Madonna: «Io adoro Lady Gaga. Presto saremo sul palco insieme»

madonna and lady gaga.jpg

Pace fatta tra Madonna e Lady Gaga? È ancora presto per dirlo, ma di certo Miss Ciccone, che nei mesi passati tanto aveva fatto per attaccare la neo-regina del pop, adesso sembra far marcia indietro e, incassata la sconfitta per il suo album MDNA ed il tour, la cantante di Girl gone wild sembra che adesso voglia addirittura duettare con Miss Germanotta: «Volete sapere una cosa? La adoro» ha detto Madge alla folla presente al concerto di sabato ad Atlantic City, dedicando alla collega-connazionale oriunda italiana il brano Masterpiece, lo stesso che aveva dedicato tempo prima ad Elton John: «Lo perdono» aveva detto Madonna al cantante che in una precedente intervista l’aveva definita una “spogliarellista da luna park”. Ma subito dopo rilancia: «L’imitazione è la più alta forma di lusinga». Un riferimento, questo, ai tanti look di Gaga ispirati a lei e a quel brano, Born this way, che proprio non le era piaciuto: troppo simile alla sua Express Yourself del 1989: «Credo che sia un meraviglioso modo di riproporre la mia canzone – aveva commentato Madonna – voglio dire, ho riconosciuti i cambi di accordi. Ho pensato che fosse… interessante».

Ma le vendite dei suoi album non decollano, nessuno dei tre singoli finora pubblicati, raggiunge la vetta della classifica US, e i toni per Madonna sembrano cambiare adesso: «Un giorno, molto presto, saremo sul palco insieme – ha gridato Madonna ai suoi fan – dovete solo aspettare. Pensate stia scherzando? Mi piace Lady Gaga».

Dal canto suo invece, paga degli oltre (anche se un po’ deludenti) cinque milioni di copie vendute dell’album Born this way, e di quasi due del singolo omonimo, Lady Gaga non ha mai risposto fuoco col fuoco, e in risposta agli schizzi di veleno della Ciccone sulle velate accuse di plagio aveva così risposto: «È assolutamente ridicolo anche farmi una domanda a riguardo… se metti le canzoni l’una accanto all’altra, fianco a fianco, le somiglianze riguardano solo la progressione degli accordi. È la stessa cosa che succedeva con la disco music degli ultimi cinquant’anni. Solo perché sono la prima fot*******a artista ad aver pensato di nella top 40 radio, non significa che io sia un plagiario, ma che sono fot***mente intelligente. Scusatemi».

Adesso Madonna perdona e dimentica: d’altronde come si dice? Se non puoi batterli, unisciti a loro.

 

Madonna: «Britney Spears è meglio di Lady Gaga»

Madonna, Britney Spears, Lady Gaga, vs, Born this way, Give me all your luvin’, M.D.N.A., contro, Guerra, The Advocate

Continua la crociata personale di Madonna contro Lady Gaga. Se negli ultimi anni Miss Germanotta ha beneficiato di un trono (apparentemente) vacante e di due eredi, Britney Spears e Christina Aguilera, non proprio al massimo della loro forma (fisica e musicale), diventando di fatto il vero nuovo mito per la generazione contemporanea, ispirando milioni di ragazzini e non nel mondo, adesso le cose sono un tantino cambiate: la regina del pop, Madonna, è ritornata per reclamare il suo legittimo posto. Reduce da quattro anni lontana dalle scene musicali, per dedicarsi alla settima arte, con la regia del film W.E., Madge ha interrotto il silenzio, quello musicale, ed è ritornata con il (non molto convincente) brano Give me all your luvin’ (che anticipa l’album M.D.N.A.), che vede il featuring di Nicki Minaj e M.I.A., proposto ai fan con una massiccia promozione: un leak sospetto, un’anteprima del video in uno dei programmi più visti degli Stati Uniti, American Idol (in cui appare come una novella “Desperate Housewives”), ed un’altra durante l’intervallo in quello che è considerato, con i suoi cento milioni di telespettatori, l’evento dell’anno, il SuperBowl.

Dopo la frecciatina di qualche settimana fa al brano “Born this way” di Gaga, che, secondo Madonna, sarebbe stato un omaggio alla sua Express Yourself, asserendo implicitamente che si tratti di un plagio, intervistata da un altro prestigioso magazine, The Advocate, la cantante, in merito all’entusiasmo dei giovani gay per la Germanotta, ha detto: «Sembra genuino, sembra naturale ed io posso capire perché lei ha tanto seguito tra i gay. Posso capire che si connettono al suo essere non convenzionale. Sì, voglio dire, non è Britney Spears. Lei non è costruita come il mattone di una casa».