On-line la premiere esclusiva del video di Michael Jackson e Akon, “Hold my Hand”

MJ_83095_HoldMyHand.jpg

Mentre Michael, primo album postumo di Michael Jackson fa il giro della rete con una settimana di anticipo rispetto all’uscita ufficiale, prevista invece per il 14 Dicembre, la casa discografica del Re del Pop ha presentato su YouTube la premiere del video di Hold my Hand, stringi la mia mano, primo singolo estratto dal disco di Jackson in coppia con il rapper Akon. Ombre e immagini di repertorio per il compianto Michael, interpretato anche da un bambino, che si alternano a immagini di ragazzini, paesaggi naturali e strette di mano, e la gente che Michael amava tanto. Un montaggio a tratti forzato per Akon, che fa somigliare la clip più ad un fan-made piuttosto che al video ufficiale del brano. Anche se il video non ci ha particolarmente entusiasmato, la canzone ci piace, ed è sicuramente una delle migliori produzioni postume di sempre, non a caso una delle poche effettivamente completate dallo stesso Jackson. Ecco il video:

Akon: «Nessun’altra canzone con Michael Jackson»

Akon.jpg

Nessun’altra canzone con Michael Jackson. A dirlo è Akon, protagonista in questi giorni del duetto con il Re del Pop registrato nel 2007, Hold my Hand che anticipa l’album Michael in uscita a dicembre, il quale ha detto che non pubblicherà ulteriori brani registrati in coppia con Jackson: «”Hold my Hand” – spiega il cantante – era una registrazione già completata, le altre sono delle idee non del tutto complete. Sono solo idee, concetti e armonie che il mondo probabilmente non potrà mai ascoltare, perché non le pubblicherei mai incompiute. Quindi potrei anche bruciarle, dopo questa intervista».

E stando alle parole del cantante, sono tante le registrazioni, in gergo demo, realizzate con Jackson: «Abbiamo realizzato un sacco di registrazioni oltre questa – continua – ma sono incomplete».

Insomma, pago di quella che probabilmente sarà ricordata come una delle ultime collaborazioni di Jackson, salvo ulteriori pubblicazioni postume di altri artisti, Akon non vuole speculare sulla morte di Michael, nonostante la possibilità di farlo, ma non è il solo artista ad avere una coscienza e a non voler far parte di questa macchina senza scrupoli che pensa solo a sfruttare in qualsiasi modo il nome del cantante prematuramente scomparso nel giugno del 2009, anche Will.i.am, leader dei Black Eyed Peas, avrebbe infatti collaborato con Jacko su alcune tracce che non è assolutamente intenzionato a pubblicare.