Benedetta Caretta vince “Io Canto 2” e l’Italia scopre i The Priests

benedetta-caretta-vince-la-terza-puntata-di-i-L-HKHz1q.jpegSi è conclusa ieri sera la seconda edizione di Io Canto, fortunatissimo programma di piccoli talenti, condotto da Gerry Scotti, che ha visto trionfare quest’anno proprio le due favorite di quest’anno, Benedetta Caretta, già nota al grande pubblico dello show Mediaset dallo scorso anno, trionfatrice assoluta con una impeccabile interpretazione del non facile brano Insieme di Mina, e la giovane rumena Andrea Olariu, che ha vinto invece il premio giuria in abbinato, in occasione della finalissima, con il premio Bravo Bravissimo! della Fondazione Bongiorno che consentirà anche a lei, come la Caretta, di frequentare un corso dove potrà studiare canto.

Tanti gli ospiti di questa finalissima, da Nek, che insieme ai ragazzi ha interpretato i suoi successi fino all’ultimo singolo E da qui, a una emozionatissima Raffaella Carrà, passando per Renato Zero che ha presentato il suo nuovo album antologico, Segreto Amore, e lo show Zero Sessanta in onda sabato 18 Dicembre su Canale 5.

Tra le emozioni e le sorprese della serata The Priests, gruppo irlandese composto da tre sacerdoti, di cui due fratelli, Padre Eugene e Padre Martin Hogan che, insieme a David Delargy hanno fondato il trio canoro. Il primo album omonimo è stato inciso nel 2008, da allora hanno venduto oltre tre milioni e mezzo di copie ed hanno inciso altri due dischi, tra cui Noel quest’anno, una raccolta di brani della tradizione natalizia. Il secondo disco, Harmony del 2009, sulla scia del primo progetto discografico, reinterpreta brani classici religiosi e non, da Te Deum a Stabat Mater, da How great thou art a Amazing Grace per un ascolto piacevole e ieratico.

Benedetta Caretta vince “Io Canto 2” e l’Italia scopre i The Priestsultima modifica: 2010-12-12T01:59:29+01:00da marianocervone
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Benedetta Caretta vince “Io Canto 2” e l’Italia scopre i The Priests

  1. uno scempio! Ha vinto una voce anonima quasi non talento contro una talentuosa Olariu solo perche’ “doveva vincere un’italiana”. Vergogna! Quel premio Bravo Bravissimo l’hanno istituito apposta per dare il contentino alla gente e far vedere che anche la Olariu ha vinto qualcosa. Ma io non mi sento rappresentata in America dalla Caretta!! Mi sarei sentita piu’ rappresentata da una straniera Olariu promossa da una trasmissione italiana, ma che e’ un vero talento! Ancora una volta, VERGOGNA!!

  2. Ciao Gio,
    io invece mi sento rappresentato dalla Caretta, non soltanto perché brava, ha saputo misurarsi egregiamente in queste due edizioni (non soltanto quella di quest’anno ma anche l’anno scorso) con mostri sacri del calibro di Celine Dion e l’italianissima Mina, dimostrando non soltanto di avere grande capacità interpretativa, ma anche una straordinaria (e non comune) estensione vocale. In un paese che spesso tende sin troppo a privilegiare le straniere a discapito delle pur talentuose italiane, io, e la redazione di Cosmomusic, non me ne vergogno affatto, e sono ben soddisfatto di essere per una volta rappresentato da un’italiana di talento e spessore.

  3. QUANDO UNA CANTANTE SI ESIBIRA CON L’ACOMPAGNAMENTO DEL SEMPLICE PIZZICO DI UNA CHITARRA SENZA CORO O ALTRO CHE COPRE LE PECCHE,COME HA FATTO BENEDETTA CANTANDO CON LA SUA VOCE ANGELICA IN MODO STRAORDINARIO,ALLORA SARA BRAVA QUASI QUANTO LEI…..

Lascia un commento