I leak dell’estate: in rete due brani inediti di Amy Winehouse e Kelly Rownald

amy winehouse and kelly rowland.jpg

A poco meno di venti giorni dal primo anniversario della sua morte (il 23 Luglio), è trapelata in rete una nuova traccia inedita di Amy Winehouse. Si tratta di Cherry Wine, vino di ciliegie, una ironica coincidenza per l’artista, morta un anno fa per i suoi abusi di alcol e droga. Il pezzo è un duetto con il rapper newyorkese Nas, il quale aveva già collaborato con l’artista per il brano Like Smoke, incluso in Lioness: Hidden Treasures, primo album postumo di Amy. Il brano è prodotto da Salaam Remi, già produttore dei due album della Winehouse, Frank e Back to Black. Una felice coincidenza, questo ennesimo leak sospetto del pezzo, che sarà incluso nel nuovo album del rapper Life is Good, in uscita il 17 Luglio, e che vedrà anche la partecipazione di Drake, Rick Ross, Mary J Blige e Swizz Beatz: «È una sensazione agrodolce fare qualcosa con lei che adesso non è qui. Ma sono felice… il bello è che noi abbiamo fatto musica e che i fan possono ascoltare qualcosa di nuovo che appartenga a lei».

Ma questo non è il solo leak “fortunato” dell’estate. Anche Kelly Rowland si è vista trapelare in rete il pezzo Ice, che la vede di nuovo in coppia con Lil Wayne, e l’ha presa con filosofia, scrivendo su twitter: «Beh, scommetto che avete già ascoltato Ice, grazie per il vostro affetto e supporto. Mi spiace, volevo farvi aspettare ancora, ma sono contenta che vi piaccia ad ogni modo».

 

Will.i.am: «L’album postumo di Michael Jackson mi disgusta»

will.i.am.jpgLeader dei Black Eyed Peas e produttore, Will.i.am parla al prestigioso magazine Rolling Stone, in edicola il prossimo 23 Dicembre, del primo album postumo di Michael Jackson, Michael, e di quanto lo “disgusti” questo progetto discografico pubblicato proprio in questi giorni: «Diamine, sì la penso così e vi spiego anche perché – ha detto il cantante al giornalista Austin Scaggs, che gli ha chiesto cosa ne pensasse in merito – un paio di mesi prima che Michael morisse, mi chiamò al telefono davvero sconvolto: “Qualcuno ha diffuso una di queste canzoni”. “Perché dovrebbero farlo? Chi lo farebbe?” gli ho detto. “Quale canzone, Mike?”. “Una canzone chiamata Hold my Hand”. Giuro su Dio che ho avuto questa conversazione con lui» ha infine detto il fagiolino dagli occhi neri.

Secondo il cantante l’album pubblicato in questi giorni è “irrispettoso” della memoria dello stesso Jackson, in quanto Michael era un vero perfezionista e pubblicare le sue canzoni senza la sua approvazione è come disonorare la sua memoria.

Nella sua carriera Will ha collezionato collaborazioni di prestigio, da Justin Timberlake a Mary J Blige, da Cheryl Cole a David Guetta solo per citarne alcuni, finendo proprio con Michael Jackson, ma il cantante ha chiarito ancora una volta che nessuna delle sue collaborazioni con il Re del Pop vedrà mai la luce: «Conoscevo quell’uomo – dice infine il Black Eyed Peas di Jackson – ed era molto critico su ogni singolo dettaglio. Egli stesso stava in studio a masterizzare e mixare tutto. Come è possibile pubblicare un disco senza quel Michael Jackson? Non è Michael Jackson. Ho sentito la canzone che adesso è su internet [si riferisce a Breaking News presentata on-line sul sito ufficiale di Jackson] ed io credo che non è Mike. Lui non era lì per fare la sua micro-gestione di Michael che ha invece fatto con Thriller e Billie Jean. E mi disgusta».

Michael Jackson nella rete dei pirati: trapelato on-line il postumo “Michael”

Michael-Jackson-Michael-Cover.jpg

Mossa commerciale o atto di pirateria vero e proprio? Forse non lo sapremo mai, ma fatto sta che il nuovo album di Michael Jackson, Michael, il primo disco postumo dell’artista con dieci brani inediti, la cui uscita è prevista per la prossima settimana, martedì 14 Dicembre 2010, è già finito nelle reti di file-sharing: p2p, torrent, siti on-line, il web è impazzito per il nuovo album del Re del Pop, inizialmente stampato con una tiratura record di 900.000 copie. Secondo le stime ufficiali fatte da SonyMusic infatti, il disco potrebbe bissare, se non superare, il successo di This is it, colonna sonora dell’omonimo documentario uscito lo scorso anno nelle sale cinematografiche. Nella sola prima settimana la casa discografica conta di vendere oltre 400.000 copie dell’album, di cui 60.000 in formato digital-download e le restanti 340.000 nei negozi tradizionali. Se queste cifre fossero confermate, Michael diventerebbe in una sola settimana, a pochi giorni dalla fine dell’anno, l’album più venduto di tutto il 2010. A queste somme la Sony spera di aggiungere altre 280.000 copie nella seconda settimana di cui l’8% in digitale. Riusciranno queste previsioni a diventare realtà o il leak anticipato del disco ha compromesso tutto?

“Much too soon”, on-line il terzo inedito di Michael Jackson

michael-jackson.jpg

La macchima promozionale per il nuovo album di Michael Jackson, il primo postumo, Michael in uscita il prossimo 14 Dicembre, si è messa in moto, e ai primi due singoli presentati sul web e su iTunes, Breaking News e il duetto con Akon Hold my Hand, si è aggiunta ieri sera una nuova canzone già disponibile per il download sull’e-store Apple. S’intitola Much toon soon, e troppo presto, ed è una dolcissima ballad cantata solo da Michael Jackson, in cui l’artista prematuramente scomparso nel giugno del 2009. Secondo quanto riporta TMZ.com, Jackson, secondo iTunes, Michael avrebbe sempre amato questa canzone, ma non è mai riuscito a trovare la giusta collocazione discografica. Ecco il link per ascoltarla in anteprima.

Michael Jackson: “Hold my Hand” (con Akon) anticipa il postumo “Michael”

-with-Akon-michael-jackson-9238852-641-481.jpg

Prende forma il primo album postumo di Michael Jackson, Michael (in uscita il 15 Dicembre),di cui qualche giorno fa è stata presentato l’artwork di copertina, e di cui oggi il sito news Entertainment Weekly svela la tracklist ufficiale con una sorpresa. Non sarà infatti Breaking News, presentato con uno streaming on-line in alta qualità sul sito ufficiale di Jackson, il singolo di lancio di questo attesissimo lavoro discografico, ma il brano Hold my Hand, tieni la mia mano, in uscita il 15 Novembre, in cui il Re del Pop duetta con il cantante Akon. Anche questo brano è stato registrato nel 2007 e trapelato in rete in una infinità di forme diverse nel corso degli anni: «Una nota scritta a mano dallo stesso Michael Jackson appartenente al suo patrimonio – si legge in un comunicato stampa – esprime il suo desiderio che “Hold my Hand” fosse il primo singolo del suo prossimo progetto». Nel frattempo la Epic Records, etichetta discografica di quello che si preannuncia il successo musicale di fine anno, ha presentato la tracklist completa ed ufficiale del disco, che vede tra l’altro anche un’altra inedita collaborazione, quella con 50 Cent, ma anche (I Can’t make it) Another Day, non posso rimandare a un altro giorno, pezzo con Lenny Kravitz che misteriosamente trapelò in rete solo con il titolo Another Day a poco tempo dalla sua prematura scomparsa. Insomma Michael Jackson detta legge anche da morto, e guai a mettere in dubbio quell’istinto che ha fatto di lui una indiscussa star della musica internazionale.

 

1. “Hold My Hand” (duet with Akon)

2. “Hollywood Tonight”

3. “Keep Your Head Up”

4. “(I Like) The Way You Love Me”

5. “Monster” (featuring 50 Cent)

6. “Best Of Joy”

7. “Breaking News”

8. “(I Can’t Make It) Another Day” (featuring Lenny Kravitz)

9. “Behind The Mask”

10. “Much Too Soon”