Avril Lavigne esce oggi con “Goodbye Lullaby”

Avril Lavigne.jpg

A quattro anni dal suo ultimo album, esce oggi il nuovo lavoro discografico di Avril Lavigne intitolato Goodbye Lullaby, addio ninna nanna. Un album che sin dal titolo vuole evidenziare la maturità artistica della cantante canadese, e di quanto la sua musica e la sua vita sia cambiata dal 2002 ad oggi. Quattro album, trentacinque milioni di copie vendute ed un matrimonio-divorzio dopo, Avril non è più la ragazzina ribelle con i pantaloni hip hop e l’aria da sfrontata, e nonostante l’aria da eterna bambina, è oggi una donna di ventisei anni che scopre nelle sue clip senza falso pudore la sua femminilità ed una ritrovata e più matura sensualità. Lo ha dimostrato nel 2007 con Hot, e lo ha ribadito adesso nel video del singolo What the hell, che a Gennaio ha anticipato l’uscita del disco, mostrandosi in lingerie, pur non disdegnando tuttavia ciocche colorate di rosa e di verde nei capelli e toppe ai jeans, per non tradire del tutto quell’essenza che l’ha resa famosa nel mondo.

Tra i quattordici brani inediti che compongono il disco ci sono la bellissima (ma troppo breve) ballad Black Star, colonna sonora dello spot dell’omonimo profumo che la cantante ha lanciato nel 2009, e le rock ballad Push e Wish you were here. Non mancano brani energici come Smile e Stop standing there, per un album assolutamente gradevole sin dal primo ascolto.

La versione Deluxe si arricchisce di un secondo disco e ben cinque brani, tra cui una versione estesa di Alice, brano che ha fatto da colonna sonora al film Alice in Wonderland di Tim Burton, le versioni acustiche di What the Hell, Push e Wish you were here e la cover Bad Reputation di Joan Jett.