Michael Jackson: ancora vivo e ustionato

michael-jackson.jpg

Michael Jackson, vivo e nei panni di un ustionato. È l’ultimo ennesimo gossip sulla morte di Michael Jackson che sta scatenando la fervida fantasia del popolo della rete: blogger e siti dedicati al cantante, scomparso lo scorso 25 Giugno, ne sono assolutamente convinti, dietro il volto ustionato di Dave Rothenberg, amico di vecchia data del cantante, ci sarebbe lo stesso Michael Jackson. Rothenberg è infatti apparso in TV al Larry King Live il giorno stesso della morte di Jackson: ad insospettire inizialmente i fan quella voce, così maledettamente simile a quella di Jackson, ma anche un sospetto cambio di colore degli occhi dell’uomo, che da azzurro-verdi sono diventati scuri come quelli di Michael: «Ha preso i panni di un suo amico» ha affermato con certezza un blogger in rete.

Sin dal primo momento, la morte di Michael Jackson non ha mai convinto del tutto i suoi fan: prima il fantasma avvistato all’interno di Neverland a poche ore dalla morte, poi il video con un’auto del coroner che avrebbe fatto scendere il cantante in un luogo non precisato, ed infine il sospetto che Michael possa andarsene liberamente in giro per il mondo travestito da un ustionato. A riportare oggi la notizia il sito de il Corriere.

La blogger olandese Souza, amministratrice di michaeljacksonhoaxforum.com ne è assolutamente convinta: «Fin dall’inizio, la stampa ci ha raccontato due storie diverse sulla morte – al detto al brittanico Sun –  secondo TMZ.com, sarebbe morto sei minuti prima che il medico ne decretasse il decesso, mentre la CNN continuava a ripetere che era in coma. Cosa sia davvero successo resta, però, ancora un mistero».

Brian Oxman, avvocato di Rothenberg, naturalmente smentisce categoricamente la possibilità che Dave possa in realtà essere un travestimento di Michael. La verità probabilmente non la sapremo mai, e come molte altre grandi star, diventate leggenda, da Elvis Presley a Marylin Monroe, la sua morte sarà avvolta nel mistero regalandogli l’immortalità.

Michael Jackson: «xscape», l’album fantasma spunta in rete

Michael Jackson xscape cover.jpg

Avrebbe dovuto intitolarsi xscape, fuga, il nuovo album di Michael Jackson, previsto per il 2007 e rinviato al 2008, ma mai pubblicato. Dopo la morte dell’artista avvenuta lo scorso anno, hanno cominciato così a proliferare in rete video fanmade con inediti mai rilasciati ufficialmente da Jackson, il quale non pubblicava un disco di inediti da Invicible, rilasciato nel 2001.

Xscape avrebbe così segnato il ritorno di Michael sulla scena musicale, un album che, secondo un articolo di Repubblica che ne da notizia, avrebbe dovuto stupire i suoi fan con tante collaborazioni prestigiose. In rete ci sono tanti indizi di questo lavoro inedito di Michael, tante le tracce, per lo più brani mai pubblicati ufficialmente o rilasciati in edizione molto rare e dunque difficili da reperire sul mercato discografico.

Dopo la morte di Michael sono spuntati in rete diversi inediti, da This is it, singolo omonimo del tour che avrebbe comunque segnato l’abbandono alle scene, a Another Day, in collaborazione con il cantante Lenny Kravitz.

Oltre alla titletrack, lungo la tracklist che comporrebbe questo disco fantasma ci sarebbero brani come Ride with me realizzata con Darkchild, un duetto con Akon, Hold my hand, e Someone put your hand out.

Al disco avrebbero dovuto collaborare nome come Chris Brown, Black Eyed Peas, Will.I.Am. Nomi della nuova generazione musicale, che avrebbero portato il pop di Jackson con successo nel nuovo millennio. Nel frattempo però Xscape, vero o falso che sia, è arrivato nei canali peer to peer, e per i fan è già iniziata la caccia on-line, per scoprire  l’ennesima perla rara finita per sbaglio nel mare di internet, o una leggenda metropolitana elaborata da qualcuno per sembrare vera.