Lady Gaga provoca ancora, carne cruda addosso e intanto esce una biografia shock

orig_C_0_articolo_490278_listatakes_itemTake_0_immaginetake.png

Lady Gaga.jpgEnnesima provocazione di Lady Gaga, che ha posato senza veli per l’edizione giapponese di Vogue uomo, che così titola un articolo a lei dedicato “La nuda verità”, o forse sarebbe il caso di dire “la cruda verità”, sì perché è così questa volta che si è fatta ritrarre la provocatrice Gaga dal controverso fotografo Terry Richardson, con della carne cruda addosso a mo’ di costume a coprire le pudenda. Ma dispetto di questa ennesima provocazione della cantante di Alejandro, oggi Lady Gaga fa notizia per una biografia non autorizzata, scritta da Maureen Callahan, che svelerebbe retroscena inediti della celebre cantante, al secolo Stefani Germanotta, prima di diventare una delle nuove icone della musica contemporanea, rivelando una adolescenza più normale, quasi noiosa, di quanto la stessa Gaga non voglia far credere. «Non si drogava, o se lo faceva lo nascondeva bene. Era troppo concentrata sulla sua musica per potersi distrarre». Il ritratto che viene fuori da Poker face: the rise and rise of Lady Gaga, l’ascesa e l’ascesa di Lady Gaga, in uscita il 14 Ottobre negli Stati Uniti, è quello di una comune adolescente americana, insicura e con problemi di peso, distante anni luce dalla cantante magrissima e sexy, che sfoggia con sicurezza il suo corpo, ma già determinata a sbarcare il lunario. Secondo il libro di Callahan, che sin dalle prime pagine si domanda “Who is Lady Gaga?”, la cantante in realtà sarebbe una ventiquattrenne disturbata, che parla di se stessa in terza persona, volubile e con la paura di rimanere da sola anche un solo minuto. Basata su decine di interviste fatte ad amici, collaboratori ed esperti di musica, la lettura già promette di diventare il nuovo caso editoriale di fine anno.