Britney Spears diventa scrittrice

Britney Spears book.png

Britney Spears ha spesso cambiato pelle, passando da teen idol di successo a cantante più matura e riflessiva, dai grandi successi ai flop, alternando momenti di sovraesposizione mediatica a quelli del buio delle rehab e dei problemi con alcol e droga. Nella sua carriera la cantante di …baby one more time ha pubblicato ben sette album, trasformandosi al contempo in una donna d’affari con il lancio di nove fragranze dal 2004 ad oggi, e tentando con il lancio (fallito) del suo ristorante newyorkese, Nyla. Smessi, provvisoriamente, gli abiti di principessa del pop, Britney Spears potrebbe presto aggiungere al suo curriculum un altro, ennesimo, lavoro: quello di scrittrice. Secondo quanto riporta oggi mtv.com la cantante sarebbe in trattative con la casa editrice HarperCollins per scrivere il suo primo romanzo. Il sito di musica on-line ha chiesto maggiori informazioni ad un portavoce dell’artista, il quale ha confermato dicendo: «Secondo la mia conoscenza c’è una contrattazione in corso ma nulla di confermato».

Non sarebbe proprio la prima volta della Spears nel mondo dell’editoria: negli anni 2000 infatti la cantante aveva partecipato alla co-scrittura del romanzo di sua madre “Britney Spears: Heart to Heart”, cuore a cuore, in cui si parlava di momenti della vita reale di Britney, dagli esordi alla fama.

Secondo le prime indiscrezioni raccolte da The Hollywood Reporter, anche questo nuovo libro potrebbe avere degli elementi di vita vera di Britney, e dovrebbe seguire lo stile della stellina di MTV Lauren Conrad.

Ancora non è dato sapere quando Britney potrebbe iniziare la scrittura di questo lavoro letterario, poiché pare che, per il momento, la Spears è altamente concentrata sul suo lavoro di giudice alla trasmissione FOX, X Factor USA, rivelando a Extra TV che le piacerebbe ritornare per la prossima stagione.

Mika “Celebra” la scoperta de “L’Origine dell’Amore”

Mika.jpg

Il cantautore britannico Mika è pronto per il suo terzo album. Ad annunciarlo è lo stesso artista di origine libanese, attraverso la sua pagina facebook. Il nuovo lavoro del cantante di Grace Kelly s’intitolerà The Origin of Love, L’Origine dell’Amore, e sarà pubblicato in tutto il mondo il prossimo 16 Settembre. L’album sarà anticipato dal singolo Celebrate, postato on-line qualche giorno fa dallo stesso artista, e vede il featuring d’eccezione del cantante statunitense Pharrel Williams: «Il singolo è ciò che ti succede quando a ventidue anni incontri on-line Fryars, con l’extra-planetario Nick Littlemore e Pharrel Williams» ha detto Mika di questa interessante (anche se non troppo orecchiabile) collaborazione: «È stato scritto da me, Pharrell e Fryars e prodotto da Nick: questo genere di collaborazione è possibile solo quando ognuno ci si getta completamente con la voglia di divertirsi senza alcun ego. Questo comportamento collettivo e aperto è al centro di The Origin of Love. È un album con canzoni d’amore pazzesche e sulla tolleranza. È stato registrato a Miami e Londra, ma soprattutto nello studio della camera da letto di Fryars!».

Ma quella con Pharrell Williams non è la sola collaborazione per l’attesissimo seguito di Life in Cartoon Motion. Come scrive lo stesso Mika su facebook ad arricchire il disco ci saranno anche Empire of the Sun, Benny Benassi, William Orbit, Klas Ahlund (Robyn ‘Body Talk) e Greg Wells.

Nuovi pezzi saranno presentati domani al Lovebox di Londra ed altri festival in tutto il mondo.

Osvaldo Supino: la webstar provoca ancora con il singolo “Mannequinz”

osvaldosupino_mannequinz.jpg

Osvaldo Supino ritorna con un nuovo lavoro discografico, e la provocazione ormai è assicurata. Da sempre infatti le copertine dei suoi singoli, e i videoclip che li accompagnano, hanno sempre suscitato molte polemiche e scalpore, facendo sì che la giovane web-star italiana riuscisse a catalizzare l’attenzione dei media, e del popolo della rete in particolare. Il cantante ritornerà domani, 29 maggio, con il singolo Mannequinz, e sin dalla pubblicazione della controversa cover su twitter è stata un’esplosione di post sul web e i social network.

Il pezzo estivo con cui ritorna Supino è stato scritto e prodotto tra Milano e Stoccolma da Christian Rabb, Kristoffer Sjokvist, Frida Molander e Charlie Mason, gli stessi autori di tanti successi di Miley Cyrus, Boa e Sarah Connor ma anche di “Out Of love” (brano che Nina Zilli ha presentato all’Eurovision 2012). Si tratta di un pezzo dal sound internazionale, con influenze elettro dance.

Il singolo è stato prepotentemente scelto dai fan dell’artista, che l’hanno votato sul sito web tra le tracce dell’EP. Mannequinz sarà accompagnato da un tour promozionale che partirà da Palermo il prossimo 9 Giugno, HERE I AM LIVE TOUR 2012, le cui date saranno rese note nei prossimi giorni sul sito ufficiale www.osvaldosupino.com: «Ho voglia di cantare e ballare tutta l’estate fino a stancarmi. Voglio viaggiare di nuovo, incontrare i miei fans e imparare cose nuove – ha detto entusiasta Osvaldo – andare in tour è la parte più eccitante ed emozionante di tutto il processo lavorativo ma anche una grande fortuna. E’ per questo che vivo tutto come se fosse sempre la prima volta e non do mai nulla per scontato».

Come la copertina, curata da Stefano Oliva, che ha ritratto Osvaldo nudo su di uno skateboard, anche il videoclip, in uscita nelle prossime settimane, per la regia di Roberto Chierici, è destinato a suscitare grandi polemiche.

Leona Lewis: a giugno un nuovo singolo ed una collaborazione con Emeli Sande

Leona Lewis.jpg

Dopo il flop del suo secondo album, Echo, lontano anni luce da Spirit, Leona Lewis ha mantenuto un profilo basso. Se si eccettua Collide, brano dance poco riuscito, e un EP composto di cover, pubblicato sulla piattaforma iTunes, la cantante non ha pubblicato in questi mesi, ma per chi l’ha già data per dispersa, etichettandola tra le meteore della musica dovrà ricredersi. L’ex rivelazione di X Factor UK è infatti impegnata con il suo terzo lavoro discografico, che sarà “il migliore di sempre”. A dirlo è la stessa cantante, così come riportava qualche giorno fa il Daily Star. Il disco doveva in realtà vedere la luce già un anno fa: «Forse il terzo album di Leona Lewis potrebbe essere posticipato ancora – scrive James Ingham sulle pagine web del tabloid – ma il nuovo singolo è pronto per la pubblicazione».

Secondo una fonte citata dal giornalista inglese, Leona è eccitatissima all’idea di questo terzo disco, il cui titolo dovrebbe essere Glass Heart: «I ritardi hanno naturalmente generato voci sul fatto che la casa discografica non fosse felice, ma ciò non potrebbe essere più lontano dalla verità – ha detto la fonte – Leona pensa che questo sia il suo miglior album finora, e lei vuole pubblicare il singolo in tempo per la sua performance al Weekend Hackney». Leona infatti pare che si esibirà durante l’importante festival musicale della BBC Radio 1, che quest’anno dovrebbe svolgersi tra il 23 e il 24 Giugno prossimo.

Nel disco potrebbe esserci anche Trouble, brano scritto per Leona dalla talentuosa Emeli Sande, ma pare che il disco, la cui uscita è stata fissata per novembre, potrebbe essere rinviato ancora, nel frattempo però da qualche mese, sul web impazza il demo dell’intensa ballad Love Birds, scritto dall’autore di California Gurls, di Katy Perry e Hold it against me di Britney.

Norah Jones: in primavera il nuovo album della cantante jazz

Norah-Jones-little-broken-hearts.jpeg

Norah Jones ritorna alla musica. La cantante jazz annuncia ai fan l’uscita di Little Broken Hearts, fissata per il prossimo 1 Maggio 2012, su etichetta Blue Note/EMI. Il disco è prodotto da Danger Mouse. Il nuovo progetto discografico dell’artista è composto da dodici tracce, le quali sono state scritte da Mouse e dalla stessa cantante. Per la copertina dell’album, Norah si è ispirata ai poster di vecchie pellicole cinematografiche che erano sulle pareti dello studio di Mouse a Los Angeles.

L’idea di fare un album con Mouse è venuta dopo la collaborazione della Jones all’album di quest’ultimo, ROME.

 

Madonna: il secondo singolo di “M.D.N.A.” è “Girls Gone Wild”

Madonna, M.D.N.A., Girls Gone Wild, singolo, secondo, album, disco, cd, 2012, copertina, foto, musica, pop, news, notizie

Madonna corre ai ripari. Il suo ultimo singolo, Give me all your luvin’, brano che ne ha segnato il ritorno alla musica dopo quattro anni di silenzio, e che anticipa il nuovo lavoro discografico M.D.N.A., proprio non è riuscito a far breccia nel cuore dei fan dell’artista, che l’hanno interpretato come un’insipida canzonetta per teenager. Il pezzo infatti ha debuttato al trentasettesimo posto nella classifica inglese per poi uscirne, secondo le statistiche, la settimana successiva, ed è a mala pena entrato nella top ten americana, mancando così il fatidico primo posto. E così Madonna anticipa l’uscita del suo secondo singolo. Sulla scia di “Luvin’ “, Madge lancia un’altra canzoncina di facile presa, Girls Gone Wild, già chiacchieratissima traccia per la possibile partecipazione di Britney Spears, secondo una retrocopertina del disco della Ciccone trapelata sul web. Ma nessun commento in merito è stato fatto dall’artista, che dalla sua pagina facebook ieri, insieme ad una foto promozionale dell’album ha semplicemente pubblicato: «Il video di “Girls Gone Wild”, secondo singolo di “M.D.N.A.”, si girerà questa settimana, e sarà diretto dai talentuosi Mert e Marcus».

Madonna: svelata la tracklist ufficiale di “M.D.N.A.”

Madonna, M.D.N.A., tracklist, ufficiale, official, cover, copertina, album, disco, cd, 2012, notizie, news

Continuiamo a parlare di Madonna, perché la regina del pop sa bene come catalizzare l’attenzione mediatica su di sé. Dopo aver presentato una preview di un minuto del suo videoclip, Give me all your luvin’, con M.I.A. e Nicki Minaj, Madonna ha svelato ieri, sul suo sito internet, madonna.com, la tracklist ufficiale del suo nuovo album, M.D.N.A., la cui uscita è fissata per il prossimo 26 Marzo 2012.

Sono quindici i brani che vanno a comporre questo lavoro discografico, tra i quali, oltre al già citato pezzo, già in rotazione radiofonica da oggi, ci sarà anche, com’era d’altronde prevedibile, Masterpiece, tema portante del film W.E., in uscita oggi nelle sale cinematografiche statunitensi, di cui Madonna è anche regista, e anche l’ormai chiacchierata B-day song.

Com’è ormai consuetudine del mercato discografico, l’album avrà anche una Deluxe Edition con ben diciotto brani, che già può essere pre-ordinata on-line sul portale iTunes.

Ecco la tracklist:

– Girls Gone Wild

– Gang Bang

– I’m Addicted

– Some Girls

– I Don’t Give A

– Turn Up the Radio

– Give Me All Your Luvin’

– B-day Song

– Superstar

– I’m a Sinner

– Masterpiece

– Falling Free

– Love Spent

– I Fucked Up

– Beautiful Killer

 

Lady Gaga: «Il mio prossimo album sta già fiorendo»

tony-bennett-lady-gaga-e1315233924425.jpg

Finita o quasi la promozione di Born this way, dal quale potrebbe essere estratta ancora qualche hit promettente, Lady Gaga già pensa al suo prossimo lavoro discografico, e dopo la notizia di aver fatto ascoltare un brano ad Elton John per farne un duetto, il solo, pare, di questo nuovo progetto, la cantante di Merry the Night continua a parlarne dalle pagine di MTV News: «Ho iniziato a scriverlo – ha confidato l’artista – e ho già in mente un titolo, e tutti i concetti stanno cominciando a fiorire e prendere forma».

Ascoltando le performance live di Gaga, solo voce e piano, e le versioni acustiche dal vivo di alcuni suoi brani più famosi è facile intuire che probabilmente Miss Germanotta stia meditando di cambiare completamente stile e pelle, e virare verso nuovi orizzonti musicali, sempre in linea con la sua prorompente personalità. La prova, di questo probabile cambiamento, starebbe anche nel felice duetto con Tony Bennett, in cui Gaga sfoggia finalmente le sue vere doti vocali e la sua verve ironica, dimostrando di non essere solo la trasgressiva cantante dance che tutti abbiamo imparato a conoscere e apprezzare.  

Il sito news americano ha inoltre fermato Fernando Garibay, già a lavoro con Gaga per il suo Born this way, il quale ha condiviso la sua visione per il prossimo album della cantante: «Ho un po’ d’ansia a pensarci in questo momento – ha detto il produttore, in merito alla pianificazione del disco – vogliamo provare solo a superare noi stessi, le nostre canzoni». Ha detto il produttore. «Sono canzoni incredibili» ha aggiunto infine il produttore, confermando che il disco è nelle primissime fasi: «c’è ancora tanta strada per crescere».

Morta Amy Winehouse, interprete del disagio del nostro tempo

Amy Winehouse.jpg

Il suo “imminente” album era già stato più volte rinviato. I problemi di tossicodipendenza ed alcolismo, l’hanno portata in un cono d’ombra dal quale di tanto in tanto provava con scarso successo ad uscire. La sua ultima apparizione pubblica a Belgrado, dove si è esibita praticamente ubriaca, tra i fischi dei ventimila presenti, resterà forse una delle tante macchie scure nella sua breve carriera, iniziata solo nel 2003 con l’album Frank. Amy Winehouse è stata trovata morta ieri, 23 luglio 2011, nella sua casa londinese di Camden Square. L’artista britannica aveva solo ventisette anni, forse un cocktail letale di quei farmaci e droghe di cui Amy non riusciva più a fare a meno. Più volte entrata in cliniche per disintossicarsi, la cantante secondo alcuni amici era ormai dipendente dalla bottiglia di vodka, che beveva fino a perdere i sensi, come ha rivelato uno di loro al Daily Telegraph. Dopo una serie di performance erratiche, l’artista britannica aveva annullato tutti i suoi impegni per il mese di giugno, continuando a rinviare l’uscita di quello che sarebbe stato il suo terzo album da studio. La sua ultima incisione ufficiale, resta dunque la cover di Lesley Gore, It’s my party, pubblicata nel novembre del 2010, trasformatasi nella più famosa reinterpretazione del brano. Con due album all’attivo e sette singoli ufficiali, Amy Winehouse resterà per sempre la straordinaria interprete del disagio del nostro tempo.

 

Album studio

 

2003 – Frank

2006 – Back to Black

 

Singoli

 

2003 – Stronger Than Me

2004 – Pumps / Help Yourself

2006 – Rehab

2007 – You Know I’m No Good

2007 – Back to Black

2007 – Tears Dry on Their Own

2007 – Love Is a Losing Game

Cher: «Il mio nuovo album non sarà Believe-ish»

Cher - Burlesque.jpg

Il musical Burlesque non rappresenta solo il debutto cinematografico della cantante Christina Aguilera, ma segna anche il ritorno sul grande schermo di Cher, la cui ultima pellicola da protagonista risale ormai al 1999 con l’italianissimo regista Franco Zeffirelli che la diresse in Un tè con Mussolini. Per il film si dovrà attendere il prossimo dicembre, ma nel frattempo Cher, sessantaquattro anni, svela a Entertainment Weekly che è al lavoro anche su di un nuovo progetto discografico, forte dei brani che canterà durante il film, composti per lei Diane Warren, autrice di successi come I don’t wanna miss a thing degli Aerosmith e Because you loved me di Celine Dion, la quale ha scritto per lei ben due brani del film diretto da Steven Antin.

Ma Cher tiene a precisare che i suoi fan non dovranno aspettarsi la stessa dance music che li fece scatenare sulle piste da ballo nel 1998 con l’album Believe ed il singolo omonimo: «Non sarà Believe-ish – dice la cantante in merito al suo album di prossima uscita – sarà più… non so come dirlo, non posso etichettarlo con un genere. Ci sono strumenti più reali, come chitarre e roba simile».

Ma è ancora presto per parlare di una data di uscita, la cantante infatti, secondo quanto si legge nel sito news non ha ancora iniziato il processo di registrazione: «Ho alcune canzoni che sto imparando – continua Cher nell’articolo del sito web – è come se fossi nella fase in cui un bambino muove i primi passi».