Jacopo Sarno, protagonista di High School Musical, si confessa: «Adesso canto, ma reciterò in un cine-panettone con Boldi»

Jacopo Sarno.jpg

Jacopo Sarno (High School Musical).JPGConsacrato dal musical teatrale tratto dalla saga televisiva-cinematografica “High School”, Jacopo Sarno è oggi uno dei teen idol più amati, protagonista di sit-com come Quelli dell’Intervallo e Fiore e Tinelli, in cui ha preso parte come guest d’eccezione, Jacopo ha preso parte anche ad alcune produzioni americane come Zack e Cody sul Ponte di Comando, con i gemelli Dylan e Cole Sprouse, ma ha anche felicemente alternato alla carriera di attore quella di cantante. Sarno è infatti uscito nei negozi con un EP omonimo, suo secondo disco dopo 1989 pubblicato lo scorso anno, in cui propone cinque brani molto orecchiabili, sfidando un mercato discografico, quello italiano, in cui a dominare le classifiche sono soprattutto i concorrenti dei talent show. Ma Jacopo non dimentica il primo amore, la recitazione e, in un’intervista esclusiva ci svela che farà parte del cast di un cine-panettone con Massimo Boldi.

Debutti giovanissimo in una sit-com: come nasce questa passione per le luci della ribalta per un bambino di poco più di sei anni?

«Per me recitare era un gioco, e in un certo senso lo è ancora, perché ogni approccio ad un nuovo personaggio è un lavoro di immedesimazione e riscoperta delle emozioni di quando ero piccolo, in modo che il testo non sia mai a servizio di chi lo interpreta, ma avvenga il contrario…».

Hai fatto anche un cameo nella serie Disney americana “Zack e Cody”, quali sono le principali differenze tra le produzioni italiane e straniere?

«Per prima cosa la lingua, recitare in inglese è una bella sfida, è stato divertentissimo… e poi i tempi a disposizione per preparare e girare una puntata: negli Stati Uniti per ogni episodio di una sit-com ci sono cinque giorni di prove e allestimento, e le riprese sono tutte “buone alla prima” dal momento che nell’ultimo giorno della settimana c’è il pubblico sul set. In questo senso le sit-com americane sono molto più simili al teatro rispetto a quelle italiane, gli attori e i registi sono bravi come lo sono molti dei nostri, non abbiamo nulla da invidiare agli USA»

Dopo tanta gavetta, a dispetto della giovanissima età, la popolarità ha però inizio con le sit-com in onda su Disney Channel, veri cult tra i giovanissimi: ma Jacopo guardava i cartoni animati da bambino?

«Certo! E li guardo tuttora! Il mio preferito è “La Spada nella Roccia”».

La consacrazione arriva con il primo ruolo da protagonista nella trasposizione teatrale di High School Musical, dove sei diventato la risposta italiana a ZacEfron…

«Devo tantissimo alla Compagnia della Rancia, e a Saverio Marconi che ha creduto in me e mi ha affidato il ruolo di Troy Bolton… è stata dura studiare la parte (soprattutto per quanto riguarda la danza) per essere all’altezza dei performers che sono poi diventati i miei compagni di viaggio. Ho imparato tanto da loro e dalla Compagnia».

Nel frattempo ti sei dedicato anche ad una carriera parallela, la musica, partecipando anche a Castrocaro. Ma Jacopo Sarno si sente più attore o cantante?

«Non lo so, mi è sempre piaciuto scrivere canzoni, e continuo a farlo, mi piacerebbe vedere pubblicato un album di canzoni scritte da me. Recitare mi viene meglio, forse perché non sono propriamente Freddie Mercury [ride, ndr]».

Il tour di MTV cui avresti dovuto prendere parte è saltato: annullato o semplicemente posticipato?

«Mi hanno detto che alla fine è stato annullato del tutto… non so i motivi, ma peccato, avevo una voglia pazzesca di suonare dal vivo con la mia band…».

Quali saranno gli altri eventi dove poter vedere Jacopo Sarno cantare dal vivo?

«Per ora non ci sono concerti in programma, ma ci spero, continuo a mettercela tutta e non vedo l’ora di suonare».

Oltre che attore sei anche un doppiatore, ma ci sarà un debutto cinematografico o nella fiction televisiva?

«Ho appena finito di girare “A Natale mi sposo”, con Massimo Boldi e spero di essere stato all’altezza della situazione. Comunque è stata un’esperienza pazzesca, ho dato il massimo e ho imparato molto… e non vedo l’ora di vedere il film quando sarà pronto».

Jacopo Sarno - Jacopo Sarno.jpgSei uscito in tutti i negozi con il tuo secondo lavoro discografico, l’EP omonimo Jacopo Sarno: cosa troveranno i tuoi fan in questo nuovo lavoro?

«È un EP composto di cinque brani, quattro dei quali sono una selezione di canzoni dal mio primo album 1/9/89 e un inedito, intitolato “Tommy e la sedia vuota”: ho scritto  questo brano a quattro mani con Niccolò Agliardi, cantautore e autore (appena premiato Ascap Award negli Stati Uniti per “Invece No” di Laura Pausini), che era già autore di Vent’anni, presente nel mio ptimo disco, e mio grande amico».

Ci sarà un album di soli inediti?

«Ci sto lavorando, ma  per ora non so se finirà nei negozi o a casa di mia nonna… in entrambi i casi, se riesco a realizzarlo e viene come spero, sarò molto felice e soddisfatto e andrò a festeggiare con gli amici, e con la nonna!».

 

La foto in alto è tratta dal myspace ufficiale dell’artista: www.myspace.com/jacoposarno

 

Jacopo Sarno, protagonista di High School Musical, si confessa: «Adesso canto, ma reciterò in un cine-panettone con Boldi»ultima modifica: 2010-04-16T10:10:00+02:00da marianocervone
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Jacopo Sarno, protagonista di High School Musical, si confessa: «Adesso canto, ma reciterò in un cine-panettone con Boldi»

Lascia un commento