Fergie: «Nessun album solista adesso, sono impegnata con I Black Eyed Peas»

fergie-brown.gifNonostante il sucesso del suo album solista, The Dutchess, la duchessa, che nel 2006 ha venduto sette milioni di copie, la voce leader dei Black Eyed Peas, Fergie, ha deciso che, almeno per il momento, non ci sarà un secondo disco senza la sua band di origine: «Sicuramente, nella mia vita – ha detto la cantante all’idea di un secondo progetto solista – ma non in un prossimo futuro». Secondo quanto si legge da mtv.com, Fergie sarebbe infatti impegnatissma nel lancio di The Beginning, gli inizi, ultima fatica discografica del gruppo americano, anticipata dal singolo The Time: «Abbiamo The Beginning in uscita adesso – continua la cantante – quindi sono tutta per i Black Eyed Peas in questo momento … e Slash, il mio pulcino interiore del rock che viene fuori in questo mondo».

Fergie infatti pur non dedicandosi ad un secondo album da solista, continua ad occuparsi di progetti propri senza band, dalla collaborazione estiva con il Dj e produttore francese David Guetta, all’ultima, di cui accennava, con il chitarrista Slash, con il quale ha registrato il brano Beautiful Dangerous.

Donna dell’anno per la prestigiosa Billboard Chart, Fergie sarà in tutti i negozi con il disco dei fagiolini dagli occhi neri dal prossimo 30 Novembre.

Michael Jackson: “Hold my Hand” (con Akon) anticipa il postumo “Michael”

-with-Akon-michael-jackson-9238852-641-481.jpg

Prende forma il primo album postumo di Michael Jackson, Michael (in uscita il 15 Dicembre),di cui qualche giorno fa è stata presentato l’artwork di copertina, e di cui oggi il sito news Entertainment Weekly svela la tracklist ufficiale con una sorpresa. Non sarà infatti Breaking News, presentato con uno streaming on-line in alta qualità sul sito ufficiale di Jackson, il singolo di lancio di questo attesissimo lavoro discografico, ma il brano Hold my Hand, tieni la mia mano, in uscita il 15 Novembre, in cui il Re del Pop duetta con il cantante Akon. Anche questo brano è stato registrato nel 2007 e trapelato in rete in una infinità di forme diverse nel corso degli anni: «Una nota scritta a mano dallo stesso Michael Jackson appartenente al suo patrimonio – si legge in un comunicato stampa – esprime il suo desiderio che “Hold my Hand” fosse il primo singolo del suo prossimo progetto». Nel frattempo la Epic Records, etichetta discografica di quello che si preannuncia il successo musicale di fine anno, ha presentato la tracklist completa ed ufficiale del disco, che vede tra l’altro anche un’altra inedita collaborazione, quella con 50 Cent, ma anche (I Can’t make it) Another Day, non posso rimandare a un altro giorno, pezzo con Lenny Kravitz che misteriosamente trapelò in rete solo con il titolo Another Day a poco tempo dalla sua prematura scomparsa. Insomma Michael Jackson detta legge anche da morto, e guai a mettere in dubbio quell’istinto che ha fatto di lui una indiscussa star della musica internazionale.

 

1. “Hold My Hand” (duet with Akon)

2. “Hollywood Tonight”

3. “Keep Your Head Up”

4. “(I Like) The Way You Love Me”

5. “Monster” (featuring 50 Cent)

6. “Best Of Joy”

7. “Breaking News”

8. “(I Can’t Make It) Another Day” (featuring Lenny Kravitz)

9. “Behind The Mask”

10. “Much Too Soon”

Gwyneth Paltrow live ai CMA Awards con “Country Song”

gwyneth_paltrow_country_strong_screenshot.jpg

Attrice, ma a quanto pare soprattutto cantante ora. La maledizione da premio Oscar, vinto nel 1999 per Shakespeare in Love, che vorrebbe l’attrice di turno in declino dopo averlo vinto, dopo Halle Barry e Nicole Kidman, sembra aver colpito anche Gwyneth Paltrow, la quale, reduce da una serie di film non particolarmente entusiasmanti, prova adesso a ripiegare sulla carriera alternativa di cantante country. La bella fidanzata di Iron Man, nell’omonima saga cinematografica, ha così deciso non solo di incidere un brano, Country Song, e pubblicarlo, ma anche di esibirsi dal vivo, a dimostrazione che la sua non vuole essere una carriera da studio senza live, nascosta dietro i clic di un computer,  come qualche tempo fa aveva invece fatto l’ereditiera Paris Hilton. Gwyneth infatti si è esibita ieri sera su di uno dei più importanti palchi di musica country, quello dei Country Music Awards 2010, giunti alla loro quarantaquattresima edizione, dove ha cantato accompagnandosi, come nella migliore delle tradizioni, con la chitarra. Almeno per il momento la moglie di Chris Martin, leader dei Coldplay, sembra aver brillantemente superato la prova del nove. Il risultato? Eccolo:

Nicole Scherzinger di nuovo solista con “Poison” … si spera!

Nicole-S.jpg

Se n’era parlato tanto fino allo sfinimento, eppure l’agognato album da solista di Nicole Scherzinger, Her name is Nicole, eternamente rinviato, non ha mai visto la luce con grande delusione dei fan e della stessa cantante. Adesso la leader delle Pussycat Dolls, forte di una serie di collaborazioni di successo da solista, che vanno da Will.i.am a Enrique Iglesias, sembra abbia riesumato l’idea di pubblicare finalmente un album senza il gruppo che l’ha resa famosa nel mondo. Secondo l’Hollywood Reporter il disco, ancora senza titolo e senza data di uscita, è prodotto da RedOne, e includerebbe una serie di collaborazioni, tra le quali Jay Sean e Ne-Yo, anticipato dal singolo dance Poison.

Da MTV News si apprende che la Scherzinger, subito dopo aver vinto l’edizione americana di Ballando con le Stelle, aveva promesso un nuovo album con la nuova formazione delle Pussycat Dolls a fine anno, ma adesso, forte dei successi da solista, sembra abbia deciso di accantonare il progetto per dedicarsi ad un proprio percorso artistico senza la band.

Nel frattempo la Scherzinger ha debuttato anche nel mondo dei videogame, reinterpretando la cover GoldenEye, originariamente cantata da Tina Turner per la colonna sonora di James Bond, che la Pussycat Dolls interpreta invece per la serie di videogiochi omonima della serie 007: «Sto lavorando al mio album in questo momento – ha detto Nicole – e sono eccitata per il tour e tutte le altre cose».

Rihanna: «Non volevo cantare di nuovo con Eminem»

Rihanna-red-hair-42732PCN.jpgIl nuovo album di Rihanna, Loud, in uscita il 10 Novembre, sarà un mix di musica da party, ballad soft e canzoni d’amore, e di sicuro, a dispetto dell’apparente retromarcia verso la musica dance già esplorata con Good girl gone band, potrebbe invece essere la migliore produzione discografica dell’artista. La bella cantante delle Barbados ha infatti offerto un primo ascolto di sei brani inediti a MTV News, compreso il secondo, ed attesissimo, duetto con Eminem, seguito del fortunato singolo Love the way you lie, tratto dall’album del rapper di Detroit, Recovery. Secondo le prime indiscrezioni del sito news americano, il pezzo, intitolato semplicemente Love the way you lie (part II), sarà una “reinterpretazione” del brano originale, ma riproposto dal punto di vista di Rihanna, che adesso diventa voce ed interprete principale. “Lie (part II)” si apre con la voce di Rihanna, accompagnata dal pianoforte, e sempre secondo il sito di MTV America sarà dark: «Quando ho sentito l’idea di fare una seconda parte – ha detto Rihanna in merito al pezzo – ero completamente contraria. Sentivo che non si potesse superare l’originale». Fortuna per i fan che RiRi, pur non condividendo completamente il progetto, ha provato diverse versioni del sequel del brano di Eminem: «Me ne sono innamorata. Abbiamo registrato, poi abbiamo fatto un’altra versione alla versione ridotta con la batteria, e infine ne abbiamo fatta un’altra con la batteria e Eminem. È stato allora che ho capito che fosse davvero buona».

Kesha annuncia la tracklist ufficiale di “Cannibal”

kesha.jpg

Dopo il successo del suo primo album, Animal, come già annunciato in qualche post fa, Kesha si prepara adesso alla prova del nove, al lancio del seguito del suo fortunatissimo album di debutto. Seguendo la filosofia di Lady Gaga per il suo The Fame Monster, Kesha ha deciso infatti di lanciare un EP, un extended play a metà strada tra un singolo e un mini-album. Otto i brani inediti di Cannibal, questo il titolo dell’album, più un remix, che sarà possibile acquistare come disco singolo o come parte di una Deluxe Edition del suo precedente lavoro discografico che per l’occasione diventa Cannibal Animal. Tra i brani anche We R who we R, singolo prodotto da Max Martin, Benny Blanco e Bangladesh.

La tracklist ufficiale dell’album, riportata dal sito news mtv.com, smentisce seccamente i rumours che fino a qualche settimana fa volevano una collaborazione con Drake per una traccia. Tra le tracce di rilievo Can u next Tuesday, che si preannuncia molto interessante.

 

1. “Cannibal”

2. “We R Who We R”

3. “Sleazy”

4. “Blow”

5. “The Harold Song”

6. “Crazy Beautiful Life”

7. “Grow a Pear”

8. “C U Next Tuesday”

9. “Animal (Billboard remix)”

Gravidanza a sorpresa per Beyoncé Knowles!

beyonce-glam.jpgPresto dovrà rinunciare a performance bollenti e foto glamour, Beyoncé è incinta, e a dirlo non è il solito giornaletto di gossip, ma l’autorevole settimanale delle star US Magazine. L’ex Destiny’s Child, ventinove anni e sposata da due con il rapper Jay-Z, è in dolce attesa. A rivelarlo al giornale la solita fonte vicina bene informata, la quale ha detto: «Beyoncé era sconvolta. Ama i bambini, ma non era ancora pronta per diventare madre». Ma anche una lieta notizia ha un rovescio della medaglia: la maternità della cantante infatti potrebbe post-porre il nuovo album in uscita e un nuovo tour mondiale: «Voleva avere pronto il suo album – ha continuato infatti la fonte – e girare il mondo ancora».

La sorella della cantante, Solange Knowles, confermando l’indiscrezione ha infine commentato: «Sarà una gran mamma!».

Eva Longoria inedita per gli Europe Music Awards 2010

eva longoria ema.jpg

Presentatrice ufficiale degli MTV Europe Music Awards 2010, Eva Longoria è apparsa in un’inedita veste per gli spot della cerimonia che si terrà a Madrid il prossimo 7 Novembre. La protagonista di Desperate Housewives ha infatti registrato i promo per la rete musicale nell’inedita veste di rapper. Nell’attesa dello spettacolo che quest’anno vede testa a testa due tra le cantanti del momento, Lady Gaga e Katy Perry, è già stato eletto il Best Italian Act, che quest’anno ha visto trionfare il vincitore di X Factor Marco Mengoni, che l’ha spuntata su artisti come Malika Ayane, Nina Zilli e Sonohra. Questo importante riconoscimento offre all’interprete di Re Matto, la possibilità di contendersi il titolo di Best European Act insieme ad altri venti artisti vincitori nei propri paesi tra i quali Caro Emerald, Enrique Iglesias, Gramophonedzie, Inna e Marina and The Diamonds.

Rihanna: nessun duetto con Lady Gaga per “Loud”

rihanna.jpg

È proprio il caso di dire “troppo bello per essere vero”. Secondo una indiscrezione trapelata in rete in queste ore, nel nuovo attesissimo album di Rihanna, Loud, che segna il ritorno della cantante delle Barbados alla dance, ci sarebbe stato nientedimeno che un duetto con Lady Gaga per il brano Broken Heels. A testimoniare il tutto uno scans del retro dell’album in uscita il 16 Novembre, che vede tra i featuring del disco anche la cantante di Poker face. Ebbene, come avevamo sospettato noi di Cosmomusic, si tratta di un fake ben fatto. A smentire i roumors la stessa Rihanna che, smorzando gli animi in fibrillazione dei fans, smentisce la collaborazione con Miss Germanotta, dicendo che lo scans è in realtà un falso. Tra le collaborazioni contenute nell’album confermate ufficialmente quella con Drake, protagonista del remix di What’s my name?, e la rapper americana Nicki Minaj per il brano Raining Men.

Pink ritorna con “Raise your glass” e dice: «Celebrerò un matrimonio gay»

pink-45432.jpg

Anche Pink, come molte delle sue colleghe, celebra i suoi primi dieci anni di carriera, e lo fa tirando un po’ le somme di questa prima decade musicale, pubblicando il suo primo album antologico, intitolato appunto Greatest Hits… So far!!!, I più grandi successi… finora!!!, in uscita il 16 Novembre, ad indicare che questo album non vuole essere un “letargo artistico” riposando sulle vecchie glorie che l’hanno resa celebre, ma vuole rappresentare una nuova base di partenza per dare avvio ad una nuova fase musicale. A trainare questo primo best of della cantante l’immancabile brano inedito, probabilmente primo di almeno un paio di canzoni mai pubblicate, che tenterà dunque di far scalare le classifiche all’antologia. Il pezzo in questione s’intitola Raise Your Glass, già in radio: «Celebrerò un matrimonio gay – dice Pink al sito InDemand a proprosito del videoclip, che sta girando in queste settimane – non sono un ministro. Sicuramente la tipica me psicotica, con ottantamila cose diverse».

Il tema della clip, rivela poi la cantante, è ispirato ad una esperienza di vita reale: «Ho partecipato al matrimonio della mia migliore amica nel cortile, lei è gay ed ha sposato sua moglie, ed è stato assolutamente bellissimo. Alla fine di tutto, sua madre ha detto “Perché tutto ciò non potrebbe essere legale?” e si è messa a piangere. È stata la cosa più straziante che io abbia mai visto, ecco perché lo sto facendo nel mio video».