La verità sull’amore di Pink

Pink.jpg

Pink - The Truth about Love (cover).jpgA quattro anni da Funhouse, e una gravidanza dopo, Pink ritorna sulla scena musicale con The Truth about love, la verità sull’amore, già anticipato dal singolo Blow me (one last kiss). Ma il brano, subito nella top ten US, e ai vertici delle classifiche di tutto il mondo, non è l’unico pezzo meritevole di quest’album che, nella Deluxe Edition con bonus track, vanta ben diciannove inediti. Scorrendo la tracklist del sesto album da studio della cantante dal capello rosa, merita una menzione Try, secondo estratto di questo ottimo lavoro discografico, che vede una Pink in splendida forma, come non la si vedeva da tempo, e che nella bellissima Just give me a reason duetta con Nate Ruess. Ma quello con il vocalist dei FUN non è il solo duetto, nell’album infatti trovano posto l’orecchiabile True Love, in coppia con Lily Allen, e Here Comes the Weekend, in coppia con il rapper bianco Eminem. Sorprende invece nelle ballad Beam me up e The Great Escape, quasi versione acustiche, e Run, dove mostra il suo lato più malinconico e riflessivo. Un disco davvero riuscito, con pezzi forti ed orecchiabili, che segnano il ritorno di una grande Pink e della sua originaria ritrovata verve.

 

Grammy Awards 2011: i primi nomi dei performer live

katy_perry_640_104655000.jpg

Manca esattamente un mese alla cerimonia di premiazione dei prossimi Grammy Awards, prestigiosi premi musicali, da molti considerati come i veri e propri Oscar della musica internazionale, e già si susseguono le voci su chi potrebbero essere i prossimi performer della serata in onda in diretta nazionale sul network televisivo americano CBS il prossimo 13 Febbraio. E per un nome che va, tanti invece gli artisti che vengono: se è stata infatti smentita una performance live di Britney Spears, reduce dal successo di Hold it against me, nuovo singolo che anticipa il settimo album della cantante subito schizzato al primo posto di iTunes, i telespettatori saranno invece contenti di sapere che tra le esibizioni dal vivo della serata ci sarà Lady Gaga. Miss Germanotta ha commentato con un secco “Sì” sulla sua pagina ufficiale ai tanti fan che le chiedevano se la voce era vera. La cantante di Poker face arriverebbe sul palco dei grammofoni d’oro giusto in tempo per presentare Born this way, singolo in uscita a metà febbraio che anticipa l’album omonimo che sarà pubblicato a maggio.

Ma tra le esibizioni della serata potrebbe esserci un’altra regina delle chart, Katy Perry, ancora in vetta alle classifiche con il terzo singolo estratto dal suo secondo album Teenage Dream, Fireworks. Ma non solo regine per la 53esima edizione dei premi americani, anche Eminem reduce dal successo del suo ultimo album Recovery, tra i best seller del 2010, e del singolo-tormentone con Rihanna, love the way you lie, potrebbe aggiungersi alla lista di celebrity che allieteranno telespettatori e gente in sala con la loro esibizione, e d’altronde uno dei veri mattatori della serata potrebbe essere proprio lui con le sue dieci nomination, ma questa è un’altra storia.

I Grammy Awards 2011 tra Eminem e Katy Perry

eminem11.jpgSvelate le nomination dei prossimi Grammy Awards 2011, gli Oscar della musica che si disputeranno a Los Angeles il prossimo febbraio. È Katy Perry la rivelazione della prossima edizione dei prestigiosi premi americani che con il suo perfetto Teenage Dream potrebbe trasformare in premi le sue quattro nomination tra cui quella di miglior collaborazione vocale con Snoop Dogg per il tormentone estivo California Gurls. Ma la vera sorpresa è Eminem. Il rapper bianco di Detroit ritornato in auge con il suo Recovery domina letteralmente la scena con le sue dieci nomination tra cui quella di miglior album dell’anno e registrazione dell’anno per la bellissima ballad Love the way you lie con Rihanna. Dal canto suo anche la bella cantante delle Barbados ha già messo da parte una nomination come miglior registrazione dance per il suo nuovo singolo Only girl (in the world), che lo scorso settembre ha anticipato l’uscita di LOUD, che ne ha visto il ritorno alla musica dance. E non poteva mancare di certo lei, Lady Gaga, grande rivelazione del 2009, diventata in pochissimo tempo una vera icona della musica e della moda nominata per il suo The Fame Monster come album dell’anno, miglior collaborazione vocale per Telephone in coppia con Beyoncé e miglior registrazione dance per Dance in the Dark.

Questo invece l’elenco completo delle nomination:

 

Album dell’Anno

» Arcade Fire – The Suburbs

» Eminem – Recovery

» Lady Antebellum – Need You Now

» Lady Gaga – The Fame Monster

» Katy Perry – Teenage Dream

 

Registrazione dell’Anno

» B.o.B (featuring Bruno Mars) – “Nothin’ on You”

» Eminem (featuring Rihanna) – “Love the Way You Lie”

» Cee Lo Green – “F— You”

» Jay-Z and Alicia Keys – “Empire State of Mind”

» Lady Antebellum – “Need You Now”

 

Miglior artista emergente

» Justin Bieber

» Drake

» Florence & the Machine

» Mumford & Sons

» Esperanza Spalding

 

Canzone dell’Anno

» Ray LaMontagne – “Beg Steal or Borrow”

» Cee Lo Green – “F— You”

» Miranda Lambert – “The House That Built Me”

» Eminem (featuring Rihanna) – “Love the Way You Lie”

» Lady Antebellum – “Need You Now”

 

Miglior Performance Pop (duo o gruppi vocali)

» “Glee” cast – “Don’t Stop Believin’ (Regionals Version)”

» Maroon 5 – “Misery

» Paramore – “The Only Exception”

» Sade – “Babyfather”

» Train – “Hey, Soul Sister (Live)”

 

Miglior collaborazione vocale pop

» B.o.B, Eminem and Hayley Williams – “Airplanes II”

» Herbie Hancock, Pink, India.Arie, Seal, Konono No. 1, Jeff Beck and Oumou Sangare – “Imagine”

» Elton John & Leon Russell – “If It Wasn’t For Bad”

» Lady Gaga and Beyoncé – “Telephone”

» Katy Perry and Snoop Dogg – “California Gurls”

 

Miglior registrazione dance

» Goldfrapp – “Rocket”

» La Roux – “In For The Kill”

» Lady Gaga – “Dance in the Dark”

» Rihanna – “Only Girl (In the World)”

» Robyn – “Dancing on My Own”

 

Miglior performance rock (duo o gruppi vocali)

» Arcade Fire – “Ready to Start”

» Jeff Beck and Joss Stone – “I Put a Spell on You”

» The Black Keys – “Tighten Up”

» Kings of Leon – “Radioactive”

» Muse – “Resistance”

 

Miglior performance hard rock

» Alice in Chains – “A Looking in View”

» Ozzy Osbourne – “Let Me Hear You Scream”

» Soundgarden – “Black Rain”

» Stone Temple Pilots – “Between the Lines”

» Them Crooked Vultures – “New Fang”

 

Miglior canzone rock

» Neil Young – “Angry World”

» Mumford & Sons – “Little Lion Man”

» Kings of Leon – “Radioactive”

» Muse – “Resistance”

» The Black Keys – “Tighten Up”

 

Miglior album di musica alternativa

» Arcade Fire – The Suburbs

» Band of Horses – Infinite Arms

» The Black Keys – Brothers

» Broken Bells – Broken Bells

» Vampire Weekend – Contra

 

Miglior Performance R&B (duo o gruppo vocale)

» Chris Brown and Tank – “Take My Time”

» Chuck Brown, Jill Scott and Marcus Miller – “Love”

» Ronald Isley and Aretha Franklin – “You’ve Got a Friend”

» John Legend and the Roots – “Shine”

» Sade – “Soldier of Love”

 

Miglior album R&B contemporaneo

» Chris Brown – Graffiti

» R. Kelly – Untitled

» Ryan Leslie – Transition

» Janelle Monáe – The ArchAndroid

» Usher – Raymond v. Raymond

 

Migliore collaborazione Rap

» B.o.B (featuring Bruno Mars) – “Nothin’ on You”

» Chris Brown, Tyga and Kevin McCall – “Deuces”

» Eminem and Rihanna – “Love the Way You Lie”

» Jay-Z and Alicia Keys – “Empire State of Mind”

» John Legend, the Roots, Melanie Fiona and Common – “Wake Up! Everybody”

 

Miglior canzone Rap

» Jay-Z and Alicia Keys – “Empire State of Mind”

» Eminem and Rihanna – “Love the Way You Lie”

» Eminem – “Not Afraid”

» B.o.B (featuring Bruno Mars) – “Nothin’ on You”

» Jay-Z and Swizz Beatz – “On to the Next One”

 

Miglior album Rap

» B.o.B – The Adventures of Bobby Ray

» Drake – Thank Me Later

» Eminem – Recovery

» Jay-Z – The Blueprint 3

» The Roots – How I Got Over

 

Migliore collaborazione vocale country

» Dierks Bentley, Miranda Lambert and Jamey Johnson – “Bad Angel”

» Dierks Bentley, Del McCoury and the Punch Brothers – “Pride (In the Name of Love)”

» Zac Brown Band and Alan Jackson – “As She’s Walking Away”

» Blake Shelton and Trace Adkins – “Hillbilly Bone”

» Marty Stuart and Connie Smith – “I Run to You”

 

Migliore canzone country

» George Strait – “The Breath You Take”

» Zac Brown Band – “Free”

» Miranda Lambert – “The House That Built Me”

» Gretchen Wilson – “I’d Love To Be Your Last”

» The Band Perry – “If I Die Young”

» Lady Antebellum – “Need You Now”

 

Miglior album country

» Dierks Bentley – Up on the Ridge

» Zac Brown Band – You Get What You Give

» Jamey Johnson – The Guitar Song

» Lady Antebellum – Need You Now

» Miranda Lambert – Revolution

 

Miglior Album Americana

» Rosanne Cash – The List

» Los Lobos – Tin Can Trust

» Willie Nelson – Country Music

» Robert Plant – Band of Joy

» Mavis Staples – You Are Not Alone

 

Miglior album blues tradizionale

» James Cotton – Giant

» Cyndi Lauper – Memphis Blues

» Charlie Musselwhite – The Well

» Pinetop Perkins and Willie “Big Eyes” Smith – Joined at the Hip

» Jimmie Vaughan – Plays Blues, Ballads & Favorites

Rihanna: «Non volevo cantare di nuovo con Eminem»

Rihanna-red-hair-42732PCN.jpgIl nuovo album di Rihanna, Loud, in uscita il 10 Novembre, sarà un mix di musica da party, ballad soft e canzoni d’amore, e di sicuro, a dispetto dell’apparente retromarcia verso la musica dance già esplorata con Good girl gone band, potrebbe invece essere la migliore produzione discografica dell’artista. La bella cantante delle Barbados ha infatti offerto un primo ascolto di sei brani inediti a MTV News, compreso il secondo, ed attesissimo, duetto con Eminem, seguito del fortunato singolo Love the way you lie, tratto dall’album del rapper di Detroit, Recovery. Secondo le prime indiscrezioni del sito news americano, il pezzo, intitolato semplicemente Love the way you lie (part II), sarà una “reinterpretazione” del brano originale, ma riproposto dal punto di vista di Rihanna, che adesso diventa voce ed interprete principale. “Lie (part II)” si apre con la voce di Rihanna, accompagnata dal pianoforte, e sempre secondo il sito di MTV America sarà dark: «Quando ho sentito l’idea di fare una seconda parte – ha detto Rihanna in merito al pezzo – ero completamente contraria. Sentivo che non si potesse superare l’originale». Fortuna per i fan che RiRi, pur non condividendo completamente il progetto, ha provato diverse versioni del sequel del brano di Eminem: «Me ne sono innamorata. Abbiamo registrato, poi abbiamo fatto un’altra versione alla versione ridotta con la batteria, e infine ne abbiamo fatta un’altra con la batteria e Eminem. È stato allora che ho capito che fosse davvero buona».

Rihanna presenta la tracklist ufficiale di “Loud” e torna in coppia con Eminem

Rihanna.jpg

Tra indiscrezioni e rettifiche, dopo tanta attesa Rihanna presenta la tracklist ufficiale del suo quinto album da studio, Loud, la cui uscita è prevista a metà novembre. Definitivamente smentiti i rumours su di una collaborazione con Lady Gaga, RiRi aveva maturato invece l’idea di duettare con l’amica di sempre Kate Perry: «Ne stiamo parlando in studio» aveva infatti detto qualche giorno fa la bella cantante delle Barbados, anche se la collaborazione, almeno per il momento, sembra dovrà aspettare una riedizione del disco o un prossimo lavoro dell’artista. Come avevamo invece già confermato qualche giorno fa, tra i featuring di questo nuovo disco, che segna il ritorno di Rihanna all’amata dance, ci sono Drake, che duetta con la cantante in What’s my name?, la rapper americana Nicki Minaj, per Raining Men, mentre manca all’appello la ritmata e orecchiabile Who’s that chick, frutto di una collaborazione con il Dj francese David Guetta, così come la ballad Straight Up Beautiful, della quale aveva parlato la stessa cantante qualche settimana fa. Tra le sorprese della tracklist il brano  Love The Way You Lie (Part II), che vede il ritorno di Eminem dopo il grandissimo successo della prima parte del brano inciso per l’album del rapper di Detroit, Recovery. L’appuntamento è dunque fissato per il prossimo 12 Novembre.  

 

1.  S&M

2. What’s My Name? Feat. Drake

3. Cheers (Drink To That)

4. Fading

5. Only Girl (In The World)

6. California King Bed

7. Man Down

8. Raining Men Feat. Nicki Minaj

9. Complicated

10. Skin

11. Love The Way You Lie (Part II) Feat. Eminem

Rihanna in vetta pensa già al nuovo album

eminem-rihanna-rapradar.jpg

È ancora sulla vetta della Billboard Chart in coppia con Eminem, eppure Rihanna sembra già pensare a come sarà il suo prossimo album. La bella cantante delle Barbados vuole infatti che il sound del suo prossimo lavoro discografico segua la scia proprio del duetto che ha inciso insieme al rapper americano, Love the way you lie, il quale, ancora una volta, l’ha portata ai vertici delle classifiche. Per il suo prossimo disco la bella Rihanna vuole infatti ritornare a lavoro con Alex Da Kid, alla volta di nuove hit di successo.

«Abbiamo lavorato insieme circa un anno fa  a “Love the way you lie” a Londra – ha spiegato Alex a Billboard magazine – e naturalmente quella canzone ha portato le persone intorno a lei e alla sua etichetta discografica a dire “Oh, questo sì che è un grande successo, ne vogliamo un altro”. Sapete com’è l’industria della musica».

Secondo il produttore di “Lie”, il segreto per il futuro successo di Rihanna è quello di trovare il perfetto equilibrio tra la tensione di Rated R, ultimo disco dell’artista, e il sound del pezzo in coppia con Eminem: «Direi che è come una miscela dei suoi due lati».

Oltre a Da Kid, a lavoro sul nuovo album di Rihanna pare ci sia Sean Garrett, il quale ha già rivelato ad MTV News che i nuovi brani della cantante saranno più leggeri, così come ha detto Garret a riaguardo: «Posso dire con certezza che il suo nuovo album sarà più emozionante e felice».

Set infuocato per Eminem e Rihanna

Rihanna.jpg

Sarà un videoclip davvero rovente quello che vede protagonisti Eminem e Riahanna che cantano insieme in Love the way you lie, secondo singolo estratto dall’album Recovery del rapper bianco, che da settimane è in cima alla classifica americana con questo nuovo lavoro discografico.

Nelle prime foto trapelate in rete si vede infatti Rihanna, con i suoi capelli rosso fuoco, camminare mentre alle sue spalle c’è una casa in fiamme. Un video controverso insomma, che, secondo l’On Location News, vedrebbe in un secondo momento anche Eminem insieme alla bella cantante delle Barbados davanti all’abitazione dilaniata dal fuoco.

Il video è stato girato a Los Angeles, ed è diretto dal regista Joseph Kahn. Secondo alcune indiscrezioni riportate dal sito E! Online, nella clip potrebbero comparire in qualità di guest-star l’attrice Megan Fox, fresca di matrimonio con Brian Austen Green (il David di “Beverly Hills 90210”) e Dominic Monaghan della serie televisiva Lost, i quali dovrebbero girare delle scene piuttosto bollenti. Tuttavia, come riporta il sito americano MTV News, nessuna foto è finora trapelata dalla rete e l’indiscrezione non è ancora stata confermata dall’entourage di Kahn.

 

 

 

Professor Green: il nuovo Eminem britannico

Professor Green.jpg

Eminem relapse 2009_2.jpg

Lo stile è fondamentalmente lo stesso: capelli corti castani, tatuaggi in vista, e un irriverente rap bianco, pur essendo fino ad una decade fa “roba da neri”. Parliamo di Professor Green, rapper emergente britannico, che tanto ci ricorda il più noto collega Eminem (nella foto a sinistra) agli esordi, che ha già collezionato una collaborazione con Lily Allen, Just be good to Green, e che adesso impazza nelle rotazioni musicali radiofoniche e televisive con I need you tonight, featuring Ed Drewett, su un campionamento della quasi omonima Need you tonight degli INXS. Il brano è il primo singolo estratto dal secondo album del cantante, Alive Till I’m Dead, vivo finché non sarò morto. Oltre ai due album da studio, attualmente la breve discografia del cantante annovera anche un EP. Ecco tutte le produzioni per conoscerlo meglio e comprenderne appieno l’evoluzione artistica e musicale:

 

2006 Lecture#1

2006 The Green (EP)

2010 Alive Till I’m Dead 

Eminem nella rete dei pirati: Recovery on-line con due settimane di anticipo

Eminem+Relapse.png

Non importa che sia uno dei rapper più importanti della scena musicale americana, anche Eminem è finito nella rete dei pirati. A due settimane dal lancio ufficiale, l’ultimo album del cantante, Recovery, ufficialmente in uscita il prossimo 22 Giugno, è già trapelato in rete.

Il disco esce così “ufficiosamente” ad una sola settimana dalla pubblicazione del secondo singolo estratto dal disco, l’inedita collaborazione del rapper con la cantante Pink, con la quale ha inciso Won’t back down. Il disco del rapper si preannuncia come un album dalle mille sfaccettature, spaziando da brani come Not Afraid, il primo singolo estratto, a ballad acustiche come Space Bound. Cosa faranno i fan? Aspetteranno l’uscita o si lanceranno sui canali p2p per ottenerne (illegalmente) una copia in anteprima?

Eminem: il secondo singolo è con Pink

eminem.jpgIeri è stato pubblicato on-line Won’t back down, secondo singolo estratto dal nuovo album di Eminem, Recovery. La traccia, lanciata via web da RapRadar.com, vede la collaborazione di Pink ed ha subito fatto un boom di ascolti on-line.

Il rapper bianco ha parlato del suo nuovo progetto discografico durante una tournée in Francia. Recovery, come già accennato qualche post fa, vede la collaborazione di firme prestigiose del panorama musicale, tra cui anche Rihanna e Lil Wayne.

Pink, ha spiegato il cantante, è stata aggiunta soltanto dopo alla traccia, quando quest’ultima era già completata: «Quando ho completato la canzone che ho fatto con Pink – ha detto il rapper – ho messo prima la mia parte e una sorta della sua voce, ed ho capito che con questo brano avrebbe spaccato».

Il brano è il secondo singolo ufficiale del rapper americano che con Not afraid, primo estratto di Recovery, ha debuttato direttamente alla numero uno della Billboard chart.