Britney Spears: “Hold it against me” nell’occhio del ciclone?

167973_494974688233_39677118233_6026560_5049583_n.jpgBritney Spears in testa alle classifiche di iTunes con Hold it against me, ed è subito polemica. Secondo il sito news americano MTV.com, il nuovo singolo della cantante della Louisiana, pubblicato lo scorso martedì sulla piattaforma Apple, e subito tormentone nelle radio statunitensi, è al centro di una controversia legale. Il titolo del pezzo, che anticipa l’uscita del settimo album da studio della Spears, ancora senza titolo, sarebbe troppo simile a quello di una vecchia canzone country del 1979, If I Said You Have a Beautiful Body You Hold it Against Me dei Bellamy Brothers: «Un titolo non è soggetto a copyright» ha spiegato l’avvocato Brian Caplan dalle pagine del sito americano, con i suoi oltre vent’anni di esperienza in materia di proprietà intellettuale e dello spettacolo. «L’espressione, sia nei testi che nella musica, in una composizione è soggetta a copyright, ma se qualcosa è già stato usato in precedenza da altre fonti, si può sempre arguire che sia banale o comune, e l’ultimo utente non avrà alcun diritto su di essa».