Alessandra Amoroso è (di nuovo) la regina di Amici

Alessandra Amoroso amici big.jpg

Alessandra Amoroso è di nuovo la regina di Amici. Come molti probabilmente si aspettavano, la bella cantante salentina, in finalissima con l’amica-rivale Emma Marrone, ha vinto la prima edizione della nuova categoria “Big”, con ex allievi del talent di Canale 5, fortemente voluto da Maria De Filippi. A dispetto dei dischi venduti e della carriera fatta, le due vincitrici dell’ottava e della nona edizione del programma, hanno accettato con entusiasmo l’invito della presentatrice, dimostrando una grande gratitudine verso il talent che le ha rese famose (ed amatissime dal pubblico) entrambe.

La serata, svoltasi per la prima volta nell’Arena di Verona, e non negli studi Mediaset, è stata un vero e proprio Sanremo-alternativo, con tanto di esibizioni dal vivo accompagnate dall’Orchestra diretta dal maestro Vessicchio.

In un perfetto clima di festa, la fina ha fatto contenti un po’ tutti, giovani, big, ballerini e cantanti. Ad aggiudicarsi infatti il primo posto quest’anno è stato il cantautore torinese Gerardo Pulli, il quale, oltre al premio di cento mila euro della trasmissione, ha firmato in diretta un contratto discografico con la major EMI. Poco male per Ottavio De Stefano e Carlo Alberto Di Micco, che, pur non avendo di fatti vinto, hanno comunque ottenuto un contratto con la Warner e la Universal.

Ad aggiudicarsi il premio nella categoria danza è stato il ballerino Giuseppe Gioffrè.

Poco male anche per Annalisa Scarrone, grande rivelazione della decima edizione del programma della De Filippi, che si è aggiudicata di nuovo, così come successe già nel 2011, il Premio della Critica.

Il premio della categoria Big quest’anno consta di un concerno per i propri fan, completamente gratuito, che si terrà all’Arena di Verona, mezzo in palio da Tezenis, che la vincitrice Alessandra vuole condividere, per la gioia dei fan, con l’amica Emma Marrone. Una serata insomma che ha premiato il talento, ed ha fatto felici un po’ tutti.

Scopri di più sul nuovo album di Alessandra Amoroso in uscita martedì link.

Emma Marrone vince il Festival di Sanremo su di un podio rosa

Emma Marrone Sanremo 2012.jpg

È un Sanremo senza colpi di scena, né sorprese, quello che si è concluso ieri sera, dopo cinque lunghissime e chiacchieratissime serate. In un’edizione che ha visto la musica più che mai in secondo piano, prediligendo invece diatribe religioso-politiche, “farfalline” e moda, a farla da padroni anche quest’anno, sono stati i talent e, come avevano già predetto i bookmakers settimane prima della gara, a vincere è stata Emma Marrone e la sua Non è l’Inferno, brano scritto per l’ex vincitrice di Amici da Kekko Silvestre dei Modà, con il quale l’anno prima si era classificata al secondo posto.

Ma ben tre nomi su tre, del podio sanremese di quest’anno, provengono dai talent, e se Arisa ad X Factor è stata soltanto giudice quest’anno, acquisendo una maggiore popolarità, Noemi invece dell’ex talent di RaiDue è decisamente di casa.

Insomma a Sanremo la musica è cambiata, e l’audience e lo zoccolo duro dei voti è senza dubbio dato ulteriormente dai fan delle nuove stelline emergenti e non, e c’è da scommetterci che la vittoria del Sanremo Social di Alessandro Casillo, protagonista di Io Canto (Canale5), aprirà il varco a tutti i piccoli protagonisti del programma di Gerry Scotti (come ad esempio la vincitrice in carica Benedetta Caretta), ancora troppo giovani per i talent show, ma abbastanza grandi da debuttare tra i giovanissimi della kermesse canora più nota d’Italia.

A vincere il Premio della Critica quest’anno è stato Samuele Bersani con Un pallone, ma a rappresentare l’Italia alla prossima edizione dell’Eurovision Song Contest sarà Nina Zilli e la sua bellissima Per sempre, cui sin dall’inizio andava la nostra preferenza.

Sanremo 2011: presentata la lista ufficiale dei Big in gara

sanremo09.jpg

Più che il festival della canzone italiana, il prossimo Sanremo, condotto da Gianni Morandi insieme alla bella Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, ricorderà la finalissima di un talent show, sì, perché sono tanti i vincitori e finalisti di programmi televisivi che quest’anno si contenderanno il titolo principe della musica italiana, da Giusy Ferreri, con il brano Il mare immenso, a Emma Marrone, fresca di vittoria ad Amici, la quale, insieme al gruppo Modà, porta la canzone Arriverà, passando per Nathalie, neo-vincitrice di X Factor 4 che arriva sul palco dell’Ariston con Vivo sospesa. Grande ritorno invece per Anna Oxa, l’artista femminile che vanta il maggior numero di presenze nella città dei fiori, che ritorna a distanza di quattro anni (l’ultimo Sanremo per lei è stato quello del 2006) con il brano La mia anima d’uomo. Proverà a contendersi la vittoria, magari ancora una volta con un pizzico di trasgressione come nel 2009, anche Patty Pravo con Il vento e le rose. E non poteva mancare una che sul palco dell’Ariston (artisticamente) ci è nata, come Anna Tatangelo, o Lady Tata com’è stata simpaticamente ribattezzata da Francesco Facchinetti durante la sua non felice parentesi ad X Factor, la quale dopo aver cantato i temi più disparati, dall’amore all’affermazione femminile, passando per la tematica gay, proporrà la canzone Bastardo. Confermata la presenza di Franco Battiato che si propone in un inedito duo con il cantautore Luca Madonia cantando L’Alieno, così come quella di Roberto Vecchioni che canterà invece Chiamami ancora amore. Sarà probabilmente il brano di Al Bano Carrisi a mantenere vive le polemiche per la prossima edizione, la sua Amanda è libera, pare affronti il delicato tema della prostituzione.

Anche Luca Barbarossa torna sul palco dell’Ariston in coppia e, insieme a Raquel Del Rosario, canta il brano Fino in fondo. Sul fronte gruppi quest’anno ritroveremo invece i La Crus, che annoverano tra i loro maggiori successi di sempre la cover Pensiero Stupendo proprio con Patty Pravo e con la quale invece dovranno inevitabilmente scontrarsi con Io Confesso. Tra i big troveremo anche il poco noto cantautore di Monza Davide Van De Sfroos con Yanez, e Tricarico con 3 colori. Sfumata invece la partecipazione di Giorgia, la cui presenza pareva sicura con un brano di Tiziano Ferro, la vecchia guardia della canzone italiana, è ben rappresentata dall’ex 883 Max Pezzali con Il mio secondo tempo.

A dispetto delle inevitabili polemiche che ne verranno, sarà un Sanremo che non punterà solo su tette e gossip, ma, pur guardando l’audience con presenze “gigione”, punta soprattutto alla qualità, ponendo finalmente l’attenzione a quell’Italia cantautorale troppo a lungo dimenticata.