che possa bissarne il successo. Come già annunciato qualche tempo fa, l’episodio più atteso di questa serie sarà quello dedicato questa volta a Britney Spears. La serie è in fase di registrazione, e così emergono nuovi dettagli sull’episodio dedicato alla principessa del pop: «Non abbiamo ancora iniziato le riprese – ha rivelato Murphy alla conferenza stampa del Comic Con a San Diego domenica scorsa – inizieremo a registrare la seconda stagione mercoledì e tutto quello che posso dire è che stiamo facendo sei canzoni di Britney Spears». A riportare la notizia il portale americano di US Magazine. Filo narrativo della puntata speciale sarà Brettany (interpretata dall’attrice Heather Morris): «Non voglio ancora dire quello che stiamo facendo – ha scherzato Muprhy – ma le stiemo rendendo omaggio in un modo divertente e inaspettato».

I roumors più interessanti riguardo l’episodio del serial, vogliono che la Spears faccia un cameo nella puntata interpretando sé stessa: «Non posso dirlo – ha detto Murphy – e ciò sicuramente alimenterà mille storie!».

Sex and the City 2: sul tetto del mondo, ma non basta…

Sex and the City 2 poster.jpg

È sul tetto del mondo, ma non basta. Il secondo capitolo cinematografico di Sex and the City, tratto dall’omonima serie televisiva, è al primo posto del box office americano, ma gli incassi sono notevolmente al di sotto delle aspettative e dello stesso primo film del 2008. Nel primo fine settimana, la pellicola, uscita soltanto lo scorso giovedì, ha incassato appena poco più di 43 milioni di dollari, niente se paragonati agli incassi della prima pellicola, che mostrava finalmente l’attesissimo matrimonio tra la giornalista Carrie Bradshaw e il suo Mr. Big, che in un solo week-end incassò ben 57 milioni di dollari.

Il sequel, pur avendo conquistato nel solo giovedì d’uscita ben 14 milioni e passa di dollari, non è riuscito tuttavia a bissare il record del primo film: colpa forse dell’agguerrita concorrenza, quella di “Shrek After Ever”, che con la nuova tecnologia del 3D e le esilaranti parodie dei cartoon classici, sta tallonando senza tregua la pellicola sul sesso e la città. O colpa delle cattive recensioni che la pellicola ha ingloriosamente conquistato, e a nulla sono valsi gli scenari da favola e il fatidico ritorno di Aidan Shaw (John Corbett), ex fiamma di Carrie Bradshaw, o la sbandata che Mr.Big prende per la bella Penelope Cruz. La crisi economica e quella matrimoniale non riesce ad attrarre il giusto pubblico e la stampa americana già punta il dito parlando quasi di flop. Ma è pur sempre in cima al box office, no?

La televisione dell’estate 2010, tra musica, repliche e tante novità

TV estate.jpg

Leggendo il titolo di questo posto vi chiederete: che cosa c’entra la tv con la musica? Ebbene nei palinsesti di questa estate 2010, tra repliche e qualche novità, non poteva mancare la musica, da sempre elemento fondamentale per le nostre tintarelle e aperitivi in spiaggia.

Definitivamente archiviato il Festivalbar (che resta virtualmente sotto forma di compilation estiva), che con il suo girasole giallo annunciava le hit della stagione calda, Italia1 propone ormai da qualche anno i Wind Music Awards, riconoscimenti che premiano ogni anno gli artisti che hanno venduto di più. Tra i protagonisti di questa quarta edizione, condotta da Paola Perego, molte le rivelazioni dei talent, che da Noemi a Giusy Ferreri, da Alessandra Amoroso a Valerio Scanu, si esibiranno dal vivo sul palco dell’Arena di Verona, davanti a dodicimila spettatori. Ma molti sono gli artisti italiani ed internazionali che si alterneranno sul palco, da Biagio Antonacci a Giorgia, da David Guetta a Plan B. Tra le performer più attese Kylie Minogue, che presenterà in anteprima il suo nuovo singolo All the lovers. L’evento andrà in onda il 2, il 9 e il 16 Giugno.

Ma l’estate 2010 è all’insegna del grande calcio, con i Mondiali d’Africa che occuperanno gran parte dei palinsesti, con partite, approfondimenti e programmi sportivi. Per chi di calcio proprio non vuole sentirne parlare e trascorrerà comunque le vacanze in città, potrà provare a passare il tempo guardando qualche telefilm. Non temete, non si tratta dell’ennesima replica de La Signora in Giallo. Per gli amanti dei serial infatti c’è un atteso quanto gradito ritorno, quello della sesta stagione di One Tree Hill, andata disordinatamente in onda in questi anni su RaiDue, che la ripropone adesso in chiaro. Ritorna anche la seconda serie di 90210, spin-off/remake del mitico serial cult Beverly Hills 90210, la cui prima stagione è attualmente in onda su RAI4. E se Mediaset rispolvera la prima stagione del Grande Fratello, attualmente in onda su La5, ancora una volta le proposte più interessanti arrivano da RAI2, che propone invece la quarta stagione (inedita in chiaro) di Ghost Whisperer e Lost, con la sesta ed ultima in onda da luglio. Insomma paradossalmente d’estate la tv è forse meglio che in inverno, con meno reality e talk trash, si preannuncia come un ricco contenitore di serie e film, e musica, per la gioia degli amanti del genere.

Kim Cattrall: «Sex and the City 3? Spero si farà». L’attrice parla di un terzo film

Kim Cattrall (Samantha Jones).jpg

Sale la febbre da “Sex and the City” e, ad un solo giorno dall’uscita del secondo film tratto dalla serie omonima dell’HBO, già si parla di una terza trasposizione, per quello che si è rivelato uno dei franchising cinematografici più redditizi degli ultimi anni. Il secondo capitolo promette di bissare il successo del primo film, con scenari esotici da sogno e colpi di scena: oltre al ritorno dell’ex fiamma della giornalista Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), Aidan Shaw (interpretato ancora una volta da John Corbett), pare infatti che la disinibita pierre, Samantha Jones (Kim Cattrall), venga arrestata negli emirati arabi per il suo comportamento troppo libertino per le usanze locali.

Sei stagioni televisive e un film dopo, la giornalista modaiola è riuscita a sposare il suo amatissimo Mr. Big, ma in questo secondo capitolo cinematografico pare che la coppia di neo-sposini dovranno vederla con la crisi globale, lasciando l’attico da sogno mostrato nel primo film e trasferirsi di ben dodici piani più sotto.

E se anche questo secondo film non dovesse bastarvi, non temete, a dare una speranza ai fan che le due pellicole si trasformino presto in una trilogia Kim Cattrall, la quale dalle pagine di Mtv.com ha detto che la sola persona che può realmente decidere per le sorti di questa saga sexy-glamour è il regista-sceneggiatore Michael Patrick King, dando la propria disponibilità per reinterpretare ancora una volta la trasgressiva pierre newyorkese: «Credo che l’unico modo per continuare è che Michael senta che ci sia ancora qualcosa da dire. Io credo che quando cominceremo a ripeterci, allora sarà il tempo di dire addio. Forse sarà tra cinque, forse tra dieci anni. Chi può dirlo? Io spero che riusciremo a farlo fin quando ci sarà ancora un pubblico e i nostri personaggi siano ancora interessanti e in continua evoluzione».

A sentire le parole della Cattrall dunque si potrebbe sperare per un “Sex and the City 3”, che mostri magari le gioie della maternità per la giornalista glamour e, chissà, magari un matrimonio per la mangiauomini Samantha Jones: «Non so se ci sarà un terzo film – continua l’attrice – io spero che ci sarà, io credo che ci siano ancora altre storie da raccontare».