Whitney Houston uccisa per un grosso debito di droga

whitney-houston-singer.jpg

Non è ancora trascorso un anno dalla sua morte, ma già si getta qualche ombra sulle cause del decesso: Whitney Houston potrebbe essere stata uccisa. Non sarebbe dunque un overdose e poi l’annegamento in una vasca da bagno di un hotel ad aver portato via una delle voci più belle degli ultimi vent’anni, ma un assassinio. A sostenere la tesi dell’omicidio Paul Huebl, investigatore privato, il quale, dopo aver analizzato il caso, ha detto che Whitney potrebbe aver trovato la morte dopo aver contratto un grosso debito di droga con gli spacciatori di 1.5 milioni di dollari: «Ho le prove sul fatto che Whitney possa essere stata vittima di trafficanti di droga molto potenti che hanno inviato i sicari per riscuotere l’enorme debito accumulato per il rifornimento di sostanze stupefacenti» ha rivelato l’investigatore al National Enquirer. La tesi dell’uomo sarebbe inoltre avvallata dalla presenza di alcuni video delle telecamere di sorveglianza del Beverly Hilton, albergo dove è stato rinvenuto il corpo della cantante, con alcuni strani individui, i quali si sarebbero intrufolati nella stanza della Houston. Paul non si trova d’accordo su quanto ha riportato invece il medico legale, che ha confermato la morte per cause accidentali: «Sul corpo di Whitney – ha continuato l’investigatore – ci sono delle ferite come se avesse lottato violentemente contro questi uomini per difendersi». Il mistero dunque si infittisce.

Justin Timberlake: «L’erba mi fa smettere di pensare»

Justin Timberlake, erba, fuma, droga, droghe, Playboy, musica, notizie, disco, 2011, nuovo

“In bene o in male purché se ne parli” diceva Oscar Wilde, e sembra proprio questa la filosofia che stanno seguendo gli artisti statunitensi, non importa se le loro dichiarazioni possono suscitare qualche polemica negativa, anzi, l’importante è che si parli di loro. Ultimo ad aggiungersi alla lista delle dichiarazioni shock Justin Timberlake, che, reduce dal film “Amici di letto” in coppia con Mila Kunis, pare non abbia per il momento nuove proposte cinematografiche, così l’ex N*sync, tenta di attirare l’attenzione su di sé in vista di un possibile ritorno alla musica. Ed è alla rivista Playboy che il cantante-attore risponde alla domanda se è un fumatore di erba: «Assolutamente – ha risposto candidamente il cantante – l’effetto che l’erba ha su di me è quello di farmi smettere di pensare.  Qualche volta il mio cervello ha bisogno di essere spento».

Ma chi spera che il cantante ritorni presto in studio per registrare il terzo ed attesissimo lavoro discografico, pare che dovrà aspettare ancora: «Sento di essere in un momento della mia vita – aggiunge Justin – dove mi sto guardando intorno, sto girando, c’è tanto da godersi, se posso stare fermo, realmente fermo e prendere più tempo».

Fermo (musicalmente) ormai dal 2006, Timberlake non è ancora pronto per un suo ritorno alle sette note e ammette: «Non ho ancora alcuna canzone pronta da lanciare. La gente continua a chiedermi quando una nuova canzone o un album saranno in uscita, e non so cosa dire. La musica non è il mio obiettivo principale al momento. Un giorno può darsi. Potrebbe accadere tra un mese o tra un anno, ma al momento non è una mia priorità».

 

Britney Spears? «Mentalmente incapace»

britney_womanizer.jpg

Ritornata ai vertici delle classifiche mondiali con il suo ultimo album Femme Fatale, e le due hit estratte, Hold it against me e Till the world ends, Britney Spears deve fare ancora i conti con un passato turbolento, quello post-separazione dall’ormai ex marito Kevin Federline, in cui la cantante ha fatto uso e abuso di droga e alcol, che almeno per ora sembra che proprio non voglia lasciarla in pace. Secondo quanto riporta il sito americano US Magazine.com, l’ex manager della cantante, Sam Lufti, l’avrebbe citata in giudizio per diffamazione, ma stando invece a quanto riporta l’autorevole Billboard, i genitori della Spears, attuali detentori dell’amministrazione del patrimonio dell’artista, la riterrebbero “mentalmente incapace” di testimoniare al processo.

Nel frattempo qualche giorno fa è arrivata la conferma ufficiale: il terzo singolo estratto dal settimo (e fortunato) album della Spears, sarà la traccia I wanna go.

 

 

 

 

Lady Gaga, nuda su Vanity Fair tra sesso, droga e solitudine

Lady Gaga - Vanity Fair nuda.jpg

Non è la prima volta che si fa ritrarre nuda, eppure Lady Gaga, ogni volta che si spoglia, riesce a fare scalpore, attirando l’attenzione di magazine e media: l’ultima è per la copertina di Vanity Fair, sulla quale la cantante sfoggia l’ennesimo nuovo look: capelli platino, vagamente rosati, lisci e lunghissimi, e trucco pesante, completamente nuda. Per il magazine di costume e moda, l’interprete di Alejandro non si è solo scoperta fisicamente, ma ha spogliato la sua anima, parlando con franchezza in un’ampia intervista anche della sua vita sessuale: «Scopo – dice la cantante sul numero di settembre del magazine – ma sicuramente non sono promiscua. Ho questa strana cosa che se dormo con qualcuno, prende la mia creatività attraverso la mia vagina».

Ma le rivelazioni scottanti dell’artista non riguardano soltanto la sua vita sessuale, Lady Gaga infatti ammette di fare uso di droghe, cocaina per lo più, perché letteralmente terrorizzata dall’eroina: «Non voglio mentire è occasionale, e quando dico occasionale, intendo forse un paio di volte l’anno – dice al magazine – ma se si stampa questa cosa, non voglio che i miei fan mi emulino, non voglio che pensino che farlo sia grande».

Ma dalle pagine di Vanity Fair traspare anche una Lady Gaga inedita, meno star internazionale e più umana e sensibile: «Sono continuamente sola. Mi sento sola anche quando ho una relazione, è la mia condizione di artista – racconta – per quanto riguarda le relazioni sono attratta dai “cattivi romanzi” [in riferimento alla sua hit Bad romance, ndr]». E per chi si domanda se il cuore della cantante del momento è impegnato, Lady Gaga dice: «Adesso sono decisamente single, non ho davvero il tempo di incontrare nessuno».

Scandalo cocaina per l’ex Velina Elisabetta Canalis

Elisabetta.jpg

L’uso di cocaina nuoce gravemente alla salute (e alla carriera), lo sa bene Morgan che ha pagato con l’alto prezzo dell’allontanamento dalla Rai e da X Factor, di cui era giudice, l’aver ammesso di aver fatto uso di cocaina, ma anche Belen Rodriguez, la showgirl argentina che dopo l’Isola dei Famosi ha stregato il cuore (e non solo quello) degli italiani con una serie di ammiccanti spot in televisione, che potrebbe veder sfumare la possibilità di condurre il Festival di Sanremo il prossimo anno, solo per essere stata testimone di quella che è stata definita la “Milano da sniffare”. Ma allo scandalo sesso e droga, che ha visto la chiusura ed il sequestro di due prestigiosissimi locali VIP di Milano, l’Hollywood e The Club, secondo il network Sky News si è aggiunto un altro nome noto, quello di Elisabetta Canalis, l’ex Velina e Vj di Total Request Live su MTV, nota nel mondo come “Clooney’s Girlfriend”, passata dal gossip sulle possibili nozze con lo scapolo d’oro di Hollywood allo “scandalo cocaina”. Secondo quanto asserisce una escort francese, la Canalis avrebbe fatto uso di cocaina e sarebbe stata legata ad un giro di prostituzione d’alto bordo: «Ho fatto uso di cocaina insieme ad altre persone – ha infatti detto la squillo francese Karima Menad – tra le quali Elisabetta Canalis». La scottante rivelazione è quanto emerge dagli atti giudiziari pubblicati questa settimana.

I due locali milanesi, scenario dei festisi a luci rosse, avrebbero permesso a clienti facoltosi di godere di favori sessuali di ragazze squillo e assumere liberamente droga.

L’inchiesta, secondo quanto si legge sul sito di informazione, ha già portato all’arresto di ben cinque persone appartenenti alle due note discoteche del capoluogo lombardo. La testimonianza di Menad farebbe riferimento al 2008, un anno prima che Elisabetta conoscesse, e si fidanzasse, con l’attore americano George Clooney.

Secondo il procuratore le squillo sarebbero state pagate in denaro e la droga serviva da incentivo per incoraggiare l’acquisto delle consumazioni e degli alcolici. Dalle indagini è emerso che si trattava delle cosiddette “ragazze immagine”, che si avvicinavano ai tavoli dei clienti inducendoli a bere, allontanandosi in un secondo momento dai locali per le prestazioni sessuali. Per farla franca le discoteche ospitavano i festini a base di droga e alcol nelle “zone vip”, lontano da occhi indiscreti. Insomma per l’estate 2010, che sia l’abito nuziale o la cocaina, il gossip per la Canalis è decisamente bianco!

Whitney Houston: «Sto benissimo. Pronta a proseguire il mio tour»

Whitney Houston.jpg

Ha dovuto posticipare ben quattro date del tour del suo ritorno, ma Whitney Houston, ricoverata all’Ospedale per una infezione respiratoria, smentisce categoricamente i roumors che la vedrebbero nuovamente alle prese con la droga, bollando queste voci come “ridicole”. A dirlo è la stessa cantante dalle pagine di People: «Mi sento benissimo – ha detto la cantante al magazine americano – e sono già pronta a riprendere e proseguire il mio tour mondiale». Secondo la cantante, oggi quarntaseienne, i problemi di salute sarebbero dovuti a semplici malesseri di stagione ed il ricovero in ospedale è stata soltanto una precauzione del medico curante: «La mia salute è perfetta, ma in questo periodo ho un sacco di allergie – ha detto l’artista – sto facendo ciò che più amo fare, cantare. La parte migliore è vedere tutti i miei fan in giro per il mondo».

Il tour della Houston, intitolato Nothing but Love e che promuove l’ultimo disco di inediti dell’artista, I Look to You, riprenderà là da dove aveva lasciato il prossimo 13 Aprile da Birmingham, in Inghilterra, e continuerà fino a giugno.

Morgan: intervista esclusiva a “Porta a Porta”

Morgan.jpg

Morgan concede un’intervista esclusiva alla trasmissione di RaiUno Porta a Porta. Il cantautore infatti parla, nel salotto di Bruno Vespa, dell’intervista scandalo pubblicata qualche giorno fa dal mensile Max, facendo dietro front su quanto candidamente ammesso dalle pagine del patinato magazine RCS: «Io ho tentato una risoluzione farmacologica alla mia depressione, ammettendo di nuovo, e qua lo ribadisco, che ho sbagliato perché quello è il modo sbagliato: giusto è – ha detto Morgan – psicoterapia, giusto è parlare, condividere quello è giusto». È così è stato, l’ex leader dei Bluvertigo, si confessa con coraggio in una sincera autocritica.

Durante la trasmissione di Vespa, è intervenuto telefonicamente Gianmarco Mazzi, direttore artistico del Festival di Sanremo, il quale ribadisce che la decisione di escludere il cantante dalla kermesse canora, è stata voluta in primis dalla RAI, che ha prontamente preso le distanze dalle scandalose dichiarazioni del cantautore milanese che sarebbero state travisate dal giornalista del patinato magazine.

«Sono molto dispiaciuto – ha poi detto il cantante milanese – per il fatto che sto passando per uno che insegna la droga, perché è talmente lontano da me l’idea che insegnare un non-valore valore come quello, che mi sono anche impegnato, molto prima che succedesse tutta questa cosa, con delle persone di grande portata umana e valore sociale a scrivere un manifesto che riguarda i valori della vita che io ho presente molto bene».

In rete, sulla piattaforma YouTube, sono già state caricate diverse parti dell’intervista esclusiva che Morgan ha concesso alla trasmissione di Bruno Vespa: noi proponiamo quello che forse è il frammento più significativo della confessione fatta dal cantante milanese, in cui interviene anche il Ministro della Gioventù Giorgia Meloni. Per chi volesse invece rivedere l’intera intervista esclusiva, il canale RaiSatExtra, disponibile gratuitamente sul digitale terrestre, ne trasmette la replica venerdì 5 febbraio alle ore 15.00

La condotta di Morgan è senz’altro sbagliata, ma non imperdonabile: tanti gli artisti, anche nel mondo musicale, che durante il loro percorso sono inciampati perdendosi tra le dune della polvere bianca, da Whitney Houston a Robbie Williams, da Britney Spears a Vasco Rossi, eppure hanno saputo rialzarsi gettandosi tutto alle spalle, e riprendendo con successo la loro carriera. Morgan, a differenza di altri, ha ingenuamente ammesso di aver fatto uso di sostanze stupefacenti, ed oggi, riconoscendo ed ammettendo il suo errore, ha già fatto il primo step verso la guarigione ed una totale disintossicazione.