Rihanna, nuda e sexy sulla copertina di GQ, racconta il suo rapporto con il pubblico

Rihanna - GQ Dicembre 2012.jpg

È partita la macchina promozionale per il nuovo album di Rihanna, Unapologetic, che a giorni arriverà sugli scaffali e negli store digitali di tutto il mondo. E non si risparmia nemmeno questa volta la bella RiRi che decide nuovamente di mettersi a nudo, e nuda soprattutto, in copertina. Paga del successo ottenuto da Diamonds, singolo che anticipa il settimo album da studio, partito un po’ in sordina e arrivato al quarto posto della classifica americana, dalle pagine patinate di GQ la cantante parla di come è percepita dagli altri e di come lei vede invece il proprio lavoro: «Qualche volta le persone mi guardano e vedono i dollari. Loro vedono i numeri e un prodotto. Io guardo a me stessa e vedo l’arte. Se non mi piacesse ciò che sto facendo, allora direi che sto commettendo una schiavitù».

Nominata l’artista più scaricata di sempre, la più popolare di facebook (ha battuto persino Lady Gaga) e con tre miliardi di visualizzazione su YouTube, Rihanna potrebbe considerarsi una vera e propria macchina fabbrica-soldi, con sette album da studio negli ultimi sette anni, dei quali gli ultimi sei hanno venduto (nei soli stati uniti) oltre un milione di copie ciascuno.

A soli ventiquattro anni, Rihanna detiene il record di artista femminile ad aver piazzato più singoli nella top ten nel minor tempo, strappando lo scettro niente popo di meno che a Madonna! Ma non c’è nulla della Material Girl in lei: «Tutto proviene dalla mia cultura» ha continuato la cantante di Umbrella al giornalista, che l’ha intervistata tra una folla di bodyguards ed il suo entourage lo scorso ottobre: «Questo è semplicemente ciò che è sempre stato, ed io credo che per le persone, soprattutto per l’America, sembri una sorta di frutto proibito, ma ciò rende i ragazzi più curiosi». Seguita da ventisei milioni di follower su twitter, vero idolo per ragazzini e giovanissimi, Rihanna continua: «Ero solo un po’ più ingenua nel muovermi e nel modo in cui io ero percepita. Quando senti che le persone ti dicono “Oh, ma tu sei un sex symbol” ti fa solo pensare “Perché state dicendo ciò?”. E poi l’ho capito».

È più consapevole della sua immagine e di ciò che vuole trasmettere al mondo e ai suoi fan: «Mi piace sentire come una donna – dice – devo avere il controllo su ogni altro aspetto della mia vita, e mi sento come in una sorta di relazione. Potrei essere assolutamente dominante, ma in genere preferirei…come faccio a dirlo in una versione “non hard”?».

Rihanna provoca, diverte e si diverte, ed infine chiude l’ampia intervista concessa al magazine dicendo: «L’amore ti fa andare in posti in cui non saresti mai andato, se non fosse stato per amore. Ma credo che ognuno abbia i propri limiti».

Nudo frontale e violento per Lindsay Lohan

LindsayLohanGermanGQ1.jpg

LindsayLohanGermanGQ2.jpgNei prossimi tre mesi la bad girl Lindsay Lohan dovrà fare i conti con la giustizia. Questa volta, l’attrice-cantante degli eccessi sembra infatti che dovrà scontare novanta giorni di reclusione per non aver rispettato la precedente condanna ad un periodo di rieducazione per aver guidato in stato di ebbrezza. Dopo essersi sfogata su twitter, giudicando la sentenza come ingiusta, Lindsay nel frattempo ha letteralmente catalizzato l’attenzione su di sé. L’attrice infatti è la nuova covergirl di GQ Germania, per il quale ha posato in un sexy bikini Brigitte Bardot-style. Burrosa e sexy, nelle pagine interne l’attrice è ritratta invece come Diana cacciatrice mentre tende l’arco verso l’infinito.

Dopo aver scontato il suo conto con la giustizia la Lohan sarà nuovamente impegnata sul set nel film biografico Inferno, nel quale presterà il volto e, soprattutto, il corpo alla pornostar Linda Lovelace, interprete di Gola Profonda: «Ci sarà un nudo frontale – ha rivelato Matthew Wilder, regista della pellicola, a RadarOnline.com – ma sarà un nudo violento, collegato per esempio alle immagini della guerra del Vietnam e a quel tipo di contesto».

Ma il regista tiene a precisare che nonostante il film sia incentrato sulla vita della pornoattrice non intende essere esso stesso un porno: «Non si tratta di un film porno – ha continuato il regista – ma di un film artistico su una pornostar. Non si vedrà Lindsay fare del sesso orale, ma potrebbe esserci un sapiente gioco di scatole nere o altri trucchi cinematografici che gli spettatori potranno vedere».

Christina Aguilera: nuda su GQ, animalier per Latina

Christina Aguilera - cover GQ magazine german.jpg

Non c’è che dire, a dispetto della fredda accoglienza del suo singolo, Not myself tonight, che stenta a scalare la Billboard Chart (staziona ancora al 46° posto), Christina Aguilera si sta dando un gran da fare per promuovere il suo album, nonostante qualche segno di tensione: la cantante infatti pare abbia rimproverato un giornalista solo perché quest’ultimo aveva avuto l’ardire di tossire mentre lei rispondeva ad una delle sue domande. Ma piccoli screzi con la stampa a parte, la Aguilera è amatissima dai magazine patinati, e non importa se per conquistare la copertina del numero di giugno dell’edizione tedesca di GQ ha dovuto posare completamente nuda, questo ed altro per rilanciare la sua carriera musicale, ferma ormai da quattro anni. La cantante infatti appare placidamente a suo agio indossando soltanto un paio di stivali altissimi ben oltre il ginocchio, di Christian Louboutin, ed un paio di guanti a rete neri con cui maliziosamente si copre per un bellissimo scatto in bianco e nero, sensuale ma non volgare. Solo qualche tempo fa la cantante aveva affermato che da quando è diventata madre del piccolo Max (due anni), ha molta più confidenza con il suo corpo di quanto non avesse prima, e a giudicare dallo scatto è vero.

Tutt’altro genere per la seconda copertina ottenuta nel solo mese di Giugno: la cantante infatti è cover girl anche per il magazine ispanico Latina: uno scatto molto casto, estivo, e a colori, nel quale la cantante, con i capelli raccolti, indossa un fresco abito animalier verde.

christina-aguilera-cover-latina-magazine-june-2010-pictures.jpg