Justin e Katy nella rete dei pirati a fine anno

Katy Perry and Justin Timberlake.jpg

Anno nuovo, vita nuova. È questo il proposito più diffuso ad ogni Capodanno, ma sarà vero? Ci sono cose che in fondo non cambiano mai, e probabilmente non cambieranno neanche per questo 2011 ormai alle porte. Sono ben due infatti i brani di cui parliamo oggi, trapelati on-line in quest’ultimo scorcio del 2010, a dimostrazione del fatto che per (s)fortuna alcune cose sono sempre uguali. Nelle settimane recenti, Justin Timberlake non ha fatto altro che ripetere di non essere ancora pronto per la registrazione di un nuovo album, essendo troppo preso dalla sua carriera di attore, eppure ieri, 30 Dicembre, un nuovo brano dell’ex Nsync è trapelato in rete. Il pezzo s’intitola Take you down, ed è un brano energico in stile “Michael Jackson”, da sempre idolo dell’ex fidanzatino di Britney Spears.

Ma Justin non è il solo ad essere finito nella rete dei pirati in questa ultima parte di 2010: Katy Perry, regina dell’estate con il singolo California Gurls e delle chart americane (e non solo) con il suo ultimo album Teenage Dream, ha visto anche lei finire in rete l’inedito Part of me, frutto della collaborazione con Dr.Luke e conseguenza, come ha dichiarato la stessa cantante, di una brutta rottura. Secondo alcuni rumors il brano è stato scartato dall’ultimo lavoro discografico dell’artista, ma i fan possono comunque ancora sperare in un suo inserimento in una, ancora non confermata, riedizione in vista delle nomination per i Grammy Awards.

Justin Timberlake: «Canto tutti i giorni sotto la doccia»

Justin_Timberlake.jpgReduce dal successo di The Social Network, film che ripercorre la nascita di facebook, Justin Timberlake, sempre più attore e meno cantante, è ora impegnato sul set di Now, pellicola fantascientifica ambientata in un futuro non troppo lontano dove l’umanità è riuscita a fermare il processo di invecchiamento, ma l’ex Nsync non ha appeso il microfono al chiodo, e rassicura i suoi fan che riprenderà un giorno la sua carriera musicale, messa momentaneamente da parte solo perché non avrebbe potuto destreggiarsi in due attività parallele allo stesso tempo.

Justin è stato acclamato dalla critica per il suo ruolo del fondatore di Napster, Sean Parker, in The Social Network, ma Timberlake tiene a precisare che non ha finito con la musica e vuole registrare un nuovo album in futuro: «Sono un uomo – ha recentemente detto durante il talk americano di Ellen DeGeneres – e non ho la capacità di fare due cose allo stesso tempo, ma canto tutti i giorni… in macchina, sotto la doccia».

Justin Timberlake parla di “The Social Network”

the-social-network-justin-timberlake-jesse-eisenberg.jpg

Ha fatto il suo debutto nelle sale americane questa settimana, ma per vederlo in Italia bisognerà aspettare fino all’11 Novembre prima che The Social Network, film biografico sulla vita del giovanissimo Mark Zuckenberg, creatore e fondatore di una delle maggiori rivoluzioni del web degli ultimi anni, facebook. A interpretare l’imprenditore informatico l’attore Jesse Eisenberg, mentre nei panni dell’amico Sean Parker il cantante Justin Timberlake, passato da qualche anno dalla musica al cinema. Occhiali neri da secchione e giacca scura in stile New York, Justin ha parlato alle telecamere di mtv.com di questa nuova esperienza attoriale: «C’è stata una proiezione a Los Angeles e i miei amici sono stati molto contenti di vedere un film in cui c’ero io – ha detto Timberlake ad MTV News – così ho prenotato alcuni biglietti per la proiezione ed ho preso tutti loro, eravamo in otto».

Nel film Timberlake interpreta il fondatore di Napster, primo sito di filesharing gratuito. La pellicola è basata sul libro di Ben Mezrich The Accidental Billionaires (Miliardari per caso, edito anche in Italia da Sperling & Kupfer).

Nell’intervista Timberlake continua a parlare dell’entusiasmo dei suoi amici per il film, alla fine la pop-star ha concluso dicendo che ognuno aveva una propria opinione a riguardo, schierandosi ognuno con un personaggi diverso del film: «Ed ho pensato “Wow” – continua l’ex Nsync – questo è ciò che farà la gente quando vedrà il film».

Justin Timberlake, ringiovanito per il film The Social Network

60273_429600142097_5718732097_5264410_637663_n.jpg

justin-timberlake-1-300x400.jpgDa tempo più uomo di spettacolo che di musica (il suo ultimo album risale ormai al 2005), Justin Timberlake, nuovo volto maschile per la campagna Givenchy donna, accanto alla bell’attrice di New Moon, Noot Seear, sarà protagonista a fine anno del film The Social Network, pellicola che ripercorrerà le vicende che hanno portato all’invenzione di quello che è il più celebre servizio di social networking al mondo, facebook. A vestire i panni dell’ormai celebre Mark Zuckerberg, ideatore e inventore di facebook, ci sarà Jesse Eisenberg, già visto in film come Il Club degli Imperatori e The Village, Justin invece sarà Sean Parker, co-fondatore del celebre programma Napster, primo servizio di file-sharing gratuito, da qualche anno convertito in negozio virtuale di musica on-line, e ex presidente della facebook, Inc.

Timberlake ha pubblicato da qualche ora sul suo profilo ufficiale, manco a dirlo, facebook, i primi scatti tratti dal film, in uscita nelle sale americane ad ottobre, e l’11 Novembre (dati IMDb) in Italia.

Come la sua storica ex fidanzata, Britney Spears, dalle prime immagini pubblicate on-line sembra che anche Justin Timberlake sia ringiovanito di almeno dieci anni: sbarbato e nuovamente riccio, Justin sembra ritornato nuovamente ai tempi di quando cantava con il gruppo Nsync. Secondo quanto traspare da questi primi scatti il suo Parker, a prima vista, sembra sarà spavaldo e riflessivo, ma per vederlo in questa terza prova d’attore.

40967_429600177097_5718732097_5264412_5318461_n.jpg

Justin Timberlake in coppia con Sheryl Crow

justin_timberlake.jpg

Sta mantenendo un basso profilo Justin Timberlake da quando si sta dedicando alla sua promettente carriera di attore e discografico più che cantante. L’interprete di Cry me a river ha infatti recentemente fondato una propria etichetta discografica, la Tennman Records, ed ha già messo sotto contratto la talentuosa Esmée Denters ed un nuovo gruppo emergente scovato on-line, ma Justin non ha dimenticato il suo primo amore, la musica, e durante questa lunga “pausa”, pur non avendo prodotto un proprio lavoro discografico da oltre quattro anni, ha continuato a collaborare con svariati artisti dall’amico di sempre, di cui proprio la sua pupilla Esmée, al punto da spingere i fan a pubblicare un album apocrifo. L’ultima collaborazione, in ordine cronologico, è quella con la bella Sheryl Crow, con la quale l’ex Nsync ha inciso la cover di Terence Trent, Sign your name, pezzo del 1988. Il duetto è contenuto nell’ultimo album della Crow, 100 Miles from Memphis, pubblicato ieri. People.com ha pubblicato uno speciale dietro le quinte della registrazione del duetto tra le due star.

Jason Derulo: cover o plagio? Il cantante copia Lady Gaga e Justin Timberlake

Jason_Derulo.jpg

Justin.jpg

Probabilmente il suo nome non vi dirà ancora niente, tuttavia la sua faccia è già da qualche tempo nelle rotazioni musicali televisive italiane. Nonostante il suo brano non abbia ancora raggiunto posizioni di rilievo in classifica tricolore, Jason Derulo alla fine dell’estate potrebbe riservare qualche sorpresa. Il suo brano, In my head, è stato quasi ignorato dalla rete, nonostante ricordi il ben più noto brano Just Dance di Lady Gaga, l’artista più imitata del recente panorama musicale. Cover o plagio? Il pezzo da dance è qui riproposto in chiave pop, e le parole, a cominciare dal ritornello, non sono proprio le stesse. Tutto dunque lascia supporre ad una volgare quanto banale copia di un successo altrui, ma siccome tutto tace e la nuova signora della musica non proferisce parola in merito, c’è da pensare che tutto sia lecito. Ma il brano non è la sola cosa che Derulo ha copiato, anche il videoclip che accompagna la canzone, non sembra proprio farina del suo sacco: un mini-market notturno, un paio d’auto parcheggiate, una bella ragazza come protagonista e un paio di gang di contorno. Vi dice niente? Ma certo, questa era la stessa scena del video del singolo di debutto come solista di Justin Timberlake, like i love you (nella foto un frame del video), del 2002. Citando una frase che Julia Roberts ha pronunciato in Erin Brockovich, per il momento possiamo solo dire Jason “è tutto quello che hai:due piedi sbagliati in un paio di scarpe di merda!”. Riuscirà a farci cambiare idea?

Justin Timberlake, su facebook. Vi piace?

Justin Timberlake facebook.jpg

Avete amato Justin Timberlake nel thriller Alpha Dog? Pensate che l’ex Nsync abbia più talento come attore piuttosto che come cantante? Beh… questo forse è un po’ difficile, ma non temete, Mr. Timberlake non ha alcuna intenzione di abbandonare il mondo del cinema, e così dopo una pellicola con la sexy Sharon Stone, un doppiaggio per la trilogia Shrek e la commedia The Love Guru, Justin ritorna sul grande schermo nel film The Social Network. Come si intuisce dal titolo, il cantante indagherà il mondo di internet, ed in particolare quello della rete sociale facebook, interpretando Sean Parker, inventore di Napster, primo software di file sharing gratuito che scatenò le ire delle major discografiche, e co-fondatore, insieme a Mark Zuckerberg del social network più famoso al mondo, facebook. Ed è proprio sui due inventori del noto sito web, e del loro rapporto di odio-amore, che si baserà la storia del film, in uscita nelle sale americane alla fine del 2010.

Justin Timberlake duetta con la sua pupilla Esmée Denters

esmee denters.jpg

Sono già quattro anni che Justin Timberlake non pubblica un disco di inediti dall’ultimo album, Future Sex/Love sounds ormai del 2006, eppure Justin non si è fermato un solo istante, collezionando prestigiose collaborazioni, l’ultima con Madonna (4 Minutes) e occupando ancora i posti alti delle classifiche mondiali. Da quando poi il cantante ha fondato una etichetta discografica propria, pare molto impegnato nella ricerca di nuove leve musicali da mettere sotto contratto. Prima ad avere avuto l’onore e l’onere di rappresentare la Tennman Records, questo il nome dell’etichetta del cantante, è stata la giovanissima Esmée Denters, ventenne olandese che ha trovato il successo tramite YouTube e che Justin non solo ha voluto immediatamente nella sua nuova, e ancor vacante, scuderia, ma ha anche fortemente desiderato duettarci insieme per il singolo di lancio: il risultato è il duetto Love Dealer, terzo singolo etratto dall’album di debutto della Denters intitolato Outta here.

Il disco è stato pubblicato tra lo scorso maggio e giugno in Europa, raggiungendo ottimi risultati nel Regno Unito, entrando nella top  ten, e in Nuova Zelanda, lanciato dal singolo omonimo del disco e da Admit it. Il disco vede nelle vesti di co-autrice la stessa Denters, mentre Timberlake ne è stato il produttore esecutivo oltre che autore di alcuni brani. L’album è davvero molto orecchiabile, la timbrica della Denters è sicuramente piacevole, ma nonostante tutto l’album è passato del tutto inosservato qui in Italia. Ecco un video per rimediare e scoprire cosa ci siamo persi:

Esmée Denters: dalla rete a Justin Timberlake

Esmée Denters.jpg

La celebrità ai tempi di internet. Ne avevamo già parlato qualche tempo fa in occasione della presentazione di Charice Pempengco, cantante di origine filippina diventata famosa attraverso una serie di video caricati in rete da un fan, e ritorniamo sull’argomento oggi per parlare di Esmée Denters, diventata in poco tempo un fenomeno musicale di YouTube. Insomma sempre più spesso il popolo della rete crea i propri cult, facendo della rete una vera e propria piattaforma alternativa per proporsi e farsi conoscere: è il caso di Tila Tequila, Justin Bieber e molti altri, che nella “second life” della rete trovano la fama, e nella vita vera firmano contratti e diventano delle star a tutto campo.

La Denters, ventenne olandese, cameriera in un negozio di Pancake, aveva un sogno ed una webcam, e dopo aver registrato e caricato on-line una serie di cover, diventate subito un vero fenomeno del web, ha trovato la celebrità con oltre un miliardo di visualizzazioni, ed il suo talento è stato premiato firmando addirittura un contratto con la casa discografica di Justin Timberlake, la Tennman Records, che crede fortemente in lei:  «Non avrei mai nemmeno saputo dell’esistenza di Emsée se non fosse andata su internet e avesse preso questa iniziativa – ha detto Justin Timberlake a ET – è una persona di straordinario talento e ha la testa sulle spalle. È molto umile».

La Denters è la prima artista ad aver firmato con l’etichetta di Justin Timberlake, che si propone di scoprire e produrre nuovi giovani talenti. Tra qualche giorno, il 28 Aprile, il suo primo video, Love Dealer, che la cantante ha realizzato proprio insieme a Timberlake, debutterà sul canale musicale on-line su VEVO: «Ho cantato le cover delle mie canzoni preferite nella mia camera da letto, andavo a vedere i suoi concerti e adesso lo incontro, sono cresciuta guardando i suoi video e volevo essere come lui – dice Esmée di Justin – è un onore incontrarlo, e averlo come produttore delle mie canzoni e scrivere con me mi fa sentire come una vera artista». Nell’attesa di vedere la cantante nel video con Justin eccone una clip dal vivo per MTV.

Justin Timberlake di nuovo con Cameron Diaz, e in rete spunta anche un nuovo album

Justin Timberland and Cameron Diaz.jpg

Justin Timberlake e Cameron Diaz di nuovo insieme: gli amanti del gossip andrebbero a nozze per un titolone del genere su di un magazine di cronaca rosa, ma in realtà si tratta soltanto di finzione. Sembra infatti che l’ex Nsync dovrà recitare insieme alla bella Cameron, con la quale, qualche anno fa, formava una delle coppie più bollenti di Hollywood. I due sono infatti già al lavoro sul set del film Bad Teacher, una commedia la cui storia ruoterebbe intorno ad un insegnante sboccato di un liceo americano che inizia a corteggiare una sua collega. Nella pellicola, la cui uscita è prevista negli States nel 2012, pare che Justin e Cameron abbiano anche qualche scena di sesso, la quale però non preoccupa minimamente i due: «Si sono lasciati da anni – dice una fonte al sito britannico digitalspy.co.uk – ma sono rimasti amici, e la loro amicizia è migliorata e cresciuta nel tempo».

Anche a Cameron Diaz, che aveva già lavorato con Justin doppiando il lungometraggio d’animazione Shrek Terzo, l’idea di lavorare con il suo ex non la preoccupa minimamente al contrario: «Cameron ha amato Justin – prosegue la fonte – ed insieme hanno sempre cercato di elaborare nuovi progetti al di là di “Shrek”, e lei è molto felice che sia venuto fuori “Bad Teacher”».

Nel cast anche Segel, volto noto in Italia per il ruolo di Mashall Eriksen nella serie E alla fine arriva mamma!.

Nel frattempo, in rete, per la gioia dei fan del cantante, è spuntato un nuovo album fanmade, intitolato Suite 806, che riassume le recenti collaborazioni e incisioni che Timberlake non ha né incluso né pubblicato in un proprio progetto discografico. La tracklist include la cover di Leonard Cohen, Hallelujah, cantata in occasione dell’evento benefico Hope for Haiti, Carry Out collaborazione con il rapper Timbaland e Love Sex Magic con Ciara. Questa la tracklist completa:

 

01. CARRY OUT

02. LOVE DEALER

03. WINNER

04. LOVE SEX MAGIC

05. CANT BELIVE IT

06. TAKE ME ALIVE

07. HOLE IN MY HEAD

08. ACROSS THE SKY

09. BETTER NOT TOGETHER

10. CASANOVA

11. CRAZY GIRL

12. BIGGER THAN THE WORLD

13. IF I

14. FOLLOW MY LEAD

15. LOVE SEX MAGIC part 2

16. HALLELUJAH