“Famolo strano”, il capello. Le cantanti dalle tinte bizzarre

Christina Aguilera - Your body.jpgAntesignana del “famolo strano”, il capello, fu Pink, che nel lontano 2000 esordiva con un taglio alla maschietto tutto rosa nel video There you go, poi arrivò la moda di punte colorate di Beyoncé Knowles, le radici scure alla Shakira, e le extension rosso fuoco di Christina Aguilera. Ma la prima a capire il potenziale di un’acconciatura dal colore bizzarro, in epoca (musicale s’intende) recente, è stata Katy Perry che due anni fa, nel video di California Gurls sfoggiò un taglio lilla, seguita a ruota da Rihanna e la sua cresta leonina rosso fiammante, e Lady Gaga che ha addirittura tinto i suoi capelli di verde! Passando per i colori fluorescenti di Niki Minaj,  e le ciocche colorate (poco apprezzate dai fan) di Britney Spears.

Ultima, solo in ordine cronologico, ad aggiungersi alla lista delle cantanti dal “colore bizzarro” è Christina Aguilera, che, lontana da quelle extension rosse, le tinte platino e il nero corvino, ritorna, a due anni da suo ultimo album di inediti, Bionic, con una morbida acconciatura rosa, con punte fucsia. La cantante, già vista con i capelli tinti di viola alla presentazione della terza edizione di The Voice, talent dove lei è giudice, lo fa per il video di Your Body, singolo che, secondo quanto Christina ha confermato al Rolling Stone, anticipa il suo settimo attesissimo lavoro discografico, e che uscirà il prossimo settembre.

Un demo ufficiale del pezzo, prodotto da Shellback e Max Martin, è trapelato in rete qualche giorno fa, svelando un brano up tempo, in cui la cantante, nella explicit version, grida: «All I wanna do is fuck your body», “tutto ciò che voglio fare è scopare il tuo corpo”.

Lady Gaga su Vanity Fair Italia: «Diventare Lady Gaga è stata la mia salvezza»

Lady Gaga, Vanity Fair, Italia, intervista, foto, copertina, fotografia, pettinatura, capelli, rosa, Born this way

Continua il tour promozionale di Lady Gaga sui magazine patinati, per supportare l’uscita dell’attesissimo Born this way.  La cantante di origine italiana questa volta si confessa dalle pagine dell’edizione italiana di Vanity Fair, e se le foto del servizio, del fotografo Mario Testino, non sono proprio di primo pelo (ma sono già state pubblicate da altri magazine internazionali), l’intervista di Paola Jacobbi è autentica. Quella che parla dalle pagine del settimanale italiano, è una Lady Gaga più umana e meno diva, più spirituale e meno trasgressiva: «Diventare Lady Gaga è stata la mia salvezza – dice la cantante alla giornalista – così mi sono sbarazzata di tante paure, così mi sono lasciata alle spalle anni di rifiuti e negatività, i troppi brutti ricordi di quando andavo a scuola». Incredibile a dirsi, ma anche Lady Gaga è stata vittima del bullismo ai tempi del liceo: «Dicevano che ero dentona, nasona. Ma a me il mio naso piace. È forte, è italiano». Lady Gaga e Stefani Germanotta, queste le due facce inscindibili di un’unica medaglia, e quando la maschera del controverso animale da palcoscenico sembra venir meno la cantante subito corregge il tiro e dice: «Non c’è differenza tra Stefani e Lady Gaga – continua l’artista – siamo la stessa cosa, Lady Gaga non è un personaggio che io interpreto. Sono io».

La rivincita di Lady Gaga su Vogue: «Adesso sono una vera regina di bellezza»

Lady Gaga - Vogue.jpg

Appena qualche giorno fa è trapelato in rete uno scatto dell’anteprima del numero di marzo di Vogue, che vedeva Lady Gaga in copertina. Poche ore fa la stessa cantante ha deciso di postarlo sul suo profilo ufficiale facebook, confermando così l’autenticità della cover del noto magazine di moda che la vedrà protagonista il prossimo mese, a supporto della pubblicazione del nuovo singolo Born this way, che vedrà invece la luce la prossima settimana. La cover mostra l’eccentrica cantante con un abito alla schiava rosato, mentre posa fiera con le mani sui fianchi ed un vistosissimo caschetto fucsia e rossetto marcato. Se si esclude il leak anticipato on-line, la notizia in fondo non c’è, ma quello che potrebbe invece interessare i fan è che questo numero di Vogue rappresenta per Miss Germanotta una piccola rivincita: «A scuola mi chiamavano denti di coniglio – ha rivelato la cantante sul suo social network, vittima anche lei di bullismo ai tempi del liceo – e adesso io sono una vera regina di bellezza di Vogue!».