«Hope for Haiti Now», un album di inediti e rarità

Hope for Haiti Now - Cover.jpg

Si intitola Hope for Haiti Now, come l’omonimo spettacolo Telethon, presentato da George Clooney e Wyclef Jean e che ha raccolto in una sola serata oltre sessantuno milioni di dollari, la compilation che raccoglie le migliori performance di tutti i protagonisti della scena musicale americana che si sono esibiti durante le sei ore di diretta dalle venti di sera fino alle due del mattino dello scorso Venerdì 22 Gennaio, da Beyoncé a Justin Timberlake, da Christina Aguilera, che ha presentato l’inedito Lift me up, a Rihanna, che qui canta insieme a Jay-Z e Bono in Haiti Mon Amour in uno spettacolo che ha coinvolto ben tre città, da New York a Londra, fino a Los Angeles.

Sono venti le tracce dell’album già disponibile in digital download, e che avrebbe già realizzato un piccolo primato, quello di debuttare direttamente alla posizione numero uno della prestigiosa Billboard 200 Chart Album. Un fatto unico se si considera che, almeno per il momento, il disco resterà disponibile soltanto come download digitale sul portale iTunes e non come disco fisico nei negozi, spiazzando così il record che fin’ora era detenuto dalla debuttante Susan Boyle, che deve così accontentarsi solo di un secondo posto.

Tra le performance da segnalare c’è sicuramente quella di Shakira, che interpreta una bellissima cover di I’ll stend by you, dei Pretenders, ma anche quella di Alicia Keys con Send me an Angel. Come gà annunciato in un post precedente, Christina Aguilera ha invece presentato una versione acustica di Lift me up, inedito che sarà contenuto nel nuovo album Bionic, scritto per lei da Linda Perry, mentre Beyoncé ha interpretato una bellissima versione della sua Halo, candidata anche come miglior canzone ai prossimi Grammy Awards.

Non poteva, in questo straordinario evento benefico senza precedenti, mancare Madonna, che ha invece presentato Like a Prayer, con tanto di coro gospel. Anche Justin Timberlake, da un po’ latitante dalla scena musicale come protagonista, ma sempre presente come supporter e featuring di molti artisti, ha interpretato il classico Hallelujah, classico per antonomasia di Leonard Cohen, che l’artista ha cantato in duo insieme a Charlie Sexton.

Insomma un disco per veri appassionati, una chicca da collezione per scoprire un lato inedito e diverso di molti artisti, aiutando al contempo la flagellata isola di Haiti. Acquistate l’album Hope for Haiti Now, e darete davvero una speranza all’isola haitiana. Adesso.

«Hope for Haiti Now», un album di inediti e raritàultima modifica: 2010-01-27T11:31:00+01:00da marianocervone
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento