Gabriella Cilmi: bagnata e sexy da paura sulla copertina di FHM

Gabriella Cilmi sexy FHM.jpg

Gabriella Cilmi sexy FHM 2.jpgHa letteralmente messo da parte l’immagine di ragazza acqua e sapone, virando decisamente verso una versione più sexy e sofisticata, Gabriella Cilmi ha sconvolto le classifiche radiofoniche con il “rocchettone” On a mission, un brano che rende omaggio alle grandi rocker degli anni ’80. Nel video del singolo che ha anticipato l’album Ten, Gabriella appare più matura, ma soprattutto più sensuale e conturbante, animando le fantasie dei fan che si scatenano all’ascolto della sua ultima hit. Le provocanti immagini promozionali della Cilmi hanno fatto il giro del mondo (e della rete). Ricercatissima sul web per questa sua riscoperta femminilità procace, Gabriella continua ora a far sognare i suoi fan con una nuova copertina del numero di maggio del magazine FHM, in cui bagnata e seminuda, si tira maliziosa una maglietta mettendo in bella mostra la lingerie nera.  

Nell’intervista al magazine, riportata in parte dal Daily Mail, Gabriella, di origine australiana, ma londinese d’adozione, parla anche delle sue origini italiane: «I miei familiari – ha detto – sono tutti italiani e quindi sono tutti molto protettivi verso di me. Voirrei aspettare un po’ di tempo prima di presentare un ragazzo alla mia famiglia, perché i miei cugini a tavola gli darebbero almeno dieci occhiatacce, e mio padre invece lo porterebbe fuori per fare quattro chiacchiere, sarebbe imbarazzante e vorrei essere sicura che lui sia davvero speciale, prima di fare affrontare tutto questo ad un ragazzo».

La Cilmi si lascia andare in racconti di alcuni appuntamenti disastrosi: «I ragazzi di recente mi hanno davvero infastidita: per prima cosa ho scoperto che un ragazzo che mi aveva invitata a pranzo aveva già una ragazza. Poi qualche settimana fa un ragazzo che io consideravo carino e gentile, mentre eravamo fuori ha preso a pugni qualcuno in una rissa in un bar».

Non solo bizzarre esperienza per Gabriella, che nell’intervista al magazine parla anche degli artisti che hanno maggiormente influenzato la sua musica: «Sono una grande fan dei Led Zepellin, Houses of the Holy è il mio album preferito, e durante il mio ultimo tour ho cantato Whole Lotta Love, in assoluto la mia canzone preferita».

La Cilmi ricorda anche le sue prime esperienze nel mondo dello “spettacolo”: «Ho scritto la mia prima canzone – ha detto al magazine – quando avevo nove anni, ed ero così eccitata che ho preso alcuni tizi e li ho portati nella toilette delle donne in modo che ragazzi e ragazze potessero sentirmi cantare, poi ho realizzato che il mio primo concerto è stato in un gabinetto».

Una sola osservazione: ma a voi Gabriella, non ricorda vagamente Cristina Buccino, l’ereditiera di Carlo Conti su RaiUno?