Madonna avverte i fan: «Ho bisogno di fare nuova musica»

Madonna.jpgDa Lady Gaga a Britney Spears, passando per Beyoncé, sono tante le star della musica che nella prima metà del 2011 proveranno a contendersi il titolo di Regina delle sette note con un nuovo lavoro discografico. Tra loro non poteva di certo mancare lei, Madonna, la vera Regina del Pop, che dagli inizi degli anni ’80 ad oggi non ne ha mai sbagliata una, restando sempre sulla resta dell’onda e delle classifiche di tutto il mondo. Dopo un documentario, due film da regista, Sacro e Profano (il secondo, W.E., dramma storico sulla liaison tra Eduardo VIII e la divorziata americana Wallis Simpson, è in post-produzione) una linea di moda con sua figlia Lourdes e una catena di palestre fitness in tutto il pianeta, Madonna ha infatti deciso che forse è tempo di ritornare al suo primo amore, la musica, e dare finalmente un seguito al suo ultimo album Hard Candy del 2008 ormai. A dirlo è la stessa cantante dalla sua pagina ufficiale facebook, che dice ai fan: «È ufficiale: ho bisogno di muovermi, di sudare, di fare nuova musica! Musica che posso ballare». Un ritorno alla musica dance forse, continuando un discorso artistico iniziato nel 2005 con Confessions on the Dancefloor nel 2005, magari per dare una lezione a tutte le Lady Gaga e company che hanno la presunzione di credersi sue eredi naturali. «Sono alla ricerca dei più folli, dei più malati delle più cattive persone con cui collaborare – ha poi aggiunto la cantante – ma lo sto solo dicendo…». Il disco dunque almeno per il momento ancora non c’è, Madge in questi anni infatti è stata lontana dallo studio di registrazione, ma la voglia di stupire e tornare in cima alle chart è rimasta intatta. Sono avvisate dunque tutte le altre, Madonna sta per tornare e a quanto pare non ha alcuna intenzione di cedere lo scettro, del resto l’aveva anche detto: «La lista delle mie rivali è lunga, molto lunga. Talmente lunga che ce le siamo dimenticate tutti».

Madonna avverte i fan: «Ho bisogno di fare nuova musica»ultima modifica: 2010-12-18T17:12:18+01:00da marianocervone
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento