Miley Cyrus: regina degli EMA 2013 e delle provocazioni

miley.JPG

miley cyrus ema 2013 red carpet.jpgIeri si sono svolti ad Amsterdam gli Europe Music Awards, gli irriverenti premi della musica europea, giunti quest’anno alla diciannovesima edizione. E la protagonista indiscussa non poteva che essere ancora una volta lei, Miley Cyrus che, dopo gli Video Music Awards di quest’anno, ha bissato la sua trasgressiva performance con Robin Thicke, in cui ha ripetuto il “twerking”, il provocatorio strusciarsi a novanta. Ma quello non è stato l’unico momento in cui la cantante si è messa in mostra: già sul tappeto rosso, infatti, la regina delle teenagers, ha fatto parlare di sé per una mise succinta, simil-passeggiatrice, che ha lasciato ben poco all’immaginazione. Ma Miley è andata oltre e, per tener fede alla sua fama di cattiva ragazza, ha persino fumato sul palco ritirando il premio di miglior video per Wrecking Ball, clip in cui l’artista è completamente nuda su di una palla da demolizione.

Ma se è stata Miley la protagonista indiscussa della serata, i premi hanno visto trionfare altri nomi della musica contemporanea, da Katy Perry, che si conferma come miglior artista femminile, a Beyoncé per il miglior live. Grande delusione per Rihanna, che ha visto strapparsi il titolo di miglior canzone da Bruno Mars con la sua Locked out of heaven, e Lady Gaga, nominata in quattro categorie senza portare a casa alcun premio.

miley-cyrus-lights-blunt-on-stage-wins-mtv-ema-award-04.jpg


 

Best song:

Bruno Mars, “Locked out of heaven”

 

Best hip hop:

Eminem

 

Best alternative:

Thirty Seconds To Mars

 

Best female:

Katy Perry

 

Best male:

Justin Bieber

 

Worldwide act:

Chris Lee

 

Best video:

“Wrecking ball”, Miley Cyrus

 

Best live:

Beyoncé

 

Best rock:

Green Day

 

Best electronic:

Avicii

 

Best look:

Harry Styles

 

Best world stage:

Linkin Park

 

Biggest fan:

 

Tokio Hotel

Justin Timberlake trionfa ai VMA 2013

justin_timberlake_vmas_h_2013.jpg

Giunti alla ventinovesima edizione, i Video Music Awards di quest’anno erano particolarmente attesi per le performance di due nuove regine nascenti della musica internazionale: Katy Perry e Lady Gaga, che si sono sfidate a colpi di ultimi singoli, Roar e APPLAUSE, e stacchetti ammiccanti. Mentre la Perry si è esibita sotto il ponte di Brooklyn, dando vita ad un vero e proprio ring di pugilato (idea, diciamolo, non proprio originalissima), Lady Gaga, come molte sue dive contemporanee o meno, da Britney Spears a Madonna, ha deciso di auto-celebrarsi, portando sul palco le “Gaga” che si sono succedute nel tempo, da Pokerface a Telephone, fino a restare quasi nuda sul palco.

Ma a rubare la scena alle due dive è stato lui, Justin Timberlake con l’attesissima reunion della sua band, gli *nsync, ed è stato proprio Timberlake uno dei principali protagonisti della serata, portando a casa ben tre premi per la bellissima clip di Mirrors, straordinariamente bella come un cortometraggio, e per il montaggio di Suit & Tie, che l’ex nsync canta in coppia con Jay-Z. E di sicuro questi premi si preannunciano come portafortuna per la seconda parte dell’album The 20/20 Experience, che verrà pubblicata, anche in edizione Deluxe, a fine anno.

Tra le rivelazioni della serata, come c’era da aspettarsi d’altronde, le ex stelline della Disney Selena Gomez e Miley Cyrus: le due cantanti infatti hanno mostrato una verve sexy e comica, dimostrando di non essere più le giovani protagoniste di sit-come per ragazzi, ma artiste mature pronte a catapultarsi nello star-system dei cantanti che contano davvero.

Ecco tutti i vincitori della serata.

 

Video of the Year: Justin Timberlake, Mirrors

Best Hip-Hop Video: Macklemore & Ryan Lewis feat. Ray Dalton, Can’t Hold Us

Best Male Video: Bruno Mars, Locked Out of Heaven

Best Female Video: Taylor Swift, I Knew You Were Trouble

Best Pop Video: Selena Gomez, Come & Get It

Best Rock Video: Thirty Seconds to Mars, Up in the Air

Best Art Direction: Janelle Monae feat. Erykah Badu, Q.U.E.E.N

Best Choreography: Bruno Mars, Treasure

Best Direction: Justin Timberlake feat. Jay-Z, Suit & Tie

Best Editing: Justin Timberlake, Mirrors

 

Best Visual Effects: Capital Cities, Safe and Sound

Beyoncé Knowles: una perfetto SuperBowl… deludente

beyoncé.jpg

Dopo le polemiche per l’inno americano cantato in playback, dopo i roumors sulla sua performance dal vivo e le aspettative dei fan, Beyoncé Knowles si è esibita ieri sera durante l’intervallo del Super Bowl americano. Una performance attesa la sua, giunta ad un anno esatto da quella faraonica (è proprio il caso di dirlo) di Madonna del 2012. Ed era inevitabile il paragone con la regina del pop, quello di Beyoncé infatti è stato un concerto minimalista, che ha puntato soprattutto sulla voce, in risposta alle malelingue mediatiche di questi giorni. Due volti infuocati che si sfiorano, fuoco e fumo questi gli elementi che componevano il palco di Queen B, che durante la serata ha ritrovato le sue ex colleghe di band, Kelly Rowland e Michelle Williams, per ricostituire il mitico trio di quello che è stato uno dei gruppi più amati di sempre, le Destiny’s Child.

In soli quattordici minuti ha saputo condensare i momenti migliori della sua carriera musicale, dalle origini di giovane leader del gruppo R&B ai primi passi da solista, passando per i brani del non proprio fortunato 4, album pubblicato alla fine del 2011, il tutto cantato, come ha affermato la stessa cantante-attrice alla conferenza stampa, “rigorosamente dal vivo”, dimostrando non solo le sue ben note doti canore, ma di saperle ancora padroneggiare, districandosi tra balli e coreografie.

Uno spettacolo bello, che lascia tuttavia un po’ di amaro in bocca, soprattutto per chi si aspettava un attesissimo inedito che, invece, tarda ad arrivare. Eppure sul sito di Queen B è stato già annunciato un indefinito tour. E noi siamo ancora in attesa…

Beyoncé: «Al SuperBowl canterò rigorosamente dal vivo»

beyoncé live.jpg

A soli due giorni dal Super Bowl, l’evento sportivo più atteso degli Stati Uniti, la protagonista indiscusse è lei, Beyoncé, che quest’anno avrà l’onore e l’onore di intrattenere il pubblico durante l’intervallo del match più atteso dell’anno, raccogliendo il testimone di Madonna, che lo scorso anno sbalordì con la sua performance in stile egizio.

Alla conferenza stampa per parlare del suo show, Beyoncé ha detto: «Canterò rigorosamente dal vivo. Sono ben collaudata e questo è quello per cui sono nata per fare».

L’affermazione è in risposta alla polemica per aver cantato in playback alla cerimonia di elezione di Obama: «Sono una perfezionista, e dovete sapere che mi alleno fino a quando i miei piedi non sanguinano – ha detto l’ex Destiny’s Child – non ho avuto il tempo di provare con l’orchestra, a causa del tempo, del ritardo e del non perfetto soundcheck, e non mi sentivo tranquilla correndo il rischio».

Insieme alla bella Beyoncé pare che potrebbero ritrovarsi anche le sue ex colleghe di band, le Destiny’s, le quali canteranno probabilmente anche Nuclear, l’inedito che ha anticipato il semi-antologico Love Songs, uscito a fine gennaio: «Non posso darvi alcun dettaglio. Mi spiace».

La performance potrebbe naturalmente essere il preludio per un nuovo capitolo discografico dell’artista, la quale ha confermato di stare lavorando ad un nuovo album, avvalendosi della collaborazione di The Dream, Justin Timberlake, Timbaland e Pharrell Williams.

Premio alla carriera per Christina Aguilera

Christina Aguilera.jpg

Non è proprio un buon momento per la carriera di Christina Aguilera, alla quale non è bastato il nuovo album LOTUS, per rilanciare il suo percorso musicale e far dimenticare il flop di Bionic (del 2010), eppure la cantante di Your Body sarà premiata ai prossimo People’s Choice Awards proprio per i suoi primi tredici anni nell’industria discografica. Ne è passato di tempo da quando nel lontano 2000 Xtina muoveva i primi passi con Genie in a bottle, da lì una serie di successi e collaborazioni di prestigio: da Ricky Martin ad Andrea Bocelli, da Puff Daddy ai Maroon 5, spaziando felicemente dal pop al rock, dal jazz alle recenti influenze dance.

Ma il prossimo 9 Gennaio, data della cerimonia di premiazione, potrebbe essere anche l’occasione per presentare un nuovo estratto dal poco fortunato LOTUS, che pur essendo riuscito ad entrare nella top twenty statunitense, ne è uscito subito dopo facendo perdere le sue tracce. In realtà nelle settimane passate, Christina aveva già proposto al pubblico la ballata country Just a fool, in coppia con il cantante Blake Shelton, durante il talent di cui è giudice The Voice, ma anche questa seconda scelta musicale proprio non è piaciuta ai suoi fan, che non hanno supportato il disco.

Se si eccettuano le interviste sui magazine, la promozione di Lotus continua ad essere molto scarsa: poche le performance live, tardivi i videoclip (il video di Your Body è arrivato addirittura dopo un mese dell’uscita ufficiale), e pochi i pezzi davvero azzeccati. Insomma, la storia di Bionic si ripete, al punto da lasciar pensare ad una possibile mossa strategica di Christina per abbandonare la sua storica casa discografica, la RCA.

Dopo il sensazionalismo di Your Body, e il nuovo genere di Just a fool, Christina potrebbe invece finalmente puntare su uno dei migliori pezzi di Lotus, Blank Page, pagina bianca, e farne un classico della musica contemporanea come solo lei ha saputo fare nell’ultima decade musicale.

Il 2013 sarà l’anno di Beyoncé Knowles, al SuperBowl e con un documentario in TV

beyonce-superbowl.jpg

Che stesse pianificando di ritornare alla musica con un nuovo progetto, i fan l’avevano intuito sin dal suo annuncio dell’attesissima performance nell’intervallo del SuperBowl il prossimo febbraio, ma che qualcosa di nuovo, da parte di Beyoncé potesse arrivare già durante le vacanze, i fan forse non se lo aspettano davvero. A lanciare l’indiscrezione a Billboard magazine è stato The-Dream, collaboratore di Queen B al suo nuovo progetto discografico, che dice che Beyoncé è entrata in studio di registrazione dallo scorso agosto: «Sta lavorando alla sua roba – ha detto il produttore – ha cominciato la registrazione dalla scorsa estate, e adesso è ad un punto dove può iniziare a prepararsi per svelare i suoi piani».

La performance live è prevista per il prossimo 3 Febbraio 2013, quando oltre cento milioni di americani saranno sintonizzati per vedere il più importante incontro di football dell’anno, e dunque qualcosa di nuovo potrebbe arrivare anche agli inizi del prossimo anno, in gennaio o, addirittura, che Beyoncé potrebbe sorprendere i suoi fan durante le vacanze.

Ma, secondo quanto si legge sui siti di informazione musicale americana, Beyoncé è abbastanza avanti con il lavoro da poter presentare ai fan addirittura diverse tracce di questo nuovo lavoro: «Si sta preparando per pubblicare qualcosa – ha continuato The-Dream – sono sicuro che si tratterà di un paio di registrazioni che potrete ascoltare già prima del SuperBowl».

Per questo nuovo disco, il cui titolo e data di uscita non sono ancora stati resi noti, Beyoncé sta collaborando con il pupillo di Timbaland, Jo’zzy e con Miguel.

Ma, a supportare la performance e l’uscita di questo progetto, il 16 Febbraio ci sarà anche la messa in onda, sulla nota rete americana HBO, di un documentario sulla vita della cantante, diretta dalla stessa ex Destiny’s Child, che mostrerà ai fan il processo creativo di questo disco e la sua vita dopo il parto della piccola Blue Ivy, avuta dal marito Jay-Z, col quale pare sia entrata anche nuovamente in studio di registrazione: «Sono sempre stata combattuta – ha detto l’artista nel primo teaser on-line del documentario – su quanto rivelare di me stessa. Se hai paura, sii spaventata. Permettilo. Pubblicalo».

Beyoncé: a lei l’intervallo del prossimo Super Bowl 2013

superbowl.jpg

Forse Beyoncé avrà pure rinunciato ad essere diretta da Clint Eastwood per il remake di È nata una stella, ma senza dubbio ha deciso di ritornare sulle scene musicali. L’ex Destiny’s Child infatti ha confermato sul suo sito ufficiale che sarà lei, dopo Madonna quest’anno, ad intrattenere il pubblico nell’intervallo del Super Bowl, l’appuntamento sportivo più seguito degli Stati Uniti. L’artista l’ha fatto attraverso uno scatto in cui appare raggiante, con sulle guance appiccicata la data dello show. L’appuntamento è dunque fissato per il prossimo 3 Febbraio 2013. Non è tuttavia la prima volta che la bella Knowles si esibisce durante il match più amato dagli americani: Beyo infatti aveva cantato l’inno nazionale. Nel frattempo di rivedere il suo ritorno in grande stile, ecco la sua performance del 2004.

Lana Del Rey omaggia i Kasabian con il pezzo “Goodbye Kiss”

20120213022813499-2.jpg

Stellina nascente della musica pop statunitense, il fenomeno Lana Del Rey ha subito qualche battuta d’arresto dopo la disastrosa performance dal vivo al Saturday Night Live, ma Lana, incassato il colpo, continua con una mastodontica promozione del suo album di debutto (con una major discografica), Born to die, il cui ultimo singolo estratto è la sensuale Blue Jeans, già colonna sonora di uno spot con Ilary Blasi, a suon di copertine sui fashion magazine più illustri e performance live. L’ultima, solo in ordine cronologico, è l’esibizione alla radio britannica BBC 1, dove Lana, durante un Live Lounge, ha rilasciato un’intervista ed eseguito alcuni brani dal vivo, tra cui la cover dei Kasabian, Goodbye Kiss, il cui video è stato oggi postato on-line, e per celebrare l’evento, cosmomusic ha curato l’artwork di una ideale single cover, con uno scatto tratto dalla versione britannica della rivista Vogue. L’intera performance, sarà resa disponibile sul web a questo link

Madonna si trasforma in Iside per il super show del Super Bowl 2012

1592659-madonna-super-bowl-13-617-409.jpg

super_bowl_2012_madonna_la_regina_del_pop_video.jpgUna faraonico mini-concerto è stato quello di Madonna durante l’intervallo del Super Bowl, l’evento sportivo americano più seguito dell’anno, con un audience media di cento milioni di telespettatori. Come una novella Iside in trono, Madonna ha fatto rivivere l’antico Egitto, trasformando lo stadio statunitense in un circo massimo. Una performance di (quasi) un quarto d’ora, in cui la regina del pop ha ripercorso i momenti più importanti della sua trentennale carriera, da Vogue, storica hit, con la quale ha aperto l’ampio medley a Music featuring gli LMFAO, passando naturalmente per la nuovissima Gimme all your luvin’ (con le rapper Nicki Minaj e M.I.A.), portando in scena straordinari artisti circensi ed uno spettacolo che resterà negli annali della musica contemporanea. Madonna è sapientemente passata dall’Antico Egitto al circo, dalle cheerleader alle majorette, facendo saggiare al pubblico un simple di Express Yourself (facendo un po’ il verso alla rivale Lady Gaga), e chiudendo la con una bellissima interpretazione di Like a Prayer cantata insieme a Cee Lo Green, lanciando un bellissimo messaggio d’amore, ma, soprattutto di pace.

Madonna – Super Bowl Halftime Performance from Zephyr Alexxx on Vimeo.

Beyoncé copia Lorella Cuccarini ai Billboard Awards 2011

beyonce.jpg

I più attenti l’avranno senz’altro notato: la performance live di Beyoncé Knowles sul palco dei Billboard Awards era terribilmente simile allo spettacolo teatrale che la nostra Lorella Cuccarini ha portato a teatro, Il Pianeta Proibito, presentando lo show con un’esibizione dal vivo sul palco dell’Aristo a Sanremo 2010. Raggiunta dall’agenzia Adnkronos, la showgirl e presentatrice italiana si dice “molto divertita” dalla similitudine: «Da una certa soddisfazione» aggiunge, svelando un inedito quanto interessante retroscena: «Luca Tommassini [coreografo e ideatore] mi aveva raccontato di aver ricevuto una telefonata da Beyoncé che aveva visto l’esibizione di Sanremo e voleva che lui curasse il suo tour. Luca era stato molto contento ma aveva dovuto dire di no perché stavamo cominciando a lavorare su ‘Domenica In’ e aveva anche altre cose da fare. Ma evidentemente a lei era piaciuto talmente tanto che ha deciso di riproporla comunque…».

Ma quanto sono simili in realtà le performance delle due artiste? Vedere per credere…