Gianna Nannini: “Dio è donna”. La cantante scrive una lettera a sua figlia Penelope

46_COVER.jpg

Una gravidanza non convenzionale quella di Gianna Nannini, che ha deciso di diventare mamma all’età di cinquantaquattro anni, sorprendendo e facendo dibattere l’Italia e i suoi fan sul delicato tema della maternità in età avanzata. Spiata in questi mesi dai magazine di gossip, che l’hanno sorpresa da sola per negozi londinesi a fare acquisti per il nascituro, la Nannini ha deciso adesso di parlare del suo bambino, anzi della sua bambina, dalle pagine di Vanity Fair, in edicola mercoledì 17 novembre, posando ieratica sulla copertina dell’edizione italiana del magazine. Lo fa a modo suo Gianna che, pur non scegliendo nudi provocatori, così in voga tra le star, fa discutere ugualmente e, fedele a se stessa, indossa grandi anfibi, jeans sdruciti, ed una grande t-shirt grigia su cui si legge “God is a Woman”, “Dio è una Donna”, in uno scatto del fotografo Jean-Baptiste Mondino: «Dio è donna. Lo capirai presto e lo capiremo insieme» scrive la cantante sulle pagine del settimanale, in una accorata lettera a sua figlia: «Ti chiamerò Penelope perché mi hai aspettato tanto prima di nascere. Hai aspettato che fossi pronta. Per tre volte non lo sono stata, ma oggi lo sono. Tu, il più grande amore della mia vita, arrivi dopo il dolore profondo e lo shock. Ma ci ho creduto pienamente, e ho sentito la forza per riuscirci, e ti ho desiderata così tanto che oggi, mentre ti scrivo, ti ho dentro di me».