Lady Gaga si trasforma in rapper per l’amico Mugler

lady-gaga fat.jpg

Che volesse cambiare genere, dopo le vendite, sì buone, ma non entusiasmanti di Born this way (cinque milioni di copie nel mondo) un po’ si sapeva, ma che dalla dance passasse al rap proprio non ce l’aspettavamo.  È trapelata in rete agli inizi della settimana scorsa la traccia Cake Like Lady Gaga in cui la cantante di Judas si diletta a rappare con una voce maschile. Nulla è dato sapere su chi sia l’uomo che canta il brano, presentata sulla passerella dell’amico-stilista Mugler durante la settimana della moda di Parigi, per il quale Gaga era direttore della musica. Il file leakato è una versione prodotta da Dj White Shadow, la quale però non include il testo originale in cui Miss Germanotta diceva: “Fan***o il mondo, io sono Lady Gaga/Giro il mondo come Lady Gaga/cammino per miglia su tacchi alti”. Un’autocelebrazione, in risposta forse alle tante critiche sul peso delle ultime settimane, e agli attacchi di Madonna, e nel frattempo ha lanciato la sua  Body Revolution 2013 campaign, dicendo di piacersi anche con qualche chilo in più e per invitare i suoi fan ad accettarsi così come sono, anzi, parafrasando il testo del suo brano, “nati così”.

Che sia questo il nuovo genere di Miss Germanotta?

Madonna: «Io adoro Lady Gaga. Presto saremo sul palco insieme»

madonna and lady gaga.jpg

Pace fatta tra Madonna e Lady Gaga? È ancora presto per dirlo, ma di certo Miss Ciccone, che nei mesi passati tanto aveva fatto per attaccare la neo-regina del pop, adesso sembra far marcia indietro e, incassata la sconfitta per il suo album MDNA ed il tour, la cantante di Girl gone wild sembra che adesso voglia addirittura duettare con Miss Germanotta: «Volete sapere una cosa? La adoro» ha detto Madge alla folla presente al concerto di sabato ad Atlantic City, dedicando alla collega-connazionale oriunda italiana il brano Masterpiece, lo stesso che aveva dedicato tempo prima ad Elton John: «Lo perdono» aveva detto Madonna al cantante che in una precedente intervista l’aveva definita una “spogliarellista da luna park”. Ma subito dopo rilancia: «L’imitazione è la più alta forma di lusinga». Un riferimento, questo, ai tanti look di Gaga ispirati a lei e a quel brano, Born this way, che proprio non le era piaciuto: troppo simile alla sua Express Yourself del 1989: «Credo che sia un meraviglioso modo di riproporre la mia canzone – aveva commentato Madonna – voglio dire, ho riconosciuti i cambi di accordi. Ho pensato che fosse… interessante».

Ma le vendite dei suoi album non decollano, nessuno dei tre singoli finora pubblicati, raggiunge la vetta della classifica US, e i toni per Madonna sembrano cambiare adesso: «Un giorno, molto presto, saremo sul palco insieme – ha gridato Madonna ai suoi fan – dovete solo aspettare. Pensate stia scherzando? Mi piace Lady Gaga».

Dal canto suo invece, paga degli oltre (anche se un po’ deludenti) cinque milioni di copie vendute dell’album Born this way, e di quasi due del singolo omonimo, Lady Gaga non ha mai risposto fuoco col fuoco, e in risposta agli schizzi di veleno della Ciccone sulle velate accuse di plagio aveva così risposto: «È assolutamente ridicolo anche farmi una domanda a riguardo… se metti le canzoni l’una accanto all’altra, fianco a fianco, le somiglianze riguardano solo la progressione degli accordi. È la stessa cosa che succedeva con la disco music degli ultimi cinquant’anni. Solo perché sono la prima fot*******a artista ad aver pensato di nella top 40 radio, non significa che io sia un plagiario, ma che sono fot***mente intelligente. Scusatemi».

Adesso Madonna perdona e dimentica: d’altronde come si dice? Se non puoi batterli, unisciti a loro.

 

Problemi di peso per Lady Gaga

Lady Gaga grassa composizione.jpg

In periodo di spiagge e costumi da bagno, è quasi un piacere consolatorio sapere che anche i very important people abbiano problemi di peso. Ultima solo in ordine cronologico è Lady Gaga, a dimostrazione che le cantanti (vedi Britney Spears e Christina Aguilera, ma anche Janet Jackson) sono senza dubbio la categoria più colpita. Noi l’avevamo già presagito in questo post, quando Miss Germanotta, posando contro la bulimia, aveva mostrato delle forme più burrose, ben distanti dalla figura filiforme che si scatenava nel videoclip di Born this way. Adesso è il Daily Mail che ne parla, mostrando gli ultimi scatti del tour dell’artista, in cui Lady Gaga appare appesantita, e fuori forma. Con un giro vita senza dubbio più largo ed un sedere più grosso di quanto negli ultimi video non aveva mostrato. Ma in fondo lei è nata così, sta bene in ogni sua forma, e a noi piace comunque.

Lady Gaga: a settembre il titolo del nuovo album

Lady Gaga.JPG

È inutile negarlo, anche se Born this way ha superato gli oltre cinque milioni di copie nel mondo, ha sicuramente deluso le aspettative. Se il singolo omonimo infatti, ha venduto da solo oltre un milione e mezzo di copie, restando per settimane ai vertici delle classifiche, i singoli successivi invece, Judas, Edge of Glory e soprattutto Merry the night, hanno mancato la mission e l’attesissima number one, riuscendo a malapena ad entrare nella top ten, per poi scendere la classifica subito dopo. Finita così la promozione mediatica, quella che ha portato Lady Gaga a parlare del suo album sulle copertine dei magazine di tutto il mondo, è partito da qualche mese ormai il Born this way Tour, a supporto di un disco che, a dispetto del potenziale, e delle tracce inestratte, ha senza dubbio deluso le aspettative dell’etichetta discografica e, probabilmente, anche dei fan.

Ma archiviato questo successo-a-metà, Lady Gaga, come ha già ampiamente anticipato in diversi tweet on-line nei mesi scorsi, sta già pensando al suo prossimo lavoro discografico. Secondo l’ultimo tweet, lanciato dalla stessa Miss Germanotta, il titolo del terzo disco della cantante sarà svelato a settembre: «Eccitanti notizie, piccoli mostri! – ha scritto Gaga – ho fatto ascoltare il mio nuovo disco alla mia casa discografica e annuncerò il titolo del nuovo album a settembre».

Insomma a quanto pare il lavoro ormai è fatto. Ed è solo questione di tempo.

Lady Gaga non perde il vizio… e nemmeno il pelo!

lady gaga vestito capelli 2.jpg

Lady Gaga non perde il vizio… e neanche il pelo. Se già un paio d’anni fa l’eccentrica cantante aveva indossato un abito di capelli (vedi link), quest’anno Miss Germanotta si ripete e rilancia, indossando un abito di capelli viola. È successo sabato scorso ad Hong Kong, dove la cantante ha sfoggiato questa volta una mise lunga fatta di violacei capelli umani, con lunghi guanti bianchi e un cappello dello stesso colore a tesa larga. Immancabili gli occhiali da sole tondi, che da sempre caratterizzano l’artista: «Sono così contenta di essere ad Hong Kong – ha “twittato” la cantante – qui noi abbiamo quattro show. Grazie per aver comprato i biglietti, miei piccoli mostri, non vedo l’ora di scuotere questa città!». Miss Germanotta infatti è impegnata già da qualche settimana con il suo Born this way Ball, il nuovo tour che la porterà in giro nel mondo, promuovendo così il disco Born this way, pubblicato lo scorso anno, che ad oggi ha venduto quasi sei milioni di copie.

Madonna: «Britney Spears è meglio di Lady Gaga»

Madonna, Britney Spears, Lady Gaga, vs, Born this way, Give me all your luvin’, M.D.N.A., contro, Guerra, The Advocate

Continua la crociata personale di Madonna contro Lady Gaga. Se negli ultimi anni Miss Germanotta ha beneficiato di un trono (apparentemente) vacante e di due eredi, Britney Spears e Christina Aguilera, non proprio al massimo della loro forma (fisica e musicale), diventando di fatto il vero nuovo mito per la generazione contemporanea, ispirando milioni di ragazzini e non nel mondo, adesso le cose sono un tantino cambiate: la regina del pop, Madonna, è ritornata per reclamare il suo legittimo posto. Reduce da quattro anni lontana dalle scene musicali, per dedicarsi alla settima arte, con la regia del film W.E., Madge ha interrotto il silenzio, quello musicale, ed è ritornata con il (non molto convincente) brano Give me all your luvin’ (che anticipa l’album M.D.N.A.), che vede il featuring di Nicki Minaj e M.I.A., proposto ai fan con una massiccia promozione: un leak sospetto, un’anteprima del video in uno dei programmi più visti degli Stati Uniti, American Idol (in cui appare come una novella “Desperate Housewives”), ed un’altra durante l’intervallo in quello che è considerato, con i suoi cento milioni di telespettatori, l’evento dell’anno, il SuperBowl.

Dopo la frecciatina di qualche settimana fa al brano “Born this way” di Gaga, che, secondo Madonna, sarebbe stato un omaggio alla sua Express Yourself, asserendo implicitamente che si tratti di un plagio, intervistata da un altro prestigioso magazine, The Advocate, la cantante, in merito all’entusiasmo dei giovani gay per la Germanotta, ha detto: «Sembra genuino, sembra naturale ed io posso capire perché lei ha tanto seguito tra i gay. Posso capire che si connettono al suo essere non convenzionale. Sì, voglio dire, non è Britney Spears. Lei non è costruita come il mattone di una casa».

Madonna 1 Lady Gaga 0

madonna golden globes 2012.jpg

La vera regina del pop, Madonna, sta tornando, e lo fa sotto i migliori auspici. Il suo brano Masterpiece, letteralmente ‘capolavoro’, colonna sonora del film W.E., diretto dalla stessa artista, ha infatti vinto nella stessa categoria in cui figurava anche Hello Hello della rivale Gaga (tema portante del cartone animato Gnomeo e Gilietta), aggiudicandosi così il Golden Globes come miglior canzone originale per un film.

Il brano andrà probabilmente a comporre la tracklist dell’attesissimo M.D.N.A., album che segnerà il ritorno di Miss Ciccone sulle scene musicali, dalle quali latita ormai da ben quattro anni, e che parte già con un primo prestigiosissimo riconoscimento della critica americana. Come ormai ampiamente anticipato, il disco, dodicesimo album da studio dell’artista, sarà preceduto dal singolo Give me all your luvin’ che vede la collaborazione tra Madonna e le rapper M.I.A. e Nicki Minaj, e sarà ufficialmente presentato al pubblico americano al prossimo SuperBowl del 5 Febbraio.

Lady Ciccone sembra più agguerrita e pronta che mai a riprendersi il trono che Miss Germanotta in questi anni ha impropriamente usurpato, e, contrariamente a quanto aveva fatto finora, ha astutamente innescato una piccola rivalità con prevedibili ripercussioni sulle tifoserie delle due artiste: ad oltre un anno dalla pubblicazione di Born this way, grande successo della passata stagione di Lady Gaga, Madonna ha commentato: «Sono rimasta sorpresa delle assonanze tra ‘Born this way’ e la mia canzone ‘Express Yourself’ – riporta oggi tgcom.it – Ho pensato, che modo meraviglioso di riprodurre la mia canzone, voglio dire, è molto interessante». Immediate le reazioni dei fan in difesa dei due schieramenti. Lady Gaga è avvertita, Madonna è ritornata a riprendersi il suo trono, e il primo round sembra averlo già vinto.

Lady Gaga, ascesa e declino nel corto “Merry the Night”

Lady Gaga, Born this way, Merry the Night, videoclip, vevo, youtube, singolo, 2011

Se MTV ha riscritto le regole della musica a metà degli anni ’80, associando alle canzoni la nobile arte del videoclip, trent’anni dopo Lady Gaga è andata oltre. La cantante di Born this way infatti già da tempo ha fatto dei suoi videoclip, eccessivi e provocatori, vere e proprie opere filmiche di arte contemporanea, curatissime in ogni dettaglio glamour, a tratti kitsch. E dopo Alejandro e Telephone anche per il video del nuovo singolo estratto da Born this way, Merry the Night, Miss Germanotta ha deciso di farne (e dirigere) un vero e proprio cortometraggio di quasi quattordici minuti. La scena iniziale è quella di una donna ferita che viene trasportata in ospedale, in cui Lady Gaga non si risparmia in scene di ballo e in scene di nudo. Dando inizio al brano vero e proprio soltanto a partire dall’ottavo minuto.

E anche in questa ennesima clip sono tantissimi i riferimenti agli anni ’80, e a Madonna, inconsapevole musa della Germanotta: dall’allenamento in palestra, alla cotonatura dei capelli platino, al balletto in strada sotto la pioggia in stile Fame.

Insomma, incassate le critiche per The Edge of the Glory, che secondo i fan era troppo “semplice” e dimesso, assolutamente non in linea con lo stile trasgressivo della cantante, Lady Gaga ritorna agli eccessi e alle provocazione che, insieme alla sua musica, caratterizzano la sua carriera, con tanto di delirio con rasatura di capelli annessa.

Lady Gaga: “You and I” sarà il prossimo singolo di Born this way

Lady Gaga, Born this way, singolo, nuovo, You and I, video, vevo, youtube, 2011, video, Jimmy

Ospite lo scorso giovedì del programma So You Think You Can Dance, Lady Gaga ha annunciato quale sarà il prossimo singolo estratto dal suo album Born this way. Se il disco, come il singolo omonimo, è stato comunque un successo, non può dirsi altrettanto per i successivi brani estratti: Judas, infatti, non solo non è riuscito a raggiungere il vertice, ma è sceso subito nel dimenticatoio, mentre The Edge of Glory arranca in top ten, senza il fatidico numero uno. Miss Germanotta ha deciso dunque di mettere da parte per un po’ trasgressione ed eccentricità, e che il prossimo estratto dal secondo album da studio sarà il brano You and I, già più volte cantato dal vivo durante lo scorso Monster Ball Tour. Messa da parte anche la chioma verde delle ultime settimane, ritornata biondo platino (e più simile alla Aguilera di quanto forse non volesse), Lady Gaga, ospite del programma Jimmy Kimmel Live ha rivelato di averne già girato il video in Nebraska.

Lady Gaga: «Il mio amore per i miei fan gay è puro»

Lady Gaga, Born this way, gay, The Edge of Glory, polemiche, accuse, cd, album, disco, 2011

Accusata dai più di sfruttare la comunità gay per vendere più dischi, Lady Gaga risponde alle insinuazioni dalle pagine di The Advocate, magazine della comunità LGBT: «È una delle accuse più ridicole che mi possano fare – ha detto la cantante, con tanto di capelli verdi sulla copertina di Agosto – la prima cosa che desidero dire è che ogni singolo giorno della mia vita io penso, più dei miei fans, l’amore per la musica, e il benessere della mia famiglia, alla giustizia sociale e l’uguaglianza». Nessuna manovra commerciale, Lady Gaga, con i suoi testi provocatori e liberatori, come Born this way, nata così, si è dunque trasformata in un’icona gay e portabandiera dei diritti della comunità omosessuale, suo malgrado, ma orgogliosa di farlo: «Il mio amore per i miei fans gay è puro, un amore autentico per loro come miei sostenitori sin dall’inizio, e mi ha fatto sentire legata alle loro battaglie, come qualcuno che è parte della loro lotta».

E sull’eterna rivalità e paragone con chi l’ha preceduta, come le icone gay Madonna e Barbra Streisand dice: «Non è un problema, non c’è gelosia o competizione – continua la cantante di The Edge of Glory – mi sento così connessa a Madonna, in tanti modi, e mi sento connessa a Barbra, a Cher a Blondie e a tutte le donne che sono venute prima di me».