Kesha: «Sono attratta da uomini e donne»

1357138517_kesha-article.jpg

Iniziato appena da poche ore, il nuovo anno si apre con un gossip musicale. Protagonista è Kesha, dalla copertina di Seventeen di Febbraio. La cantante, già nell’occhio della bufera per la censura radiofonica del suo brano Die Young, morire giovani, in seguito alla sparatoria nella scuola del Connecticut, è la stessa cantante venticinquenne a lanciare la bomba: «Non mi piacciono gli uomini, mi piacciono le persone – ha detto la cantante alla rivista – non riguarda il genere, ma solo lo spirito che trasuda dalla persona con la quale sei».

Durante l’intervista la cantante concede qualche battuta sul bullismo nelle scuole: «Sono totalmente contro il bullismo verso i gay/lesbiche/transgender, ma riguarda anche mio fratello più piccolo. Ha tredici anni e viene deriso perché balbuziente. Tolleranza zero per le persone che prendono in giro gli altri» ha detto l’artista.

Come Madonna e Lady Gaga anche Kesha svela di essere stata vittima del bullismo e di critiche feroci: «Ricordo ogni persona che mi diceva che non avrei potuto fare qualcosa, o che fossi troppo brutta o troppo grassa. Ho una “lista di m***e” persone del mio passato senza cuore e giudicatrici. Anche dopo aver superato la mia fase goffa, ho gettato le mie bretelle e imparato come vestire il mio corpo, la gente dell’industria discografica facevano come per dirmi “Non riuscirai mai a farlo”». Ma naturalmente la cantante ha avuto la sua rivalsa: «I li guardo adesso e dico “Haha!” questa è una delle ragioni per cui ho intitolato il mio album Warrior [Guerriera, ndr]» ed infine Kesha chiude dicendo: «Si può essere una vittima e lasciare che mangino la propria anima, o si può dire “voi finirete sulla mia lista, ed io vi dimostrerò che sbagliate”».

Kesha: «Sono stata costretta a cantante “Die Young”

Kesha in lingerie-01-640x985.jpg

«Stiamo per morire giovani» dice il testo dell’ultimo singolo di Kesha, Die Young, bannato dai circuiti radiofonici dopo la terribile strage della scuola elementare del Connecticut, dove venti bambini hanno perso la vita per mano del killer-suicida Adam Lanza. Un testo che oggi sa di “macabro”, ragion per cui le radio statunitensi hanno deciso di sospenderne la diffusione: «Lo capisco – ha ammesso la stessa cantante in un tweet poi rimosso – io stessa ho avuto un problema personale con “Die Young” per questa ragione. Non ho voglia di cantare questi testi e sono stata COSTRETTA».

Anche Kesha, come molti altri artisti dunque, vittima delle major discografiche, che spesso dettano legge in merito a testi e direzioni musicali che un cantante deve o non deve prendere, limitando la vera capacità espressiva di un qualsiasi interprete: «Sono così dispiaciuta per chi è stato colpito da questa tragedia – ha aggiunto poi la cantante tramite twitter – ora capisco perché la mia canzone è inappropriata. Non ci sono parole per esprimerlo».

Addio dunque alla promozione del singolo, apripista dell’album Warrior, guerriera, che pur non essendo stato proprio una hit, aveva tuttavia il vanto di rappresentare un traguardo personale per la bella cantante, che aveva debuttato nella Billboard Chart al tredicesimo posto, per poi raggiungere la seconda posizione.

Nel frattempo però, Kesha lo scorso 16 Novembre, aveva lanciato il secondo singolo estratto da questo interessante lavoro discografico, C’mon, che lontano da temi macabri, potrà riportare felicemente l’artista in cima alle classifiche con un sorriso.

Kesha, la cantante ritorna oggi con “Die Young” e sembra Nicki Minaj

Kesha - Die Young (cover).jpg

La nuova Kesha è più simile alla Nicki Minaj di Starship che non a se stessa. La cantante di Tik Tok pubblica infatti oggi il singolo Die Young che anticipa l’uscita del suo nuovo lavoro discografico, Warrior, guerriera, che sarà pubblicato il prossimo 30 Novembre. E se il titolo del brano fa subito pensare ai Black Sabbath, nulla ha a che fare con il pezzo della band heavy metal anni ‘70. Die Young infatti ricorda piuttosto un brano rap della cantante Nicki Minaj, e poco o nulla rimane della Kesha che qualche anno fa si destreggiava tra l’elettronica di Blow e la dance di We r who we r. Non ci credete? Ascoltare per credere…

Kesha la “guerriera” ritorna con il singolo “Die Young”

kesha-warrior-cover-art-release-date.jpg

kesha-die-young-single-artwork.jpgDopo la riedizione del suo album di debuto Animal, Animal Cannibal, Kesha sembra finalmente pronta per un nuovo progetto di inediti. A darne notizia la stessa cantante, la quale dice che il suo prossimo album, Warrior, guerriera, arriverà sugli scaffali il prossimo 4 dicembre, pubblicando al contempo anche la copertina dell’album, in cui, in uno scenario apocalittico-futuristico, compare vestita più come una “novella Barbarella” piuttosto che vera e propria guerriera. Ma se i fan storcono il naso per la lunga attesa della release del disco, possono tirare un sospiro di sollievo già a partire dal prossimo martedì: il 25 Settembre infatti uscirà Die Young, primo singolo estratto ad anticipare il secondo (quasi terzo) lavoro discografico della cantante di Tik Tok.