Concorrenti dei talent a Sanremo: talento o attitudine al televoto?

marco-mengoni-vince-sanremo-2013.jpg

Con la vittoria di Marco Mengono all’ultimo Festival di Sanremo si è riaperto il dibattito sui talent: sono tante le trasmissioni televisive e le pagine di giornale che hanno parlato infatti delle quattro vittorie sanremesi (non consecutive) degli ultimi cinque anni, aggiudicate da ex concorrenti (o vincitori) dei talent. Non solo primi posti: la stessa Emma Marrone, vincitrice dello scorso anno, si era piazzata al secondo posto insieme ai Modà, così come Marco Mengoni, vincitore in carica, aveva conquistato il gradino più basso del podio nel 2010, lo stesso che si è invece aggiudicato la sua collega di talent, Noemi, nel 2012. Vero talento o attitudine al televoto? I detrattori dicono che sono i fan, già sostenitori nei diversi talent show, li portino poi conseguentemente alla vittoria sul palco più importante della musica italiana.

I sostenitori invece dicono che sia il talento a premiare. Di certo è molto più probabile la prima ipotesi che la seconda: se nel 2012 infatti Sanremo Giovani è stato vinto da Alessandro Casilli (vincitore di “Io Canto”, Canale 5) e il primo posto se l’è aggiudicato Emma Marrone (vincitrice di “Amici”, Canale 5), quest’anno invece la scena è stata tutta per il fattore X. La trasmissione, trasmigrata ormai su Sky, ha visto infatti ben due ex concorrenti e vincitori piazzarsi ai primi posti del festival: Antonio Maggio, vincitore della categoria giovani di quest’anno, è infatti il vincitore (insieme all’allora gruppo “Aram Quartet”) della prima edizione di X Factor, quella che vide invece la consacrazione di Giusy Ferreri, vincitrice morale della stessa edizione.

Il dubbio tuttavia resta: sono tanti infatti i nomi arrivati sul palco dell’Ariston da una precedente trasmissione televisiva, senza tuttavia portare a casa alcuna statuetta: la stessa Chiara Galiazzo, vincitrice di X Factor di quest’anno, torna a casa a mani vuote, intascando però, un elogio pubblico da parte di Mina, così come Annalisa Scarrone, ex concorrente di “Amici”, nonostante una magistrale interpretazione della sua Scintille, è passata quasi inosservata. Ma anche la stessa Giusy Ferreri, Karima, Maria Pia, antesignana nell’ormai lontano 2003.

Talent o no, televoto o meno, sono ben diversi i concorrenti e i vincitori attuali, dai primi concorrenti un po’ allo sbaraglio che sfornavano i vari Operazione Trionfo e Saranno Famosi: più decisi e con una loro personalità, i ragazzi dei talent hanno saputo ritagliarsi un’ampia fetta di pubblico di ascoltatori della musica italiana. A loro il merito dunque di avercela fatta, e di dimostrare agli scettici di essere stelle e non meteore.

Emma Marrone vince il Festival di Sanremo su di un podio rosa

Emma Marrone Sanremo 2012.jpg

È un Sanremo senza colpi di scena, né sorprese, quello che si è concluso ieri sera, dopo cinque lunghissime e chiacchieratissime serate. In un’edizione che ha visto la musica più che mai in secondo piano, prediligendo invece diatribe religioso-politiche, “farfalline” e moda, a farla da padroni anche quest’anno, sono stati i talent e, come avevano già predetto i bookmakers settimane prima della gara, a vincere è stata Emma Marrone e la sua Non è l’Inferno, brano scritto per l’ex vincitrice di Amici da Kekko Silvestre dei Modà, con il quale l’anno prima si era classificata al secondo posto.

Ma ben tre nomi su tre, del podio sanremese di quest’anno, provengono dai talent, e se Arisa ad X Factor è stata soltanto giudice quest’anno, acquisendo una maggiore popolarità, Noemi invece dell’ex talent di RaiDue è decisamente di casa.

Insomma a Sanremo la musica è cambiata, e l’audience e lo zoccolo duro dei voti è senza dubbio dato ulteriormente dai fan delle nuove stelline emergenti e non, e c’è da scommetterci che la vittoria del Sanremo Social di Alessandro Casillo, protagonista di Io Canto (Canale5), aprirà il varco a tutti i piccoli protagonisti del programma di Gerry Scotti (come ad esempio la vincitrice in carica Benedetta Caretta), ancora troppo giovani per i talent show, ma abbastanza grandi da debuttare tra i giovanissimi della kermesse canora più nota d’Italia.

A vincere il Premio della Critica quest’anno è stato Samuele Bersani con Un pallone, ma a rappresentare l’Italia alla prossima edizione dell’Eurovision Song Contest sarà Nina Zilli e la sua bellissima Per sempre, cui sin dall’inizio andava la nostra preferenza.

Noemi: il video di “Vuoto a perdere” da domani on-line e in 3D

noemi_ok.jpg

L’attesa per i fan di Noemi è quasi finita. Se qualche giorno fa la cantante ha regalato una speciale preview di quaranta secondi sul suo sito ufficiale di Vuoto a perdere, nuovo singolo scritto per lei da Vasco Rossi, da domani invece sul sito web dell’edizione italiana del settimanale Vanity Fair, www.vanityfair.it, sarà possibile vederne il video ufficiale. La clip del brano, che compone la colonna sonora del film Femmine contro Maschi, è stata concepita come un vero e proprio cortometraggio, con una storia che mantiene l’attenzione dello spettatore fino all’ultimo, con tanto di colpo di scena finale, e vede protagoniste due volti del film nelle sale il prossimo 4 Febbraio, Carla Signoris e l’attrice partenopea Serena Autieri. Come la pellicola, anche il video di Noemi è stato diretto dal regista Fausto Brizzi, e sarà visibile on-line in anteprima esclusiva in una speciale versione 3D ed una più tradizionale 2D fino a domenica 30. Sempre da domani Vuoto a perdere sarà anche in rotazione radiofonica, anticipando l’album della cantante che sarà invece pubblicato a marzo.

Noemi ritorna con “Vuoto a perdere”

Noemi.jpg

Rivelazione di X Factor e vincitrice morale della scorsa edizione del Festival di Sanremo, Veronica Scopelliti, in arte Noemi, ritornerà quest’anno con un nuovo ed attesissimo disco di inediti, seguito del fortunato Sulla mia pelle del 2009. E se nel suo album d’esordio la bella rossa vantava un duetto con la grande Fiorella Mannoia, nel brano L’Amore si odia, quest’anno Noemi può vantare addirittura la prestigiosa e rara collaborazione nientedimeno che di Vasco Rossi. Il Blasco nazionale ha infatti scritto per la cantante di Per tutta la vita l’inedito Vuoto a perdere. Il brano è parte integrante della colonna sonora del nuovo film di Fausto Brizzi, “Femmine contro Maschi” e sarà in rotazione radiofonica a partire dal prossimo 28 Gennaio 2011. Atipica la tematica della canzone, che sfata il mito della perfetta forma fisica, descrivendo una fase decisiva nella vita di una donna, quello della maggiore consapevolezza di sé. Guardare dunque avanti con coraggio e rimpiangere ciò che invece non può tornare più. Il pezzo sarà il primo singolo estratto dal nuovo album della cantante, prodotto da Corrado Rustici, che sarà pubblicato in primavera. Per chi desidera ascoltare il brano in anteprima, dovrà collegarsi oggi 24 Gennaio sul sito ufficiale di Noemi, www.noemiofficial.it a partire dalle 14.30 e potrà ascoltarne una preview di 40 secondi insieme ad un videomessaggio della cantante.

Noemi regina del Digital Download

Noemi - Sulla mia pelle (Special Edition).jpgNon avrà vinto il Festival di Sanremo, ma alla fine Noemi ha battuto tutti: il suo brano, Per tutta la vita, presentato all’ultima kermesse canora della città dei fiori, non è passato inosservato, e secondo quanto riporta oggi la classifica ufficiale FIMI il brano è al primo posto tra i più scaricati della rete. Una bella soddisfazione per l’ex concorrente di X Factor, che ha battuto nelle vendite persino lo stesso vincitore della terza edizione del talent di RaiDue, Marco Mengoni, soltanto terzo nella classifica, dietro Malika Ayane con Ricomincio da qui.

Noemi ha da poco pubblicato una special edition del suo album di debutto, Sulla mia pelle, in cui ha inserito, oltre alla canzone sanremese, alcuni brani che erano precedentemente compresi nel suo primo EP, Briciole, sua prima hit di successo, e Vertigini.

 

Questa la tracklist completa del disco:

 

1.         Per tutta la vita

2.         All’infinito        

3.         L’amore si odia (con Fiorella Mannoia) 

4.         Non so amare di più    

5.         Tutto questo scorre     

6.         I sentimenti      

7.         Comunque ti penso     

8.         Petrolio           

9.         L’addio (Il giorno più grande)   

10.       Per colpa tua   

11.       Sulla mia pelle 

12.       Briciole

13.       Vertigini