Vinci il tuo concerto preferito con Ceres!

 

Si scrive Ceres si legge birra. Tutti infatti conoscono il noto marchio di una delle bionde alcoliche più famose e preferite dagli italiani, e in tanti da qualche anno ne stanno riscoprendo il brand anche on-line. Consapevole della grande importanza che i social media hanno per i giovani, Ceres infatti lo scorso anno ha fondato una community facebook che oggi vanta più di mezzo milione di iscritti, legandosi sempre più ai giovani di tendenza e ad uno dei loro mondi preferiti, la musica. Nel 2012 Ceres aveva sponsorizzato il Rock in Roma, creando e lanciando un’applicazione che consentiva di potersi mettere virtualmente in coda per proprio concerto e vincerlo. In palio i biglietti degli eventi di grandi nomi della musica internazionale: dai Radiohead ai Kasabian, passando per i Placebo e tanti altri.

Un’esperienza che è andata oltre, ed ha legato il mondo dei social network, e di facebook in particolare, a quello del broadcasting on-line come YouTube: con la “Crazy Camera” i vincitori infatti hanno ricevuto un caschetto con una telecamera Go-pro sulla fronte, registrando e condividendo con il mondo la propria esperienza di concerto e divertimento. Questa esperienza unica nel suo genere si è trasformata in un video da oltre trentamila visualizzazioni, facendo crescere i fan del 75%.

Ma Ceres non se ne sta con le mani in mano a riposare sugli allori dello scorso anno, e per il 2013 ha deciso di spingersi ancora oltre, legando sempre più il proprio nome al mondo del rock e, al tempo stesso, fornire contenuti sempre più interessanti ed esclusivi alla propria community. Non un solo evento ed una sola città, ma tanti concerti in lungo e in largo della penisola italiana, che i fan possono tentare di vincere. Eroi del rock, questo il nome dell’iniziativa che quest’anno consentirà di vincere i biglietti per le migliori band internazionali: Bruce Springsteen, Smashing Pumpkins, Green Day, Blur e tanti altri.

Partecipare è semplice: basta registrarsi sul sito www.ceres.com o accedervi tramite il proprio account facebook cliccando “Mi piace” sulla pagina Ceres. Una volta dentro, vi basterà selezionare il concerto che volete vincere con un semplice click, ed il gioco è fatto. L’applicazione consente anche di condividere e invitare i vostri amici, accrescendo così la possibilità di essere estratti: più amici invitate, più la possibilità aumenta di vivere una straordinaria esperienza live.

Gli eventi Ceres si estendono a tutto il 2013, e tra i partecipanti ci sarà un fortunatissimo vincitore che avrà la possibilità di vincere la mitica chitarra Fender aerografata Ceres! Cosa aspettate? Iscrivetevi e vincete il vostro concerto preferito!

Ceres
concerti
eroi del rock

 



Articolo sponsorizzato

Selena rivive in un controverso album di duetti

Selena-Enamorada-de-Ti.jpg

Pubblicato appena una settimana fa, l’album Enamorata de ti aveva il compito di far conoscere alle nuove generazioni Selena, la nota cantante texana, di origine ispanica, tragicamente uccisa nel 1995 dalla sua assistente all’età di ventiquattro anni. Per farlo il disco si è avvalso di ben quattro duetti virtuali, realizzati con i più importanti nomi della scena musicale latina, da Samo (del gruppo messicano Camila) a Don Omar (noto in Italia per Danza Kuduro), passando per la stellina statunitense del momento, Selena Gomez, che interpreta con l’artista scomparsa il brano Bidi Bidi Bom Bom. I più, e gli stessi fan della cantante, hanno gridato, e forse non a torto, alla “commercialiata”. Il disco infatti, benché proponga versioni completamente riarrangiate delle più note canzoni in spagnolo di Selena, ben poco aggiunge alla carriera dell’artista, e ben poco di “artistico” ha un progetto che mostra più la voglia di vendere nell’era del digitale e del revival, piuttosto che far conoscere seriamente la cantante ed i suoi successi. Il disco è stato traghettato dal singolo Amor Prohibido, ma tra i pezzi meglio riusciti è quasi d’obbligo citare Como la Flor, che qui ritroviamo in coppia con Christian Castro, e che da salsa latina si trasforma in pezzo mariachi.

Osvaldo Supino ritorna con la ballad “I’ll help you let me go”

Osvaldo Supino, Here I am, I’ll help you let me go, musica, web star, EP, 2012, ultimo, nuovo, singolo, Mans Ek, Charlie Mason, intervista, video, youtube

Appariscente e trasgressivo, la web-star Osvaldo Supino ha deciso invece di cambiare pelle, e immagine, per il nuovo singolo I’ll help you let me go, ti aiuterò a lasciarmi andare, a cominciare dalla bellissima immagine di copertina curata dal fotografo Stefano Oliva, che per la prima volta ha ritratto il cantante in un semplicissimo primo piano, distante dalle provocatorie immagini finora proposte. Il brano con cui si propone oggi Osvaldo al suo pubblico è una romantica ballad dalle sonorità elettroniche con influenze R&B. Il pezzo, terzo singolo estratto dall’EP Here I am, è stato scritto per il cantante dallo svedese Mans Ek (già produttore di Sarah Connor) e da Charlie Mason (autore e produttore di Miley Cyrus). «Lavorare con Mason e Mans Ek è stata un’esperienza senza precedenti. Mi aspettavo da loro un certo distacco, quello di chi ha lavorato con star della musica mondiale. Invece sono stati molto presenti in tutto il processo di lavorazione. Mi hanno subito messo a mio agio».  

Diverso dai brani dance finora proposti, Osvaldo del nuovo singolo dice: «Ho amato fin da subito questa canzone e dal primo momento sapevo che sarebbe stato uno dei pezzi che meglio rappresentavano questo EP».

Il singolo, e l’EP da cui è tratto, è in vendita, e in rotazione radiofonica, da oggi sulla piattaforma digitale iTunes.

Britney Spears e Madonna di nuovo insieme per “M.D.N.A.”… forse

mdna.jpg

Dopo la sua esibizione del 5 Febbraio scorso al SuperBowl, Madonna ha letteralmente catalizzato l’attenzione dei media. Non solo per la “faraonica” esibizione nello Stanford Stadium, ma anche per il singolo, Give me your luvin’, la cui accoglienza non è stata forse quella sperata. Ma oggi un’altra notizia manda in fibrillazione i fan della cantante, e non solo: secondo un leaked jacket dell’album M.D.N.A., la cui uscita è prevista per la fine di marzo, quella con Nicki Minaj e M.I.A. non sarebbe l’unica collaborazione di Madonna per il suo dodicesimo disco da studio, ma ce ne sarebbe un’altra ancora più interessante. Secondo l’immagine apparsa sul fan site britneyheavy.com, ripresa oggi anche dal sito news mtv.com, per il brano Girls gone wild, che aprirebbe il disco, Madge duetterebbe con Britney Spears. L’indiscrezione potrebbe trovare conferma, o comunque un indizio, nell’intervista in cui Madonna asserisce che Britney sia un’artista migliore di Lady Gaga, conferendo così maggior valore alla traccia. Questa per le due regine del pop non sarebbe la prima volta. Madonna e Britney si erano già ritrovate insieme per il brano Me against the music, traccia, e singolo apripista dell’album della Spears, In the Zone del 2003. Verità o bufala per accrescere l’attesa del disco?

Madonna, Give me all your luvin’ non decolla

Madonna - Give me all your luvin' cover copertina - Copia.jpgIl nuovo singolo di Madonna non decolla. Se con la sua performance “faraonica” Miss Ciccone ha polverizzato ogni record di ascolto, con quasi 113 milioni di telespettatori, di cui due solo in streaming on-line, Give me all your luvin’ proprio non va e, pubblicato ormai da una settimana, il brano, che anticipa l’uscita di “M.D.N.A.”, dodicesimo album dell’artista, nella sua settimana di debutto non solo non ha conquistato la prima posizione, ma proprio non è riuscito a rientrare nella top five, fermandosi appena al settimo posto della classifica digitale di iTunes.

I più, come sottolineato più volte anche da noi di cosmomusic, che ne avevamo ascoltato il demo, accusano la cantante di aver presentato un pezzo troppo da teenager, che proprio non si addice ad un’artista con quasi trent’anni di carriera.

Poco originale anche il video con cui Madge si propone che, tra cheerleader e Desperate Housewives cerca, tra l’altro senza riuscirci di (auto)celebrare i fasti del suo percorso artistico, rievocando Vogue, Like a Virgin e Material Girl, come d’altronde tenta di fare la stessa copertina del disco.

Insomma se è vero che Hollywood vuole solo giovinezza e bellezza, la smania di apparire come una ragazzina non ha di certo giovato alla cantante, quasi cinquantaquattrenne, che forse questa volta avrebbe dovuto curare un po’ meno l’immagine a concentrarsi solo sulla sua musica.

Amy Winehouse: ad una settimana dalla morte, spuntano due inediti in rete

Amy Winehouse, morte, inediti, brani, discografia, dischi, Black to Black, classifica, 2011, video, vevo

È inutile negarlo, la morte fa vendere. Lo sanno bene i produttori e discografici di Michael Jackson, che lo scorso anno hanno pubblicato il primo album postumo dell’artista scomparso nel 2009, Michael, e lo sa bene il produttore di Amy Winehouse, Salam Remi, che sul suo canale tumblr ha postato ben due brani inediti dell’artista inglese scomparsa prematuramente lo scorso 23 Luglio 2011. Si tratta di una versione inedita di Unholy War, brano contenuto nel secondo album di Amy, Black to Black, e l’inedito Roun’ Midnite. Questi “leak ufficiali” sono destinati a precedere quello che sarà il terzo album della Winehouse, nonché primo lavoro discografico postumo, forti del rinnovato successo di Black to Black, entrato direttamente al primo posto della classifica digitale americana, e nella top ten della Billboard Chart.

Per ascoltare i pezzi basta andare sul sito ufficiale del produttore dell’artista http://salaamremi.tumblr.com/

 

Lady Gaga: “You and I” sarà il prossimo singolo di Born this way

Lady Gaga, Born this way, singolo, nuovo, You and I, video, vevo, youtube, 2011, video, Jimmy

Ospite lo scorso giovedì del programma So You Think You Can Dance, Lady Gaga ha annunciato quale sarà il prossimo singolo estratto dal suo album Born this way. Se il disco, come il singolo omonimo, è stato comunque un successo, non può dirsi altrettanto per i successivi brani estratti: Judas, infatti, non solo non è riuscito a raggiungere il vertice, ma è sceso subito nel dimenticatoio, mentre The Edge of Glory arranca in top ten, senza il fatidico numero uno. Miss Germanotta ha deciso dunque di mettere da parte per un po’ trasgressione ed eccentricità, e che il prossimo estratto dal secondo album da studio sarà il brano You and I, già più volte cantato dal vivo durante lo scorso Monster Ball Tour. Messa da parte anche la chioma verde delle ultime settimane, ritornata biondo platino (e più simile alla Aguilera di quanto forse non volesse), Lady Gaga, ospite del programma Jimmy Kimmel Live ha rivelato di averne già girato il video in Nebraska.

«Hope for Haiti Now», un album di inediti e rarità

Hope for Haiti Now - Cover.jpg

Si intitola Hope for Haiti Now, come l’omonimo spettacolo Telethon, presentato da George Clooney e Wyclef Jean e che ha raccolto in una sola serata oltre sessantuno milioni di dollari, la compilation che raccoglie le migliori performance di tutti i protagonisti della scena musicale americana che si sono esibiti durante le sei ore di diretta dalle venti di sera fino alle due del mattino dello scorso Venerdì 22 Gennaio, da Beyoncé a Justin Timberlake, da Christina Aguilera, che ha presentato l’inedito Lift me up, a Rihanna, che qui canta insieme a Jay-Z e Bono in Haiti Mon Amour in uno spettacolo che ha coinvolto ben tre città, da New York a Londra, fino a Los Angeles.

Sono venti le tracce dell’album già disponibile in digital download, e che avrebbe già realizzato un piccolo primato, quello di debuttare direttamente alla posizione numero uno della prestigiosa Billboard 200 Chart Album. Un fatto unico se si considera che, almeno per il momento, il disco resterà disponibile soltanto come download digitale sul portale iTunes e non come disco fisico nei negozi, spiazzando così il record che fin’ora era detenuto dalla debuttante Susan Boyle, che deve così accontentarsi solo di un secondo posto.

Tra le performance da segnalare c’è sicuramente quella di Shakira, che interpreta una bellissima cover di I’ll stend by you, dei Pretenders, ma anche quella di Alicia Keys con Send me an Angel. Come gà annunciato in un post precedente, Christina Aguilera ha invece presentato una versione acustica di Lift me up, inedito che sarà contenuto nel nuovo album Bionic, scritto per lei da Linda Perry, mentre Beyoncé ha interpretato una bellissima versione della sua Halo, candidata anche come miglior canzone ai prossimi Grammy Awards.

Non poteva, in questo straordinario evento benefico senza precedenti, mancare Madonna, che ha invece presentato Like a Prayer, con tanto di coro gospel. Anche Justin Timberlake, da un po’ latitante dalla scena musicale come protagonista, ma sempre presente come supporter e featuring di molti artisti, ha interpretato il classico Hallelujah, classico per antonomasia di Leonard Cohen, che l’artista ha cantato in duo insieme a Charlie Sexton.

Insomma un disco per veri appassionati, una chicca da collezione per scoprire un lato inedito e diverso di molti artisti, aiutando al contempo la flagellata isola di Haiti. Acquistate l’album Hope for Haiti Now, e darete davvero una speranza all’isola haitiana. Adesso.

La musica che verrà nel 2010

negozio dischi.jpg

Con il nuovo anno saranno tante le novità che ritroveremo sullo scaffale nei prossimi mesi, dagli attesissimi grandi ritorni ai debutti delle nuove leve della musica. A fare il punto della situazione è il settimanale Mondadori diretto da Alfonso Signorini in edicola questa settimana: vincitore dello scorso Festival di Sanremo, Marco Carta ritornerà nei negozi in prima vera con il nuovo album, seguito del fortunatissimo La forza mia, ma null’altro è dato ancora sapere, produttore del suo lavoro ancora una volta sarà il chitarrista (nonché compagno di Laura Pausini) Paolo Carta.

Il 22 Gennaio sarà invece la volta de Le Vibrazioni, che ritornano con Le strade del tempo, mentre il prossimo autunno Giusy Ferreri, che ha da poco pubblicato l’album di cover Fotografie, pubblicherà un nuovo attesissimo disco di brani inediti e debuttando anche come cantautrice.

Tra febbraio e marzo ci saranno naturalmente le uscite sanremesi, con autori che si ripropongono quest’anno al Festival trainando anche nuovi lavori inediti.

Sul fronte internazionale invece grande attesa c’è per Love? di Jennifer Lopez che, delusa forse dall’accoglienza freddina del nuovo singolo Loboutins, prova a riconquistare quel pubblicò che amò le sue movenze sensuali ed i suoi ritmi calienti. Il 2010 sarà anche l’anno del ritorno di Christina Aguilera la quale manca dalle scene musicali con un lavoro inedito dal 2006, anno di pubblicazione di Back to Basics. Dovrebbe ritornare anche l’ex peperina Avrile Lavigne.

Si vocifera anche di una possibile riunione delle Spice Girls: reduci dalla reunion del 2007 per celebrare i dieci anni di Spice, il gruppo pop inglese potrebbe ritornare questa volta però senza Victoria Beckham.  Tra le riunioni davver eccezionali ci sarebbe anche quella di Ringo Starr e Paul McCartney, unici componenti dei mitici Beatles ancora in vita, che collaboreranno in una canzone che sarà contenuta nell’album del primo.

Saranno delusi invece i fan degli Oasis, che nell’ottobre di quest’anno hanno visto sciogliersi una delle band più amate di sempre: dopo l’abbandono di Noel, a sole tre date dalla conclusione della tourné, i fratelli Gallagher sono al lavoro su diversi progetti: Liam infatti sta registrando un nuovo lavoro con gli altri membri della band, mentre Noel è al lavoro sul suo primo disco solista.