Christina Aguilera sulla “Walk of Fame”: «Ho lavorato molto per questo momento»

christina1.jpg

Christina Aguilera sta forse vivendo il momento più brutto e più bello della sua carriera: dopo il flop del suo ultimo album Bionic e il divorzio dal marito Jordan Bratman, c’è finalmente un po’ di luce in fondo al tunnel per la cantante che presto debutterà al cinema con il film Burlesque, in uscita a fine mese negli States, e che ha finalmente ottenuto la sua stella sulla Walk of fame di Hollywood: «Oh, mio Dio! – ha subito esclamato la cantante – posso dirvi quanto è straordinario guardarsi intorno e vedere tutte le vostre favolose facce qui oggi» ha commentato la cantante: «Grazie mille per essere venuti qui a sostenermi  e sostenere questa straordinaria giornata incredibile nella mia vita» ha poi detto la Aguilera durante il discorso di ringraziamento.

Christina ha poi raccontato un aneddoto della sua infanzia, quando da bambina andava in un negozio di dischi con sua madre e sua nonna per ascoltare i grandi della musica, molti dei quali già cementati nella Walk of Fame. In contraddizione ai suoi recenti insuccessi, questa stella vuole riconoscere quanto invece di buono la Aguilera ha fatto. Ieri sera alle 21 (ora locale) c’è stata la premiere del film, i nottambuli italiani avranno senza dubbio seguito la diretta streaming su YouTube alle tre del mattino, il prossimo appuntamento per vedere la Aguilera è il palco degli American Music Awards dove la cantante interpreterà un brano della colonna sonora del film: «Sognate in grande – ha infine detto Christina ai suoi fan – perché ho lavorato molto duramente per questo momento e voglio ringraziarvi tutti per avermi dato l’opportunità di condividerlo con tutti voi. Vi amo!».

 

E per chi vuole ascoltare tutto il CD della colonna sonora del film, ecco il link con lo streaming completo di “Burlesque”:

http://music.aol.com/new-releases-full-cds/#/4

Christina Aguilera sulla “Walk of Fame”: «Ho lavorato molto per questo momento»ultima modifica: 2010-11-16T12:30:00+01:00da marianocervone
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento