Robbie Williams ritorna con i Take That, ma fa coppia (gay) con Gary Barlow

take-that-reunion_320.jpg

Se n’è parlato tanto, e alla fine la fatidica reunion dei Take That ci sarà. Secondo il britannico The Sun, Robbie Williams si riunirà alla band che aveva lasciato quindici anni fa per dare inizio alla sua carriera solista. Secondo quanto riporta oggi EW, il gruppo britannico pubblicherà un album prima di Natale, mentre nell’estate del 2011 potrebbe esserci un concerto in un importante stadio. Prima di ricostituire la band, Robbie e il suo compagno-di-band-rivale Gary Barlow, gireranno il video per il singolo Shame, contenuto nel prossimo lavoro discografico solista di Williams, come aveva già anticipato qualche mese fa in un post. Secondo alcune indiscrezione il video dovrebbe essere un tributo ironico del film d’amore gay Brokeback Mountain del 2005. Robbie dovrebbe a breve annunciare ufficialmente il ritorno con il gruppo per un solo anno, poi pubblicherà il singolo in coppia Barlow.

Niente reunion tour per le Spice

Melanie C.jpg

Nonostante mancasse una conferma ufficiale, fino a qualche giorno fa tutto sembrava sicuro: un nuovo cd di inediti, un dvd ed una lunga tournée mondiale avrebbe rivisto insieme le Spice Girls. Oggi invece uno dei membri del gruppo, Melanie C, smentisce ufficialmente la notizia di un progetto comune per le favolose cinque.

«Non c’è possibilità che ciò accada – ha detto la stessa cantante al tabloid britannico Daily Star – non credete a tutto ciò che leggete ovunque, perché io vi dico che non ci sono piani per un nuovo tour».

E d’altronde, le vite delle Spice Girls mai come in questo periodo sembrano più distante le une dalle altre: Victoria Beckham è sempre più lanciata nel mondo della moda, Geri Halliwell, la rossa, è entrata a far parte come giudice dell’edizione britannica di X Factor, mentre Melanie Brown continua la sua battaglia legale con l’ex compagno ed attore Eddy Murphy, ed Emma Bunton è impegnata con la famiglia.

«Ognuna di noi ha i propri progetti e la propria famiglia – ha continuato Mel C – e anche se volessimo, non riusciremmo a trovare il tempo».

A quanto pare l’ultima reunion tour resterà quella, non proprio esaltante, del 2007, quando le cinque ragazze speziate ritornarono insieme regalando ai propri fan due soli inediti di cui un solo singolo.

Buone notizie invece per i fan di Mel C, la Spice vocalmente più dotata (seppur musicalmente non proprio entusiasmante), che dice: «Sono incredibilmente impegnata dalla lavorazione del mio nuovo album solista».

 

Spice Girls, il ritorno… e due!

Spice Girls reunion.jpg

Sì, avete letto bene. Le Spice Girls potrebbero ritornare presto insieme… di nuovo! Nonostante ci abbiano regalato a fasi alterne hit soliste, sembra che le cinque ragazze tutto pepe, abbiano perso lo slancio indipendentista che le caratterizzava fino a qualche anno fa e, nonostante il tour della loro prima reunion nel 2007 non fosse stato atteso dai fan proprio come un grande ritorno nel resto del mondo, sembra che le cinque ragazze, o meglio giovani donne britanniche abbiano ancora voglia di rimettersi in gioco e ricostituire una delle girl band di maggior successo della storia musicale britannica e internazionale, le Spice Girls.

A darne notizia il Daily Mirror, secondo il quale Emma Bunton, Mel B, Mel C e Geri Halliwell starebbero pensando ad un nuovo lavoro discografico, un DVD e, naturalmente, lunga tournée. Il tutto senza Victoria Bekcham. Già perché pare che la Spice più glamour, sempre più lanciata nel mondo della moda come stilista, questa volta potrebbe declinare l’offerta di ritornare sul palco insieme alle ex colleghe.

Secondo il giornale inglese, le quattro Spice qualche settimana fa avrebbero avuto un incontro segreto a cena, durante la quale avrebbero discusso sul da farsi.

Una fonte anonima ha confermato al giornale: «Le ragazze sono molto eccitate: stanno parlando dell’ipotesi di ritornare insieme, ed ognuna tante nuove idee e tanti progetti di cui discutere». Ed è proprio la fonte che parla del possibile forfait di Posh Spice: «Sono disperate per includere nel progetto anche Posh – ha proseguito la fonte – ma questo è il punto più difficile».

In ballo ci sarebbe addirittura l’idea di un musical, dal titolo Spice Girls Viva Forever: the musical da far uscire prima che le quattro ragazze proseguano con il loro nuovo spettacolo. Le Spice dunque vogliono a tutti i costi Victoria in quello che dovrebbe essere il loro quinto album, dopo Forever del 2000 e il Greatest Hits del 2007.

All’inizio dell’anno l’ex Ginger Spice, Geri Halliwell ha detto: «Al momento stiamo raccogliendo informazioni e stiamo pensando alle varie possibilità. Ma quando un piano è in continua evoluzione non lo si può condividere con il mondo finché non c’è nulla di concreto». Ai fan dunque non resta che incrociare le dita!

ABBA: «Di nuovo insieme? Sì, Perché no?»

ABBA.jpg

Gli ABBA, gruppo svedese più famoso al mondo, omaggiato recentemente da Hollywood con la trasposizione cinematografica del musical Mamma mia! con Meryl Streep, hanno sempre smentito le voci di una possibile reunion. Tra le proposte, prontamente rifiutate dal quartetto, c’era la cospicua offerta di un miliardo di dollari per un tour mondiale di cento date.

Oggi però Benny Andersson e Bjorn Ulvaeus, la metà maschile del gruppo, ha lasciato un barlume di speranza ai fan che ancora spera di rivedere i quattro insieme sul palco. A darne notizia il Telegraph, che riprende a sua volta degli stralci di un’intervista rilasciata dai due al Times. Alla domanda di una eventuale considerazione di una performance, magari accompagnati da un’orchestra, che potrebbe girare in tutto il mondo, Andersson ha detto: «Sì, perché no?».

«Non so se le ragazze cantino ancora, so che Frida (Anni-Frid Lyngstad) era in studio di registrazione – ha detto Andersson nell’articolo – ma non sarebbe una cattiva idea».

Ulvaeus ipotizza anche quale potrebbe essere il brano ideale per una reunion: «Potremmo cantare The way old Folks Do».

Gli ABBA sono il gruppo svedese di maggior successo nel mondo. Amatissimi, icone gay, omaggiati dalla stessa Madonna, regina del pop, che nel 2006 ha utilizzato un simple per la sua hit mondiale Hung up, omaggiati da una cover band di altrettanto successo, gli A-Teens, e vero caposaldo della musica mondiale. Basti pensare a successi senza tempo come Gimme Gimme Gimme, Fernando o Dancing Queen.

Il gruppo svedese si sciolse ufficialmente nel 1982, gli ABBA rifiutarono e smentirono categoricamente ogni ipotesi di una reunion, asserendo con fermezza che mai sarebbero ritornati insieme sul palco. Lo stesso Ulvaeus fino a pochi anni fa, aveva smentito ogni ipotesi. Anche gli altri componenti del gruppo, dalla Lyngstad, ora sessantaquattrenne e sposata con un tedesco, alla Fältskog, negli anni in diverse interviste hanno sempre mostrato un totale disinteresse per una possibile reunion del gruppo. Adesso la metà maschile accende un barlume di speranza, in quella che si preannuncia una guerra dei sessi a suon di musica e vecchie hit, vedremo se anche le donne del mitico gruppo anni ’70, cambieranno idea ritornando sui loro passi, anzi ritornando insieme sul palco.

Veronica Rubino: l’ex Lollipop è adesso una discografica di successo e svela che…

Veronica Rubino.jpgDopo il grande successo ottenuto con le Lollipop, Veronica Rubino ha fondato una propria etichetta musicale, la Deependence, ed ha dimostrato di non essere soltanto bella e brava, ma anche intelligente, creando un proprio spazio nel difficile mercato discografico contemporaneo. Adesso è lei a promuovere musica ed artisti con la sua casa discografica, invertendo quel ruolo che la vedeva nei panni della cantante emergente, e adesso discografica affermata. Anche Veronica Rubino ci ha parlato del suo dopo-Lollipop.

Sei passata dalle Lollipop ad una tua etichetta discografica: come è cambiato il modo di fare e percepire musica?

L’impegno e la passione sono sempre gli stessi, anzi forse sono cresciuti nel tempo, è il genere di appartenenza diverso: prima ero pop, adesso invece produco Djs che fanno pezzi di musica house e deep.

Un discografico è anche un talent scout: dove trovi i Djs da reclutare?

I nostri artisti provengono un po’ da tutta europa, sono italiani, tedeschi, spagnoli, sono loro a contattarci mandando promo, oppure siamo noi a cercare tra i vari contest: viaggiando e amando sempre le nuove tendenze viene tutto da sé.

È di questi giorni la notizia che EMI, una delle major discografiche mondiali, è sull’orlo del collasso: le cause sarebbero da ritrovarsi nella pirateria on-line e l’acquisto (legale) delle sole canzoni singole da internet a discapito degli album…

Un po’ tutto il mercato discografico è in crisi, ma io sono convinta che chi ami davvero la musica compri sempre l’originale, ed io ne sono un esempio.

In che modo una piccola casa discografica produce e promuove i suoi artisti?

Al di là della crisi, le grandi case devono aspettare gli investimenti dei grandi azionisti, noi etichette indipendenti ci sponsorizziamo da sole, concentrando le energie soprattutto sui prodotti migliori, credendoci e con propri investimenti, senza aspettare terzi che producano il pezzo o l’album.

Quale la difficoltà maggiore di essere una etichetta indipendente?

Fortunatamente non ho riscontrato alcuna difficoltà, i miei artisti piacciono molto, e realizziamo sempre cose molto originali ed apprezzate dal pubblico.

Ti abbiamo rivista insieme alle “Lollipop” su Italia1, Marcella dalle pagine del nostro blog, ha parlato di una possibile reunion: progetto possibile o fantasia irrealizzabile?

Io e Marcella stiamo lavorando molto a questo progetto, e speriamo di farcela, ma non anticipo nulla… di più si saprà in seguito.

Marcella ha detto che il gruppo si è sciolto risentendo della crisi del mercato discografico: pensi siano state davvero le vendite a decretare la fine delle Lollipop?

Forse è stata anche la crisi ad influire sulle sorti del gruppo, anche se il problema era un po’ di fondo nel senso che la promozione per quell’album [Together ndr] non fu fatta quasi per nulla e quindi finì tutto un po’ così, eravamo giovani e ognuna di noi voleva prendere una strada diversa, ma le sorprese non finiscono qui!

Quali i progetti per il futuro?

Stiamo continuando con il tour della DEEPENDENCE, i nostri artisti saranno a Napoli per la grande festa in maschera che abbiamo organizzato per carnevale. Ora i miei impegni sono legati all’etichetta organizzando eventi di vario genere e scovando nuovi artisti, oltre le mie esibizioni dal vivo visto che il canto non l’ho mai abbandonato!