Grammy Awards 2011: i primi nomi dei performer live

katy_perry_640_104655000.jpg

Manca esattamente un mese alla cerimonia di premiazione dei prossimi Grammy Awards, prestigiosi premi musicali, da molti considerati come i veri e propri Oscar della musica internazionale, e già si susseguono le voci su chi potrebbero essere i prossimi performer della serata in onda in diretta nazionale sul network televisivo americano CBS il prossimo 13 Febbraio. E per un nome che va, tanti invece gli artisti che vengono: se è stata infatti smentita una performance live di Britney Spears, reduce dal successo di Hold it against me, nuovo singolo che anticipa il settimo album della cantante subito schizzato al primo posto di iTunes, i telespettatori saranno invece contenti di sapere che tra le esibizioni dal vivo della serata ci sarà Lady Gaga. Miss Germanotta ha commentato con un secco “Sì” sulla sua pagina ufficiale ai tanti fan che le chiedevano se la voce era vera. La cantante di Poker face arriverebbe sul palco dei grammofoni d’oro giusto in tempo per presentare Born this way, singolo in uscita a metà febbraio che anticipa l’album omonimo che sarà pubblicato a maggio.

Ma tra le esibizioni della serata potrebbe esserci un’altra regina delle chart, Katy Perry, ancora in vetta alle classifiche con il terzo singolo estratto dal suo secondo album Teenage Dream, Fireworks. Ma non solo regine per la 53esima edizione dei premi americani, anche Eminem reduce dal successo del suo ultimo album Recovery, tra i best seller del 2010, e del singolo-tormentone con Rihanna, love the way you lie, potrebbe aggiungersi alla lista di celebrity che allieteranno telespettatori e gente in sala con la loro esibizione, e d’altronde uno dei veri mattatori della serata potrebbe essere proprio lui con le sue dieci nomination, ma questa è un’altra storia.

I Grammy Awards 2011 tra Eminem e Katy Perry

eminem11.jpgSvelate le nomination dei prossimi Grammy Awards 2011, gli Oscar della musica che si disputeranno a Los Angeles il prossimo febbraio. È Katy Perry la rivelazione della prossima edizione dei prestigiosi premi americani che con il suo perfetto Teenage Dream potrebbe trasformare in premi le sue quattro nomination tra cui quella di miglior collaborazione vocale con Snoop Dogg per il tormentone estivo California Gurls. Ma la vera sorpresa è Eminem. Il rapper bianco di Detroit ritornato in auge con il suo Recovery domina letteralmente la scena con le sue dieci nomination tra cui quella di miglior album dell’anno e registrazione dell’anno per la bellissima ballad Love the way you lie con Rihanna. Dal canto suo anche la bella cantante delle Barbados ha già messo da parte una nomination come miglior registrazione dance per il suo nuovo singolo Only girl (in the world), che lo scorso settembre ha anticipato l’uscita di LOUD, che ne ha visto il ritorno alla musica dance. E non poteva mancare di certo lei, Lady Gaga, grande rivelazione del 2009, diventata in pochissimo tempo una vera icona della musica e della moda nominata per il suo The Fame Monster come album dell’anno, miglior collaborazione vocale per Telephone in coppia con Beyoncé e miglior registrazione dance per Dance in the Dark.

Questo invece l’elenco completo delle nomination:

 

Album dell’Anno

» Arcade Fire – The Suburbs

» Eminem – Recovery

» Lady Antebellum – Need You Now

» Lady Gaga – The Fame Monster

» Katy Perry – Teenage Dream

 

Registrazione dell’Anno

» B.o.B (featuring Bruno Mars) – “Nothin’ on You”

» Eminem (featuring Rihanna) – “Love the Way You Lie”

» Cee Lo Green – “F— You”

» Jay-Z and Alicia Keys – “Empire State of Mind”

» Lady Antebellum – “Need You Now”

 

Miglior artista emergente

» Justin Bieber

» Drake

» Florence & the Machine

» Mumford & Sons

» Esperanza Spalding

 

Canzone dell’Anno

» Ray LaMontagne – “Beg Steal or Borrow”

» Cee Lo Green – “F— You”

» Miranda Lambert – “The House That Built Me”

» Eminem (featuring Rihanna) – “Love the Way You Lie”

» Lady Antebellum – “Need You Now”

 

Miglior Performance Pop (duo o gruppi vocali)

» “Glee” cast – “Don’t Stop Believin’ (Regionals Version)”

» Maroon 5 – “Misery

» Paramore – “The Only Exception”

» Sade – “Babyfather”

» Train – “Hey, Soul Sister (Live)”

 

Miglior collaborazione vocale pop

» B.o.B, Eminem and Hayley Williams – “Airplanes II”

» Herbie Hancock, Pink, India.Arie, Seal, Konono No. 1, Jeff Beck and Oumou Sangare – “Imagine”

» Elton John & Leon Russell – “If It Wasn’t For Bad”

» Lady Gaga and Beyoncé – “Telephone”

» Katy Perry and Snoop Dogg – “California Gurls”

 

Miglior registrazione dance

» Goldfrapp – “Rocket”

» La Roux – “In For The Kill”

» Lady Gaga – “Dance in the Dark”

» Rihanna – “Only Girl (In the World)”

» Robyn – “Dancing on My Own”

 

Miglior performance rock (duo o gruppi vocali)

» Arcade Fire – “Ready to Start”

» Jeff Beck and Joss Stone – “I Put a Spell on You”

» The Black Keys – “Tighten Up”

» Kings of Leon – “Radioactive”

» Muse – “Resistance”

 

Miglior performance hard rock

» Alice in Chains – “A Looking in View”

» Ozzy Osbourne – “Let Me Hear You Scream”

» Soundgarden – “Black Rain”

» Stone Temple Pilots – “Between the Lines”

» Them Crooked Vultures – “New Fang”

 

Miglior canzone rock

» Neil Young – “Angry World”

» Mumford & Sons – “Little Lion Man”

» Kings of Leon – “Radioactive”

» Muse – “Resistance”

» The Black Keys – “Tighten Up”

 

Miglior album di musica alternativa

» Arcade Fire – The Suburbs

» Band of Horses – Infinite Arms

» The Black Keys – Brothers

» Broken Bells – Broken Bells

» Vampire Weekend – Contra

 

Miglior Performance R&B (duo o gruppo vocale)

» Chris Brown and Tank – “Take My Time”

» Chuck Brown, Jill Scott and Marcus Miller – “Love”

» Ronald Isley and Aretha Franklin – “You’ve Got a Friend”

» John Legend and the Roots – “Shine”

» Sade – “Soldier of Love”

 

Miglior album R&B contemporaneo

» Chris Brown – Graffiti

» R. Kelly – Untitled

» Ryan Leslie – Transition

» Janelle Monáe – The ArchAndroid

» Usher – Raymond v. Raymond

 

Migliore collaborazione Rap

» B.o.B (featuring Bruno Mars) – “Nothin’ on You”

» Chris Brown, Tyga and Kevin McCall – “Deuces”

» Eminem and Rihanna – “Love the Way You Lie”

» Jay-Z and Alicia Keys – “Empire State of Mind”

» John Legend, the Roots, Melanie Fiona and Common – “Wake Up! Everybody”

 

Miglior canzone Rap

» Jay-Z and Alicia Keys – “Empire State of Mind”

» Eminem and Rihanna – “Love the Way You Lie”

» Eminem – “Not Afraid”

» B.o.B (featuring Bruno Mars) – “Nothin’ on You”

» Jay-Z and Swizz Beatz – “On to the Next One”

 

Miglior album Rap

» B.o.B – The Adventures of Bobby Ray

» Drake – Thank Me Later

» Eminem – Recovery

» Jay-Z – The Blueprint 3

» The Roots – How I Got Over

 

Migliore collaborazione vocale country

» Dierks Bentley, Miranda Lambert and Jamey Johnson – “Bad Angel”

» Dierks Bentley, Del McCoury and the Punch Brothers – “Pride (In the Name of Love)”

» Zac Brown Band and Alan Jackson – “As She’s Walking Away”

» Blake Shelton and Trace Adkins – “Hillbilly Bone”

» Marty Stuart and Connie Smith – “I Run to You”

 

Migliore canzone country

» George Strait – “The Breath You Take”

» Zac Brown Band – “Free”

» Miranda Lambert – “The House That Built Me”

» Gretchen Wilson – “I’d Love To Be Your Last”

» The Band Perry – “If I Die Young”

» Lady Antebellum – “Need You Now”

 

Miglior album country

» Dierks Bentley – Up on the Ridge

» Zac Brown Band – You Get What You Give

» Jamey Johnson – The Guitar Song

» Lady Antebellum – Need You Now

» Miranda Lambert – Revolution

 

Miglior Album Americana

» Rosanne Cash – The List

» Los Lobos – Tin Can Trust

» Willie Nelson – Country Music

» Robert Plant – Band of Joy

» Mavis Staples – You Are Not Alone

 

Miglior album blues tradizionale

» James Cotton – Giant

» Cyndi Lauper – Memphis Blues

» Charlie Musselwhite – The Well

» Pinetop Perkins and Willie “Big Eyes” Smith – Joined at the Hip

» Jimmie Vaughan – Plays Blues, Ballads & Favorites

Lady Gaga featuring Britney Spears

Lady Gaga Britney Spears.jpg

La sua carriera è appena agli esordi, ma in circa un anno e mezzo Lady Gaga, la nuova signora della dance, ha già collezionato prestigiose collaborazioni duettando con Beyoncé, Pet Shop Boys e Elton John. Ma un altro nome potrebbe aggiungersi alla ricca lista di artisti con cui Miss Germanotta potrebbe collaborare, quello della principessa del pop Britney Spears. Galeotti pare siano stati i Grammy Awards: durante il backstage il padre di Lady Gaga avrebbe infatti parlato con Britney asserendo che sua figlia è da sempre sua grande fan. A rivelarlo il tabloid britannico The Sun, che riporta le parole di una fonte vicina non specificata che avrebbe detto: «Lady Gaga non ha mai fatto mistero di essere una fan di Britney, ha anche ammesso di avere dei poster della Spears sulle pareti della sua cameretta ed è per lei una grande fonte di ispirazione quando ha iniziato a scrivere i testi delle sue canzoni».

La fonte rivela inoltre che il padre avrebbe poi presentato Lady Gaga alla Spears e che alla fine della conversazione si sarebbero scambiati i numeri, d’accordo per incontrarsi in studio e lavorare ad un progetto comune appena Lady Gaga finirà il suo Fame Monster tour.

Beyoncé regina dei Grammy 2010

Beyoncé Grammy 2010.jpg

Non avrà vinto la nomination come miglior album dell’anno, andata per un soffio alla promettente Taylor Swift (vincitrice anch’essa di quattro premi), ma Beyoncé è stata ugualmente la vera regina della serata, trasformando in grammofoni d’oro ben sei nomination: la sua Single Ladies, cui rende omaggio anche il film d’animazione Alvin 2 in questi giorni nelle nostre sale, ha conquistato la statuetta come miglior brano R&B, miglior performance vocale R&B e canzone dell’anno, mentre l’intensa Halo, la straordinaria ballad del suo ultimo album, presentata recentemente anche al concerto benefico Hope for Haiti, è stata eletta miglior performance pop femminile. Infine il suo album, I’m… Sasha Fierce è diventato il miglior album R&B dell’anno. Ma Beyoncé vince anche per un’incisione fatta per la colonna sonora del film Cadillac Records, di cui è anche interprete: si tratta della cover At last, di Etta James, che ha vinto il premio di miglior performance vocale R&B tradizionale. Premi che rendono onore al merito di aver confezionato un album straordinario, che unisce le due anime dell’artista, quella pop, più propriamente dance, e quella romantica, con intense ballad. Beyoncé è l’unica artista ad aver ricevuto in una sola note sei premi, record che rende giustizia al suo talento.  

Come già annunciato, la cinquantaduesima edizione dei Grammy Awards è contesa e vinta dalle voci femminili della musica mondiale, anche Lady Gaga ha di che consolarsi: Poker face, vero tormentone estivo anche in Italia è stato il miglior brano dance, così come The Fame, eletto miglior album dance dell’anno.

Grammy Awards: due straordinarie cover in ricordo di Michael e Haiti

52 Grammy Awards.jpg

Andrea Bocelli.jpgSi avvicina uno dei tradizionali ed immancabili appuntamenti per gli amanti della musica, la notte del prossimo 31 Gennaio infatti i riflettori saranno tutti per i Grammy Awards, Oscar della musica, che mai come quest’anno si prennunciano più attesi che mai, per le nomination che mai come quest’anno si sono tinte di rosa. E mentre la stampa americana si scatena in pronostici e bilanci, noi invece ci soffermiamo sul talento italiano per antonomasia, Andrea Bocelli, che sarà tra i performer live della serata. Il tenore toscano infatti canterà Bridge over troubled water, brano della coppia Simon & Garfunkel. Ma Bocelli non sarà solo sul palco, a duettare con lui, in quella che si preannuncia una performance davvero unica, ci sarà la straordinaria voce di Mary J Blige, che in questi giorni è nelle rotazioni radiofoniche anche italiane con la sua intensa Stronger.

Il duetto sarà messo in vendita già dal giorno successivo sulla piattaforma iTunes, ed il ricavato andrà in beneficenza ad Haiti, devoluto alla Croce Rossa impegnata a fronteggiare l’emergenza terremoto nell’isola dell’america centrale.

Ma i Grammy ricorderanno anche Michael Jackson, scomparso solo lo scorso anno, celebrando la sua musica, ma anche il suo impegno nel sociale: molti degli artisti che prenderanno parte alla cerimonia di premiazione dei grammofoni d’oro infatti, registreranno la celeberrima cover di Jackson, We are the world. Anche questa performance, come quella di Boccelli-Blige, sarà messa in vendita on-line.

L’esperimento di mettere in vendita sulle piattaforme digitali performance uniche, e versioni inedite di grandi classici o hit del momento, sia pienamente riuscito: la compilation Hope for Haiti, registrata da Rihanna, Christina Aguilera, Beyoncé, Justin Timberlake e molti altri, è diventato infatti il primo disco digitale ad aver scalato la prestigiosa classifica americana Billboard 200, segnando un vero e proprio record di vendite on-line.

Grammy: Britney against Madonna, la guerra delle regine senza consorti

Britney Spears Madonna.jpg

La cinquantaduesima edizione dei prestigiosi Grammy Awards, Oscar della musica internazionale, si preannuncia come una vera e propria battaglia tra regine: a contendersi i premi più importanti infatti ci sono le artiste femminili che hanno anche dominato le classifiche mondiali recenti, da Lady Gaga, rivelazione del 2009, a Beyoncé, da Fergie (insieme ai suoi fagiolini dagli occhi neri) a Kelly Rowland in coppia con il Dj francese David Guetta. Insomma sembra che gli uomini siano soltanto un contorno colorato alle grandi regine del Pop e della dance.

A fare una vera e propria incetta di nomination è Beyoncé, che è stata nominata per la migliore registrazione, con l’intensa Halo, come miglior album dell’anno con I’m… Sasha Fierce, miglior performance e miglior canzone R&B con Single Ladies, e miglior performance vocale R&B tradizionale con At last, cover di Etta James e colonna sonora del film di cui è protagonista Cadillac Records, ma anche come miglior collaborazione con Kanye West per Ego, e miglior canzone per una colonna sonora sempre il film Cadillac Records. Insomma Beyoncé quest’anno ha fatto il pieno, un riconoscimento doveroso per un album di successo in tutto il mondo, presentato anche con un disco live, e che ha saputo regalare pezzi diventati già classici della musica contemporanea, al punto che i One Republic, ne hanno già da tempo realizzato una cover.

Anche Lady Gaga e le sue nomination, come canzone dell’anno, miglior brano dance  e registrazione dell’anno per Poker face, album dell’anno per The Fame, nominato anche come miglior album dance.

Tuttavia ciò che veramente ha fatto scalpore, nonostante la sola nomination a testa, almeno secondo il magazine USA Today, è lo scontro tra Britney Spears, nominata per Womanizer, e Madonna nominata invece per Celebration, nella categoria miglior brano dance, al punto tale da fare un confronto tra le due artiste, segnandone i punti salienti della loro carriera. In questo scontro tra dive, noi di Cosmomusic tifiano per Celebration, vera e propria celebrazione della carriera di Madge, grande regina del pop, nonché singolo contenuto nell’album di chiusura con la storica etichetta Warner, nell’attesa del suo prossimo album, ma il nostro voto finale va allo straordinario lavoro di Beyoncé. E voi? Rispondete al nostro sondaggio del mese.