Nelle sale cinematografiche arrivano i Rolling Stones e Amy Winehouse

the_rolling_stones-2012.jpg

«I Beatles avevano scelto di fare i bravi. A noi cosa restava? Fare i cattivi» a dirlo sono stati i Rolling Stones, che sarà possibile (ri)scoprire in un inedito documentario che sarà nelle sale soltanto il prossimo 29 e 30 aprile, grazie a Microcinema Distribuzione. Un documentario sì, ma al tempo stesso anche un film ed un concerto, diretto da Brett Morgen. Crossfire Hurricane ha raccolto interviste e filmati storici di Mick Jagger e compagni e degli ex membri storici della band. Per i fan del gruppo e per chi ha voglia di riscoprire una delle band che ha fatto la storia della musica.

E per un documentario che arriva un altro è già in produzione. Un documentario biografico ripercorrerà infatti la vita della cantante Amy Winehouse, scomparsa prematuramente a soli 27 anni nel luglio del 2011. Il documentario è ancora in fase di progettazione, ma pare certo che sarà diretto da Asif Kapadia, già regista del documentario vincitore al Sundance Film Festival del 2010 sulla carriera di Ayrton Senna. Il documentario sarà prodotto da Universal Music e Playmaker Films, e sarà pre-venduto dalla Focus Features al Festival di Cannes.

Madonna: ritorno in grande stile per la vera Regina del Pop

Madonna, give me all your love, 2011, 2012, album, disco, cd, give me all your love, film, W.E., regista

Madonna sta tornando, ed il suo sarà naturalmente un ritorno in grande stile. A poche settimane dall’annuncio, e dal leak in rete, del brano che dovrebbe segnare il ritorno sulle scene della Regina del Pop, Give me all your love, featuring M.I.A. e Nicki Minaj, Madonna annuncia la sua performance live al prossimo Super Bowl, in onda il prossimo 5 Febbraio sulla rete statunitense NBC, il quale, tradizionalmente è il programma più seguito dell’anno, con i suoi centoundici milioni di telespettatori.

La performance non sarà soltanto di supporto al suo nuovo, ed attesissimo, album di inediti, la cui pubblicazione dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) vedere la luce proprio nella prima metà del 2012, ma servirà anche alla promozione dell’acclamato W.E., pellicola diretta da Miss Ciccone, incentrata sull’amore di Eduardo VIII e Wallis Simpson.

Non molto positive le critiche dei fan all’ascolto della demo Give me all your love, ritenuta per lo più una “commercialata” non all’altezza delle grandi hit che l’artista ci ha regalato in quasi trent’anni di attività.

Justin Timberlake: ritorno alla musica con il gruppo hip-hop FreeSol

Timberlake.jpg

 

Ben lontano da un ritorno ufficiale alla musica, Justin Timberlake, sempre più stare del cinema, sta però tornando gradualmente alle sette note, e se sul suo prossimo lavoro discografico, nulla è ancora dato sapere, nemmeno se di fatto ce ne sarà uno, l’ex Nsync ritorna nelle rotazioni radiofoniche e televisive con il brano Hoodies on, Hats Down, aggiungendo un altro nome al suo ricchissimo parterre di collaborazioni illustri. Questa volta infatti il bel Justin, ritorna con il gruppo hip-hop di Memphis, FreeSol, il cui frontman è il rapper Free. A darne l’annuncio lo stesso cantante con un messaggio misterioso su twitter. Ma Justin, da sempre affascinato dal grande schermo, è anche il regista del video, in cui egli stesso fa un piccolo cameo.

Britney Spears, nel nuovo video, balla fino alla fine del mondo

Britney Spears.jpg

Se Lady Gaga sta in queste ore girando il video di Judas, Britney Spears la batte sul tempo e pubblica già un’anteprima di trenta secondi del secondo singolo estratto da Femme Fatale, Till the world ends. Girato in alcuni nightclub di Las Vegas, il video, diretto da Ray Kay, segue il successo di Hold it against me, vede la principessa del pop scatenarsi in un contesto urbano in disuso, una sorta di raive party, con luci glamour, sensualità e coreografie da sballo: «Il video è venuto meglio di come mi aspettavo» ha twitterato la cantante sul suo social network ufficiale, rivelando che l’appuntamento per la premiere mondiale con questa nuova clip è per questo mercoledì: «Non vedo l’ora di farvelo vedere, ragazzi!» ha infine scritto la Toxic girl sulla sua pagina, postando una preview di qualche secondo.

Britney pare che pubblicherà due versioni del video che la vede protagonista, tra cui una director’s cut, che pare sarà un vero e proprio cortometraggio, con una storia apocalittica e la coreografia integrale della cantante.

Britney Spears non copierà Lady Gaga nel video di “Hold it against me”

281x211.jpgBritney Spears non copierà Lady Gaga. Sono già in tanti a notare similitudini ed influenze tra le due star, e la virata dance di Britney con il singolo Hold it against me non ha di certo aiutato. Ma ad aggiungere altra legna sul fuoco è adesso il fatto che la Spears, per il video che accompagnerà il suo nuovo singolo, sta lavorando con Jonas Akerlund, già regista proprio di Lady Gaga e Beyoncé per il videoclip Telephone (brano tra l’altro originariamente rifiutato dalla Spears). Ma Brian Friedman, coreografo della cantante della Louisiana, assicura che nella clip non vedremo alcun clone di Miss Germanotta e che il video è 100% Britney Spears: «Lo stile di questo nuovo video va al di là di quello che Britney ha fatto finora – ha detto il coreografo in un video ad mtv.com – Akerlund ha creato un proprio stile per questo video, e posso dire che “Britney non fa Lady Gaga”. Non è quello che sta accadendo» assicura Friedman. «Gaga ha una sua nicchia – continua il coreografo – e anche se Britney ha lavorato con lei in passato, non sta dando a Britney qualcosa che Gaga avrebbe indossato. Mi piace vedere Britney provare cose nuove e questo è solo un prolungamento, un seguito di ciò che Britney già è».

Insomma pur lanciandosi decisamente nel filone dance, Britney non vuole in alcun modo copiare Lady Gaga, ma evitare uno scontro ed un paragone con la nuova regina della musica internazionale è impossibile: sia l’album della Spears che quello di Miss Germanotta sono entrambi previsti per la prima metà del 2011, e ciò inevitabilmente provocherà uno scontro ed una guerra di vendite e fan. Lo scorso anno la stessa sorte è toccata a Christina Aguilera, più volte paragonata a Lady Gaga, in uno scontro dal quale è uscita con il flop di Bionic ed un danno d’immagine non indifferente. Britney, almeno per il momento con Hold it against me, top in diciannove paesi, sembra averla vinta una battaglia, ma riuscirà a vincere la guerra e non perdere il suo trono come già successo alla sua ex rivale?

“This is it”, il video clip di Michael diretto da Spike Lee

Mj-this-is-it-image-300x300.jpg

La rubrica “Oriundi in Città”, dedicata ad artisti internazionali che hanno avuto successo anche qui in Italia, non poteva che aprirsi con Michael Jackson, vera icona della musica e Re del Pop, scomparso prematuramente all’età di cinquant’anni lo scorso giugno.

Dopo il docu-film sulla mancata tourné di Michael, «This is it», e l’album della colonna sonora che contiene l’inedito singolo omonimo, arriva finalmente il video-clip, che porterà il singolo anche nelle rotazioni musicali televisive. La clip è diretta dal regista Spike Lee, il quale ha sapientemente miscelato immagini dell’infanzia di Michael, alcune iconiche, molto rappresentative, e quelle dei fan ai funerali del cantante, che hanno accompagnato la versione orchestrale del singolo.

Parte delle riprese sono state girate a Gary, nell’Indiana, città natale di Michael: il video si apreo con una ripresa molto stretta su di un poster che ritrae Michael bambino ed invita a visitare la casa d’infanzia dell’artista nella sua città, in sottofondo le voci dei fratelli che lo chiamano.

Il video alterna shot dei set e immagini estremamente nostalgiche dell’infanzia di Michael, e tributi dei fan all’artista scomparso, dando quale risultato finale un video commemorativo molto delicato.

Michael Jackson – This Is It – Directed by Spike Lee from 40 Acres and a Mule Filmworks on Vimeo.