Lady Gaga torna e si spoglia per “V Magazine”

lady-gaga-naked-v-magazine (1).jpg

Siamo così abituati al nudo che ormai quasi non dovrebbe far più notizia, ma così non è se a spogliarsi è un numero uno della musica, anche se non è la prima volta a farlo. Dopo mesi di assenza mediatica, Lady Gaga ritorna a far parlare di sé come solo lei sa fare, e così, per supportare la pubblicazione dell’album ARTPOP, in uscita a fine anno, anticipato dall’imminente singolo previsto per fine agosto, ha deciso di spogliarsi per V Magazine. La cantante di Bad Romance appare come una novella Lady Godiva, con lunghi capelli ricci castano-chiaro, coprendosi (quasi) pudicamente con le mani, mentre e seduta a cavalcioni su di uno sgabello. Le forme sono arrotondate rispetto a quelle filiformi degli esordi. Lo scatto trapelato in rete del numero di settembre del magazine americano, pare non sia quello di copertina, ma del servizio interno che, presumibilmente, accompagnerà un’intervista della cantante. 

Gaga appare naturale, sorridente, ma quasi assente. Lo scatto non è senza dubbio tra i migliori fatti dall’artista, basti pensare le covershoot per Vogue e Vanity Fair, per comprendere che Lady Gaga non è nella forma migliore, ma senza dubbio pronta a tentare di stupire ancora i suoi fan.

Lady Gaga: siocca con tacchi a forma di “pene” e si fa in tre per “V Magazine”

 

lady gaga,v magazine,cover,copertina,foto,fotografie,intervista,2011,maggio,tacchi,pene,forma,american idol

lady gaga,v magazine,cover,copertina,foto,fotografie,intervista,2011,maggio,tacchi,pene,forma,american idolProtagonista dell’attuale copertina di V Magazine, in una inedita veste nipponico-manga a tre teste, in cui ha parlato del suo imminente album Born this way, Lady Gaga ha scioccato i telespettatori, e i produttori soprattutto, del talent show American Idol, di cui è stata ospite la scorsa notte, per aver indossato delle chilometriche scarpe con tacchi a forma di peni trasparenti, prontamente censurate, durante la messa in onda, da un bollino del logo dello show.

Dalle pagine del magazine americano, sul quale ha debuttato anche come giornalista, Gaga parla della sua formazione musicale: «Sono cresciuta ascoltando la collezione di vinili di mio padre. You, Bruce Springsteen, Billy Joel, Michael Jackson, Pink Floyd, Led Zeppelin, Mick Jagger, Neil Young, Bob Dylan, James Taylor, Carole King, Whitney Houston, Duran Duran. Giovanissima, avevo una passion per il rock and roll e la musica dance, soprattutto per gli artisti che hanno scritto e suonato per loro stessi. Ho iniziato a suonare il piano quando avevo quattro anni, così l’idea di creare qualcosa di mio, che potesse un giorno vivere accanto a Dark Side of the Moon, è diventato una forza motrice che mi ha guidato sin dall’infanzia».

Intervistata eccezionalmente dall’amico-cantante Elthon John, di cui pare sarà madrina di suo figlio, la cantante di Bad Romance continua: «Non c’era niente che potesse fermarmi. Sono sempre stata in un momento di performance e di creatività. I miei genitori mi hanno incoraggiata e non hanno mai cercato di cambiarmi. Ma in un certo senso la mia casa è sempre stata il palcoscenico».

 

lady gaga,v magazine,cover,copertina,foto,fotografie,intervista,2011,maggio,tacchi,pene,forma,american idol

Britney Spears su V Magazine: «“Femme Fatale” è un’evoluzione ed una rivoluzione»

Britney Spears - V Magazine.jpg

Fotografata dal celebre Mario Testino, Britney Spears parla del suo attesissimo album dalle pagine di V Magazine, in edicola da oggi, di cui è la covergirl del mese. In un’ampia intervista al mensile americano, la cantante parla anche del suo amore per la musica dance e del suo rapporto con il successo: «Non credo di aver mai pensato alla “fama” quando ero bambina – ha detto la Spears al magazine di moda – sapevo che volevo esibirmi e sapevo che volevo stare sul palco, ma credo di non averci mai pensato o cosa significasse diventare famosa». E alla domanda se fosse destinata a diventare famosa, la cantante scherza: «Se così non fosse, allora Dio ha decisamente uno strano senso dell’umorismo».

Britney parla anche dei vantaggi e degli svantaggi di essere una celebrità: «Ho imparato a rimanere sempre fedele a me stessa e non lasciare mai che ciò che dicessero gli altri potesse cambiare chi sono davvero – dice – è una lezione molto importante che ho impiegato un po’ ad imparare».

È sibillina invece per quanto riguarda il suo album, di cui in questi giorni ha già svelato ben quattro brani, con alcune anteprime on-line attraverso la piattaforma soundcloud.com: «Penso che “Femme Fatale” parli da solo – dice in merito al disco intorno al quale c’è molta attesa e curiosità – ho lavorato davvero sodo ed ho impiegato quasi due anni per registrarlo. Credo che sia il miglior album che io abbia mai fatto. Non c’è niente da dire. Lascio che la musica parli per sé». Femme Fatale rappresenta di sicuro la più significativa evoluzione musicale della cantante, fondamentalmente legata alla musica pop e che con questo lavoro discografico vira invece verso la dance: «È sicuramente il mio sound più maturo – aggiunge Britney – è un po’ una evoluzione e una rivoluzione. Ci sono canzoni in questo disco che suonano come nient’altro e sono completamente rivoluzionarie, ma credo anche che questo album esprime dove sono arrivata oggi come donna ed è un’evoluzione di ciò che sono».

V70_BRITNEY_HR_NO-TEXT5.jpg