Justin Timberlake trionfa ai VMA 2013

justin_timberlake_vmas_h_2013.jpg

Giunti alla ventinovesima edizione, i Video Music Awards di quest’anno erano particolarmente attesi per le performance di due nuove regine nascenti della musica internazionale: Katy Perry e Lady Gaga, che si sono sfidate a colpi di ultimi singoli, Roar e APPLAUSE, e stacchetti ammiccanti. Mentre la Perry si è esibita sotto il ponte di Brooklyn, dando vita ad un vero e proprio ring di pugilato (idea, diciamolo, non proprio originalissima), Lady Gaga, come molte sue dive contemporanee o meno, da Britney Spears a Madonna, ha deciso di auto-celebrarsi, portando sul palco le “Gaga” che si sono succedute nel tempo, da Pokerface a Telephone, fino a restare quasi nuda sul palco.

Ma a rubare la scena alle due dive è stato lui, Justin Timberlake con l’attesissima reunion della sua band, gli *nsync, ed è stato proprio Timberlake uno dei principali protagonisti della serata, portando a casa ben tre premi per la bellissima clip di Mirrors, straordinariamente bella come un cortometraggio, e per il montaggio di Suit & Tie, che l’ex nsync canta in coppia con Jay-Z. E di sicuro questi premi si preannunciano come portafortuna per la seconda parte dell’album The 20/20 Experience, che verrà pubblicata, anche in edizione Deluxe, a fine anno.

Tra le rivelazioni della serata, come c’era da aspettarsi d’altronde, le ex stelline della Disney Selena Gomez e Miley Cyrus: le due cantanti infatti hanno mostrato una verve sexy e comica, dimostrando di non essere più le giovani protagoniste di sit-come per ragazzi, ma artiste mature pronte a catapultarsi nello star-system dei cantanti che contano davvero.

Ecco tutti i vincitori della serata.

 

Video of the Year: Justin Timberlake, Mirrors

Best Hip-Hop Video: Macklemore & Ryan Lewis feat. Ray Dalton, Can’t Hold Us

Best Male Video: Bruno Mars, Locked Out of Heaven

Best Female Video: Taylor Swift, I Knew You Were Trouble

Best Pop Video: Selena Gomez, Come & Get It

Best Rock Video: Thirty Seconds to Mars, Up in the Air

Best Art Direction: Janelle Monae feat. Erykah Badu, Q.U.E.E.N

Best Choreography: Bruno Mars, Treasure

Best Direction: Justin Timberlake feat. Jay-Z, Suit & Tie

Best Editing: Justin Timberlake, Mirrors

 

Best Visual Effects: Capital Cities, Safe and Sound

Selena rivive in un controverso album di duetti

Selena-Enamorada-de-Ti.jpg

Pubblicato appena una settimana fa, l’album Enamorata de ti aveva il compito di far conoscere alle nuove generazioni Selena, la nota cantante texana, di origine ispanica, tragicamente uccisa nel 1995 dalla sua assistente all’età di ventiquattro anni. Per farlo il disco si è avvalso di ben quattro duetti virtuali, realizzati con i più importanti nomi della scena musicale latina, da Samo (del gruppo messicano Camila) a Don Omar (noto in Italia per Danza Kuduro), passando per la stellina statunitense del momento, Selena Gomez, che interpreta con l’artista scomparsa il brano Bidi Bidi Bom Bom. I più, e gli stessi fan della cantante, hanno gridato, e forse non a torto, alla “commercialiata”. Il disco infatti, benché proponga versioni completamente riarrangiate delle più note canzoni in spagnolo di Selena, ben poco aggiunge alla carriera dell’artista, e ben poco di “artistico” ha un progetto che mostra più la voglia di vendere nell’era del digitale e del revival, piuttosto che far conoscere seriamente la cantante ed i suoi successi. Il disco è stato traghettato dal singolo Amor Prohibido, ma tra i pezzi meglio riusciti è quasi d’obbligo citare Como la Flor, che qui ritroviamo in coppia con Christian Castro, e che da salsa latina si trasforma in pezzo mariachi.

Selena Gomez: da “I Maghi di Waverly” a popstar

Selena Gomez.jpg

Selena Gomez Kiss & Tell.jpgDopo Justin Bieber, un’altra “baby” star entra a far parte del ciclo MTV Push, la rotazione speciale di MTV Italia per promuovere artisti esordienti del panorama musicale, si tratta di Selena Gomez, classe 1992, nota ai più come uno dei simpatici volti della sit-com Disney I Maghi di Waverly, in cui interpreta la streghetta pasticciona Alex Russo. «Quando avevo sei o sette anni – racconta la Gomez in un’intervista al network musicale – ho vinto la mia prima audizione, da allora ho deciso di diventare un’artista». È con queste parole che la Gomez racconta il suo esordio discografico con l’album Kiss & Tell pubblicato alla fine dello scorso anno, ma aggiunge: «La recitazione è sempre stata al primo posto, ma mi sono fissata con la musica. Il mio album parla di rotture, spero che sia forte e che dia forza alle persone».

Il primo singolo estratto dal lavoro discografico dell’attrice-cantante americana si intitola Naturally ed è realizzato insieme a The Scene, un pezzo abbastanza orecchiabile e potenzialmente radiofonico. Questa però non è la prima volta che la Gomez prova a cantare, e nonostante il suo primo vero esordio discografico, con la colonna sonora del film d’animazione Disney Trilly (Fly to your Heart), non ci abbia particolarmente entusiasmato, interpretando un pezzo che va ben oltre la sua reale estensione vocale, con questo nuovo brano sembra invece più matura, padroneggiando con maggior sicurezza la voce, tenendone ben presenti i limiti e le potenzialità: «Mia mamma dice sempre che quando non sarò più la ragazza del Texas – prosegue la neo-cantante nell’intervista – che ha cresciuto, mi rimanderà a casa».

 

Tracklist di “Kiss & Tell”

 

1.         Kiss & Tell       

2.         I Won’t Apologize        

3.         Falling Down   

4.         I Promise You  

5.         Crush  

6.         Naturally          

7.         The Way I Loved You   

8.         More   

9.         As A Blonde    

10.       I Don’t Miss You At All 

11.       Stop & Erase   

12.       I Got U

13.       Tell Me Something I Don’t Know          

14.       Naturally