Jackie Evancho, la nuova bambina prodigio di “America’s got Talent”

502288-jackie-evancho-617-409.jpg

jackie evancho cover.jpgSe la sentirete cantare, vi accorgerete che la sua voce da mezzo-soprano vi ricorderà quella di Sarah Brightaman, ma se la guarderete invece, vi sembrerà di vedere un angelo, con i suoi capelli biondi e i penetranti occhi azzurro cielo. Fin qui nulla di strano, direte voi, premesse, talento e bellezza, che soprattutto nella terra delle opportunità, l’America, spalancherebbero le porte del successo a chiunque abbia anche un po’ di cervello per sfruttarle al meglio, se non fosse per il fatto che lei, Jackie Evancho, ha soltanto nove anni, ed è una vera rivelazione dello show statunitense America’s got Talent, dove ha letteralmente incantato e sbalordito la giuria. Una bambina prodigio come non se ne vedevano da anni, che studia da tempo con un vocal coach e già suona il piano e il violino.

Forse il suo album di debutto, Prelude to a Dream, non è stato proprio un successo, conquistando soltanto un secondo posto tra gli album più scaricati di musica classica nella classifica digitale di iTunes e Billboard Chart, ma il suo ultimo EP, O Holy Night, è riuscito laddove molte artiste ben più affermate come Christina Aguilera, Rihanna, Taylor Swift, hanno fallito, debuttando direttamente al secondo posto della Billboard Chart, dietro Susan Boyle e il suo straordinario The Gift, facendone la più giovane artista femminile solista a debuttare nella Billboard top ten.

O Holy Night è un CD/DVD che contiene, oltre al classico di Natale omonimo, anche un altro brano della tradizione delle feste, Silent Night, più Panis Angelicus, pezzo con cui la Evancho si è fatta notare su YouTube e Pie Jesu. La parte video invece raccoglie tutte le sue performance al talent americano, dalla prima audizione fino a un’intervista fatta ad una settimana dalla fine del programma.

Inedita Kylie Minogue!

kylie_minogue_931891j1.jpg

Non si tratta di nudi, né dell’ennesimo passaggio dalla musica al cinema, eppure Kylie Minogue è apparsa in una veste decisamente mai vista. La cantante australiana, nota anche per il suo sex appeal e le vesti succinte, ha presentato a sorpresa in anteprima esclusiva per il sito di gossip perezhilton.com un nuovo brano: non un inedito dance, bensì un classico moderno della tradizione natalizia, Let it snow!, lascia che nevichi, originariamente cantato nel 1945 da Vaigh Monroe e più volte “coverato” da vari artisti nel tempo, tra cui Jessica Simpson nel 2004, Michael Bublé e Frank Sinatra che ha invece totalizzato il record di venticinque milioni di download sul noto e-store Apple iTunes.

Nella cover la Minogue sembra restituire il fascino retrò del brano originale, mettendo in luce la sua melodica voce. Che sia un preludio per un album natalizio? Comunque sia, per il momento, ci piace!

La colonna sonora ideale per le cene e party di Natale

1261581508_a.jpg

Se finora ci siamo occupati del regalo ideale da far trovare sotto l’albero alle persone amate, facendo magari ricadere la nostra scelta su di uno dei tanti album e cofanetti speciali in uscita per le feste, dai finalisti e vincitori del talent Amici al best of di Nek, dalla rarefatta Susan Boyle alla seconda raccolta natalizia di Mariah Carey, saranno invece già in tanti, con l’avvicinarsi delle feste, a pensare allo sfondo musicale ideale per rendere perfetti party e cene. Ma se Susan Boyle p troppo soft e la Carey troppo festosa, qual è la musica ideale per una perfetta serata con amici e parenti? Arriva in nostro soccorso la bossa nova e tutta una serie di antologie che rivisitano in chiave carioca le classiche carole di Natale. Tra le tante raccolte la nostra scelta è un disco di qualche anno fa, ma che possiamo già considerare un evergreen delle feste, Christmas Songs in Bossa del 2008, che ha saputo mettere insieme e amalgamare alcuni tra i più raffinati artisti della musica brasiliana, da Cecilia Dale a Bob Tostes, da Liz Menezes a Marcela Mangabeira per tredici brani che spaziano sapientemente dai canti tradizionali, come Silent Night e Jingle Bells, a classici moderni come All I want for Christmas is You e Happy Christmas (War is Over)di John Lennon, ricreando una suggestiva quanto perfetta atmosfera lounge.

 

01 – Marcela Mangabeira – All I Want For Christmas Is You

02 – Monique Kessous – Last Christmas

03 – Tahta Menezes – Happy Christmas (War Is Over)

04 – Cecilia Dale – Jingle Bell

05 – Montserrat – Silent Night

06 – Monique Kessous – The Christmas Song (Merry Christmas To You)

07 – Montserrat – White Christmas

08 – Liz Menezes – Joy To The World

09 – Cecilia Dale – Santa Claus Is Coming To Town

10 – Cecilia Dale – Let It Snow Let It Snow Let It Snow

11 – Bob Tostes – Rudolph,The Red-Nosed Reindeer

12 – Bob Tostes – Sleigh Ride

13 – Liz Menezes – Winter Wonderland