Lana Del Rey: la promessa del 2012

Lana Del Rey, Born to die, Video Games, video, youtube, 2012, album, titolo, uscita, retro, recensione, intervista, foto

Il suo nome d’arte è un omaggio all’attrice Lana Turner e la Ford Del Rey, Lana Del Rey, appunto, statunitense, al secolo Elizabeth Grant classe 1986, sarà di sicuro la rivelazione di questo 2012. Non solo perché con i suoi primi due singoli, Video Games e Born to die, è riuscita a catturare l’attenzione del web, con una visualizzazione totale di tredici milioni di visualizzazioni su YouTube, di cui undici solo del secondo. Con un ritmo decisamente ipnotico, ed uno stile elegante, Born to die, anticipa l’uscita dell’album omonimo, la cui pubblicazione è prevista per la fine di Gennaio. Per la promozione Lana è già riuscita a conquistare l’attenzione delle più importanti testate del settore e non, tra cui Billboard, che le ha dedicato una copertina, definendola come la “promessa” di quest’anno appena iniziato, V magazine, per il quale ha posato per dei fantastici scatti in bianco e nero, e il britannico Mail al quale ha invece rivelato: «La sola cosa che adesso è davvero cambiata è che so di avere dei fan – ha detto la Del Rey in merito alla notorietà – è fantastico, ci sono delle persone là fuori al sound check che vogliono farsi una foto, qualcuno mi ha mostrato il suo biglietto [per il concerto] e mi ha chiesto di autografarlo. Sapete quanto costa venire a vedere uno show? Queste persone volevano realmente vedermi». E se per il momento la pagina facebook ufficiale dell’artista vanta appena trecentomila persone, di sicuro dopo l’uscita del suo album d’esordio saranno molte di più, perché siamo certi, la straordinaria timbrica, inconfondibile, il fascino senza tempo, ed il sound retrò faranno di Lana una delle protagoniste del 2012.

Lana Del Rey: la promessa del 2012ultima modifica: 2012-01-14T20:54:57+01:00da marianocervone
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento