Robbie Williams ritorna a fine anno con “Take the Crown”

Robbie_Williams_Take_the_crown.jpg

Dopo aver ritrovato i suoi compagni di viaggio, Robbie Williams, messi di nuovo (momentaneamente) da parte i Take That, continua a dedicarsi alla sua carriera solista. Il cantante di Angel ritorna infatti a tre anni da Reality Killed the Video Star con il suo nuovo album di inediti Take the Crown, in uscita il prossimo 6 Novembre. Il nono album da studio di Williams, già pre-ordinabile sulla piattaforma digitale iTunes, avrà ben due copertine per la standard edition. Ad anticipare questo nuovo capitolo discografico sarà il singolo Candy, che, dopo il duetto Shame del 2010, vede di nuovo Robbie collaborare con l’altro Take That Gary Barlow, che con lui firma il brano. La tracklist dell’edizione standard si comporrà di undici brani, ai quali se ne aggiungeranno due nella Deluxe, più il DVD con il making of e due video del dietro le quinte di questo attesissimo album. Ma Take the Crown avrà anche un’edizione in vinile a tiratura limitata.

L’ex Pussycat Dolls, Kimberly Wyatt, debutta come solista

Kimberly Wyatt.jpgSi chiama Kimberly Wyatt, ed anche se il suo nome ai più non dice nulla, era una delle componenti di uno dei gruppi di maggior successo della storia musicale recente, The Pussycat Dolls. Sciolta ufficialmente la girl band, anche Kimberly, come la front-woman Nicole Scherzinger, ha deciso di intraprendere un percorso artistico solista. La sua prima canzone senza la band s’intitolava provocatoriamente Not just a Doll, non solo una bambola (in riferimento al gruppo), postata sul suo canale YouTube ufficiale, dove spiegava le motivazioni che l’hanno spinta a lasciare il gruppo, ma la sua prima vera canzone senza le Dolls è la partecipazione al singolo Candy del rapper Aggro Santos, un pezzo elettro-dance, in cui la bella Kimberly mette in evidenza non soltanto le sue doti canore, ma anche il suo irresistibile sex appeal, entrando nella top 5 della classifica britannica.

Qualche giorno fa Kimberly ha parlato al tabloid britannico Daily Star al quale ha detto: «Lavorare con le Pussycat è stato come il miglior campo di addestramento di sempre, ma adesso che ho lasciato il gruppo io posso fare tutti i grimey, indie, cose diverse che ho sempre voluto fare».

In merito alla sua collaborazione con Santos ha detto: «Aggro mi ha spinto ad un ulteriore step. Siamo stati in studio un paio di mesi fa e mi ha suonato alcuni pezzi e mi sono chiesta: “Che cos’è questo? È grandioso».

Ma l’ex Pussycat ha anche un altro progetto in serbo per i suoi fan: oltre al nuovo album da solista, la cantante sta infatti preparando un progetto dance intitolato Her Majesty And The Wolves, sua maestà e i lupi: «Voglio uscire con qualcosa che sia veramente diverso – ha detto la Wyatt – c’è un mix tape sul sito web di HMATW che è possibile ascoltare e farsi un’idea di ciò che sta venendo fuori, voglio che la gente venga ad un concerto HMATW e non sappia cosa aspettarsi».