Cher: in anteprima on-line “Closer to the Truth”

Cher closer to the truth.jpg

A giudicare dalla copertina del suo album, più che vicina alla verità, come recita il titolo, Closer to the Truth, Cher sembra vicina alla fonte dell’eterna giovinezza, o di chi, grazie a luci e Photoshop, della vecchiaia, almeno in foto e in video, proprio non vuol sentirne parlare. A 67 anni suonati infatti, la cantante, dopo ben undici anni di silenzio, ha deciso di riaffacciarsi sul mondo della musica, per dimostrare ancora di essere quella donna dei record, capace di vincere tutti i premi possibili nel mondo del cinema e della musica. Da qualche ora integralmente disponibile in streaming on-line, l’album della cantante-attrice, nell’edizione standard, si compone di undici brani. Era difficile superare un album-capolavoro come Believe (dell’ormai lontano 1999), ma Cher sembra aver regalato ai suoi fan un valido nuovo capitolo alla sua carriera musicale. Tra i pezzi migliori, oltre al primo singolo estratto, Woman’s World, c’è di sicuro Takes it like a man, che lo segue a ruota, e Dressed to Kill. Pezzi dance, venati di elettronica, e forse un po’ troppo vocoder, da nascondere, più che evidenziale, la voce dell’artista, ma senza dubbio orecchiabili e godibili. Tra i pezzi da segnalare Lovers Forever, che all’elettronica mixa una bellissima parte orchestrale. La tracklist si chiude con tre ballad molto belle, in cui è possibile ascoltare davvero Cher: Favorite Scars, I Hope You Found it, e, la migliore in chiusura, Lie to Me.

Cher: giovanissima e biondissima sulla copertina di “Closer to the Truth”

Cher - Closer to the Truth (cover).jpg

Biondissima e giovanissima. Gli sforzi pioneristici di Cher per non arrivare alla vecchiaia sembrano dare i risultati sperati, almeno a giudicare dalla copertina di Closer to the Truth, vicina alla verità, l’imminente nuovo album dell’artista, che ne segna il ritorno alla musica dopo quasi dodici anni di assenza, e da cui è tratto il primo singolo, Woman’s World, del quale la cantante, qualche giorno fa, ha presentato il singolo sperato. Quello di Cher dunque è un ritorno alla musica, sì, ma anche un ritorno all’amata dance che nel 1999 con Believe, anticipando i tempi, le regalò quella notorietà e fama tra le allora nuove generazioni di adolescenti. 

Il disco, secondo i primi leak della rete, potrebbe contenere il fantomatico duetto con Lady Gaga, The Greatest Thing. Nel frattempo Woman’s World è riuscito a regalare all’artista ancora qualche soddisfazione, a cominciare dal primo posto nella classifica dance americana, e rientrando nella top twenty delle altre charts.

Cher, ritorno alla musica dopo undici anni con “Woman’s World”

Cher-Womans-World-Official-Single-Cover-597x597.jpg

Addio sì, ma non troppo. Qualche anno fa, paga del forte successo dell’album Believe, e del lavoro successivo Living Proof (2001), Cher si era congedata dal suo pubblico con The Farewell Tour, una tournée mondiale per portare un’ultima volta i suoi successi in ogni angolo della terra prima di dire addio al mondo della musica. La regina della dance si era infatti concessa solo qualche sporadica apparizione, tra le quali, qualche anno fa, il film musicale Burlesque, in cui era co-protagonista insieme a Christina Aguilera. Forte del successo di uno dei brani che cantava nella colonna sonora del film, You Haven’t Seen the Last of Me, vincitore del Golden Globe come miglior canzone originale, Cher deve aver pensato di avere ancora molto da dire ai suoi fan, e così qualche giorno fa, in occasione del Ringraziamento americano, la cantante di Strong Enough ha deciso di pubblicare un nuovo brano inedito, Woman’s World, un mondo di donne: «Quando ho iniziato a cantarla ho pensato alla forza di Donne Famose – ha twittato la cantante e attrice – e quindi ho pensato “Ca**o!” è proprio un mondo di donne. Siamo tutte forti! Anche gli uomini!».

Pioniera della chirurgia plastica, impavida del “ritocchino”, Cher è smagliante sulla copertina del pezzo, dove sembra non avere età, né temere il tempo che passa e, abbandonato il nero corvino e il biondo platino, si mostra questa volta con una aggressiva acconciatura rosso fuoco.

Il brano è stato co-scritto da Anthony Crawford e Paul Oakenfold, ed anticiperà il nuovo album di inediti dell’artista, il primo in undici anni, se si escludono le registrazioni per il film Burlesque. Il pezzo ha già totalizzato oltre trecento mila visualizzazioni su YouTube e settantamila sulla piattaforma soundcloud. Si tratta ancora di un pezzo dance, con influenze elettroniche, e vede, vocalmente, una Cher in splendida forma, che, come ai tempi di Believe, non disdegna l’uso del vocoder.