Mika pubblica “Songbook Vol. 1”: nel best of il giudice di X Factor duetta con Chiara

mika-songbook-vol-1.jpg

Tempo di festa, tempo di best of. Come ormai risaputo il Natale è il periodo dell’anno più adatto per pubblicare un antologico, che ripercorra la carriera e si trasformi nel perfetto regalo per amici e parenti. Se sul fronte italiano Laura Pausini, con il suo 20 Greatest Hits, ha catalizzato su di sé l’attenzione, su quello internazionale sono tanti gli artisti che hanno deciso di tirare il punto della situazione. Tra questi Mika, che, diventato giudice di X Factor Italia, pubblica adesso Songbook Volume 1, tirando le somme di questi primi sei anni di carriera. Probabilmente per un best of è un po’ prestino, e tre album in archivio sono forse un po’ pochi da riassumere, ma mai momento fu (mediaticamente) migliore. Celebri infatti sono le citazioni del cantante libano-inglese sul web, in un italiano spesso azzardato, confuso e divertente. Il disco è in compenso il modo ideale per (ri)scoprire l’artista dal debutto con Grace Kelly a Relax, da Rain a Happy Ending. Tante le collaborazioni collezionate dall’artista in questi anni da Pharrell Williams che ritroviamo in Celebrate a Ariana Grande in Popular Song, fino al produttore Benny Benassi. Nel disco trova posto anche un duetto con Chiara, ultima vincitrice di X Factor, che canta con lui Stardust. Songbook è infatti un disco X-Factor-centrico e orientato forse più al pubblico italiano che all’estero, ma l’ideale per apprezzare la musica del cantante.

Jahméne Douglas: quando la cover è più bella dell’originale

jahmene-douglas-album.jpg

Il suo nome è Jahméne Douglas, classe 1991, ed è uno dei finalisti dell’ultima edizione britannica di X Factor. Capitanato dall’ex Pussycat Dolls, Nicole Scherzinger, Douglas ha pubblicato lo scorso luglio il suo album d’esordio, Love Never Fails. Un successo che l’ha portato al primo posto della classifica UK, Irlandese e Scozzese. In linea con lo spirito del talent che l’ha reso celebre, Douglas ha inciso dieci cover, reinterpretandoli in chiave soul, ma in alcuni pezzi come Next to me di Emeli Sandé viene fuori l’anima gospel dell’artista. Primo singolo estratto dal fortunato album la bellissima Titanium di David Guetta, resa famosa la scorsa stagione da Sia, e che qui trova nuova linfa vitale, in un arrangiamento che nulla toglie all’originale dance. Una formula già sperimentata, quella di Douglas, che reinterpreta sapientemente dieci brani più o meno recenti: da Halo di Beyoncé, che qui non sfigura affatto, a Angel di Sarah McLachlan, passando per due duetti d’eccezione, The Greatest Love of All, in coppia con l’ex mentore Nicole, e, la chicca, Give us this way, brano originario del 1949, che qui trova la guest d’eccezione in Stevie Wonder.

Demi Lovato a maggio ritorna con “Demi”

demi lovato - demi (cover).jpg

Forte della popolarità ottenuta dal talent X Factor, nel quale ritornerà il prossimo autunno, e di cui è stata giudice la scorsa stagione, Demi Lovato ritorna il prossimo mese con il suo quarto lavoro discografico. L’ex stellina di Camp Rock vuole adesso dimostrare di non essere più una bambina, e si ripropone al suo pubblico come una giovane ventenne che cerca il riscatto musicale. L’occasione arriva con “Demi”, album omonimo, in uscita il prossimo 14 Maggio. La stessa copertina è un inno alla femminilità e sensualità ritrovata: Demi infatti appare in primo piano, presumibilmente nuda, tinta in body painting d’argento. La copertina dell’album è stata pubblicata ieri (1 Aprile). Il disco è stato anticipato da Heart attack, singolo che rappresenta ad oggi il più grande debutto dell’artista nella prima settimana, raggiungendo la posizione numero quindici.

L’album della Lovato è l’ideale seguito di Unbroken, album del 2011 che ha venduto quasi mezzo milione di copie.

In “Demi” troveranno posto molte ballad come Skycraper, che ha regalato alla cantante la sua prima top ten, e Give your heart a break, brano rimasto in classifica per ben trentadue settimane nel 2012: «È migliore di qualsiasi cosa abbia fatto – ha detto la cantante nel comunicato stampa del disco – ho sperimentato una vasta varietà di suoni, ho messo il mio cuore nella scrittura dei brani. Sono così emozionata all’idea che tutti potranno finalmente ascoltarli!».

Concorrenti dei talent a Sanremo: talento o attitudine al televoto?

marco-mengoni-vince-sanremo-2013.jpg

Con la vittoria di Marco Mengono all’ultimo Festival di Sanremo si è riaperto il dibattito sui talent: sono tante le trasmissioni televisive e le pagine di giornale che hanno parlato infatti delle quattro vittorie sanremesi (non consecutive) degli ultimi cinque anni, aggiudicate da ex concorrenti (o vincitori) dei talent. Non solo primi posti: la stessa Emma Marrone, vincitrice dello scorso anno, si era piazzata al secondo posto insieme ai Modà, così come Marco Mengoni, vincitore in carica, aveva conquistato il gradino più basso del podio nel 2010, lo stesso che si è invece aggiudicato la sua collega di talent, Noemi, nel 2012. Vero talento o attitudine al televoto? I detrattori dicono che sono i fan, già sostenitori nei diversi talent show, li portino poi conseguentemente alla vittoria sul palco più importante della musica italiana.

I sostenitori invece dicono che sia il talento a premiare. Di certo è molto più probabile la prima ipotesi che la seconda: se nel 2012 infatti Sanremo Giovani è stato vinto da Alessandro Casilli (vincitore di “Io Canto”, Canale 5) e il primo posto se l’è aggiudicato Emma Marrone (vincitrice di “Amici”, Canale 5), quest’anno invece la scena è stata tutta per il fattore X. La trasmissione, trasmigrata ormai su Sky, ha visto infatti ben due ex concorrenti e vincitori piazzarsi ai primi posti del festival: Antonio Maggio, vincitore della categoria giovani di quest’anno, è infatti il vincitore (insieme all’allora gruppo “Aram Quartet”) della prima edizione di X Factor, quella che vide invece la consacrazione di Giusy Ferreri, vincitrice morale della stessa edizione.

Il dubbio tuttavia resta: sono tanti infatti i nomi arrivati sul palco dell’Ariston da una precedente trasmissione televisiva, senza tuttavia portare a casa alcuna statuetta: la stessa Chiara Galiazzo, vincitrice di X Factor di quest’anno, torna a casa a mani vuote, intascando però, un elogio pubblico da parte di Mina, così come Annalisa Scarrone, ex concorrente di “Amici”, nonostante una magistrale interpretazione della sua Scintille, è passata quasi inosservata. Ma anche la stessa Giusy Ferreri, Karima, Maria Pia, antesignana nell’ormai lontano 2003.

Talent o no, televoto o meno, sono ben diversi i concorrenti e i vincitori attuali, dai primi concorrenti un po’ allo sbaraglio che sfornavano i vari Operazione Trionfo e Saranno Famosi: più decisi e con una loro personalità, i ragazzi dei talent hanno saputo ritagliarsi un’ampia fetta di pubblico di ascoltatori della musica italiana. A loro il merito dunque di avercela fatta, e di dimostrare agli scettici di essere stelle e non meteore.

Sanremo 2013: la pagella di Repubblica.it contro i talent

sanremo-2013.jpg

Gino Castaldo di Repubblica ha ascoltato in anteprima le canzoni che animeranno il prossimo Festival di Sanremo. 28 i brani in gara per i quattordici artisti, che quest’anno portano sul palco dell’Ariston ben due brani a testa, l’uno più tradizionalmente sanremese, l’altro invece più sperimentale, che possa mostrare la vera anima dell’artista, scevro dai condizionamenti del festival. E saranno proprio i brani quest’anno ad essere eliminati, permettendo a tutti i Big, in una gara non gara, di restare nella finalissima del sabato sera.

Il critico di repubblica ha dato le pagelle per ogni coppia di pezzi portati, con risultati sorprendenti. Tra i migliori del Festival Elio e la Storie Tese, capoclasse di questa scolaresca, che prendono un 10 pieno, mentre Raphael Gualazzi, rivelazione dei giovani di due sanremi fa, deve accontentarsi solo di un 8, ma questo è niente paragonato al 5- di Annalisa Scarrone, rea di essere fuoriuscita da un talent (sbagliato). Va un po’ meglio per Marco Mengoni che porta a casa un 5 ½ e Chiara, ultima vincitrice di X Factor, che prende un 6 (non sarà perché è l’ultima vincitrice?). Insomma il critico di Repubblica sembra un po’ prevenuto proprio verso quei talent che negli ultimi anni hanno invece dominato Sanremo, conquistando podi e vittorie, ultima, solo in ordine cronologico Emma Marrone con Non è l’inferno, che porta a tre le vittorie degli “Amici” di Maria De Filippi (altre due nel 2008 e 2009, rispettivamente con Marco Carta e Valerio Scanu).

I peggiori di questo Festival, con un 4, sono invece proprio il gruppo che negli ultimi due anni è riuscito a farsi notare dal grande pubblico, i Modà, autori del brano vincitore dello scorso anno, e secondi classificati insieme ad Emma Marrone in quello precedente.

Si tratterà di certo di voti imparziali, e per ora possiamo solo fidarci della conoscenza e del gusto musicale del giornalista del quotidiano, ma alcuni artisti sembrano pagare lo scotto della loro provenienza, a favore di chi invece nasce fuori dal mondo televisivo.

Per leggere la pagella completa ecco il link.

Britney Spears al fianco di Will.i.am per “Scream and Shout”

Will.i.am_-_Scream_and_Shout.jpg

Essere giudice di un talent, è inutile negarlo, può rappresentare una vera e propria rinascita per la propria carriera. Lo sa bene Jennifer Lopez che sembra aver trovato una nuova giovinezza artistica, per ben tre anni, dietro al tavolo di American Idol, lanciando nel frattempo hit come On the floor, I’m into you e Dance Again in testa alle classifiche di tutto il mondo. Lo sapeva anche Christina Aguilera, giudice di The Voice, che la scorsa estate, insieme al collega-giudice Adam Lavigne, leader dei Maroon 5, è balzata al primo posto della classifica statunitense con Move Like Jagger. E lo sa anche Britney Spears, neo giudice dell’edizione americana di X Factor, che la prossima settimana promuoverà Scream and Shout, insieme al frontman dei Black Eyed Peas, Will.i.am. Il brano anticipa l’album di quest’ultimo, Will Power, di cui il singolo ne anticipa l’uscita, e arriva dopo la collaborazione con la Spears al pezzo Big Fat Bass, incluso nell’album Femme Fatale.

Scream and Shout è influenzato dall’elettropop, e ha visto l’utilizzo dell’ormai celebre simple “It’s Britney Bitch”, utilizzato nel singolo della Spears Gimme more del 2007. Positiva la critica, che ha apprezzato finalmente la voce della cantante della Louisiana, scevra dell’Auto-tune, di cui ha fatto uso nel suo ultimo album. Del singolo, già presentato in radio lo scorso 19 Novembre, è stato già girato un video lo scorso ottobre, che sarà nelle rotazioni televisive musicali dopo la presentazione ufficiale del brano durante la puntata di X Factor del prossimo 28 Novembre.

Britney Spears diventa scrittrice

Britney Spears book.png

Britney Spears ha spesso cambiato pelle, passando da teen idol di successo a cantante più matura e riflessiva, dai grandi successi ai flop, alternando momenti di sovraesposizione mediatica a quelli del buio delle rehab e dei problemi con alcol e droga. Nella sua carriera la cantante di …baby one more time ha pubblicato ben sette album, trasformandosi al contempo in una donna d’affari con il lancio di nove fragranze dal 2004 ad oggi, e tentando con il lancio (fallito) del suo ristorante newyorkese, Nyla. Smessi, provvisoriamente, gli abiti di principessa del pop, Britney Spears potrebbe presto aggiungere al suo curriculum un altro, ennesimo, lavoro: quello di scrittrice. Secondo quanto riporta oggi mtv.com la cantante sarebbe in trattative con la casa editrice HarperCollins per scrivere il suo primo romanzo. Il sito di musica on-line ha chiesto maggiori informazioni ad un portavoce dell’artista, il quale ha confermato dicendo: «Secondo la mia conoscenza c’è una contrattazione in corso ma nulla di confermato».

Non sarebbe proprio la prima volta della Spears nel mondo dell’editoria: negli anni 2000 infatti la cantante aveva partecipato alla co-scrittura del romanzo di sua madre “Britney Spears: Heart to Heart”, cuore a cuore, in cui si parlava di momenti della vita reale di Britney, dagli esordi alla fama.

Secondo le prime indiscrezioni raccolte da The Hollywood Reporter, anche questo nuovo libro potrebbe avere degli elementi di vita vera di Britney, e dovrebbe seguire lo stile della stellina di MTV Lauren Conrad.

Ancora non è dato sapere quando Britney potrebbe iniziare la scrittura di questo lavoro letterario, poiché pare che, per il momento, la Spears è altamente concentrata sul suo lavoro di giudice alla trasmissione FOX, X Factor USA, rivelando a Extra TV che le piacerebbe ritornare per la prossima stagione.

Britney Spears: «Non riesco ad essere perfetta come Kim Kardashian»

Britney Spears ELLE magazine 2012.jpg

È una Britney Spears in splendida forma, come ormai non si vedeva da tempo, quella che sorride dalla copertina di ELLE magazine di ottobre. Per la prima volta la cantante di Till the world ends parla anche della sua relazione con il suo ex manager Jason Trawick, e del suo rapporto con la celebrità: «Amo i miei jeans e sudare. Sono davvero un maschiaccio dentro di me» dice la cantante dalle pagine del magazine di moda. «È difficile per me essere come Kim Kardashian con il trucco e i capelli sempre in ordine ogni volta che esco di casa. Non credo in ciò, sapete?».

Britney infatti è stata fotografata spesso dai paparazzi senza trucco, ma poco importa alla cantante che in questi anni si è scagliata spesso nei suoi videoclip contro la stampa: «Sono stata sotto la lente così a lungo che non riesco nemmeno a prestare attenzione a queste cose senza senso. Ho smesso di essere arrabbiata per cose che le persone mi hanno dipinto addosso molto tempo fa».

Nell’ampia intervista con il mensile statunitense, Britney parla anche del suo fidanzamento con Jason Trawick, cui è legata da qualche anno ormai, e che lo scorso dicembre le ha dato il fatidico anello, ma lo fa sempre con parsimonia e riservatezza: «Dico solo che è stato dolce».

Dal 12 Settembre Britney siederà nel pannello dei giudici di X Factor, e già si parla di nuova guerra con Christina Aguilera, giudice del talent The Voice, il cui programma potrebbe essere contro-programmato proprio con quello della Spears.

Geri Halliwell: l’ex Spice Girls quarto giudice di X Factor

Geri Halliwell X Factor.jpg

È scoppiata la giudice-mania. Sembra che l’ultima moda dei cantanti anglo-americani sia quella di riciclarsi nel ruolo di severi (?) giudici dei talent. E così, dopo Christina Aguilera, che si è seduta sulla sedia di The Voice, dopo Jennifer Lopez, al pannello di American Idol per due stagioni, e dopo Britney Spears, neo giudice di X Factor USA con un contratto da quindici milioni di dollari per una stagione, un’altra donna pare sia pronta a schierarsi nel pannello tra il pannello dei giudici del noto show inglese. Secondo quanto riporta oggi il Daily Mail, infatti, l’ex Spice Girl, Geri Halliwell, sarebbe il quarto giudice per il talent trasmesso in Inghilterra dalla rete ITV1. Inizialmente prevista come giudice-guest per una o più puntate, pare invece che la Halliwell dovrà sostituire l’ex Destiny’s Child, Kelly Rowland, che si era aggiunta allo show appena lo scorso anno, affiancando così Louis Walsh, Tulisa Contostavlos e il Take That Gary Barlow.

Ma non si tratta della prima volta per la trentanovenne Geri: due anni fa aveva infatti sostituito l’allora incinta Danni Minogue per le selezioni di Glasgow, al fianco degli ex giudici Simon Cowell, Cheryl Cole, e Louis Walsh: «Geri non è soltanto un giudice-guest, lei è il nostro giudice-in-attesa – ha rivelato una fonte al quotidiano britannico – vogliamo che lo faccia e lei vuole farlo. La stavamo già puntando come falchi a Liverpool e incrociamo le dita affinché tutto vada bene e lei firmi. Non siamo in trattative con nessun altro».

Dal canto suo Geri Halliwell si dice molto entusiasta. Che X Factor UK abbia già trovato il suo quarto giudice?

Britney Spears: accordo da capogiro per X Factor

britney_spears_hq_wallpaper-1600x1200-041.jpg

Accordo raggiunto tra la produzione di X Factor USA e Britney Spears. Come già annunciato qualche tempo fa in un precedente post, la bella cantante di Till the world ends, pare che affiancherà Simon Cowell nella prossima edizione americana del talent X Factor. A riprendere la notizia oggi anche alcuni siti italiani, tra cui il Corriere della Sera, secondo i quali Britney avrebbe raggiunto l’agognato accordo economico, e siederà al tavolo de quattro giudici, rimpiazzando così le uscenti Nicole Scherzinger o Paula Abdul, per la modica cifra di sedici milioni di dollari, ovvero undici milioni di euro circa. A rivelarlo è il settimanale statunitense US Weekly, che dice che Britney ne aveva inizialmente chiesti quindici, e ne starebbe per ottenere sedici invece. Nessun contratto è stato ancora firmato dall’artista, ma secondo una fonte bene informata citata dal magazine l’accordo, dopo una “lunga negoziazione”, sarebbe finalmente stato raggiunto.

Britney non è la prima star nata alla fine degli anni ’90, che per rilanciare la sua immagine e la sua carriera musicale ha deciso di lanciarsi nel talent: due anni fa infatti Jennifer Lopez, ritornata musicalmente in auge dopo due flop con l’album Love?, e adesso il singolo Dance Again, e Christina Aguilera, ai vertici delle classifiche dello scorso anno con il singolo Move like Jagger (insieme ai Maroon5), dopo il flop di Bionic, ci hanno provato prima di lei rispettivamente con American Idol e The Voice.