Miley Cyrus: regina degli EMA 2013 e delle provocazioni

miley.JPG

miley cyrus ema 2013 red carpet.jpgIeri si sono svolti ad Amsterdam gli Europe Music Awards, gli irriverenti premi della musica europea, giunti quest’anno alla diciannovesima edizione. E la protagonista indiscussa non poteva che essere ancora una volta lei, Miley Cyrus che, dopo gli Video Music Awards di quest’anno, ha bissato la sua trasgressiva performance con Robin Thicke, in cui ha ripetuto il “twerking”, il provocatorio strusciarsi a novanta. Ma quello non è stato l’unico momento in cui la cantante si è messa in mostra: già sul tappeto rosso, infatti, la regina delle teenagers, ha fatto parlare di sé per una mise succinta, simil-passeggiatrice, che ha lasciato ben poco all’immaginazione. Ma Miley è andata oltre e, per tener fede alla sua fama di cattiva ragazza, ha persino fumato sul palco ritirando il premio di miglior video per Wrecking Ball, clip in cui l’artista è completamente nuda su di una palla da demolizione.

Ma se è stata Miley la protagonista indiscussa della serata, i premi hanno visto trionfare altri nomi della musica contemporanea, da Katy Perry, che si conferma come miglior artista femminile, a Beyoncé per il miglior live. Grande delusione per Rihanna, che ha visto strapparsi il titolo di miglior canzone da Bruno Mars con la sua Locked out of heaven, e Lady Gaga, nominata in quattro categorie senza portare a casa alcun premio.

miley-cyrus-lights-blunt-on-stage-wins-mtv-ema-award-04.jpg


 

Best song:

Bruno Mars, “Locked out of heaven”

 

Best hip hop:

Eminem

 

Best alternative:

Thirty Seconds To Mars

 

Best female:

Katy Perry

 

Best male:

Justin Bieber

 

Worldwide act:

Chris Lee

 

Best video:

“Wrecking ball”, Miley Cyrus

 

Best live:

Beyoncé

 

Best rock:

Green Day

 

Best electronic:

Avicii

 

Best look:

Harry Styles

 

Best world stage:

Linkin Park

 

Biggest fan:

 

Tokio Hotel

Premio alla carriera per Christina Aguilera

Christina Aguilera.jpg

Non è proprio un buon momento per la carriera di Christina Aguilera, alla quale non è bastato il nuovo album LOTUS, per rilanciare il suo percorso musicale e far dimenticare il flop di Bionic (del 2010), eppure la cantante di Your Body sarà premiata ai prossimo People’s Choice Awards proprio per i suoi primi tredici anni nell’industria discografica. Ne è passato di tempo da quando nel lontano 2000 Xtina muoveva i primi passi con Genie in a bottle, da lì una serie di successi e collaborazioni di prestigio: da Ricky Martin ad Andrea Bocelli, da Puff Daddy ai Maroon 5, spaziando felicemente dal pop al rock, dal jazz alle recenti influenze dance.

Ma il prossimo 9 Gennaio, data della cerimonia di premiazione, potrebbe essere anche l’occasione per presentare un nuovo estratto dal poco fortunato LOTUS, che pur essendo riuscito ad entrare nella top twenty statunitense, ne è uscito subito dopo facendo perdere le sue tracce. In realtà nelle settimane passate, Christina aveva già proposto al pubblico la ballata country Just a fool, in coppia con il cantante Blake Shelton, durante il talent di cui è giudice The Voice, ma anche questa seconda scelta musicale proprio non è piaciuta ai suoi fan, che non hanno supportato il disco.

Se si eccettuano le interviste sui magazine, la promozione di Lotus continua ad essere molto scarsa: poche le performance live, tardivi i videoclip (il video di Your Body è arrivato addirittura dopo un mese dell’uscita ufficiale), e pochi i pezzi davvero azzeccati. Insomma, la storia di Bionic si ripete, al punto da lasciar pensare ad una possibile mossa strategica di Christina per abbandonare la sua storica casa discografica, la RCA.

Dopo il sensazionalismo di Your Body, e il nuovo genere di Just a fool, Christina potrebbe invece finalmente puntare su uno dei migliori pezzi di Lotus, Blank Page, pagina bianca, e farne un classico della musica contemporanea come solo lei ha saputo fare nell’ultima decade musicale.