Susan Boyle: la cantante a novembre omaggia Broadway con “Standing Ovation”

Susan Boyle - Standing Ovation (cover).jpg

Formula che vince non cambia. Se con soli due album, Susan Boyle è riuscita a vendere quattordici milioni di copie nel mondo, l’ex rivelazione di Britain’s got Talent ci riprova adesso con Standing Ovation, terzo lavoro discografico, che arriva a due anni da The Gift. Ed è di nuovo al mercato natalizio quello cui la cantante britannica mira, fissando la data d’uscita di questo nuovo album al prossimo 19 Novembre, già numero uno nella classifica dei pre-orders di Amazon UK. Un nuovo disco di cover quello della Boyle, che questa volta omaggia gli ABBA (con una superba interpretazione della power ballad The Winner takes it all) e Barbra Streisand con la bellissima Memory e i grandi brani di Broadway. Ma Standing Ovation è un disco che riserba non poche sorprese ai fan dell’artista, che, su undici brani della tracklist, riserba ben tre duetti, dei quali due con l’ex teen idol Donny Osmond, con il quale canta All I ask of you e This is the moment, mentre in The music of the night la Byle ritrova la voce dell’attore e cantante inglese Michael Crawford.

Una strenna confezionata per vendere sì, ma nell’insegna della qualità, delle grandi interpretazioni e delle emozioni soprattutto che solo il talento di Susan Boyle sa darci.

Rihanna svela la copertina di “Unapologetic” e posa nuda per “Nude”

Rihanna - Unapologetic (cover).jpg

Che Rihanna fosse instancabile l’avevamo capito: in soli tre anni infatti la bella cantante delle Barbados ha confezionato ben tre album da studio, evolvendo, ad ognuno il proprio sound. Ma che RiRi stesse per pubblicare ancora un nuovo album di inediti, quello, i fan forse non se l’aspettavano. Reduce dal successo di Talk that Talk, pubblicato appena lo scorso novembre, Rihanna è già pronta per il suo prossimo capitolo discografico, che accompagnerà i fan in tour per il prossimo 2013. Anticipato dal singolo Diamonds, co-scritto con Sia Furler, insieme alla produzione di Benny Blanco e StarGate, il pezzo fonde elettronica, soul e pop, l’album, che s’intitolerà Unapologetic, impenitente, e che arriverà sugli scaffali e negli store digitali il prossimo 19 Novembre.

E sulla sua pagina ufficiale oggi Rihanna svela l’artwork di copertina, in cui, con taglio nuovamente alla maschietto (come nel 2008) posa nuda, coperta solo di parole. E sul corpo della cantante, sul quale s’intravede l’ormai noto tatuaggio della dea egizia Iside sul petto, si leggono parole come diamanti, amore, coraggioso, divertimento. Concetti positivi che forse caratterizzeranno quella che la stessa RiRi ha definito la sua “nuova era” musicale.

Nel frattempo Diamonds, pur avendo mancato la number one ha debuttato al ventitreesimo posto della Billboard Chart, arrivando alla diciottesima posizione questa settimana, con buone probabilità di risalita in vista del lancio del videoclip ufficiale dell’artista.

Ma se pensate che Rihanna nell’attesa dell’uscita di questo settimo disco stia a casa a rigirarsi i pollici, beh, sbagliate di grosso: la camaleontica cantante infatti, ritratta da Tony Duran, mostra una fluente chioma bionda per la campagna di Nude, la sua nuova fragranza, vestita solo di sexy lingerie e coperta appena maliziosamente da un velo.

Cinquanta Cambiamenti di Grigio

Fifty-Shades-of-Grey-011.jpg

Mentre continua on-line il toto attori per chi interpreterà il fascinoso Mr. Gray e chi sarà invece l’angelica attrice a prestare il volto alla ingenua Ana, un’altra amletica domanda si pongono i fan della saga letteraria porno chic di E L James: chi sarà lo sceneggiatore che metterà su carta la storia di Christian Gray e della sua Camera Rossa delle Torture? Tra i papabili c’è Kelly Marcel.

Nel frattempo però trapelano on-line i primi cambiamenti che potrebbe subire la trasposizione cinematografica rispetto al romanzo originale, Cinquanta Sfumature di Grigio. A darne notizia la stessa Universal (acquirente dei diritti del libro) la quale in un comunicato annuncia quali saranno cinque i nodi sui quali verteranno i cambiamenti della pellicola: il SESSO. Inutile girarci intorno, il romanzo della James resta fondamentalmente una novella erotica, e pertanto le scene di sesso (non solo esplicito, ma sadomaso e violento) è il problema principale, poiché i produttori non vogliono che Cinquanta Sfumature sia un film pornografico. Marcel dovrà dunque trovare insieme ad un regista (ancora da definire) il giusto equilibrio tra ciò che potrà essere mostrato, ascoltato e cosa invece andrà nascosto.

La storia ruoterà dunque principalmente sul conflitto di Ana di firmare o meno il contratto di Christian Gray, e su questo punto pare che Marcel dovrà collaborare con la James.

Le EMAIL. Nel romanzo Christian e Ana hanno un corposo scambio di mail, che prende buona parte del romanzo, e pare che nel film invece questa parte sarà (per ovvie ragioni) notevolmente ridotta.

L’ANTIEROE. Christian Gray è di sicuro la figura dell’anti-eroe contemporaneo: abusato da bambino, adottato, e questi traumi l’hanno portato ad essere freddo e distaccato. Nonostante tutto milioni di lettrici nel mondo se ne sono innamorate. Ciò dipenderà anche e soprattutto dall’attore che andrà ad interpretarlo sul grande schermo, conferendogli un carattere salvifico, il personaggio che trascende il male per trasformarsi in eroe.

Ed infine il PUBBLICO. Il romanzo della James è senza dubbio orientato ad un pubblico femminile, mentre la pellicola dovrà cercare di abbracciare un più ampio raggio di pubblico, che vada al di là delle sole donne, per trasformarsi, naturalmente, in una hit da botteghino.

Adele diventa “bond girl” il tema di 007: esce oggi “Skyfall”

Adele - British Vogue.jpg

Per celebrare il cinquantesimo anniversario di James Bond sul grande schermo, che debuttava proprio oggi, 5 Ottobre 1962 con Sean Connery, esce su iTunes il nuovo (attesissimo) tema della colonna sonora, che quest’anno è cantato da una delle icone dell’Inghilterra nel mondo: Adele. Il brano Skyfall, omonimo dell’imminente pellicola, che vede per la terza volta l’attore Daniel Craig nelle vesti dell’agente segreto più famoso del mondo, in uscita a fine Ottobre in Italia, rievoca il sound retrò dei temi anni ’60 cantati da Shirley Bassey e vede una Adele in splendida forma. Il pezzo sarà probabilmente incluso nella riedizione dell’album 21 in uscita a fine anno. Il brano è firmato dalla stessa cantante e da Paul Epworth, già autore del mega successo Rolling in the deep: «Sulle prime ho esitato un po’ – ha rivelato Adele in una nota – Quando si tratta di una canzone per James Bond sei subito sotto i riflettori e c’é una pressione pazzesca. Ma mi sono innamorata della sceneggiatore e Paul ha avuto delle idee eccezionali. Alla fine non ho avuto più alcun dubbio. Un giorno, quando avrò 60 anni, sarà ancora lì a raccontare alla gente che a vecchi tempi sono stata una “Bond girl”».

Romina Power ritorna alla musica con l’album “Da Lontano”

rominapower.jpg

Da-Lontano-by-Romina-Power-cover-600x600.jpgRomina Power ritorna alla musica. L’ex moglie di Al bano Carrisi ha deciso di ritornare sul mercato discografico a trentasette anni di distanza dal suo ultimo album solista, Con un paio di blue jeans del 1975 su etichetta EMI. Prodotto dalla stessa cantante, il nuovo lavoro della figlia di Tyron Power s’intitola Da Lontano, e sarà pubblicato il prossimo 9 Ottobre su etichetta Creative and Dreams, anticipato dal singolo Tears are not pearls. Del brano la cantante di origine statunitense ha già girato il videoclip, in cui compare una Romina in splenda forma.  Il disco avrà anche una distribuzione europea, e sarà per metà in italiano e per metà in inglese.

Adele canta il nuovo James Bond. La cantante ritorna con “Skyfall”

Adele - Skyfall cover.jpg

Dopo mesi di speculazioni è arrivata adesso la conferma ufficiale. Qualche giorno fa la cantante Adele ha infatti confermato, attraverso un tweet, che sarà lei ad interpretare il tema portante del prossimo film di James Bond, Skyfall, che vede di nuovo nell’elegante smoking dell’agente 007 il bell’attore Daniel Craig, affiancato dall’attrice francese Bérénice Marlohe.

Il brano nuovo brano, omonimo del film, sarà incluso nella riedizione di 21, attesa per fine anno, per ascoltarlo i fan dell’artista britannica dovranno pazientare fino a venerdì 5 Ottobre, quando Skyfall farà il suo debutto sul sito ufficiale di Adele www.adele.tv alle 18 (ora italiana). La pubblicazione della canzone coincide con il cinquantesimo anniversario della saga Bond, che debuttò sugli schermi di cinematografici di tutto il mondo nel 1962 con Licenza di uccidere ed un giovanissimo Sean Connery nei panni dell’agente segreto.

C’è molta attesa per questo brano, non solo perché Adele entra a far parte della prestigiosa lista di artisti che hanno potuto interpretare la colonna sonora di uno dei film della saga, da Shirley Bassey a Garbage, da Madonna a Alicia Keys, ma anche, e soprattutto, perché il pezzo segna il ritorno della cantante di Someone like you alla musica con un inedito, già in prevendita sulla piattaforma iTunes.

Christina Aguilera denuncia: «Dovevo essere magra come uno stuzzicadenti»

christina aguilera pink hair.png

chrisitna-aguilera billboard cover.jpgÈ vero: nel 2010 Christina Aguilera e Lady Gaga sono state dipinte dalla stampa e dai fan come acerrime rivali, ma su di una cosa le due oggi sono d’accordo: il peso. Stando a quanto mostrano le foto dei giornali di gossip e dei settimanali patinati d’americani, sia Miss Germanotta che Xtina hanno messo su peso, eppure ad entrambe la cosa pare non dare fastidio, al contrario, entrambe difendono all’unisono la loro fisicità: «Non mi sento in colpa» aveva infatti detto Gaga per aver preso undici chili, spingendo i suoi Littlemonsters ad amarsi così come sono.

Ultima a fare dichiarazioni sul proprio corpo è Christina Aguilera, dalle pagine del magazine Billboard che a lei dedica la copertina: «Durante la promozione del mio album Stripped – ha detto la cantante di Your Body – mi sono stancata di essere una magra ragazza bianca». Per la prima volta Christina rivendita le sue vere origini: «Sono ecuadoriana – dice [da parte di padre, ndr] – ma la gente si sentiva così sicura passandomi per una magra ragazza dagli occhi azzurri».

Christina continua il suo racconto, svelando quanto le major vogliano avere un controllo totale degli artisti che producono: «Quando la mia etichetta discografica mi rivide, pesavo di più, ero più scura e piena di piercing!» ha aggiunto Christina, ricordando gli anni di quando a modo suo tentava di ribellarsi al sistema: «Fu un boccone amaro da mandar giù per loro. Avevo preso circa quindici chili durante la promozione e durante il mio Stripped Tour».

Christina racconta anche che i manager discografici avevano indetto una riunione d’emergenza in cui dovevano discutere del suo peso e di quanto questo avrebbe influito negativamente sulle persone che seguono l’artista: «Sostenevano che anche le persone con le quali ero in tour ne avrebbero risentito, perché non avrei venduto dischi o biglietti per i miei spettacoli – dice Christina che subito aggiunge – ero giovane, così ho perso peso in modo rapido ed ero magra come uno stuzzicadenti durante la promozione e il tour di Back to Basics».

Adesso Christina si sente abbastanza matura, e artisticamente pronta, da prendere in mano le sorti del suo destino artistico e, soprattutto, del suo corpo: «Durante la registrazione di Lotus [il suo prossimo album in uscita il 13 Novembre] gli ho detto: “state lavorando con una ragazza grassa, sappiatelo e accettatelo”. A volte hanno bisogno di un promemoria per ricordare che non appartengo a loro» ed infine la cantante grida a gran voce: «È il mio corpo e il mio corpo non metterà nessun altro a rischio di non fare più soldi. Il mio corpo non è più in gioco in quel modo».

È questo lo spirito che si nasconde dietro il suo prossimo album, Lotus, del quale dice: «Quest’album rappresenta la celebrazione della nuova me stessa, e per me il loto ha sempre rappresentato questo fiore indistruttibile che resiste anche alle peggiori condizioni atmosferiche, non teme il tempo e continua a rimanere bello e forte».

Christina pare dunque abbia ritrovato la verve creativa, e comunicativa soprattutto, dei tempi di Stripped e dice: «Adesso ho trentun anni, l’ultima volta che mi sono sentita così è stato quando ne avevo ventuno con Stripped, e avevo molto da dire e da esprimere».

Lady Gaga si trasforma in rapper per l’amico Mugler

lady-gaga fat.jpg

Che volesse cambiare genere, dopo le vendite, sì buone, ma non entusiasmanti di Born this way (cinque milioni di copie nel mondo) un po’ si sapeva, ma che dalla dance passasse al rap proprio non ce l’aspettavamo.  È trapelata in rete agli inizi della settimana scorsa la traccia Cake Like Lady Gaga in cui la cantante di Judas si diletta a rappare con una voce maschile. Nulla è dato sapere su chi sia l’uomo che canta il brano, presentata sulla passerella dell’amico-stilista Mugler durante la settimana della moda di Parigi, per il quale Gaga era direttore della musica. Il file leakato è una versione prodotta da Dj White Shadow, la quale però non include il testo originale in cui Miss Germanotta diceva: “Fan***o il mondo, io sono Lady Gaga/Giro il mondo come Lady Gaga/cammino per miglia su tacchi alti”. Un’autocelebrazione, in risposta forse alle tante critiche sul peso delle ultime settimane, e agli attacchi di Madonna, e nel frattempo ha lanciato la sua  Body Revolution 2013 campaign, dicendo di piacersi anche con qualche chilo in più e per invitare i suoi fan ad accettarsi così come sono, anzi, parafrasando il testo del suo brano, “nati così”.

Che sia questo il nuovo genere di Miss Germanotta?

Whitney Houston, un duetto con R. Kelly e un “best of”

Whitney Houston best of 2012.jpg

Whitney Houston R Kelly I Look to you.jpgLa morte di un pittore fa, per ovvie ragioni, balzare alle stelle il valore delle sue opere, che diventano pezzi unici. In musica questo meccanismo non c’è, ma la scomparsa di un artista, soprattutto se di talento, conferisce un valore inestimabile a tutte quelle registrazioni e demo lasciate fuori dai suoi album ufficiali. E così fioccano i Box set e le Deluxe Edition di opere già edite. Se i fan della compianta Amy Winehouse infatti vedranno la pubblicazione di un ricco cofanetto, anche video questa volta, ad un anno dalla scomparsa della cantante britannica, il cui ricavato andrà alla fondazione omonima gestita dal padre, quelli di Michael Jackson hanno già visto ben due Anniversary Edition per i venticinque anni di Thriller, prima, e Bad, adesso, con tanto di tracce demo e rarità live.

Anche Whitney Houston, scomparsa solo da pochi mesi, avrà un album antologico postumo. Se è toccato al film-remake Sparkle darci l’ultima prova di attrice, e cantante per la colonna sonora insieme a Jordin Sparks, il Greatest Hits invece, oltre a far ascoltare un brano inedito ai suoi fan, ci dona anche un duetto virtuale di Whitney: si tratta del pezzo I Look to you, brano tratto dall’omonimo disco del 2009, che sancì il ritorno sulla scena musicale della Houston a sei anni di distanza dal suo ultimo disco di inediti. Una registrazione alternativa durante una sessione fuori programma per l’album, che la cantante incise dopo aver smesso di fumare per due settimane, e che la Sony ha chiesto di far registrare anche al rapper R. Kelly, il quale l’aveva cantata al funerale dell’artista.

I Will Always Love You: The Best of Whitney Houston, questo il titolo dell’album che uscirà il prossimo 13 Novembre, che in diciotto tracce ambisce ad essere la più completa retrospettiva di successi della Houston.

Christina Aguilera: sexy serial killer nel video di “Your Body”

Christina Aguilera.jpg

Christina Aguilera posta finalmente l’attesissimo video di “Your Body”, singolo pubblicato lo scorso 17 Settembre che anticipa l’uscita dell’album Lotus, previsto invece per il prossimo novembre.

Ciocche colorate e sex appeal, è questa la nuova formula con la quale Christina rinnova la sua immagine e prova adesso a riproporsi a quel pubblico che qualche anno fa con Bionic sembrò voltarle le spalle. E se le extensions e i capelli colorati possono far pensare ad una omologazione alle colleghe che del look stravagante e del capello strano hanno fatto il loro punto di forza, non lo è invece il brano che si distacca totalmente dalla musica dance tanto in voga oggi. Lontana anni luce da vocoder e sintetizzatori, la Aguilera ripropone quel sound aggressivo che, agli inizi degli anni 2000, con Dirrty e Fighter ne consacrò il successo.

Your Body è infatti un brano energico, in cui Christina celebra l’amore carnale, di cui non resta traccia dell’originario F*ck del ritornello, sco**re, che invece c’era nella versione demo trapelata on-line mesi fa.

Nel video, che omaggia gli anni ’80, Christina si trasforma una sexy serial killer, una glamour mantide religiosa, che ammazza i propri partner sessuali dopo aver consumato. Ma non temete: non c’è sangue nelle scene in cui la Aguilera ammazza le sue vittime, ma luccicanti coriandoli e vernici colorate.