Alexis Bledel e Matthew Bomer per il film “Cinquanta Sfumature di Grigio”

Cinquanta Sfumature di Grigio poster film.jpg

Con i suoi quaranta milioni di copie vendute dell’intera trilogia, Cinquanta Sfumature di Grigio, il primo dei tre romanzi di E.L. James, è di sicuro il fenomeno letterario di questa estate. Consigliato dalle sue stesse lettrici, che hanno diffuso il “verbo” con il passaparola e attraverso i social network, fino a farlo arrivare in cima alle classifiche di tutto il mondo (Italia compresa), la saga erotico-amorosa tra la dolce Anastasia Steele, protagonista del romanzo, e il bello e tenebroso Christian Gray (Grigio in inglese, da qui il titolo), si appresta adesso a diventare una trasposizione cinematografica che potrebbe arrivare nelle sale il prossimo anno. E a Hollywood è già caccia ai nomi degli attori che potrebbero dare il volto alla bella protagonista, dalla pelle diafana, gli occhi azzurro e lunghi capelli castani, e al “bello bello bello” Mr. Gray, che, con i suoi occhi (rigorosamente) grigi, e l’aria impenetrabile, agita il cuore e le passioni della dolce Ana. Ma se negli States danno già per certa Emma Watson, l’intelligente Hermione di Harry Potter, e Cillian Murphy, al cinema nel sequel del Cavaliere Oscuro, noi di cosmomusic invece puntiamo su Alexis Bledel, la bella e intelligente Rory Gilmore della serie Una Mamma per Amica, e il bel Matthew Bomer, noto per il serial White Collar di cui è protagonista.

Se avete letto il libro e pensate anche voi che Alexis e Matthew rappresentino l’essenza della descrizione fatta dall’autrice, aderite alla nostra iniziativa: andate sulla nostra pagina facebook, e condividete le foto dei nostri poster. Iscrivetevi al gruppo Alexis Bledel and Matthew Bomer for Fifty Shades movie, e cliccate mi piace al nostro articolo. Votate il sondaggio o suggerite quali, secondo voi, potrebbero essere gli attori, per questo romanzo che ha saputo conquistare il mondo intero.

50 Sfumature di Grigio: la perfetta colonna sonora per leggere i libri

fifty_shades.jpgÈ il fenomeno letterario di questa estate. Con i suoi quaranta milioni di copie vendute, 50 sfumature di grigio, primo capitolo di una trilogia già edita in Italia, è la storia erotico-amorosa tra la ventenne Anastasia e il (quasi) trentenne Christian Gray, ed è riuscito a battere il primato detenuto da Harry Potter come romanzo con la più rapida diffusione. Da lì pare sia scoppiata in tutto il mondo la 50-sfumature-mania: tutti corrono in libreria ad acquistare il libro, alla volta della scoperta della passione, di scene di sesso esplicito, e di pratiche fetish a suon di frustini e camere da letto rosse.

Già da qualche tempo si parla di trasposizione cinematografica, ed è subito scattata il toto-attore, su quali saranno gli interpreti che porteranno sul grande schermo la bella protagonista che viene iniziata al sesso, e il fascinoso Gray (in inglese Grigio, da qui il titolo del primo volume). I primi nomi sono quelli di Emma Watson, la bella Hermione di Harry Potter, e l’attore Cillian Murphy, che, con questa saga, c’è da scommetterci, raggiungerebbero tutt’altra popolarità. Ma nessuna conferma ufficiale è ancora stata data.

Nel frattempo però 50 sfumature di grigio si è già trasformata in una colonna sonora. È la stessa autrice, E.L. James, che ha fatto infatti una selezione di quindici dei brani di musica classica citati nella sua trilogia, che uscirà, su etichetta EMI, il 21 Agosto in formato digitale e, circa un mese dopo, il 18 Settembre nel formato fisico.

Secondo quanto riporta la EMI l’album: «Mira a fornire l’accompagnamento ideale per l’esperienza di lettura di 50 Sfumature, creando un’atmosfera misteriosa e seducente con un po’ d’accenno di pericolo…».

I brani sono tutte arie di musica classica di opere note e meno note, di autori e periodi diversi. In un comunicato stampa, la quarantottenne autrice della trilogia ha detto: «Sono entusiasta che i brani classici che mi hanno ispirata mentre scrivevo la trilogia Cinquanta Sfumature siano stati messi insieme in un’unica raccolta per tutti gli amanti dei miei libri».