I Kazaky ritornano con “I Like it”

Kazaky_I_Like_It.jpg

A quasi un anno dal loro album d’esordio ritornano i Kazaky, boyband di cantanti-ballerini, divenuta famosa per il look androgino proprie coreografie su altissimi stiletti da dodici centimetri, e giunta alla fama internazionale dopo aver preso parte al video Girls gone wild di Madonna lo scorso anno. Il gruppo Ucraino presenta adesso I Like it (part 1). Il disco è più un EP che album vero e proprio, con cinque nuovi brani inediti e sette remix. Anticipato dai singoli Crazy Law e, l’ultimo, Touch me, nel disco trova anche posto una breve preview della title track, che probabilmente sarà inclusa nella seconda parte del progetto discografico. 

Invariato il sound del gruppo che continua a cavalcare l’onda della dance, con video che lasciano trasparire sempre una non troppo velata sensualità a tratti erotica. Tra i remix migliori quello di Barcelona, per vivere l’atmosfera delle serate “ibizesche” e dell’inedito Doesn’t matter (Light).

Madonna: quando il sesso non vende più

Madonna - MDNA Tour No Fear.jpg

A quasi cinquantaquattro anni suonati, li compirà il prossimo 16 Agosto, Madonna continua a comportarsi come una teen idol trasgressiva, e forse un po’ insicura. Consapevole di trovarsi in un mondo, quello dello showbiz, e musicale in particolare, dove giovinezza e bellezza sono le armi vincenti, per promuovere il suo ultimo album, MDNA, Miss Ciccone sembra voglia dimostrare di essere perfettamente in grado di rivaleggiare con tutte le Lady Gaga, Rihanna e Katy Perry di turno, nonostante gli anni che avanzano. Lo ha dimostrato confezionando un video, Give me all your luvin’, in cui, vestita da improbabile ragazza pon pon, cantava al fianco di due stelline del momento, Nicki Minaj e M.I.A., a suon di ammiccamenti e stacchetti; l’ha ribadito con il secondo singolo, Girl Gone Wild, nel video del quale, grazie alla regia degli straordinari Mert & Marcus, sembra non aver toccato nemmeno la pubertà, e l’ha confermato nell’imminente video di Turn up the radio, il terzo brano estratto da questa sua non fortunatissima ultima fatica discografica, in cui, con fascia nei capelli e due tette che sfidano la forza di gravità, fa il verso proprio a quelle ragazzette che oggi sono ai vertici delle classifiche di mezzo mondo.

Ma la Material Girl sa bene che, se vuole riconquistare i suoi fan, i videoclip da soli non bastano, e così per la seconda volta, sul palco della tappa parigina del suo MDNA Tour, dopo aver sfoggiato il fondoschiena, la cantante ha mostrato un seno, scostando il suo reggiseno di pizzo come ad Istanbul, e mostrando la schiena nuda con la scritta NO FEAR, niente paura.

Premessa: da sempre Madonna, salutista convinta, fervida seguace della Kabala e dello yoga, ha un corpo da fare invidia a molte delle starlette nate alla fine degli anni ’90 che, alla soglia dei trenta, si ritrovano svaccate e fuori forma. Ma quanto le sue sono ancora oggi provocazioni o semplicemente raschiare il fondo nel tentativo di riconquistare uno scettro, quello musicale, forse inavvertitamente ceduto alle nuove arrivate? Lady Gaga in primis.

Eppure le vendite del 2011 hanno dimostrato che il sesso non vende, non quanto agli inizi degli anni ’90 almeno. Il disco di maggior successo dello scorso anno è stato infatti 21, con i suoi oltre venti milioni di copie nel mondo, della burrosa Adele, che con la sensualità ha poco o niente a che fare, e che si è già riconfermata come l’artista più venduta in Inghilterra e negli States con un anno di primo posto (non consecutivo) nella Billboard Chart.

Tra le artiste emergenti del momento le più interessanti sono proprio quelle che puntano sulla vocalità, come la straordinaria Rebecca Ferguson, che con il suo Heaven è già disco di platino nel Regno Unito, e Emeli Sandé, che, con Our Version of Events, ha già superato il mezzo milione di copie vendute in UK.

Quanto conviene ancora puntare sul sesso, e quanto, superati gli “anta”, farlo è ridicolo? Eppure Madonna un riconoscimento quest’anno l’aveva già avuto: la sua Masterpiece, non a caso “capolavoro” [traduzione del titolo, ndr], una ballad quasi acustica, colonna sonora de suo secondo film da regista WE, aveva vinto il Golden Globes come miglior canzone. Perché non seguire un repertorio più di nicchia ma artisticamente più valido e maturo, anziché giocare ancora a fare la ragazzina con le tette al vento?

Madonna: un video italiano stile “Dolce Vita” per «Turn up the radio»?

Madonna MDNA tour 2012.jpg

Se in Give me all your luvin’ ha sfoggiato un (poco adatto) look da cheerleader, e in Girl Gone Wild ha rivisitato l’era di Erotica, adesso Madonna potrebbe invece re-interpretare La Dolce Vita. Secondo le ultime indiscrezioni infatti, la popstar sarebbe arrivata in queste ore a Roma con un volo privato. L’occasione è il MDNA World Tour, che martedì farà tappa nella capitale italiana, ma secondo un rumor lanciato dal sito mtv.com Madge starebbe filmando il video del terzo singolo estratto dal suo dodicesimo album da studio MDNA, Turn up the Radio, ritornando così in Italia dopo Like a Virgin (1984) girato tra le gondole veneziane.

A dirigere la clip sarebbe Tom Munro, già regista del video Give it 2 me. Nessuna conferma dallo staff dell’artista, che non ha risposto alle domande della redazione statunitense. Dopo aver fatto tappa a Istanbul e in Israele, Madonna martedì 12 Giugno sarà dunque allo Stadio Olimpico di Roma, per poi proseguire la parte europea del suo tour mondiale.

Nessun’altra indiscrezione trapela per il momento sul terzo singolo della cantante, che sarà prodotto da Martin Solveing, che ha invece detto, dalle pagine del sito americano, che non ci sono limiti su ciò che lui e Madonna potrebbero fare insieme.

Madonna: «Baciami ancora, Britney!»

britney-and-madonna-kiss.jpg

Con oltre 350.000 copie vendute nella prima settimana di uscita, MDNA, l’ultimo album della regina del pop è riuscito ugualmente a balzare al primo posto della Billboard Chart, a dispetto di un singolo, il primo, che non era riuscito a conquistare i vertici della classifica americana, perdendosi nei meandri degli ultimi posti. Ma se il disco è riuscito comunque a centrare l’obiettivo “number one”, anche Girl gone wilde, secondo brano estratto dal disco, a dispetto di un video iconico (e provocatorio) non è riuscito a far breccia nel cuore degli americani, che l’hanno relegato al quarto posto della sola dance chart.

Ma Madonna, ben lontana dal darsi per vinta, continua a pensare al futuro, e tra i suoi progetti c’è quello di pomiciare ancora con Britney Spears. Dopo la famosissima performance live degli MTV Video Music Awards del 2003, in cui la regina del pop baciò Britney in diretta e in mondovisione, Madonna ha rivelato di voler ripetere ancora quel bacio entrato nella storia della musica: «Per favore vieni sul palco e baciami ancora. Mi manchi!!» ha twittato qualche giorno Madge. Dal canto suo Britney ha ammesso che la proposta è “Allettante”. Il bacio fu (quasi) replicato anche nel video della Spears Me Against the Music, ma se ce ne sarà un altro, solo il tempo può dirlo…

Madonna: la regina del pop esce oggi con lo sperimentale “M.D.N.A.”

Madonna MDNA promo.jpg

Madonna_-_MDNA.jpgEsce oggi in tutto il mondo M.D.N.A. il controverso nuovo lavoro discografico di Madonna, che sin dal titolo, quell’assonanza con la droga MDMA, ha subito destato scalpore, e diviso pubblico e critica. Il dodicesimo album da studio dell’artista è stato anticipato da un singolo, Give me all your luvin’ (featuring M.I.A. e Nicki MInaj), che non ha saputo rendere giustizia alle potenzialità di un disco decisamente migliore della canzonetta insipida per teenager, benché molto radiofonica, che Miss Ciccone ci aveva presentato. Ed è con la versione finale, ed il provocatorio video, del secondo singolo, Girl gone wild, che Madonna mostra di non avere bisogno di alcuna collaborazione per ritornare alla musica a quattro anni dal suo ultimo lavoro Hard Candy.

Ricchissima la tracklist delle Deluxe Edition fisiche e digitali, che aggiungono alle dodici tracce standard rispettivamente altri cinque e sei brani.

Il disco è un album dance-sperimentale, che con Gang Bang e I’m Addicted strizza l’occhio alla techno e all’elettronica. Per questo nuovo lavoro, Madge non disdegna di ricorrere all’uso del vocoder, portando ad un nuovo livello musicale quell’evoluzione dance portata avanti con Confessions on the Dancefloor (del 2005). Tra i migliori brani (e papabili singoli) Turn up the radio, Superstar, in cui la figlia maggiore, Maria Lourdes, in arte Lola, fa da coro, e Love Spent, che nella versione Deluxe iTunes ritroviamo anche in una intensa versione acustica. Trova posto anche Masterpiece, il thema del film W.E., diretto dalla stessa Madonna, premiato con un Golden Globe come migliore brano di una colonna sonora.

Il disco, pubblicato già in pre-order sulla piattaforma digitale iTunes dallo scorso 3 Febbraio, ha già polverizzato ogni record, diventando la più grande prevendita di qualsiasi album nella storia di iTunes, raggiungendo il primo posto in cinquanta paesi. Le varie Lady Gaga sono avvisate: la vera regina del pop è finalmente ritornata.

Madonna: in anteprima il video di “Girl Gone Wild”

Madonna girl gone wild.jpg

Superate le incertezze e le delusioni di Give me all your luvin’, in coppia con M.I.A. e Nicki Minaj, Madonna finalmente ritorna (musicalmente) più in forma che mai. Se il secondo singolo estratto dall’imminente M.D.N.A. in uscita il 26 Marzo, Girl Gone Wild, ci aveva comunque lasciati un po’ freddi, non si può dire altrettanto per la versione finale, accompagnata da una clip “iconica”. Dopo le varie Lady Gaga, Britney Spears e Christina Aguilera, questa volta è la stessa Madonna a celebrare se stessa, reinventando quell’iconografia degli anni ’90 che ne ha fatto il mito che è oggi: da Erotica a Justify my love, da Human Nature a Vogue, in un video “analogico” ed un ammiccante bianco e nero. La regina del pop si dimena in una scatenata coreografia, composta da soli ballerini (alcuni dei quali con tacco dodici) che non si risparmiano in scene gay. E mentre il suo album è già trapelato da qualche ora in rete, e Girl Gone Wild lascia intendere che possa contenere ben altri tesori, Madonna è finalmente tornata, al punto tale che una domanda è lecita: ma quella collaborazione per teenagers era proprio necessaria? 

Madonna: in “M.D.N.A.” un cameo della figlia Maria Lourdes

Madonna, M.D.N.A., album, disco, cd, 2012, uscita, Superstar, Maria Lourdes, tracklist, vevo, youtube, Girl Gone Wild, foto, leak, leaked

Se più di una volta Maria Lourdes, primogenita di Madonna, ha espresso la volontà di non voler far parte dello show business e di volersi concentrare sugli studi, è anche vero il fatto che, ad oggi, grazie a sua madre, la piccola Ciccone (in realtà Leon) ha già fatto le sue prime apparizioni in diversi settori, dalla moda, disegnando proprio con Madge la Material Girl per i magazzini Macy’s, al cameo nel videoclip Celebration (del 2009) interpretando proprio la sposina vergine di Like a virgin, che consacrò sua madre come nuova icona del pop. A queste due collaborazioni però, secondo quanto riporta oggi etonline.com, ve ne sarebbe anche una terza: la bella Marilu infatti avrebbe prestato la sua voce a sua madre per i cori del brano Superstar, contenuto nell’attesissimo album M.D.N.A., la cui uscita è fissata per il prossimo 26 Marzo. Un’anteprima di un minuto è stata caricata on-line dalla stessa Madonna qualche giorno fa, sul suo canale YouTube ufficiale, mentre alcune tracce del disco stanno un po’ per volta trapelando in rete, come Love Spent e Gang Bang.

Nel frattempo Madonna ha reso noto la data di pubblicazione ufficiale del video di Girl gone wild, secondo singolo estratto dall’album, senza dubbio più felice del primo Give me all your luvin’, e che sarà pubblicato il 20 Marzo. Nella clip Madonna rende omaggio a se stessa e allo stile che la cantante adotto negli anni ’90.

Madonna: abuso di Photoshop per il poster di “Truth or Dare”

Madonna, Truth or Dare, profumo, fragranza, uscita, Give me all your luvin’, Girl gone wild, M.D.N.A., poster, foto, 2012, uscita, vendita, Macy’s, photoshp, ritocco

Continua un uso, o forse è meglio dire un abuso, di Photoshop per Madonna. A cinquantatré anni suonati, la cantante di Give me all your luvin’ è oggi apparsa sul poster promozionale della sua prima fragranza, in vendita dal primo aprile da Macy’s, Truth or Dare by Madonna (verità o sfida), più giovane che mai. Dopo la copertina di Girl gone wild, il secondo singolo estratto dall’attesissimo M.D.N.A., in uscita a fine mese, sulla quale la cantante somiglia ad un magrissimo manichino di plastica, Madge si fa levigare ancora per una bellezza senza tempo.

Il primo profumo firmato da Madonna è un mix di gardenia, tuberose e neroli, con un retrogusto di vaniglia, ambra e muschio. E così, in uno scatto in bianco e nero che ricorda ancora i fasti di Erotica e Justify my love, la regina del pop appare con labbra scure e pelle liscissima, senza dubbio più giovane dei suoi anni, mentre si guarda languida allo specchio: «Sono sempre stata ossessionata dai profumi – ha detto l’artista a Women’s Wear Daily lo scorso novembre – e per anni volevo creare qualcosa di personale che fosse una mia espressione, ma che potesse riguardare anche altre persone: qualcosa di onesto, ma audace».

Madonna pubblica “Girl Gone Wild”, ma proprio non convince

Madonna - Girl Gone Wild.jpg

Colpo di scena, Madonna ha oggi pubblicato il lyric video, ovvero il video-testo, del suo nuovo singolo Girl Gone Wild, secondo singolo estratto da M.D.N.A. che prova a sopperire all’insuccesso di Give me all your luvin’, il quale, a tre settimane dall’uscita, staziona già al trentanovesimo posto della Billboard Chart.

Al testo si accompagnano delle immagini dell’artista, che vogliono probabilmente richiamare i fasti di Confessions, il cui fotoritocco è al limite della fantascienza, e mostrano una irreale quanto giovanissima Madonna. Come il precedente brano, anche Girl Gone Wild non convince del tutto. Il ritornello è senza dubbio di facile presa, ma ancora una volta si tratta di una canzonetta non degna della grande artista che ha sorpreso il mondo intero con una faraonica performance durante lo scorso Super Bawl.